Coppitelli: “Due semifinali consecutive sono un grande risultato. E su Belkheir…”

Coppitelli: “Due semifinali consecutive sono un grande risultato. E su Belkheir…”

Le voci / Il tecnico della Primavera granata ha parlato al termine della gara contro il Verona

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Al termine della partita di Coppa Italia vinta contro il Verona, ha parlato il tecnico della Primavera granata Federico Coppitelli: “Probabilmente non siamo in un momento brillantissimo, ci sta che possa capitare durante l’anno. Ci sono state disattenzioni in alcune situazioni che sono fuori dal contesto della partita. Sono situazioni difficili da analizzare, come accaduto domenica con il Cagliari. Sono comunque contento di qualche ragazzo che ha avuto meno spazio ma ha giocato bene. La riflessione che va fatta è che raggiungere la semifinale per il secondo anno consecutivo è un grande risultato. Contro l’Atalanta una semifinale anticipata? In linea di massima in questi quarti c’erano le prime sei. Penso che l’Atalanta sia superiore a tutti, sarà una partita difficilissima. Oggi il Verona ha confermato di essere una squadra con individualità forti, sapevamo che sarebbe stato complicato e così è stato. Ero molto teso, quando arrivo in semifinale o finale sono più tranquillo perché sono arrivato dove volevo stare. Poi un episodio può portare alla vittoria o meno, ma l’importante è esserci. Belkheir? È un giocatore forte, dovrà calarsi in questa realtà e noi lo aiuteremo. Davanti eravamo contati, avendo perso Djoulou che è andato a giocare, Buonavoglia fermo e Millico che potrebbe essere coinvolto in prima squadra. Millico? Non conosco i valori della Serie A, non mi esprimo. Il nostro problema è il saper vivere le soddisfazioni che ci arrivano, Vincenzo come tutti gli altri. Chi non gioca tende a spegnersi un pochino, chi sta facendo bene è un po’ meno disponibile a fare le cose che facciamo I ragazzi come Isacco sono perle rare, che continuano a lavorare in attesa del loro turno. Noi dobbiamo mantenere il livello di quello che facciamo, la vera sfida come squadra sarà questa. Dobbiamo ritrovare un po’ di spirito. Abbiamo dimostrato che quando facciamo le cose che sappiamo possiamo battere tutti, ma possiamo anche perdere con chiunque. Ora dobbiamo rimetterci in moto, ci sta che possa accadere, sono periodi. Dobbiamo ritornare a vivere con entusiasmo: non possiamo permetterci di vivere senza entusiasmo, gioia e grinta. Dobbiamo imparare a vivere con equilibrio. Sappiamo qual è la strada per fare risultati e ad inizio campionato abbiamo avuto la dimostrazione di cosa sarebbe accaduto se non avessimo avuto il giusto atteggiamento. Le soddisfazioni non devono andare a compromettere il lavoro quotidiano, altrimenti ci sediamo e facciamo com’è successo oggi sul 2-0 o domenica contro il Cagliari. Godiamoci la semifinale ma con la consapevolezza di dover continuare a lavorare”.

Primavera, le pagelle di Torino-Verona 4-2: Damascan batte un colpo, bravo Rauti

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mancio 74 - 6 mesi fa

    Ero molto teso, quando arrivo in semifinale o finale sono più tranquillo perché sono arrivato dove volevo stare. Poi un episodio può portare alla vittoria o meno, ma l’importante è esserci. Che frase ragazzi…che allenatore….e Mazzarri?
    Nemmeno nei sogni sentirsi dire quando arrivo al 5-6posto sono più tranquillo ecc ecc..utopia pura!!!
    Grandissimo Coppitelli quando finisce ….ma l’importante è esserci!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13973712 - 6 mesi fa

    quest’anno la primavera sta dando soddisfazioni enormi, mi sembra di rivivere le annate di Moreno Longo. Bravo Coppitelli che pur non essendo un granata Doc come Moreno sta dimostrando serietà e pacatezza, bravi i ragazzi e bravo Bava in regia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 6 mesi fa

      le annate di moreno longo..le annate le fanno a bergamo….!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Asashoryu - 6 mesi fa

    Coppi…telli resta con Noi…… Tanto tempo, tanto tempo…………Resta con Noi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Asashoryu - 6 mesi fa

    Già mi piace la prima parte del cognome.. Coppi…
    Ma questo è bravo proprio. Oltretutto siamo partiti con Rauti, Millico e Damascan.. Non si può dire ne che sia pavido ne che non conosca il fatto suo.
    Complimenti a tutti loro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CUORE GRANATA 44 - 6 mesi fa

    Affermazioni pacate di un giovane ma già saggio “maestro di calcio”.Insieme a Bava stanno riportando la ns. Primavera ad un ruolo di primo piano che storicamente ci apparteneva.E’ auspicabile che Cairo aumenti il budget per portare in granata altri talenti che dovranno sostituire gli attuali.La grottesca vicenda Robaldo pare tuttavia evidenziare come al Pres.anche questo ambito interessi molto relativamente.A tale riguardo sarebbe interessante una volta per tutte comprendere se questa situazione è causata solo da inerzia del Comune od anche da recondite motivazioni da parte del Patron.FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy