Primavera, Millico ci prova per la Coppa Italia: ma la finale resta a rischio

Primavera, Millico ci prova per la Coppa Italia: ma la finale resta a rischio

Giovanili / Le condizioni dell’attaccante sono in dubbio

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

 

Si tenta un recupero in extremis per Vincenzo Millico, già ko a causa di una lesione al bicipite femorale destro, che lo ha costretto a saltare per intero il Viareggio.

INFORTUNIO – La lesione al muscolo femorale destro è avvenuta nel corso del match giocato dal Torino Primavera contro il Milan, a seguito del quale i medici granata non avevano stabilito la prognosi, legata all’evoluzione clinica del giocatore. Questo stop, arrivato dopo l’esordio in Serie A nei minuti finali della gara contro l’Atalanta, aveva costretto Coppitelli a privarsi di Millico già dalla gara di Primavera contro l’Atalanta, mancanza che si è vista anche durante il Viareggio, terminato agli ottavi proprio per mano della Fiorentina.

IL RECUPERO – Lo staff medico del Torino, che rimane comunque molto cauto nel definire i tempi di recupero visto che la priorità è stata data alla piena e completa guarigione al fine di evitare ricadute, sta tentando di recuperare l’attaccante (ancora alle prese con le terapie personalizzate), vera punta di diamante dell’attacco granata, per la doppia finale di Coppa Italia Primavera contro la Fiorentina. La sua presenza in campo nella gara di andata, in programma il 5 aprile in casa della viola, è in forte dubbio, ed anche nella gara di ritorno, che si giocherà in casa dei granata il 12 aprile, non è per nulla certo che verrà recuperato.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Policano - 4 mesi fa

    basta pubblicità gobbe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Kieft - 5 mesi fa

    Rischiare una ricaduta per avere un giocatore non in condizione sarebbe da pirla …..come fatto con belotti lo scorso anno…..perseverare sarebbe da pirla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 5 mesi fa

    Io temo che, purtroppo, Millico non ci sarà; comunque affidiamoci alla speranza.
    Priorità alla completa guarigione e al totale recupero. Non rischiamo un giocatore come lui!
    Auguroni al nostro giovane attaccante: il domani è suo, ed è granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy