Fonseca pre Roma-Torino: “E’ sempre difficile affrontare i granata. Sarà una gara complicata”

Fonseca pre Roma-Torino: “E’ sempre difficile affrontare i granata. Sarà una gara complicata”

Le parole / Il tecnico dei giallorossi in conferenza stampa alla vigilia della sfida con i granata

di Luca Sardo

Siamo giunti alla vigilia della sfida tra Roma e Torino in programma domani sera alle 20.45 allo stadio Olimpico. I giallorossi arrivano da una vittoria per 4-1 contro la Fiorentina all’Artemio Franchi, mentre i granata da una sconfitta per 2-1 in casa contro la Spal. Per presentare la sfida valida per la diciottesima giornata di campionato, ha parlato poco fa Paulo Fonseca in conferenza stampa.

Ecco le parole del tecnico: “Abbiamo fatto una buona settimana di lavoro, la squadra sta bene ed è motivata. È importante iniziare bene l’anno. È importante vincere domani. E’ sempre difficile giocare con il Toro. Nelle ultime tre partite fuori non hanno perso. Ci aspettiamo una squadra forte e motivata, aggressiva. Sarà una partita difficile”.

Parole anche su Bruno Peres che ieri è tornato ad allenarsi con la squadra: “Bruno Peres è un nostro giocatore, ha finito il prestito e Petrachi lo conosce bene. Abbiamo parlato di lui e ha lavorato con noi. Vedremo se potrà aiutare la squadra, ma ora non sta bene fisicamente”.

Poi su Zaniolo: “Nicolò non è un giocatore che tatticamente pensava molto bene. Adesso cerca e trova lo spazio nel momento giusto. Deve imparare meglio i tempi di decisione, ma ha margini per migliorare molto. E’ un talento enorme, può diventare uno dei migliori in Italia”.

Sulle condizioni di Kluivert e Pastore il tecnico giallorosso ha detto: “Kluivert ha iniziato a lavorare con noi, ma con lo staff medico abbiamo visto che non sta bene e non voglio rischiarlo. Ha bisogno ancora di una settimana. Dopo la Juventus può essere pronto. Pastore ha una situazione diversa. Il problema è che si tratta di un trauma osseo, un problema difficile da risolvere. Abbiamo bisogno di più tempo per recuperarlo, ma lo sta facendo bene”.

Pensiero finale sull’elevato numeri di infortuni patiti dalla propria squadra fino a qui in questa stagione: “Non guardo al passato. La situazione è questa e in molte partite non abbiamo avuto molti giocatori. Ma in molte di queste partite abbiamo giocato bene e vinto con i calciatori che avevamo. Non mi piace trovare scuse. Penso che nel momento di difficoltà, chi era disponibile ha lavorato bene e giocato bene. Non mi piace parlare degli scenari possibili. Non voglio pensare al futuro o al passato, ma al presente. E il presente è la partita con il Toro”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro ch - 6 mesi fa

    Ma se con noi non ha mai giocato, che ne sa?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy