Ascoli-Torino

ABBIATI: straordinario nel neutralizzare il secondo rigore consecutivo su cui zompa con la prontezza di un gatto. Esce bene al 4 pt e al 20 pt, poi si ripete su una gran conclusione di Fini in una partita difficile 7,5

DI LORETO: al solito soffre gli avversari veloci, il meglio lo dà sull’anticipo e da fermo. Si fa sorprendere sull’incursione…

di Redazione Toro News

ABBIATI: straordinario nel neutralizzare il secondo rigore consecutivo su cui zompa con la prontezza di un gatto. Esce bene al 4 pt e al 20 pt, poi si ripete su una gran conclusione di Fini in una partita difficile 7,5

DI LORETO: al solito soffre gli avversari veloci, il meglio lo dà sull’anticipo e da fermo. Si fa sorprendere sull’incursione di Bjelanovic e l’espulsione è meritata, salterà la Roma. 5,5

CIOFFI: prende un giallo da pollo per proteste che gli farà saltare il match con la Roma, si fa perdonare poi inanellando una prestazione al solito gladiatoria e generosa, soprattutto in avvio di ripresa quando anticipa bene Bjelanovic. E’ scomposto negli interventi quanto efficace 6,5

FRANCESCHINI: avvio tosto per il difensore roccioso che ha il suo da fare con Bielanovic. Per il resto se la cava con mestiere facendosi sorprendere come i compagni di reparto dall’azione del rigore 6,5

COMOTTO: ex di turno, passa molto più tempo nella metàcampo offensiva che difensiva. Ammonito per eccesso di foga, spreca l’occasione di raddoppiare confermando i piedi da terzino ma la ripresa è giocata su livelli strepitosi 6,5

DE ASCENTIS: impegna con un gran destro Pagliuca al 1 pt, poi si cala nella parte del centrocampista "tremendo" recuperando e distribuendo palloni intelligenti 6,5

dal 10 st GALLO: è uno dei pochi a riuscire a mettere il pallone dove vuole. Con il suo ingresso in campo il Toro guadagna in esperienza e precisione ma perde inevitabilmente in dinamismo, gli manca il ritmo partita, ma la lucidità no 6 

ARDITO: è tornato il metronomo del centrocampo granata. Recupera palloni a tutto spiano, sprecandone pochissimi. Non è un regista, ma è quello che più ci si avvicina fino all’ingresso di Gallo. Arma la conclusione più pericolosa di Stellone e prova pure la conclusione personale 6,5 

BALESTRI: ha di fronte Fini, giocatore offensivo, lo frega attaccandolo regolarmente e arando la fascia in fase offensiva con più precisione che in passato. 6 

ROSINA: prima doppietta in serie A per il Topo Rosinaldo ma la sua partita è da 5 fino alla fuga strepitosa che porta al rigore trasformato con la solita freddezza, un gesto che non rimane isolato, specie nel secondo tempo. Frenato dalla difesa dell’Ascoli nel primo tempo, gioca una ripresa sui suoi livelli, confermando di essere un vero e proprio numero 10, anche quando spreca un grande invito di Fiore e centrando una traversa impossibile. Il Toro in attacco è lui: 7,5 

LAZETIC: parte a sinistra e viene controllato e frenato a dovere dagli ascolani. Quando ha il pallone tende però a fare troppo possesso palla e i suoi guizzi individuali non portano beneficio alla squadra. Meglio nella ripresa quando però non sfrutta al meglio le praterie che lascia l’Ascoli 5,5

dal 30 st FIORE: messo in campo per aumentare il palleggio e addormentare il match, offre una gran palla a Rosina che però la spreca. 6

STELLONE: meglio come stopper che come centravanti. Prende una brutta botta all’inizio del match che lo condiziona per gran parte del primo tempo. Fa il solito lavoro sporco ma al 29 pt cicca clamorosamente un bell assist di De Ascentis, ripetendosi nella ripresa quando spreca in malo modo un ottimo servizio di Ardito. 5,5

dal 41 st MUZZI: sv

ZACCHERONI: mette bene in campo la squadra nel primo tempo ed è bravo nell’intervallo a dare la scossa ai suoi e a Rosina in particolare. Legge bene il cambio con Fiore per congelare la partita, per il resto c’è molto di suo in questo successo per la calma e la lucidità che ha saputo trasmettere ai suoi 7   

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy