Brescia-Torino, perché sì e perché no: crisi offensiva e voglia di riscatto

Brescia-Torino, perché sì e perché no: crisi offensiva e voglia di riscatto

Verso il match / Tre motivi per cui credere nella vittoria dei granata e tre per cui temere il Brescia

di Nicolò Muggianu

I PERCHÉ

TURIN, ITALY – NOVEMBER 02: Players of Torino FC look dejected at the end of the Serie A match between Torino FC and Juventus at Stadio Olimpico di Torino on November 2, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Perché sì, perché no. Come di consueto, nel percorso di avvicinamento alla partita del Torino, analizziamo i motivi per credere negli uomini di Mazzarri e quelli per cui avere timore degli avversari, in questo caso il Brescia del neo tecnico Fabio Grosso.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fede Granata - 6 giorni fa

    In questo momento ci sono i funerali dei tre eroi vigili del fuoco. Un giornalista ha detto che uno era un grande tifoso granata. Vincete per lui!!! Non ci sono Sì o no. Soltanto Sì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy