Bianchi: “Belotti, benvenuto nella top ten. Nkoulou? Io per il Toro rifiutai lo Schalke 04”

Bianchi: “Belotti, benvenuto nella top ten. Nkoulou? Io per il Toro rifiutai lo Schalke 04”

Esclusiva TN / L’ex capitano granata ai nostri microfoni: “Peccato aver mancato l’Europa, e quella volta in cui lo Schalke mi fece un’offerta…”

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino ha perso con il Wolverhampton, ma nella serata inglese di giovedì Belotti ha raggiunto un traguardo importante. Infatti il Gallo ha segnato il suo gol numero 77 con la maglia del Torino, raggiungendo così Rolando Bianchi al decimo posto della classifica all-time dei marcatori del Torino. Entrambi bergamaschi, entrambi centravanti, entrambi capitani e per ora entrambi a quota 77 reti granata: Belotti e Bianchi hanno sicuramente più di qualcosa in comune. Oggi Rolando si concede in un’intervista esclusiva a Toro News.

Buonasera Bianchi. Andrea Belotti, attaccante come lei, ha raggiunto quota 77 gol col Torino, eguagliandola: come giudica il Gallo? Le dispiace essere stato raggiunto?

Ma figuriamoci. Sono contento se un ragazzo come Belotti mi sorpassa. L’importante è restare nel cuore dei tifosi, i numeri sono fatti per essere superati. Mi fa piacere essere lì tra i primi del Torino, per me è sempre stato un grande onore essere tra i migliori marcatori di una squadra importante come questa.

Parlando del Toro in generale, lo ha visto in Europa League? Secondo lei dove sta la causa della mancata qualificazione?

Il Wolverhampton secondo me era superiore, non nettamente ma nelle due partite si è visto il piccolo divario. Tra andata e ritorno ha meritato la squadra inglese, è stato un peccato perché ci speravo, ma purtroppo è andata così e bisogna ripartire.

Caso Nkoulou: le è mai capitato di vivere da vicino qualcosa di simile? 

Per me è assolutamente assurdo: il Torino è una grande squadra, i tifosi sono eccezionali. Non è giusto comportarsi in questo modo perché si è professionisti. Si è stipendiati. Non si può avere determinati comportamenti. Io ho avuto offerte importanti, anche quando ero a Torino, alcune direi anche mostruose. Per me il Torino veniva prima di tutto. Potevo andare allo Schalke 04 quando il Toro era in B. Non l’ho fatto perché ho rispettato la parola data. Poi capisco anche che magari adesso non c’è più l’aspetto della bandiera, ma per me è inconcepibile.

Dove può arrivare il Toro quest’anno? Ha le potenzialità per centrare ancora l’Europa?

Per me deve puntare l’Europa, il mister è molto bravo e si è visto. Poi c’è uno Zaza tutto nuovo e per questo il Torino deve crederci anche quest’anno, senza dubbio.

Adesso lei sta studiando per diventare allenatore: quali sono i suoi programmi?

In realtà sto studiando sì per diventare allenatore, ma anche direttore sportivo. Bisogna prepararsi per entrambe le posizioni secondo me: in più mi diverto, sarò presto a vedere il Chievo Verona e cerco di tenermi sempre aggiornato. Aiuto anche un amico che fa l’allenatore. Cerco di divertirmi e allo stesso tempo imparare in questo modo.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. checktoro - 11 mesi fa

    Grazie Capitano !
    I tifosi del Toro non ti dimenticheranno !
    Fosti con noi baluardo in tempi non proprio brillanti perche ‘ viceversa non ti fermavi certo a 77 , e senza nulla toglire ai tuoi compagni di allora
    FVCG !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andreas - 11 mesi fa

    Sempre nel cuore Capitano! Se il tuo di cuore tornasse al Toro sarebbe fantastico. Con Cairo aveva un buon rapporto, si potrebbe. E la buona sorte ci ha portato ora un ragazzo bergamasco che come te è un grande uomo! Auguri Rolly!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pinco pallino - 11 mesi fa

    Ricordo con piacere Rolly.Tante gioie, cominciando con l’espulsione rimediata quando giocava con la lazio, ironia della sorte. Non se n’abbia a male Rolando, Belotti é di un altro livello.
    É un bomber di un altro calibro il nostro Andrea. Davvero fiero del nostro Capitano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giox78 - 11 mesi fa

    Anche a me piacerebbe bianchi con un ruolo di prestigio in società, non ho avuto modo di vedere gli invincibili ma ricordo molto bene l’ultima partita di rolando bianchi, un emozione indescrivibile, se ci ripenso mi vengono i brividi e a dirla tutta al toro manca uno che incarni la sua passione per il toro. Belotti e izzo promettono bene però.
    FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ardi - 11 mesi fa

    Grande Rolando, ho ancora la tua maglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ToroMeite - 11 mesi fa

    Rolando, io proverei a farti tornare al Toro. Abbiamo bisogno di uomini, che si battano realmente per questa piazza e sono sicuro che lo faresti come una volta lo hai fatto sempre sul campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 11 mesi fa

    Ritorniamo a ciò che ho già detto.
    Amare ed affezionarsi ad una squadra, sentirsi legato ad essa e ai suoi tifosi non è da tutti.
    Il Toro, poi, è una cosa a sé: ti entra dentro, ti fa soffrire, ti dà gioia, diventa un tuo compagno di vita…
    C’è chi si lascia coinvolgere emotivamente, e certi sentimenti li prova e li vive: Bianchi ne fu da giocatore, e ne è ancor oggi da tifoso, un esempio.
    Come Puluci, Sala, Zaccarelli, Castellini, Asta, e molti, molti altri nostri grandi “Ex”.
    C’è chi del Toro, della sua storia, dei suoi tifosi, del “simbolo” che la squadra rappresenta, del “mondo granata” insomma, non percepisce, e non vuole percepire nulla:
    evita di farsi coinvolgere.
    Chi è freddo, distaccato, indifferente, attento solo a sé stesso e alla propria carriera.
    Il Toro è una squadra qualunque, in cui si milita e in cui si gioca al meglio x avere soldi, successo, visibilità.
    Alla prima offerta migliore, o supposta tale: arrivederci, ma senza grazie. Punto.
    Sensibilità? Scelta di vita? Indifferenza e distacco?
    Tutto lecito, per carità
    Trattasi di professionisti!
    Solo bisogna “rispettare i contratti”, e non venire meno agli impegni presi e sottoscritti!!!
    Poi, come già ho detto, per me:
    “Chi non ci ama, non ci merita”!
    Auguroni a Bianchi per la, anzi le, sue future carriere di allenatore e direttore sportivo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawn - 11 mesi fa

    Societa’ nuova e Rolando DS, perche’ e’ chiaro che con questa non tornera’ mai a casa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giox78 - 11 mesi fa

      Ds a vita!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maxx72 - 11 mesi fa

    Rolly sei un uomo fantastico, ti ho visto tante volte allo stadio dare l’anima per il TORO e anche se i risultati sono stati quelli che sono stati i tuoi gol ci hanno tenuto a galla! Mi sa che il GALLO ha imparato molte cose dai tuoi comportamenti…dentro e fuori dal campo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toscotoro - 11 mesi fa

    Parole di un uomo per bene, i mezzi uomini se ne devono andare una volta per tutte dal Toro, basta avere a che fare con queste persone scadenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Nero77 - 11 mesi fa

    Parole di chi Ama i Nostri Colori.Avresti Meritato più rispetto dalla dirigenza.Grazie per i Goal che hai fatto per Noi.Grande Uomo,Grande Calciatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. giancasortor - 11 mesi fa

    Grande Rolando,indimenticabile,come il Gallo hai capito fin da subito cosa vuol dire essere del Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torino FC - 11 mesi fa

      Infatti si, per me sarà semore Rolly il capitano <3

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy