Acquah 5.5: non incide e spreca le chances di Miha

Acquah 5.5: non incide e spreca le chances di Miha

Il Pagellone di TN / Non certo positivo l’inizio campionato del ghanese: 11 presenze e davvero pochi spunti. Servirà un’altra applicazione nel 2017…

di Redazione Toro News

Undici apparizioni totali. Questo il primo numero di Afriye Acquah, nel bilancio di questi prime 18 partite di campionato. Numeri da “gregario”, da riserva, anzi: da “prima”riserva, che gioca poco ma ha le sue chance, ed è chiamato a sfruttarle al meglio per mettere ipoteticamente in difficoltà il mister nella scelta successiva. Bene, Acquah ha deluso molte aspettative, sprecando alcune occasioni ghiotte contro squadre abbordabili – si pensi alla prestazione scialba contro il Pisa e all’espulsione di Pescara – e non incidendo mai davvero.

I numeri è sempre meglio non guardarli troppo, ma undici apparizioni sono “abbastanza” per un giocatore a cui si chiede di metterti in difficoltà, ma Miha non è praticamente mai stato ripagato dal ghanese: il tecnico granata, con Acquah il campo dal 1′ (il classe ’92 è partito titolare in 5 occasioni) ha vinto solo una volta, contro la Fiorentina. Nelle altre (Empoli, Pescara, Inter e Milan) Acquah non è invece riuscito a dare il proprio contributo, così come nelle partite nel quale è subentrato. L’insufficienza non piena è “sulla fiducia”: le qualità atletiche ci sono, l’età è dalla sua, ma ora occorre entrare in maniera netta dentro gli schemi di Mihajlovic, poste le ipotetiche  difficoltà date dalla mancanza di continuità. Ad ogni modo, Acquah salterà tre partite per partire col suo Ghana alla conquista della Coppa d’Africa, e di ritorno potrebbe trovare nuovi compagni a contendergli la maglia: occorrerà porsi subito con la mentalità giusta alla ripresa, per riscattare una stagione fin qui sotto le aspettative.

AFRIYE ACQUAH
Serie A Coppa Italia
Presenze 11 2
Gol 0 0
Cartellini gialli 1 1
Cartellini rossi 1 0
Minuti 482 180
VOTO: 5.5

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lucius - 4 anni fa

    Poverino, la sua povertà tecnica è disarmante, se calzasse zoccoli olandesi originali in legno al posto delle scarpette, nessuno se ne accorgerebbe. C’è da sorprendersi che giochi in serie A!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy