Napoli-Torino, parola ai club: “È stata una settimana strana”

Napoli-Torino, parola ai club: “È stata una settimana strana”

Toro-Ask-Club / Quattro domande a settimana sul match del week end precedente, dall’altra parte del microfono tre presidenti di tre Toro Club in giro per l’Italia

di Nicolò Muggianu

Quattro domande, tre pareri e un dibattito con in oggetto l’ultimo match di campionato. Nasce “Toro-Ask-Club”: il format pensato da Toro News per dare voce ai Club granata sulla prima e più importante testata giornalistica online dedicata al Torino FC. Ogni settimana il parere di tre diversi presidenti di tre Toro Club sparsi in giro per l’Italia. Stavolta abbiamo scelto Marco Dutto (presidente Toro Club Cuneo), Luca Bevilacqua (presidente Toro Club Andora) e Marco Grassino (presidente Toro Club Arsura Granata). Passione, competenza e senso critico: sono questi i tre ingredienti con cui apprestiamo a commentare Milan-Torino e non solo.

Una settimana strana la scorsa, senza Toro. Come l’avete passata? Sareste andati allo stadio se non fosse arrivato il rinvio?

Dutto – “Sì è stata una settimana strana. Noi non manchiamo mai allo stadio e anche domenica saremmo dovuti venire, ma alle 11.30 abbiamo saputo che non si giocava quindi abbiamo fermato tutto. Eravamo circa 60 persone. Qualche piccolo disagio c’è stato perché avevamo saputo della sospensione delle altre partite altre partite la sera prima, per cui aspettavamo che si giocasse. Ci siamo ritrovati lo stesso in una ventina per far pranzo assieme e abbiamo passato la giornata così“.

Bevilacqua“Una settimana strana la scorsa. Il problema sociale che si è abbattuto sul Nord Italia non ci ha permesso di pensare al campionato ed al nostro amato Toro, ma alla salute di tutti noi. Detto ciò, se il problema del coronavirus non fosse subentrato nelle nostre vite, dopo Torino-Sampdoria abbiamo detto basta: molti di noi hanno strappato l’abbonamento! Non parliamo di prestazioni assolutamente negative, parliamo di assenza di chiarezza. Noi per un Toro scarso ma sincero siamo pronti ad imboccare l’autostrada, per un Toro falso e con assenza di chiarezza e mancanza di spirito no, assolutamente no! Ricordo che noi siamo andati in Ungheria e in Inghilterra questa estate fieri di tutto il mondo Toro, oggi non siamo fieri di nessuno, dalla dirigenza ai giocatori”.

Grassino – “Eravamo già in partenza per lo stadio quando alle 12.00 è arrivata la comunicazione ufficiale. Sì, c’è stato sicuramente un po’ di sconforto…“.

Pensate che questo stop forzato sia stato utile al Torino, o sarebbe stato meglio giocare?

Dutto – “Sono abbastanza contrario alle soste. Sicuramente Longo ha avuto tempo per studiare un po’ di più i giocatori, ma resto dell’idea che la tensione vada sempre tenuta alta e si debba giocare. Per cui io avrei preferito che si giocasse, nonostante il Parma avesse ritrovato Gervinho e fosse in un ottimo momento di forma. Oltretutto ho saputo che la partita si recupererà un mercoledì alle 18.30, per cui per noi che veniamo da fuori sarà un problema…“.

Bevilacqua“Penso che questo riposo forzato serva assolutamente ad un mister, cuore Toro, come Longo che probabilmente riuscirà ad infondere un po’ di sana cattiveria nei ragazzi e aggiungere minuti nelle gambe, dato che sembra ne avessero solo per 60 minuti! Aspetto anche questo molto strano: una preparazione estiva anticipata può veramente aver creato un problema così grande?”

Grassino – “Spero che abbia giovato una settimana in più al nostro Mister Longo per far capire il suo credo alla squadra“.
Grazie mille per la possibilità.

Un Napoli in salute, reduce da un buon pari in Champions contro il Barcellona, quello che dovrà affrontare il Torino. Che partita vi aspettate?

Dutto – “Difficile fare pronostici sul Torino quest’anno, penso che andranno a giocarsela. Non penso che il Napoli risentirà troppo della partita di Champions, forse un po’ a livello mentale ma sarà comunque una partita molto difficile. Il Toro difficilmente riuscirà a fare un risultato positivo, ma spero sempre di essere smentito“.

Bevilacqua“Mi aspetto la solita partita degli ultimi 4/5 anni: pallonate a destra e sinistra, ma in fondo non è a Napoli che dobbiamo fare punti. Però dobbiamo farne, ne abbiamo persi troppi per strada”.

Grassino – “Sarà molto dura con il Napoli, ma noi abbiamo bisogno di punti…“.

Pensate che una nuova disposizione tattica potrebbe giovare alla squadra di Longo? Se sì, quale?

Dutto – “Di allenatori ce ne sono già tanti. Quest’anno ci sono troppe cose che non vanno, non penso sia un problema di modulo. Sicuramente giocherei con una spalla in più per Belotti, con le due punte. Purtroppo Millico è fermo, ma spero che giochi comunque con Zaza e Belotti. Non è solo un problema di modulo, Longo deve lavorare sulla testa dei giocatori. L’altro problema grosso secondo me è la società e noi come Club manterremo la linea tracciata dalla Maratona: sostegno alla squadra, ma contestazione ad oltranza nei confronti della società“.

Bevilacqua“Non sono abbastanza preparato per rispondere a questa domanda. Sono però certo che obbligatoriamente deve lavorare sulla testa dei giocatori: una volta responsabilizzati e messi in condizione di capire cosa vuol dire essere granata, allora qualunque modulo sarà vincente. E con vincente intendo anche una sconfitta ma lottata, sudata fino all’ultimo secondo. Per noi sarebbe importantissimo vedere onorata una maglia che per noi è amore, è la nostra vita!”.

Grassino – “Ho piena fiducia del nostro Mister Longo che può solo fare bene al nostro Toro. Non scendo nei dettagli tecnici perché il problema a mio modesto parere non è il modulo, ma la condizione fisica e mentale che manca a questa squadra“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy