Primavera, Spal-Torino 2-2: il primo punto stagionale è pirotecnico

Post-partita / Un pareggio agguantato all’ultimo secondo per i granata che comunque commettono diverse ingenuità, su cui Cottafava dovrà lavorare

di Marco De Rito, @marcoderito
Lovaglio Torino Primavera

Un punto conquistato all’ultimo secondo, un Torino Primavera pazzo che prima commette errori clamorosi ma poi riesce a recuperare alla disperata. Dopo due sconfitte in campionato e l’eliminazione dalla Coppa Italia, la squadra di Cottafava muove la classifica con il pareggio conquistato oggi nella terza giornata contro la Spal. Finisce 2-2 al “Fabbri” di Ferrara: di Freddi Greco su rigore e Lovaglio le reti granata.

LA CRONACA – Inizio ordinato per il Torino che chiude bene e cerca di colpire la Spal in ripartenza, ma dura pochi minuti l’equilibrio. I padroni di casa prendono in mano le redini del gioco e passano in netto controllo della partita. Al 18′ arriva l’episodio che sblocca la partita. Freddi Greco stende in scivolata Attys in area di rigore, l’arbitro fischia il rigore: è il quinto fischiato contro i granata in cinque partite ufficiali questa stagione. Dal dischetto Moro spazza Sava e i ferraresi passano in vantaggio. Al 24′ arriva il primo cambio nel Toro, il tecnico granata cerca di dare una scossa alla sua formazione inserendo Celesia per Portanova. Il difensore non sembrava avere problemi fisici. Al 26′ il Toro prova a reagire con una bella punizione di Kryeziu ma Owolabi salva gli spallini. Ma quello resta l’unico pericolo creato da un Toro che fa fatica a costruire gioco. Al 40′ il primo giallo: Larotonda perde palla e commette un brutto fallo su Zanchetta, il centrocampista granata viene ammonito. La prima parte di gara si conclude con la Spal meritatamente in vantaggio.

Leggi anche: Torino, il sit-in di protesta: “Mercato scadente, campo indecente”. E spuntano le… zolle

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Torino entra con un piglio diverso e al 53′ va vicinissimo al gol. Galeotti respinge bene un colpo di testa di Siniega. Dopo pochi secondi viene fischiato un rigore, stavolta per il Toro. Owolabi atterra Vianni, che riesce a fare la differenza con un’azione personale simile a quella che lo aveva visto andare in gol mercoledì contro la Sampdoria in Coppa. Greco spiazza il portiere granata e riporta il risultato in parità. L’allenatore degli estensi Giuseppe Scurto corre ai ripari e al 64′ fa uscire Ellertson ed entra Campagna. Al 67′ ammonizione per Vanni che si è asciato cadere sull’uscita di Galeotti senza essere toccato. La Spal prova a riprendersi dopo il pareggio e al 68′ la conclusione di Zanchetta viene deviata in angolo. Il match sembra avviato ad un pareggio senza sussulti. Ma il finale è pazzesco. Al 90’ il difensore granata Mirabelli fa un errore clamoroso. Entrataccia incomprensibile su Campagna in area: il sesto rigore fischiato contro il Torino è ineccepibile e Seck non sbaglia. Sembra fatta per i padroni di casa in un recupero convulso e pieno di perdite di tempo. E’ addirittura l’ottavo minuto di recupero: Celesia prova il tutto e per tutto e lancia lungo, Cancello riesce ad arrivare sul pallone e serve Lovaglio che a tutta velocità si dirige verso la porta e trova il pari con il destro, scatenando la gioia granata. Un pareggio agguantato all’ultimo istante, da cuore Toro. Nonostante i diversi errori commessi.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. verarob_701 - 4 settimane fa

    Ma la redazione o qualcun’altro ha notizie riguardo a che fine ha fatto Karamoko?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pavl73 - 4 settimane fa

    Pirotecnico?
    Un colpo di culo direi piuttosto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. luizmuller - 4 settimane fa

    Chi è quello sopra Cairo? Accidenti che grinta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy