D’Aversa pre Parma-Torino: “Affrontiamo una squadra forte e completa, simile all’Atalanta”

D’Aversa pre Parma-Torino: “Affrontiamo una squadra forte e completa, simile all’Atalanta”

Conferenza / Il tecnico del Parma ha parlato della gara contro il Toro

di Redazione Toro News
GettyImages-1135224684-min

Ha parlato oggi ai giornalisti il tecnico del Parma, Roberto D’Aversa, presentando la gara contro il Torino, prossimo avversario in campionato.

Ecco le sue parole: “Darmian nell’allenamento dell’altro ieri ha avuto un problemino e domani non farà parte della partita, così come Grassi. Kucka ha avuto una serie di problemini anche quest’estate, farò qualche valutazione per domani ma si gioca anche sabato con la SPAL. A livello fisico la squadra si è ben comportata. Nella partita con il Sassuolo abbiamo sprecato molto ma abbiamo avuto un giorno in più per recuperare“.

Sul Torino: “Il Torino è una squadra molto forte sia a livello fisico che tecnico. Spesso e volentieri gioca a tutto campo su un riferimento. Dovremo essere bravi a giocare di reparto e capire i loro difetti. Avere un numero di giocatori importante permette di cambiare. Sono molto fisici, se andiamo in campo pensando all’uno contro uno facciamo fatica. Dobbiamo essere bravi a giocare la palla, e a non metterci in difficoltà da soli. Conoscere le qualità degli avversari e giocare in base alle loro qualità, affrontiamo una squadra forte e completa“.

Sulle qualità delle due squadre: “Adottano un sistema di gioco nel costruire che è un 3-4-2-1 o 3-5-2, anche se col Milan per ribaltarla sono passati al 4-4-2. Il Torino ti marca a uomo a tutto campo, per fare questo tipo di gioco devi essere molto fisico, sono molto simili all’Atalanta. Nel complesso noi giochiamo un po’ più di reparto, siamo due organizzazioni diverse“.

Darmian sarà assente contro i granata: “Matteo è un giocatore importante e ha fatto delle ottime partite. Sotto questo punto di vista c’è dispiacere, ma c’è la consapevolezza che laddove scegliessi Laurini contro l’Udinese è stato uno dei migliori in campo“.

Su Hernani e Inglese: “Hernani sta facendo bene ma anche gli altri, come Laurini, Kulusevski. Inglese sta bene“.

Riguardo la vittoria contro il Sassuolo: “Ti lascia l’aspetto positivo perché ci abbiamo creduto fino all’ultimo in maniera determinata. Ci abbiamo creduto fino alla fine, l’aspetto negativo è che con tutte quelle occasioni non si può arrivare fino all’ultimo senza sapere se si porta a casa la partita. Se ragioniamo sulle partite in casa, dobbiamo cercare di concretizzare“.

Infine, sull’importanza di un risultato contro il Toro: “E’ importante perché giochiamo in casa. Per il tipo di gioco che fanno si esprimono bene anche in trasferta, siamo consapevoli di aver portato a casa tre punti ma domani non sarà semplice. Dobbiamo fare di tutto per portare a casa il risultato, dovremo essere vogliosi indipendentemente dal risultato positivo col Sassuolo. Sia quando il risultato è negativo, sia quando è positivo dobbiamo andare in campo come se fosse l’ultima partita, quella decisiva“.

 

 

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Guevara2019 - 2 settimane fa

    D’Aversa fa bene a caricare i suoi, ma tra Atalanta e Torino c’è una certa differenza.
    L’Atalanta lascia a desiderare in difesa ma ha una mentalità aggressiva e un gioco offensivo che noi ce lo sogniamo.
    In ogni caso spero di vedere il Toro del secondo tempo col Milan, il blackout forse è finito.
    Col Parma i tre punti sono alla nostra portata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 settimane fa

      Noi ci sognamo La mentalità ed aggressività dell’Atalanta? Ma per favore !!! Basterebbe leggere i dati e capirli e non andare dietro al gregge per capire che non è così. Il Toro manca di qualità nell’ultimo passaggio. Se avessimo quello saremmo a braccetto con l’Inter.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 2 settimane fa

        Non vado dietro a nessun gregge, al di là degli scontri diretti con loro che ci premiano, e andiamo oltre alla classifica dell’anno scorso, con dei rispettivi organici che non balzano agli occhi per quantità e diversità tecniche, loro hanno un gioco che risulta più divertente, difficilmente seguendo le partite che ho visto dei bergamaschi mi sono stufato, al contrario a me pare di vedere un gioco antico che non appassiona.
        Ma la chiuderei qui, la vediamo agli antipodi, è inutile convincere reciprocamente del contrario.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 2 settimane fa

        Guevara , io non ti Devo convincere di nulla. I numeri sono numeri e dicono che al momento non esiste squadra più aggressiva del Toro in serie A. Siccome non si parla di boxe l’aggressività è per la riconquista del pallone e non per dire…. adesso la palla è mia e non te la do. È per andare a segnare. Se poi l’Atalanta ha Gomez ed Ilicic e noi abbiamo Berenguer e Baselli o Meitè o Lukic non è colpa mia. Ad ognuno piace quello che piace ma il Toro non è inferiore all’Atalanta, anzi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy