Derby Primavera, serve il “vero” Gyasi

Derby Primavera, serve il “vero” Gyasi

Juventus – Torino, quarti Coppa Italia Primavera: le probabili formazioni / Tridente Aramu – Pardini – Gyasi per i granata, la Juve risponde con Donis e Marzouk.

di Diego Fornero, @diegofornero

Sarà una sfida tra attacchi “stellari” per la categoria quella tra le formazioni Primavera di Juventus e Torino, che si affrontano oggi al Chisola di Vinovo, in gara secca, nei quarti di finale di Coppa Italia. Se la “multinazionale del talento” bianconera, come l’abbiamo definita ieri, si affiderà al collaudassimo duo MarzoukDonis (ben 11 reti già messe stagionali per il franco-marocchino, tra campionato, Supercoppa, Youth League e la propria Nazionale; tre reti per il greco, ma numerosi assist e prestazioni spesso sopra le righe), il Torino di Moreno Longo risponderà con un vero e proprio “ritorno al passato”, ossia con il tridente magico Aramu – Pardini – Gyasi (14 reti complessive messe a segno dai tre in questa stagione).

Proprio il ghanese, assoluto mattatore del derby già vissuto (e vinto) in campionato lo scorso 21 settembre, di rientro dall’infortunio muscolare che l’ha tenuto un mesetto lontano dai campi, già messosi in mostra sabato scorso a Parma, dovrà essere l’arma in più per Longo e i suoi, con il compito di spezzare le resistenze bianconere sulla fascia di competenza, quell’out sinistro dove due mesi fa esatti fece ammattire il proprio marcatore, Joel Untersee, ovviamente confermatissimo nel 3-5-2 di Zanchetta.

Già, perché la Juventus, per politica societaria, schiera in Primavera il medesimo modulo della prima squadra: scelta che può avere i suoi vantaggi, ma che non necessariamente farebbe il bene di ogni squadra: il 4-3-3 di Moreno Longo, infatti, ha dimostrato di poter essere un modulo più che affidabile, e, soprattutto, adatto alle caratteristiche dei propri giocatori. Tra l’altro, considerato che lo stesso Ventura ha, ormai, abbandonato il proprio integralismo tattico votato al 4-2-4, si può dire che persino i giovani della Primavera granata possano reputarsi tatticamente pronti, da un momento all’altro, per l’inserimento in prima squadra.

A questo proposito, chi quasi sicuramente sarà con Ventura è Pippo Scaglia: il difensore classe ’92, da regolamento, non può giocare in Coppa Italia (sono consentiti solo tre fuoriquota del ’94) e quella di sabato scorso a Parma potrebbe essere stata la sua ultima gara stagionale con la maglia granata, prima del più che probabile trasferimento di gennaio (formula e destinazione ancora da stabilire). Sarà, dunque, un bel banco di prova per Giacomo Benedini, l’ex Siena prelevato in estate, che ne rileverà il posto di centrale destro di difesa, mentre, ancora una volta, con Cargnino fermo ai box, dovrebbe spuntarla Stefano Ignico per il posto di terzino destro, così come avvenuto a Parma. 

Ecco le probabili formazioni:

JUVENTUS (3-5-2): Citti; Penna, Romagna, Garcia Tena; Untersee, Emmanuello, Cevallos, Sakor, Barlocco; Donis, Marzouk

All. Andrea Zanchetta

TORINO (4-3-3): Gilardi; Ignico, Benedini, Ientile, Barreca; Comentale, Rosa Gastaldo, Graziano; Aramu, Pardini, Gyasi

All. Moreno Longo

Appuntamento, per quanti volessero assistere di persona a questo Juventus – Torino, quarti di finale di Coppa Italia Primavera, per oggi, sabato 21 dicembre, alle ore 14.30 al C.S. “Chisola”, in Via del Castello 3 a Vinovo (TO). Ovviamente, a partire dalle 14 saremo collegati in diretta dal terreno di gioco per raccontarvi su queste pagine ogni emozione dell’incontro, con i consueti approfondimenti post-partita e le interviste ai protagonisti. In bocca al lupo a tutti!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy