Berenguer, buona tecnica e strappi in velocità: Longo pronto a cambiargli ruolo

Berenguer, buona tecnica e strappi in velocità: Longo pronto a cambiargli ruolo

Focus on / Già a San Siro lo spagnolo è stato impiegato nei tre di centrocampo. E c’è un precedente nei preliminari di Europa League

di Alberto Giulini, @albigiulini

Nuovo ruolo in vista per Alejandro Berenguer, che è pronto ad abbassare il proprio raggio d’azione. Moreno Longo non lo ha infatti nascosto: il nuovo tecnico granata vede lo spagnolo nel ruolo di mezzala. E già a San Siro, nella gara contro il Milan, il numero ventuno è stato schierato nei tre di centrocampo.

MEZZALA SINISTRA – Una prova con più ombre che luci quella di Milano, dove lo spagnolo è stato tra i meno lucidi dei granata. Suo, infatti, l’errore che ha portato al gol del vantaggio rossonero. Ma una prestazione negativa non può comunque comportare una bocciatura definitiva di Berenguer nel ruolo di mezzala, anzi. Nelle prossime gare l’ex Osasuna potrebbe nuovamente essere arretrato sulla linea dei centrocampisti, in un modulo che sarebbe quindi più vicino ad un 3-5-2 che ad un 3-4-3 o 3-4-2-1 che dir si voglia. Un ruolo che non rappresenterebbe comunque una novità assoluta per il numero ventuno, già impiegato da mezzala sinistra questa estate a Debrecen.

TECNICA E STRAPPI – Una mezzala con licenza di attaccare, dunque: è questo il nuovo ruolo che Moreno Longo vorrebbe cucire addosso a Berenguer. Una buona tecnica e capacità di strappare in velocità farebbero infatti dello spagnolo un giocatore in grado di attaccare la porta ed inserirsi anche partendo da qualche metro più indietro rispetto al solito raggio d’azione. E così, nelle prossime gare, sarà possibile rivedere il numero ventuno nello stesso ruolo già ricoperto a San Siro, a prescindere da chi giocherà al fianco di Belotti in avanti.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leggendagranata - 1 mese fa

    SE il rilancio del Toro passa da Berenguer siamo mal messi. Con Berenguer e Lukic, per quello che si è visto finora, non si fa il salto di qualità necessario per uscire dalle zone calde della classifica. Forse qualcuno dimentica che con loro in campo abbiamo ottenuto 4 delle 5 sconfitte consecutive in campionato (Berenguer era assente a Lecce ed è stato sostituito da uno scarso come Meitè). Per cercare di risalire ci vuole gente come Ansaldi, Baselli, Zaza. Berenguer è troppo leggerino e anche col Milan (come sottolinea l’ articolista) non ha convinto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 1 mese fa

    Berenguer mezzala?????? 🙂 ma é una battuta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granataLondinese - 1 mese fa

    C’era Iago e noi giochiamo con Berenguer, ma vi rendete conto di cosa scrivete?

    Berenguer e Verdi andavano dati in prestito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ..no! andavano fatti giocare sin da subito all’ala senza grandi compiti difensivi..ma ainoi x fare questo necessita un 433 dove però mancano del tutto in rosa le 2 mezzali ed i loro sostituti…Mazzarri sapendolo aveva pensato al 3421 forzando la trasformazione delle tante ali in trequartisti centrali che mai saranno jago berenguer verdi edera parigini millico..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 1 mese fa

        Tra Berenguer e Iago cmq mille volte sempre e solo Iago.
        E per quello che ho visto al toro tra berenguer e verdi sempre e solo berenguer.

        Questo non vuol dire che berenguer sia forte ma che verdi e’ una sola ai livelli di niang.

        Magari prima o poi vedremo Verdi in un attacco ‘vero’ a 3 e vediamo se ce la fa, ma ho un po’ come i miei dubbi purtroppo.

        Se fosse cosi’ forte non credi che almeno segnerebbe su punizione ogni tanto?

        Un certo Adem la buttava almeno dentro… Ogni tanto… Sai… Quanto era costato? Ah meno?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. r.ponzon_13686323 - 1 mese fa

      Forse non ti sei accorto che Iago è rotto….e bene abbiamo fatto a darlo in prestito (se si riprenderà tornerà, altrimenti…)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 1 mese fa

        Ponzon forse non hai seguito Genoa-Lazio. Ti riporto il giudizio dato da un giornale sportivo sulla prestazione di Iago Falque: ” TOP IAGO FALQUE— Entra in campo al 58′ sul 2-1 quando Nicola decide di giocarsi il tutto per tutto. Insieme a Pandev si piazza alle spalle di Sanabria nel 3-4-2-1 e dà nuova linfa ai rossoblù. Il suo debutto strappa applausi: personalità e buone idee. C’è da scommettere che tornerà utile al Grifone nella corsa verso la salvezza”. Comunque il Genoa ha il diritto di riscatto e non possiamo decidere noi se riprenderlo o meno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. granataLondinese - 1 mese fa

          Commento che avevo letto pure io, tra l’altro su gazzetta, RCS

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. r.ponzon_13686323 - 1 mese fa

          Io non leggo le pagelle, guardo le parite. Non è ancora (forse non è più) il nostro Iago, e considerando che ha superato i 30, che è fermo da settembre, direi che la sua uscita per quanto dolorosa è dal punto di vista programmatico corretta.
          Spiace anche a me, Iago era uno dei migliori, ma la realtà è questa

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. r.ponzon_13686323 - 1 mese fa

    Secondo me Longo ha avuto una buona idea; anche Gomez dell’Atalanta gioca mezzala, e del resto altri giocatori simili (seppur di altra categoria) a lui giocano in quel ruolo tipo Xavi e Iniesta.

    Giocando più indietro può far valere velocità e tecnica, mentre se gioca in avanti a volte non ha il fisico per sfondare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ..e grazie se è stato sempre utilizzato da trequartista centrale al centro devi avere pure il fisico alla amsik..mettilo all’ala x 90 minuti e vedi che li il fisico non serve x far ammattire i terzini!…mamma mia cose così scontate!! agghiaggiande

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Scott - 1 mese fa

    Fino a maggio avanti così. Poi investimenti seri a centrocampo e trequarti, altrimenti cairo fuori dalle balle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 1 mese fa

    ma quando mai..una mezzala deve avere forza fisica e recuperi difensivi..aiutare in difesa sulle palle alte e impostare l’azione non coi dribbling ma con testa alta e predisposizione alla costruzione..lasciamo perdere va’…allora tutti i tentativi falliti da Mazzarri non hanno insegnato niente?..wolverempton partita di andata a torino berenguer mezzala e centrocampo consegnato agli inglesi..causa principale di quella sconfitta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata69 - 1 mese fa

      Con gli inglesi siamo usciti solo ed unicamente per colpa di Nkoulou, altrimenti passavamo il turno. Poi dare contro a quello che è sicuramente il giocatore più positivo della stagione dopo Sirigu non sta ne in cielo ne in terra. Sarebbe proprio insistere a farsi male da soli. È l’unico giocatore in rosa che sa verticalizzare ed inventare qualche giocata,ci manca solo di non utilizzarlo. Sicuramente non un fenomeno, ma titolare tutta la vita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy