Torino Primavera, la Juventus prepara i pezzi da 90: Mattiello, Mandragora e Kean

L’avversario / La squadra di Fabio Grosso sfida i granata in campionato: in campo i tre leader sono da tener d’occhio

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Torino e Juventus Primavera stanno per sfidarsi in campionato, in una sfida molto delicata per la posizione di classifica di entrambe le squadre: i bianconeri sono sempre saldamente primi, davanti al Chievo Verona, mentre la squara di Coppitelli, col pareggio ottenuto nell’ultima giornata, ha perso contatto dal secondo posto. L’avversario di lunedì, per il Torino Primavera, sarà senza dubbio il più complesso della stagione, per questioni di posione in classifica, ma anche per l’importanza che storicamente ha questo match nel calcio torinese.

Primavera, Juventus, Grosso

BIANCO O NERO – La Juventus è una squadra che non accetta quasi mai i mezzi termini: o vince (spesso) o perde. Infatti in tutta la stagione, la squadra di Fabio Grosso ha pareggiato una sola volta, la prima giornata contro l’Udinese con il punteggio di 0-0. Nelle 18 partite disputate quest’anno ha vinto 14 volte, perdendo solo 3 incontri, di cui 2 fuori casa: segno che comunque i giovani bianconeri non sono immuni da passi falsi. Certo, la Juventus di Grosso ha molto feeling per il gol in quest’ultimo periodo, dato che nelle ultime 10 partite ha sempre trovato la via della rete, vincendo 9 di questi incontri. Ma ci sono anche altri dati importanti da sottolineare, come – ad esempio – che nelle ultime 9 partite di campionato, la Juventus abbia mantenuto la porta inviolata in 7 di queste, e che in quelle sette partite ha sempre segnato più di due gol.

Genoa CFC v AC Chievo Verona - Serie A

GIOIELLI – La Juventus, se è riuscita a costruire un cammino importante come questo, è perché ha a disposizione anche dei fuoriquota di alto livello come Mattiello, classe ’95: il ragazzo, dopo il recupero da quell’infortunio grave rimediato in Serie A durante il prestito con la maglia del Chievo, è tornato stabilmente nella squadra bianconera da quest’estate, e i bianconeri hanno scelto di tenerlo tra Prima Squadra e Primavera. Nelle 4 partite che ha disputato tra i giovani, ha segnato 2 gol e messo a segno ben 2 assist. Un altro leader della squadra si trova a centrocampo: Rolando Mandragora, una delle promesse migliori del calcio italiano nel ruolo di mezzala, ha giocato con Grosso nelle ultime due partite, scendendo in campo per un totale di 135 minuti. Nel periodo di tempo in cui ha giocato ha fatto vedere chiaramente il suo peso in questa categoria, confermando quanto si dice riguardo al suo talento. Infine troviamo in attacco un giocatore di cui si parla già moltissimo, che ha già esordito in Serie A e in Champions League con Allegri, ovvero il classe 2000 Moise Kean: un enfant prodige che al momento è tornato stabilmente in Primavera. In campo 10 volte, segnando 8 gol (uno ogni 94 minuti, circa) e ben 5 assist. Nel match di lunedì, saranno soprattutto questi tre giocatori da tener d’occhio, considerando il fatto che sia Kean che Mattiello hanno segnato nell’ultimo appuntamento di campionato contro l’Avellino.

I numeri di Kean
Presenze in Primavera 10
Gol* 8
Assist* 5
Minuti per gol* 94
Età 16
Altezza 182cm
Peso 72

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy