Under 17: un attacco decisivo, ma ancora qualche difetto

Under 17: un attacco decisivo, ma ancora qualche difetto

Il resoconto delle giovanili / La squadra di Sesia ha dimostrato di essere competitiva in fase offensiva, ma deve migliorare nel palleggio

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Facendo un resoconto della prima parte di stagione delle Giovanili del Torino si arriva all’Under 17, squadra allenata da Marco Sesia che ha mostrato pregi e difetti. Il bilancio generale è sicuramente positivo, perché sono emersi valori importanti in una formazione che è stata modificata dall’allenatore nel corso di questa prima parte di stagione.

In particolare, tra i buoni punti emersi nell’Under 17, si può parlare dell’attacco granata: il trio formato da Rauti, Gonella e Millico, che hanno dimostrato una grande capacità realizzativa, diventando un attacco molto prolifico tanto da essere tra i migliori della categoria. In particolare è emerso Vincenzo Millico, che spesso è stato in grado di trascinare i suoi compagni, anche segnando quattro reti in una sola partita. Un altro fattore positivo emerso in questa squadra Under 17 sono dei giocatori importanti che sono molto proiettati a raggiungere la Primavera, ed alcuni anche alla Berretti, che hanno effettuato un percorso di crescita buono, che ha arricchito molto i singoli.

Vincenzo Millico, attaccante promettente dell'Under 17
Vincenzo Millico, attaccante promettente dell’Under 17

Ma di certo non si possono non osservare anche i problemi che questa squadra ha palesato in questa prima parte di stagione: evidenti sono i problemi a centrocampo della formazione di Sesia, che ha delle difficoltà nel palleggio in mezzo al campo, cosa che impedisce di avere quelle fasi di gestione nel match che aiutano anche a rifiatare. Per contro, però, è stata sviluppata bene la caratteristica della ripartenza, sfruttata spesso al meglio.

Perciò, tirando le somme di questa prima parte di stagione 2016/2017 si può dire che c’è da lavorare soprattutto a centrocampo, mentre si può stare tranquilli parlando della fase offensiva. I granata si trovano a 23 punti, con la possibilità di fare ancora meglio nel girone di ritorno.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gionz_428 - 4 anni fa

    E pensare che prima di questo mister e delle sue scelte di “qualità ” questa era una squadra che giocava a memoria e che faceva del possesso una delle sue armi. Grande mister……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy