16 maggio 1976, le tre immagini che ricorderemo per sempre

16 maggio 1976, le tre immagini che ricorderemo per sempre

Memorie / Dal tuffo di testa di Pulici alla storica intervista post partita di Gigi Radice: tre delle immagini più iconiche dell’ultimo Scudetto del Torino

di Nicolò Muggianu

LO SCUDETTO

Pianelli, scudetto '76
(foto Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata)

Il 16 maggio non è e non sarà mai un giorno come tutti gli altri per i tifosi granata. Esattamente 44 anni fa infatti, più precisamente il 16 maggio 1976, il Torino alzava al cielo l’ultimo Scudetto della sua storia. Un trionfo arrivato in casa, davanti agli oltre 15 mila tifosi presenti al Comunale, che arrivò nonostante il pareggio per 1-1 contro il Cesena. Decisiva fu la sconfitta della Juventus – per 1-0 – sul campo del Perugia. Una data senza dubbio indimenticabile per i tanti appassionati granata, ma ci sono tre momenti in particolare che sono entrati di diritto nell’antologia del Torino. Ecco di quali si tratta.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato (quello vero) - 3 mesi fa

    Quel giorno non ero allo stadio per un motivo molto semplice. Il 7 aprile, cioè un mese e 9 giorni prima mi era nato il mio primo figlio per cui ero a casa a dare una mano a mia moglie. Seguivo la partita alla radio e le ho detto: vado un attimo allo stadio a vedere la festa. Naturalmente ho preso il bimbo e l’ho messo nel passeggino. Alla fine della partita mi sono unito al corteo con passeggino e bimbo e abbiamo fatto insieme tutto il corso G. Ferraris fino quasi a Porta Nuova. Confesso che a quel punto la folla era diventata veramente oceanica per cui ho lasciato (con rammarico) il corteo per paura che mi “soffocassero” il bambino. Se qualcuno per caso si ricorda di un papà con il bimbo quasi neonato sul passeggino dal Comunale fino a Porta Nuova, bene, quello ero io…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toroaddosso - 3 mesi fa

    Ricordi stupendi come altri che abbiamo avuto, purtroppo per il nostro Toro sarà difficile rivivere certe emozioni con questa società inesiste e che non conosce il vero senso di appartenenza alla fede granata quindi bisogna trovare un nuovo presidente che capisca il senso di essere granata ed appartenere ad mondo particolare che non è una semplice squadra il signor Cairo non ha o non vuole capire tutto ciò quindi o va via lui e magari si torna a vincere qulcosa oppure ci si tiene questo faccendiere e si continua nell’anonimato più tragico senza avere più immagini come queste scolpite nel cuore!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Forvecuor87 - 3 mesi fa

    Ricordi stupendi…
    Io purtroppo non ho mai visto un cazzo a parte promozioni in serie A e continuerò a non vedere un cazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 mesi fa

      🙂 SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. altoro - 3 mesi fa

    Una giornata splendida, assolutamente indimenticabile, che mi vide,adolescente quasi tredicenne, assistere in compagnia di uno zio “Cuore TORO” e del fratello gemello, tifoso della Viola, assistere a quella storica partita in uno stadio gremito ( ben oltre l’errata cifra di spettatori annotata dal redattore)nel settore dei Distinti Centrali di quello Stadio, denominato all’epoca, semplicemente Comunale. Successivamente a quella storica data la bacheca della Società TORINO F.c. si è arricchita soltanto della Coppa Italia, datata Giugno 1993. L’anno precedente accadde la finale di Amsterdam nella quale il TORO del compianto Mondonico sfiorò l’impresa della conquista della Coppa Uefa in una notte epica e maledettamente sfortunata per la sorte sportiva del nostro amato TORO.
    In sintesi queste le principali gioie e rimpianti personali che hanno accompagnato il mio profondo amore per la maglia granata del TORO, che costituisce l’unica leggenda del panorama calcistico nazionale grazie alla eterna memoria degli Invincibili del Grande Torino, perito tragicamente a Superga nel Maggio 1949. Sempre e soltanto Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 mesi fa

      si era stracolmo,io in curva pur arrivando alla stessa ora,mi dovetti sistemare molto distante dal solito posto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FORZA TORO - 3 mesi fa

    che giornata,che ricordi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy