Gusella, l’avventura dei Giovanissimi del Toro termina ai rigori

Gusella, l’avventura dei Giovanissimi del Toro termina ai rigori

Giovanissimi Nazionali “Memorial Gusella”, Torino – Roma 0-0 (8-9 d.c.r.) / Roulette infinita sotto il diluvio di Venaria, poi sorridono i giallorossi: ai granata resta la soddisfazione per una grande prestazione

di Diego Fornero, @diegofornero

Novantanove reti segnate, soltanto sette subite, ventuno vittorie, tre pareggi e zero sconfitte. Questi sono i numeri della Roma di mister Coppitelli in campionato, coi giallorossi dominatori assoluti del girone F, ben dodici lunghezze sopra i cugini della Lazio. Eppure, nella finalissima del 5° “Memorial Gusella”, sul terreno in erba naturale del “Don Mosso” di Venaria, i parietà del Torino di mister Luca Mezzano se la sono giocata fino alla fine, costringendo i giallorossi al pari a reti inviolate dopo i tempi regolamentari e supplementari, e dovendo cedere soltanto alla roulette dei rigori.

Nonostante un Domenico Coppola in grande spolvero (il portierone granata premiato anche come miglior estremo difensore della manifestazione), il Toro deve arrendersi dopo ben 9 rigori calciati per parte, consentendo così alla Roma di esultare ed alzare la coppa che il Torino conquistò, per l’ultima volta, nel 2012 con i Giovanissimi ’97 di mister Roberto Fogli.

Un po’ di rammarico, in casa granata, ma anche soddisfazione per una cavalcata importantissima, che ha visto il Toro giocarsela alla pari con le grandi d’Italia, superando il Napoli in semifinale, ed offrendo a mister Mezzano la possibilità di ruotare tutta la rosa a propria disposizione nell’arco della manifestazione, dando a tutti i propri ragazzi la possibilità di mettersi in mostra ed accumulare minuti preziosi per il rush finale in campionato.

Resta, infatti, il campionato, con il raggiungimento dei play-off, il principale obiettivo stagionale: il Toro è attualmente terzo con 51 punti, due in meno della Sampdoria, seconda con 53, ma tallonato da Pavia (49) e soprattutto Genoa (48). Domenica 4 maggio i granata affronteranno il Bra, e contemporaneamente si giocherà il derby della Lanterna Sampdoria – Genoa: i ragazzi di Mezzano dovranno battere i braidesi e “fare il tifo” per la Sampdoria, sperando che il Genoa non si avvicini, considerato che l’11 maggio saranno poi attesi dal proprio derby, in casa della Juventus capolista, e sarebbe bene arrivare a Vinovo già qualificati e matematicamente certi almeno della quarta posizione.

Ci sarà da lavorare, insomma, dopo essersi asciugati dagli ettolitri d’acqua caduti ieri sera dal cielo a Venaria… Complimenti a tutti i ragazzi, e in bocca al lupo per la restante parte di stagione!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy