Allievi, che rabbia!

Allievi, che rabbia!

Non all’ultimo minuto primo, ma all’ultimo minuto secondo: peggior beffa sarebbe stata difficile da architettare ai danni degli Allievi Nazionali del Torino, oggi impegnati al “Don Mosso” di Venaria Reale contro il Livorno in un match che avrebbe dovuto mantenere intatte le speranze di qualificazione alla fase finale per i granata.
Invece, al vantaggio dei ragazzi di Longo ottenuto con il solito Rosso (foto N.Campo) hanno…

di Redazione Toro News

Non all’ultimo minuto primo, ma all’ultimo minuto secondo: peggior beffa sarebbe stata difficile da architettare ai danni degli Allievi Nazionali del Torino, oggi impegnati al “Don Mosso” di Venaria Reale contro il Livorno in un match che avrebbe dovuto mantenere intatte le speranze di qualificazione alla fase finale per i granata.
Invece, al vantaggio dei ragazzi di Longo ottenuto con il solito Rosso (foto N.Campo) hanno replicato i toscani nell’atroce modo sopra descritto. Ora si fa dura. Poiché il regolamento dice che alla final-eight, senza ossibilità di pareggi e ripescaggi, accedono le prime due di ogni girone più le due miglior terze. Meglio non contare su quest’ultima cosa, e al momento il Toro si trova primo a pari punti con l’Empoli e ad un punto dalla Fiorentina, ma ovviamente le due toscane giocheranno domani e hanno ancora un’altra gara da recuperare. Un Toro che deve anche guardarsi dalla Samp, quarta, a -3 prima di questa partita.

“Ci aspettano tre finali adesso, già sabato a Genova, poi con l’Empoli e con la Juventus. Oggi abbiamo raccolto un punto soltanto, peccato, avevamo avuto la palla del 2-0 e invece siamo stati beffati”. Ma Longo, sempre molto onesto, riconosce che nell’arco del campionato di questi episodi ce ne sono “a favore” o “contro”. “Sì, infatti, un campionato è talmente lungo che di queste cose ne capitano. Abbiamo rimontato in altre circostanze, oggi abbiamo subito. Adesso ripartiamo subito, faremo i conti alla fine”.


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy