A Torino si riparte dal 45′

A Torino si riparte dal 45′

La gara di domani sera sarà l’occasione per creare un piccolo precedente nella storia della serie B. Non era mai successo, infatti, che una partita dovesse ricominicare esattamente all’inizio della ripresa e con il regolamente vigente, che prevede di poter cambiare l’intero 11 in campo ad eccezione di giocatori già sostituiti o squalificati, al di là del fattore statistico questa gara sarà l’occasione per valutare quale…

di Redazione Toro News

La gara di domani sera sarà l’occasione per creare un piccolo precedente nella storia della serie B. Non era mai successo, infatti, che una partita dovesse ricominicare esattamente all’inizio della ripresa e con il regolamente vigente, che prevede di poter cambiare l’intero 11 in campo ad eccezione di giocatori già sostituiti o squalificati, al di là del fattore statistico questa gara sarà l’occasione per valutare quale approccio potrà rilevarsi più utile per i casi futuri.

Quando fu stabilito di recuperare il quarto d’ora finale di Padova-Torino subito TN andrò a recuperare il precedente, analogo per tempo rimanente ma differente per cause, e domandò a Donazzan – eroe proprio del recupero di quel Cesena-Sassuolo 0-1 – con quale approccio il Torino sarebbe dovuto rientrare in campo per ribaltare la partita (qui per il video). All’epoca Donazzan parlò di intensità e di convinzioni, cercando di tenere il ritmo altissimo sin da subito e facendo attenzione ai particolari perchè segnare o subire una rete in un lasso di tempo tanto ristretto avrebbe potuto decidere l’incontro.

All’epoca i granata si trovavano in svantaggio di un gol, con pochissimo tempo e la necessità di recuperare; situazione profondamente diversa da quella che la formazione di Ventura incontrerà domani, con il risultato sorridente ma soprattutto con più tempo ancora da giocare. In questo caso occorrerà prestare molta attenzione perchè i tre punti sarebbero molto importanti per permettere al Torino l’allungo in classifica sulle inseguitrici, ma al contempo non bisognerà incorrere nel rischio di sottovalutare l’impegno perchè in 45′ potrebbe esserci tutto il tempo per aumentare il passivo ma anche per ribaltarlo.

 

(foto N.Campo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy