Danilo D’Ambrosio, dall’arrivo al Toro tra i “peones” alla cessione all’Inter

Danilo D’Ambrosio, dall’arrivo al Toro tra i “peones” alla cessione all’Inter

Figurine / Il terzino ex Torino compie oggi 31 anni

di Redazione Toro News

Danilo D’Ambrosio arrivò al Torino nel gennaio 2010, in un momento davvero particolare della storia granata. Dopo l’immediata retrocessione, la squadra di Stefano Colantuono non stava rendendo come da aspettative e le contestazioni erano pesanti. In questo clima arrivò Gianluca Petrachi e fece la famosa rivoluzione dei “peones” andando ad acquistare giocatori semisconosciuti ma che avevano tanta fame.

Tra questi arrivò Danilo D’Ambrosio che si rivelò una delle scommesse vincenti del direttore sportivo. Il terzino destro divenne subito titolare nella squadra di Colantuono e venne confermato l’anno dopo con Franco Lerda. Con Giampiero Ventura in panchina – dopo un inizio balbuziente – fece il definitivo salto di qualità anche in Serie A e nel gennaio 2014 venne ceduto all’Inter, dopo aver collezionato con la maglia granata 122 presenze condite da 10 gol.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 3 mesi fa

    Redazione, se non avete di cui scrivere, con umiltà, posso suggerirvi tanti e tali argomenti che non basterebbero settimane per leggerli. Un articolo sull’emozionato no, dai. Questo mestierante arrivò al Toro da sconosciuto e, non mi spiego come, ha giocato nell’Inter!!! Ah già Zoratto ha giocato in nazionale per cui tutto è possibile. Ricordo bene , però, le parole di questo individuo in foto che disse di essere molto emozionato come mai prima per essere all’Inter. Non una parola sul Toro e voi gli dedicate un articolo. Troppo buoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-14003131 - 3 mesi fa

      Sottoscrivo… per petrachi fu il primo colpo, forse il migliore sotto certi punti di vista. Il calciatore e’ già svanito nelle nebbie, uno non da Toro, punto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 mesi fa

        Si avrei preferito un articolo su Carla, presenza fondamentale per tutti al vecchio Fila.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy