Chi non osa non va in Europa

Chi non osa non va in Europa

Editoriale / Toro deludente nella parte di gara in parità numerica: e l’ennesima chance per svoltare in classifica sfuma

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

La Spal è una squadra organizzata e tosta, vero, e l’espulsione di Nkoulou ha completamente cambiato le carte in tavola, vero. Ma il Torino visto al “Paolo Mazza” è deludente: si tratta di un’altra possibilità sciupata per svoltare in classifica, una delle tante di questa stagione. Classifica che resta aperta, anche per il Torino (sebbene Atalanta e Lazio stasera potrebbero spedire i granata a -4 punti dal sesto posto), ma più per fattori esterni attinenti agli equilibri del campionato che per meriti reali della squadra di Mazzarri, che ad oggi ha un punto in meno della scorsa stagione.

Una doverosa premessa: in 10 contro 11 i granata sono stati bravi a non perdere testa e partita. Ma si concentri il giudizio nell’ora di gioco in parità numerica. E’ qui che il Torino ha fatto meno di quanto avrebbe dovuto e potuto. Il piano gara di Mazzarri, cioè confermare l’undici “difensivo” visto con l’Inter per gestire in un primo momento la veemenza degli avversari e poi provare a vincere la partita nella ripresa con i cambi dalla panchina, era ragionevole ma rischioso: al primo imprevisto, l’espulsione di Nkoulou, è saltato in aria.

Il Torino non è sceso in campo per imporsi fin da subito, a differenza di quanto visto in altre occasioni. L’atteggiamento troppo abbottonato di squadra e allenatore si è riverberato anche nel primo cambio: fuori Ansaldi, dentro Meité invece di Falque o Baselli ad inizio ripresa. Va bene rispettare l’avversario, ma ci sarebbe piaciuto vedere un Torino in grado di giocarsela con più coraggio e fiducia, sulla scia della vittoria contro l’Inter. Inoltre, va sottolineato che quando la Spal ha alzato il tasso agonistico dell’incontro (per affrontare i corazzieri granata Semplici ha opportunamente sacrificato Valdifiori per far posto a Missiroli e Valoti), il Torino non ha avuto le risorse e la lucidità per spostare la contesa sul piano del gioco e della qualità.

Mazzarri si è lamentato per alcune scelte arbitrali (forse, stavolta, inopportunamente) e ha fatto notare di non avere per le mani il Barcellona quando gli è stato fatto notare che al Torino servirebbe mettere insieme qualche vittoria consecutiva per svoltare. Vogliamo credere sia una dichiarazione dettata dall’adrenalina: i fatti dicono che 7 partite vinte su 22 sono poche per chi punta all’Europa. E i pareggi, che arrivano puntuali ogni volta che servirebbe svoltare (con dieci segni X il Torino è sempre la squadra che ne ha di più), non possono che anestetizzare l’entusiasmo di una piazza il cui equilibrio è di per sè molto precario.

90 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lgiusia_953 - 7 mesi fa

    Vedere domenica il Gallo Belotti che si fa ammonire per un fallo al limite della nostra area è il riassunto del Toro di quest’anno. Abbiamo (avevamo?) potenzialmente il più forte centravanti italiano degli ultimi 5 anni, non siamo stati in grado di mettergli dietro un paio di giocatori che gli passino il pallone. Ieri avevamo gli El Kaddouri e i Ljajic, gente incostante – certo – ma che quando era in giornata faceva 5 assist a partita. Oggi abbiamo i Rincon e i Meitè. Di più: per non rischiare di giocare troppo bene a calcio teniamo in panca anche Iago e Baselli, gli unici rimasti che ogni tanto danno del tu al pallone. Forse era il caso di chiedersi perchè Mazzarri fosse passato dall’Inter al Watford. Adesso l’abbiamo capito. E se non abbiamo imposto il nostro gioco a Ferrara, udite udite, è perchè quel cattivone dell’arbitro ha ingiustamente (?) espulso Nkoulou. Ringrazio tutti i weekend di non aver fatto l’abbonamento quest’anno. E intanto, se voglio vedere giocare a calcio una squadra con un budget alla pari (o inferiore?) del nostro, mi guardo l’Atalanta in tv. Grande, grandissima invidia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sergio Sergio - 7 mesi fa

    Sono proprio d’accordo bisogna osare quindi fare giocare Zaza Belotti e Iago e diventare più offensivi…..per non arrivare in fondo al campionato e dire il solito SE AVESSIMO……riportiamo gli attaccanti nelle aree avversarie!!!!!
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. abatta68 - 7 mesi fa

    Possiamo stare qui tutte le settimane a fare gli stessi ragionamenti, come se fossimo sorpresi dall’ennesimo pareggio quando invece si avrebbe dovuto vincere… la realtà (sempre uguale a se stessa ormai) è che il Toro di Cairo è questo e ciò che raggiunge tutti gli anni è sempre lo stesso identico obiettivo, ovvero “la terra di mezzo” che 20 anni fà si chiamava “modello Udinese” e che a molti di noi sembrava piacere. Oggi non ci piace più, perchè ci siamo abituati a non avere più nessuna pulsione, anestetizzati dalla pareggite, esatta dimensione di una società fatta su misura di pensionato cardiopatico che non ha bisogno di inutili strapazzi e di emozioni pericolose. Lo 0-0 di domenica è stato solo uno dei tanti risultati già annunciati, cosi come i punti quest’anno saranno 55 e il piazzamento sarà da decimo posto, a 7-8 punti dal sesto posto. Possiamo stare qui a dividerci, dicendo che la colpa è di Mazzarri, oppure di Belotti che non centra la porta, o dell’organico che non è all’altezza… la realtà è che abbiamo una società da decimo posto perchè nella testa del presidente siamo da decimo posto, e se facciamo 0-0 con la Spal poco cambia, quindi per quale cavolo di motivo dovrebbe pensare a qualcosa di diverso da Mazzarri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 7 mesi fa

      In ogni caso l udinese è andata anche in Champions e più volte in uefa. Noi per ora siamo dei peracottai del cazzo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MONDO - 7 mesi fa

    Siamo da allenatore c’e’ poco da fare …..ormai non ci sono piu’ dubbi !
    Quando un mio amico interista mi fece “in bocca al lupo” su Mazzarri non riuscivo a capire …… ora e’ tutto chiaro : INCOMPETENTE.
    Non abbiamo un’idea di gioco offensivo , nessuno schema o situazione d’attacco organizzata , rinuncia ai giocatori maggiormente dotati tecnicamente ….. sofferenza in ogni campo attraverso gare impostate esclusivamente di contenimento e ripartenza (male) con interpreti dai piedi quadrati .
    Ieri abbiamo battuto anche il record di falli in una partita (51 !) oltre che il primato dei pareggi (inutili)
    Speriamo che maggio arrivi alla svelta e che finalmente in societa’ provvedano ad ingaggiare un tecnico competente …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. lucapatria_637 - 7 mesi fa

    Avevamo un mister incapace nella fase difensiva, secondo me incompetente, almeno da doi è sembrato, ed è stato un mezzo disastro.
    Oggi abbiamo un mister capace nella fase difensiva e che fa una gran fatica a farci segnare…o meglio a farci fare un tiro in porta, anche a causa di un rendimento bassino (eufemismo) di diversi giocatori.
    La differenza sta nelle loro storie, Miha ha fallito praticamente sempre Mazzari ha fatto il contrario in proporzione, quindi mi terrei mazzarri:il problema è che Mazzarri e la società o comunque chi ha fatto il mercato ha sbagliato gli uomini che ci dovevano far crescere, cioè Soriano e Zaza, c’è poco da fare, e se sbagli quelli per una società come la nostra sei fatto.
    E’ come se le Dea avesse sbagliato Zapata e Ilicic o Gomez, non so se mi spiego, o se la Fiorentina avesse sbagliato Merallas e Simeone (uno lo ha sbagliato in effetti).
    Comunque quello secondo me è il punto, a gennaio vresti dovuto prendere un signor giocatore per svoltare, non ho idea di chi potesse essere, se si poteva prendere bene e incavoliamoci, secondo me hanno provato con Perotti, ci ha spernacchiato per l’ingaggio(preferendo rimanere in panca a Roma) e buona notte…non dico che sono contento per questo, sono imbufalito, ma così secondo me sono andate le cose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. giacki - 7 mesi fa

    Personalmente mi auguro che essere rimasti fermi sul mercato voglia dire mazzarri via a fine stagione .poi si dovrà ricostruire perché Belotti andrà via e anche qualche altro giocatore potrà trovare piazze più stomolanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 7 mesi fa

      E facciamo sempre questo!!! Io mi sono strarotto i coglioni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 7 mesi fa

        Esatto, ma questo è un modo un modo per tirare a campare all infinito e avere sempre un capro espiatorio. Con due milioni di euro si cerca l allenatore parafulmine, questo fallisce il presunto obbiettivo e intanto passano due anni. Gira la ruota.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 7 mesi fa

    Prawn Mazzarri ha giocato diverse volte con il 3-4-3 alternando Berenguer e parigini sulla fascia sinistra. L ultima a Roma 15 giorni fa. Abbiamo perso 3 a 2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 7 mesi fa

      E’ mai partito con quello schema?

      Non mi pare, poi parte del problema e’ che sia Parigini che Berenguer non sono i salvatori della patria.

      Con le piccole ci sta, con la Roma in casa loro forse no.

      Poi per carita’, a me sembra solo che lui insista con un modulo e un tot di giocatori per 4/5 giornate, troppe, si perdono punti.

      Iago ha insistito tutta l’andata come seconda punta, si e’ arreso, l’ha messo in panchina non largo a destra.

      Mah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ciccio76 - 7 mesi fa

    A malincuore , sono da sempre ottimista, devo affermare che siamo al dentro o fuori . La prossima gara con l’Udinese ,se non erro , è lo spartiacque del campionato e cioè se continuare a sperare o galleggiare a metà classifica. Abbiamo buttato via troppi punti e siamo passati da un allenatore ultra offensivo ad uno ultrà difensivo. Una squadra si gestisce con equilibrio ma in alcuni casi la fortuna te la devi andare a cercare forzando la mano caro Mazzarri, vincere le partite così come fatto con l’Inter ,in quel modo , potrà ricapitare un’altra volta in tutto il campionato. La squadra ammettetelo è incompleta e Lei caro mister rischi di più tanto così in Europa non si va ma perlomeno potremo dire di averle provate tutte .FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. bergen - 7 mesi fa

    Scusatemi se sono brutale ma guardando la classifica e considerato che i primi due fanno un campionato a sé, dando all’Inter il beneficio del terzo posto, ci sono 9 squadre in 7 punti. Tra queste almeno 4 (Milan, Roma, Atalanta e Lazio) hanno organici qualitativamente superiori al nostro. La Fiorentina merita un discorso a parte perché ha prestazioni discontinue ma secondo me in crescita. Ci troviamo a giocarcela con Samp, Sassuolo e Parma. Detto questo anche il solo 6° posto mi pare un miraggio assoluto.
    La mia opinione é che la società lo ha capito e per questa ragione ha passato la mano in questo girone di ritorno, riducendo l’organico oltre a non intervenire sui punti deboli.
    Qui non si tratta di osare ma di gestire un azzardo: squadra corta e con problemi di rendimento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gigì - 7 mesi fa

      bergen, è proprio in questo momento, che sai la linea esatta, sai molto di più dei valori in campo, che dovresti muoverti sul mercato. Il settimo posto non è lontano. Puoi investire e, nel caso non vai in Europa, hai sempre fatto un passo avanti per il prossimo anno (e puoi sempre fare un passo indietro rivendendo il giocatore in estate, se non sei andato in Europa). Personalmente non considero nella mancanza di giocatori validi, il fatto che mancheremo l’Europa (anche se gli attaccanti non rendono per niente). Per me è più grave non agire a gennaio che non agire a luglio. A luglio puoi pensare di avere una squadra che basta per l’Europa;, a gennaio, questo gennaio, lo sai che non basta: e il traguardo non puoi considerarlo irraggiungibile. Oggi sai che sei insufficiente, e quest’estate potevi non saperlo. Oggi si vede chi sei: cioè che necessità hai, di andarci, in Europa: non ne hai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 7 mesi fa

        Lo stesso discorso è stato fatto l’anno scorso , mazzarri preso in corsa a gennaio , e anche l’anno prima…quando arrivo mihajlovic

        La realtà è che da noi il cambio di mentalità , in primis al vertice societaria non lo si fa mai.

        Di conseguenza i risultati sono sempre gli stessi , ad agosto si aspetta gennaio e a gennaio si aspetta agosto.

        Intanto gli anni passano e gli altri vanno in Europa senza tante arrovellamenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. bergen - 7 mesi fa

        Ovviamente io non condividevo la strategia, la mia era una (amara) constatazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Claudio70 - 7 mesi fa

    Può darsi che ieri Mazzarri fosse inc***to come noi, e se l’è presa con l’arbitro, probabilmente sbagliando, perché non può dire che Zaza ha fatto pena sbagliando tutte le scelte, che Belotti da dentro l’area non può spedire la palla su Marte e che De Silvestri si è fatto ridicolizzare da Fares, dimostrandosi un esterno che può trovare il suo spazio a Frosinone, ritrovando Molinaro.

    Però da una squadra e un gruppo solido si può costruire qualcosa, soprattutto se Petrachi inizierà a centrare una scelta.

    Ricoediamoci che potevamo prendere Zapata, abbiamo preso Zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. prawn - 7 mesi fa

    Ma poi WM non era quello che cambiava schema, dove sono finiti gli articoli servilisti di RCS che dicevano che era camaleontico?

    ma fare un 343 che e’ perfetto per la gente che ha no?

    date i non mi piace, ditemi di andare a fare l’allenatore, leone da tastiera bla bla bla

    e’ ovvio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 7 mesi fa

      secondo me piu’ il 442

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Claudio70 - 7 mesi fa

    E soprattuto, visto che è colpa di Mazzarri se Belotti non segna rivedevi la palla che ha su un calcio d’angolo Belotti intorno al 20’, quindi fresco.
    È solo all’altezza del dischetto del rigore e la scaglia al volo almeno 10 metri sopra la porta di Viviano.

    Stiamo parlando di uno per cui sono stati rifiutati 60 milioni, non di un Santander qualsiasi.
    È giusto rifiutare 60 milioni per Belotti, caro presidente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Claudio70 - 7 mesi fa

    Mi chiedo: chi sarebbero i giocatori fuori ruolo nel 3-4-1-2 (o 3-5-2) di ieri?

    Mi chiedo: ma se ogni volta che Baselli gioca diciamo che non incide, possibile che l’unica volta che sta fuori “come si fa a tenere fuori Baselli?”

    Mi chiedo: Zaza chi lo ha voluto? Se non lo ha voluto Mazzarri, appurato che Iago non è un trequartista, esattamente con che modulo pensavano di impiegarlo Petrachi e Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. 1947 - 7 mesi fa

    Società: SENZA obbiettivi.
    Allenatore: SENZA testa.
    Giocatori (quasi tutti): SENZA palle.
    Siamo una società di SENZA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Pulster - 7 mesi fa

    la matematica non ci condanna, ma il gioco sì; purtroppo non ci sono miglioramenti e giochiamo di mxxxa da inizio anno; l’unica cosa a nostro favore e che con la confusione che si crea fortunatamente manda in confusione anche gli avversari; modulo a farfalla…….Oronzo Cana’ docet!!!! non ho ancora capito che idea di gioco abbia mazzarri, ammesso che ne abbia una, ma così invece di andare in europa, andiamo direttamente a…….bip!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bischero - 7 mesi fa

    Chi é che gioca fuori ruolo? Gli unici che giocano fuori ruolo sono aina desilvestri che non sono in grado di fare tutta fascia per 90 minuti ed essere incisivi in avanti. Gli altri(quelli che giocano) sono tutti nel loro ruolo bene o male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. MarchigianoGranata - 7 mesi fa

    Io ancora mi sto chiedendo di chi è la colpa di questo obbrobrio.
    Del duo CairoPetrachi che decidono che il Toro deve fare ridere all’Italia intera e vivacchiare tra l’ottavo e dodicesimo posto dando 2 milioni a WM che intasca e zitto?
    Oppure è di WM che è di una scarsità unica, incapace di dare un gioco decente, che sta rovinando tanti giocatori mettendoli in campo fuori ruolo e nel mentre si intasca due milioni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. oliberto - 7 mesi fa

    Zaza negativo!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Paul67 - 7 mesi fa

    Sarebbe interessante sapere l’opinione di Urbanetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. SiculoGranataSempre - 7 mesi fa

    Ieri ho visto Roma-Milan. Piatek se ne sta tranquillo nella sua metà campo e non oltrepassa il cerchio, abbozza il contrasto sull’offensiva della Roma ma non segue il centrocampista sino all’area di rigore. Dzeko chi lo vede mai a difendere se non sui calci piazzati… Icardi meno che meno per non parlare di Ronaldo.
    I centravanti devono fare i centravanti e se non succede non è colpa loro ma di chi organizza la squadra. Mazzarri che (ho testimoni) non mi piaceva, sta rovinando la carriera a mezza squadra e aprendola ai difensori. Izzo, Djidji, N’Koulou, Rincon, tutti in crescita… Falque, Belotti, Zaza, Soriano, Berenguer, Edera: decrescita infelice. Giovani: in panchina a guardare e frustrarsi. Ma dai finiamola!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. user-14003131 - 7 mesi fa

    Non c’è bisogno di aggiungere altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Gigì - 7 mesi fa

    Ricordo quando fu scelto Mazzarri. Io me ne andai dal sito. Dissi solo: un altro difensivista e “accampa scuse”. Ricordo che eravamo in tre a dire così. Mi raccomando, il prossimo allenatore difensivista che ingaggeremo, perché noi li vogliamo così (perché ci piacciono così, mi vien da pensare), accogliamolo a braccia aperte.

    Tutti vogliono la grinta famosa del Toro, il tremendismo. Il tremendismo è nato da Radice, un allenatore sperimentale e offensivista (oggi qualcuno lo definirebbe, qui dentro, “da calcio femminile”), che, grazie proprio alle sue idee, dava forza e coraggio al giocatore. Il tifoso del Toro, mediamente, proprio come Petrachi, ha capito che si doveva prendere solo la parte del “dare i calci”. E difendersi e basta. Faccio notare che il “dare calci e basta” assomiglia più all’impotenza, che al “cazzutismo” virile che sbandieriamo, visto che ci rintaniamo dietro paurosi di tutti e senza coraggio. Credo che abbiamo quello che “meritiamo”. Petrachi “interpreta” il tifoso granata medio e ne “rappresenta” le idee che sono, a mio modesto parere, confuse su cosa cercare quando devi “ritrovare” il tremendismo (se non sei entusiasta, tu giocatore, di quello che fai, non potrai mai essere “tremendo”). Quindi difensivismo e uomini (allenatori) che non rischiano e cercano scuse (la qual cosa meriterebbe un commento a parte). Poi guai a rischiare: è noto che siamo la più forte del gruppo, e che stiamo vincendo facile la lotta europea. Strada in discesa, giusto non rischiare mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 7 mesi fa

      Abbi pazienza ma l’uomo che adattò il termine “tremendismo” al Torino fu Giovanni Arpino, il quale ne diede la seguente definizione: tremendista “è il club che magari non vince grappoli di trofei, ma costituisce osso durissimo per chiunque. Una squadra di orgoglio, di rabbie leali, di capacità aggressive, mai vinta, temibile in ogni occasione e soprattutto quando l’avversario è di rango: tutto questo significa “tremendismo”.

      Gustavo Giagnoni ne fu il primo e massimo esponente, dopodichè il termine venne utilizzato anche per il Toro di Radix e per quello di Emiliano Mondonico.

      Solo per precisazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco59 - 7 mesi fa

      Radice, effettivamente, fu il primo allenatore che portò e sperimento al Toro, con pieno e grandissimo successo, il pressing e il “calcio totale” all’olandese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Bischero - 7 mesi fa

    Ciao Glenn. Ma veramente pensi che il problema sia la panchina? Credi che cambiare allenatore in corsa porti risultati? Siamo passati da una difesa a 4 e gioco a 3 o 4 nelle punte di miha passando la palla sugli esterni ad una mediana folta e un gioco centrale. Ora ricambiamo nuovamente una squadra in fase di costruzione per cosa? Per riiniziare tutto da capo???!!! O é meglio finire un ciclo di 2.5 anni per vedere cosa succederà?!il calcio é fatto di diversi componenti e l allenatore é solo un ingranaggio. Siamo lì insieme a tutti gli altri per lottare per l Europa o sbaglio? Siamo in zona retrocessione? Allora facciamolo lavorare con il materiale mal assortito che ha a disposizione e sta costruendo. Poi tiriamo le somme.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 7 mesi fa

      Ciao Bischero. Ma son d’accordo, io mi sono solo molto incacchiato per ciò che è successo ieri, per come ha affrontato la partita e per quel che ha detto dopo, l’ho trovato allucinante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. albgior_216 - 7 mesi fa

    Da Mihajlovic a Mazzarri, è cambiato tutto e niente perchè la squadra continua a mancare di equilibrio. Nella stagione 2016/2017 il Torino era 5° per gol fatti (Belotti 26 gol) ma 17° per quelli subiti. Nella stagione in corso il Torino è 5° per gol subiti ma 12° per quelli fatti (Belotti 7 gol). In classifica nel 2016/2017 il Toro ha chiuso al 9° posto. Nel 2018/2019 dopo 22 giornate è 10°. La miglior stagione degli ultimi anni resta quella del 2013/2014 con il Torino 7° in classifica finale, 7° per gol fatti (Immobile 22 gol), 7° per gol subiti, Ventura in panchina. Dal 7° al 12° posto si resta comunque tra le squadre di seconda fascia. Per qualcuno è troppo poco. Per me no, perchè ricordo bene di quando si stagnava in serie B e sembrava un miraggio una squadra stabile in serie A senza paura di retrocedere. In conclusione quello che manca secondo me nella squadra e nell’ambiente è un po’ di equilibrio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 7 mesi fa

      …certo, certo, manca ” l’equilibrio “…!!!!

      Questa non l’avevo ancora sentita….!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tifoso di vecchia data - 7 mesi fa

        @Marco, sono i soliti con il nick con il segno _ e i numeri al fondo…
        Nick randomizzati che pensano tutti allo stesso medo, anche di fronte all’evidenza…
        lo sai no ? Me lo dici sempre tu chi sono…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 7 mesi fa

          …almeno questo ci ha messo un po’ di “fantasia”, anzichè dire sempre le stesse cose trite e ritrite…!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Tifoso di vecchia data - 7 mesi fa

            GLI ACCONTENTISTI….
            Ho constatato che anche dopo le batoste piu’ tremende, oppure dopo giornate come ieri dove e’ cosi’ lampante che ormai le scuse sono finite e si raschia solo piu’ il barile sul fondo…
            Nonostante non vi sia piu’ speranza che le cose cambino quest’anno. (anche se puntualmente i ragazzi che scrivono qui rammentano che “siamo solo a due punti da… o tre punti da….)
            Nonostante ormai sia lampante che queste sono solo scappatoie mentali ma che tutti sappiamo che anche quest’anno e’ andata…!
            E’ andata perche’ non vedo all’orizzonte nulla che faccia pensare al cambiamento, ne’ in Mazzarri ne’ nella societa’.
            Beh dicevo, nonostante questo… al lunedi ‘ dopo un po di ore ricominciano i primi accontentisti a fare capolino dalle ceneri… eh ma.. se potessimo, eh ma.. l’arbitro… per colpa di … vedrete che.. se Mazzari facesse… eccoli li… nuovamente indomiti come la Fenice… risorgono nel loro accontentismo..
            Vedo nuovamente i quattro o cinque che riemergono…. fino alla prossima partita. Poi se la prossima partita si vince di fortuna allora si fanno forti ….poi ricascano giu’ alla prima prova di carattere della squadra che deve essere superata e che puntualmente non viene superata da un decennio. Mi ricordo gia’ non c’era carattere con Lerda, con Colantuono… sempre la stessa cosa…
            Alle volte mi chiedo se sono di gomma questi accontentisti, come fanno sempre ad accontantarsi cosi’ ma tant’e’.
            Secondo me come diceva qui qualcuno, non fanno bene al Torino, perche’ frenano. La societa’ (nel caso che non volesse far nulla in senso si traguardi) sa’ che puo’ contare su di loro che lavorano assiduamente e gratis per scusare la societa’ in tutte le minime scelte. E non bisogna neppure pagarli. Lo fanno volentieri. In ogni sito, in ogni forum, c’e’ sempre il difensivista della situazione in nome dell’amore per la squadra… ma fanno il bene del Toro? Sarebbe da chiederselo una volta per tutte…
            In ogni caso io non li insulto e sono persone come me. Volevo solo dire la mia, SOno vermnte incorreggibili, dal mio punto di vista. Tant’e’ che hanno persino fatto un sito di satire sugli accontentisti… Mi piacerebbe sapere se ci sono in questa forma anche in altre squadre o li abbiamo solo noi i piu’ feroci ed assidui….
            santo Dio

            Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 7 mesi fa

      dimentichi un particolare : non è grazie a cairo che siamo a centroclassifica e non a lottare per rimanere in A, ma grazie ai governi che hanno promulgato una legge ( Melandri e successive) ch e consente in pratica a squadre come la nostra di avere la copertura degli ingaggi dai diritti tv.

      Ergo potremmo avere un qualsiasi amministratore a governarci ( anche Marengo per esempi) e come minimo raggiungeremo gli stessi risultati dell’ultimo lustro.

      Cairo non stà facendo NULLA di quello che ci si dovrebbe aspettare da un presidente di calcio di una squadra di serie A , NULLA!!!!

      Questo dovresti ricordare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. GlennGould - 7 mesi fa

    Dopo ciò che si è visto e sentito ieri, non ho dubbi nel sostenere che Cairo stia iniziando a monitorare la situazione e che, le prossime due partite, saranno decisive.
    Di certo, so che non ha preso bene l’avere visto in panchina Baselli Meite e Iago; non ha preso bene avere affrontato una provinciale da una provinciale, e “non ha preso bene” è un eufemismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 7 mesi fa

      Sono tue supposizioni, oppure hai delle prove certe…??? Perché, secondo me e tanti altri, va tutto secondo i piani, anzi, adesso si sta provvedendo anche a sabotare la Primavera, visto che sembrerebbe che a qualcuno i possibili obiettivi di scudetto e Coppa Italia diano fastidio….!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 7 mesi fa

        Non sono mie supposizioni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 7 mesi fa

          Allora mi metto comodo e preparo i popcorn…!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. miele - 7 mesi fa

    Con Mazzarri in panchina, sperare in un gioco più razionale del palla avanti e pedalare è una pia illusione. Se poi aggiungiamo che tutte le squadre in teoria ancora superabili per un posto da EL, giocano molto meglio e sono più attrezzate di noi, allora è bene riporre ogni speranza e constatare che, come da vari anni a questa parte, il nostro campionato è già finito a gennaio. Di questo, naturalmente, gra parte di colpa ricade anche sulla società che non ha ritenuto necessario rinforzare la squadra a gennaio. A Cairo pesa troppo il pensiero che per il secondo anno consecutivo dovrà subire perdite per acqisti sbagliati (Zaza su tutti, come Niang l’anno scorso) fa venire l’orticaria perciò “siamo a posto così”, con Belotti terzino, Iago in panchina, fasce laterali carenti, ma decimo posto quasi assicurato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 7 mesi fa

      Scusate: manca un “gli” dopo la parentesi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. fabrizio - 7 mesi fa

    la PRIMA a non osare E’ LA SOCIETA’ cioe’ Cairuccio e patacchino. Se osassero loro per primi magari….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. robertozanabon_821 - 7 mesi fa

    Se anche avessimo preso Modric, sarebbe stato comunque “lobotomizzato” da Mazzarri. Vedere una squadra ridotta a “balbettare” Calcio, mortificata nei ruoli e nei valori tecnici e senza un’idea che sia una, è deprimente. Più ci “lavora” e peggio è, inesorabile come un “cataclisma”. Ci ha anche minacciati, dicendo che “bisogna lavorare di più”. Aiuto, ho bisogno di una vacanza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. marione - 7 mesi fa

    Se invece di incensare e celebrare chiunque arrivi si scrivessero i pro ed i contro, ora non ci sarebbe da stracciarsi le vesti. Mazzarri è questo, nel bene (poco) e nel male (sempre di più) Inviso a Napoli (dove però i risultati li ha ottenuti), a Milano, a Watford, non ci si poteve aspettare un fenomeno. In più, oltre alle colpe sue, paga quelle di una società assente e che compra per rivendere e non per fare la squadra. Molte critiche sono ingiuste (nel senso che non è l’unico colpevole) ma a due milioni penso che ognuno di noi andrebbe a prendersele al posto suo e non credo che i risultati sarebbero peggiori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. fabio - 7 mesi fa

    SinIsa con la squadra terzultima in classifica va a san Siro e gioca con Palacio Santander orsolini e soriano contemporaneamente. E questo fenomeno contro la Spal non riesce a mettere in campo zaza Belotti e iago. Ma sinceramente quest’anno vi state divertendo di più?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 7 mesi fa

      No. anzi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. tonyislascanarias - 7 mesi fa

    SI DOVREBBE DOMENICA ALLO STADIO
    CONTRO L’UDINESE FISCHIARE E MANDARE A QUEL PAESE CON CORI E STRISCIONI DI CIVILE PROTESTA WALTER MAZZARRI PER I 90 MINUTI DELLA PARTITA TUTTI INSIEME !!!
    VEDIAMO POI CAIRO SE HA ANCORA IL CORAGGIO DI DIFENDERE UN CIARLATANO DEL GENERE COME MAZZARRI!!!! E VEDERE POI DA CHE PARTE STA …CON NOI TIFOSI O CON QUELL’ INCAPACE DI MAZZARRI CHE STA ROVINANDO E SVALUTANDO TUTTI GIOCATORI !!!!
    E LO STA PAGANDO 2 MILIONI DI €
    PER MANDARE TUTTO A SCATAFASCIO!!!
    QUESTO SI DOVREBBE FARE TUTTI INSIEME DOMENICA ALLO STADIO
    X SENSIBILIZZARE IL PROBLEMA E PORTARE FUORI ALLO SCOPERTO CAIRO… E CHE TUTTA LA STAMPA NE PARLI VEDIAMO SE POI SE A STA PERSONA GLI PRENDE LA VERGOGNA X LE STRONZATE CHE SPARA !!! DANDO LA COLPA AGLI ALTRI COME IERI IN CONFERENZA DOPO LA PARTITA CONTRO LA SPAL X COPRIRE LA SUA INCAPACITA’ DI ALLENARE E GESTIRE I NOSTRI GIOCATORI CHE E’ SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI..E VEDIAMO SE CAPISCE CHE’ ARRIVATA L’ORA DI LEVARSI DAVANTI ALLE SCATOLE CHE STA SOLO ROVINANDO CON IL SUO MODO DI GIOCARE ARCAICO I NOSTRI GIOCATORI PARTENDO DA BELOTTI CHE NON E’ PIU’ UN CENTRAVANTI
    ..TRA UN PO CI ROVINA PURE JAGO….E TUTTI GLI ALTRI E TUTTI NOI SIAMO STANCHI DI VEDERE QUESTO SCEMPIO SENZA POTER FARE NULLA!!!!
    MA COME FANNO I GIOCATORI A SEGUIRE UN ELEMENTO DEL GENERE???
    DOMENICA UN SOLO CORO:
    MAZZARRI
    MAZZARRI
    FUORI DALLE PALLE!!!
    MAZZARRI
    MAZZARRI
    FUORI DALLE PALLE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. dattero - 7 mesi fa

    un mister gne gne che sa solo frignare,doveva chiamare solo piu’ il telefono azzurro,ed eravamo al completo.
    Un complice di quella che .purtroppo,è solo piu una triste farsa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Immer - 7 mesi fa

    Partita brutta noi siamo scarsi ma la spal è proprio nulla sono incapaci e scarsissimi.dovevamo osare di più.domenica si vince tranquillamente con l’Udinese e anche le altre squadre trove r anno momenti no

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. GlennGould - 7 mesi fa

    Parlare di arbitri oggi è deleterio, e per più di un motivo. Primo, mette in secondo e non in primissimo piano, così come deve essere, la pessima giornata dell’allenatore, gravemente insufficente in partita e insentibile in conferenza stampa; secondo, colloca nell’insieme dei piangina i tifosi del toro. Lasciamo che nel calderone dei lamentosi ci stia Mazzarri, non noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. prawn - 7 mesi fa

    Prima della partita scrissi che WM aveva le palle a tenere in panca Iago e Baselli, che non sono giusti per i suoi schemi, come al solito qualche fraintendimento, qualche non mi piace.
    Mi spiego meglio, WM ha avuto un bel coraggio e da un certo punto di vista apprezzo che si sia arreso nel far giocare certa gente fuori ruolo o gente che non ha reso come avremmo tutti sperato (Baselli) per anni.
    Però se il credo Mazzariano è solo notte solo difesa poi magari l’arbitro ci dà un rigore bisogna avere anche l’onestà intellettuale di non lamentarsi, di dirlo apertamente, siamo una squadra di rugby, siamo andati a Ferrara a picchiare duro, non mi rompete i coglioni e lasciatemi far giocare questi 14 giocatori come piace a me.

    Purtoppo non basta, i commenti, gli articoli, le analisi, è tutto inutile perché è ovvio che una società che vuole andare in Europa avrebbe cambiato allenatore, anzi non l’avrebbe proprio mai assunto.
    Soriano che esplode a Bologna, Lyanco ed Edera scartati, manco Bremer e Parigini fossero tanto lontani nella classe.
    E poi pure a danneggiare la stagione della primavera.

    Mi fate schifo Cairese & Soci, non avete un minimo di ritegno o di amore per questa maglia, zero fede, zero conoscenza della storia e dei nostri valori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. BIOFA70 - 7 mesi fa

    Se giochiamo con 5 difensori 3 mediani e 2 punte che pensano solo a recuperare palloni…dove vogliamo andare?
    E che dire del mercato?
    Soriano fatto giustamente fuori Zaza un ex attacante la frittata ė fatta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Giancarlo - 7 mesi fa

    La risposta a questo sta nell’articolo: “Semplici ha opportunamente …”. La Primavera è stata costretta al pareggio perchè non c’era Millico convocato nella panchina della prima squadra. Naturalmente non ha giocato perchè è un ragazzo di fantasia e potrebbe inventare qualcosa e disturbare il pragmatismo di Mazzarri. Lasciamolo in Primavera così che possiamo magari vincere qualcosa almeno là. Mi ritorna la nostalgia di quando 11 pellegrini davano l’anima e qualcosa di più per restare in serie A o per tornarci. La nostra dimensione era quella e mi entusiasmavo per quella. Ora siamo “ambiziosi”, malati di pareggite e non gioco, segnamo (quando segnamo) con i terzini e centrali, ma la rabbia sta surclassando l’entusiasmo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. dennislaw - 7 mesi fa

    A mio avviso i pronlemi sono essenzialmente due e di difficile soluzione: il torino non ha un fantasisra che accenda le punte,sappia piazzare le palle da fermo, inventare in area ecc. ecc, perché se l è venduto a campinato iniziato e non perché non giocasse. Anzi, la parte finale del campinato scorso e le partite in cui era sceso in campo in questa stagione erano state ottime. Secondo : mazzarri ha un solo modulo in testa e non lo cambia in realtà nemmeno cambiando gli uomini. Infatti non gioca con Iago sulla fascia e due punte , quando fa giocare i tre sposta iago al centro con i risultati visti. Concordo con chi ha scritto, poniamo la domabda vera a questa società: l obiettivo è la salvezza? Allora va bene mazzarri. Se no , i risultati e il gioco sono insufficienti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. drino-san - 7 mesi fa

    Non mi é chiara una cosa: “la classifica resta aperta più per fattori esterni attinenti agli equilibri del campionato che per meriti reali della squadra di Mazzarri”. Ma se il campionato é più combattuto vuol dire che é più facile o più difficile? Se tutti faticano vuol dire che sono tutti scarsi o tutti forti? Quest’anno si sono visti risultati inaspettati anche in partite dall’esito apparentemente scontato, vedi il parmamerda con i gobbi. Questo per dire che se siamo lì forse non abbiamo da farci complessi di fronte agli altri, se no partiamo battuti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Conta7 - 7 mesi fa

    Abusiamo della parola “osare” senza riuscire a sostanziarla o darle una declinazione calcistica concreta..
    Semplicemente perchè quando non si vince diventa sempre tutto da buttare e il senno del poi la fa da padrone: se giocavamo così, se metteva questo o quell’altro…
    Allora è vero anche che, dato il tono agonistico della partita, se ieri avessimo messo una squadra “leggera” ci avrebbero surclassato fisicamente.. E così via dicendo, nel calcio si dice sempre tutto il contrario di tutto..
    Se ci aspettiamo di andare a dominare 90 minuti ogni partita allora c’è qualcosa che non va, davvero non siamo mica il Barcellona.
    Ieri avremmo dovuto sbloccarla nella prima mezz’ora. Non avendolo fatto, avremmo provato a vincerla nel secondo tempo con i cambi, ma l’arbitro non ce l’ha permesso.
    Così come gli stessi arbitri ci hanno scippato almeno 6-7 punti a fronte dei quali tutto avrebbe avuto un sapore diverso.
    Questa è la sintesi di dati oggettivi, non fantasie o strane teorie da bar-allenatori.
    Poi è chiaro che ci sia da migliorare, che tutti ci aspettiamo qualcosa di più, ma siamo una piazza che ha bisogno di crearsi aspettative spesso pindariche e ci vorrebbe maggiore consapevolezza dei momenti e di quello che si è: una squadra che come organico ne ha almeno 7-8 davanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 7 mesi fa

      Ho scritto ieri: fratelli granata non accontentiamoci perchè facciamo male al nostro club. Tu sei l’ esempio di chi si accontenta, sempre. La classifica è quella che è (10° posto) e il gioco stenta maledettamente a decollare. Non credo proprio che tu ti diverta a vedere partite come quella di ieri, in cui si è scesi in campo – contro la Spal! -per non prenderle e dove ancora una volta il nostro miglior giocatore (Iago Falque) ha fatto panchina perchè l’ allenatore non è in grado di farlo convivere con Belotti e Zaza, i quali non segnano per mancanza di rifornimenti e per rientri continui che li sfiancano. Non chiedo troppo se mi piacerebbe vedere una partita come quella fra Udinese e Fioretina, con azioni veloci palla a terra, rapidità di esecuzione, geometrie sensate in campo. Ieri quando la Spal calciava i corner eravamo tutti nella nostra area, come avremmo potuto ripartire rapidamente, almeno per colpire in contropiede? Questa rosa nonostante tutto puo’ e deve dare di più?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Conta7 - 7 mesi fa

        Ciao granata.
        Credimi, da abbonato non è proprio mia intenzione accontentarmi e ho detto anche sopra che è lecito aspettarsi qualcosa di più.
        Sono il primo, come tutti noi tifosi granata, a chiedere/sperare nel meglio per le nostre sorti.
        Il tema è che il disfattismo non credo sia proficuo, tutto qui, perchè alimenta e a volte devia la realtà.
        E da realista non possiamo ignorare che ci sono organici superiori a noi. Così come, d’altro canto, è indubbio che si debba migliorare nella completezza della prestazione.
        Detto questo, purtroppo il percorso di crescita ancora in progress purtroppo è stato contrassegnato anche da episodi clamorosamente sfavorevoli, ben al di là dei nostri demeriti, senza i quali saremmo tranquillamente in piena zona Champions.
        Cerco solo di predicare equilibrio e considerazioni che tengano conto di tutti gli aspetti.
        Per il resto, siamo tutti qui a volere il meglio per il nostro TORO!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco59 - 7 mesi fa

      Sono anche gli aziendalisti come te, che piangono e si lamentano come la nullità che siede in panchina, a rovinare e distruggere il Toro. Il giorno che, insieme al vostro signore e padrone, vi leverete dai cabasisi, il Toro tornerà ad essere Grande.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Gigì - 7 mesi fa

      “Avremmo dovuto sbloccarla”, ma non l’abbiamo fatto: è sfiga? Se attacchi in tre, non segni, o, se segni, è un caso. Pure gli angoli battiamo male, perché non c’è uno che li batta bene. “Avremmo dovuto” è fantastico, come se fosse sfiga.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. ddavide69 - 7 mesi fa

      ti sei accorto che non non osiamo mai?? Solo con la samp .

      Se non osi con la spal quando osi ?

      Con una squadra da interregionale?

      Ma le guardi le partite? Tu che non sei quello da bar…. ma vaaa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. user-14016513 - 7 mesi fa

    poi ci dobbiamo ridimensionare….la partita con l inter vinta nn per merito nostro….vedi Bologna addirittura a milano …nn c è storia siamo fortunati che ieri nn abbiamo perso altro che salto di qualità…. coi canguri possono saltare al massimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Simone - 7 mesi fa

    Come si fa a scrivere che era ragionevole entrare x nn prenderle x poi farsi valere nel finale di partita?!?!
    Ma chi affrontavamo, il Barça?
    È inaccettabile presentarsi a Ferrara x nn prenderle.
    Iago ancora in panchina, Berenguer (il nostro miglior dribblatore) che gioca 5′ partita.
    Quando avremo le 3 punte, nelle amichevoli?!?!
    E, soprattutto, basta accampare scuse.
    BASTA!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 7 mesi fa

      Mazzarri è riuscito dove chiunque altro ha fallito: infatti, sono d’accordo con ciò che hai scritto 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 7 mesi fa

        sono commosso dal tuo apprezzamento 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. user-14016513 - 7 mesi fa

    lo continuo a dire l ho detto anche ieri. Al mio paese in Basilicata si dice” quando marzo vuole fare ,fa piovere e nevicare” nn vedo il voler fare in questa società…. quindi finiamola di sgolarci che questi ci prendono per il culo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. SiculoGranataSempre - 7 mesi fa

    Ultime notizie: Mazzarri esonerato! Arriva Conte. Poi ha suonato la sveglia… Sigh!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. iugen - 7 mesi fa

    Oh, parole sante. La formazione iniziale è sempre troppo difensiva. Persino Ventura in confronto era più offensivo, Ventura! Quello del tiki-taka tra i centrali di difesa.
    Mazzarri per ora delusione totale, ma ha ancora tempo di redimersi: urge passare a un 343 o 433

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Seagull'59 - 7 mesi fa

    Il Non BarçaToro ha affrontato il Non RealSpall: doveroso quindi difendersi dagli attacchi di una corazzata simile…
    Siamo onesti: non c’è qualità in questo centrocampo e allora di cosa vogliamo parlare? di quali cambi e quali moduli? se neanche i corner e i calci di punizione si eseguono con un minimo di tecnica e/o idea di schemi…
    Ma siamo a posto così… e allora continuiamo a discutere del nulla!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Il_Principe_della_Zolla - 7 mesi fa

    Tutto come da programma.
    La squadra e l’allenatore senza ambizione e senza qualità, espressione della mediocrità societaria. Esempi ce ne sono a bizzeffe, ma se nel lavoro chi sbaglia paga, almeno a certi livelli, cosa ci fa ancora in sella un dirigente che rivende alla prima occasione l’acquisto di spessore del suo mercato?
    I tifosi si dividono tra i realisti, che conoscono benissimo il perché e il percome di musica e orchestranti; gli illusi, e i negatori dell’evidenza, quelli che a oltranza la terra è piatta.
    Ci sono poi gli organi di stampa. Fanno il loro mestiere, non sempre si capisce bene quale sia.
    Ora, è bene ricordarlo, che il Torino FC in Europa non ci andrà. In primis, perché non ci vuole andare. Tutto il resto sono chiacchiere da bar.
    E il Robaldo? E il completamento del Filadelfia? E il campionato Primavera a cui si tolgono munizioni? E, ultimo ma non ultimo, che fine ha fatto Singo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. giuseppe.casacci_8325069 - 7 mesi fa

    E’ sufficiente dire che non va in Europa chi non gioca a calcio, perché ieri e non solo da ieri, si sono visti calci, football americano, qualcuno sui social l’ha definita una bella partita di rugby, tutto tranne che una partita di calcio, che rispetto a quella con l’Inter della settimana prima ha visto di diverso solo il risultato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

    Fermo restando direttore che non è certo l equilibrio precario della piazza la causa dell andamento della squadra. Casomai occorrerebbe chiedersi la causa di questo precario equilibrio. Io più che di equilibrio precario parlerei di preoccupazione profonda per la propria squadra che è un tratto distintivo del tifoso del Toro. Ma poi come si fa a essere equilibrati quando siamo fermi al palo da cinque anni e ogni anno vediamo le nostre speranze svanire per un motivo o per un altro. Quest anno dobbiamo essere equilibrati a vedere i nostri giocatori entrare in campo come conigli che si affacciano dalla tana perché il loro tecnico gli ha urlato che si devono cacare addosso alla vista della spal??? Come si può realmente pensare che in 20 minuti uno o due ingressi di qualità possano stravolgere gli equilibri di una squadra che dopo i primi venti minuti ha tirato i remi in barca terrorizzata dagli avversari? A lei le sembra equilibrato esonerare Mihajlovic a due punti dall Europa perché risultati non in linea con gli investimenti fatti (ed era giusto farlo) e tenersi Mazzarri che fa un punto in meno di Mihajlovic con un saldo di calciomercato passivo come forse mai nella storia di cairo presidente???? Direttore lasci perdere il precario equilibrio della piazza, qualche volta parliamo anche dell equilibrio di chi prende certe decisioni e di chi ha la responsabilità della guida tecnica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renzocasa6_13587135 - 7 mesi fa

      Finalmente una analisi corretta e non volgare. Hai ragione su tutto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Toro71 - 7 mesi fa

    Mazzarri ma una partita va studiata a partire dell’undici iniziale, poi si apportano cambiamenti. Ma i giocatori li guardi in allenamento??? Zaza è un altro bidone che Cairo, al contrario di Soriano, non è riuscito a dare via. Se togli Millico alla Primavera devi farlo giocare, altrimenti non ha senso!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Forvecuor87 - 7 mesi fa

    Come si può pensare di vincere le partite senza segnare??? È tutta la stagione che andiamo avanti con lo stesso problema…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Marco59 - 7 mesi fa

    Sartori, con Cairo e la sua banda di scagnozzi, sportivamente parlando, non solo non andremo da nessuna parte, ma ci distruggerà lentamente e completamente.

    Cairo e i suoi scagnozzi sono le metastasi del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. fog127 - 7 mesi fa

    come si fa a giocare calcio in una partita durata 33 minuti? e le ammonizioni di Ansaldi dopo 1’40” da inizio e la prima ridicola ad Nkoulou? abbiamo in casa e fuori casa degli arbitraggi di m…a e poi giustamente le ns. colpe ma riguardatevi come hanno arbitrato Orsato o Pasqua le partite serali !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. ProfondoGranata - 7 mesi fa

    Il problema non il pareggio con la Spal.
    Anche la juve ha pareggiato in casa oltretutto questa settimana.
    Anche la Fiorentina. Il Sassuolo. Il Milan e la Roma.
    L’inter ha addirittura perso contro il Bologna. Il nostro ex allenatore…
    Il nostro problema è che non tiriamo proprio in porta.
    Quando stiamo per entrare in area cerchiamo mille rifiniture anziche tirarla dentro…
    Guarda ieri la Fiorentina come ha pareggiato? Una gran bordata entrata quasi per miracolo.
    Il punto è che se non ci provi neanche difficilmente ci riesci…
    Dobbiamo tirare più in porta.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. ddavide69 - 7 mesi fa

    Se avessi in mano il Barcellona in Europa ci Andrei anche io

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. user-13793800 - 7 mesi fa

    Altro appuntamento fallito, soprattutto quando rallentano gli altri noi non ne approfittiamo mai e questa è colpa del mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. tororussia - 7 mesi fa

    se non si tira in porta non si segna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. SiculoGranataSempre - 7 mesi fa

    E adesso Sartori, per piacere, fatevi sentire in alto. In molti qui siamo convinti di avere uomini per poter osare di più e che la squadra valga più dei punti che ha. Basta forse cambiare atteggiamento, modulo e concezione. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. user-13658280 - 7 mesi fa

    come sempre quando ci esaltiamo x una vittoria prestigiosa come con l inter, viene fuori che questa è in piena crisi…se non si segna mai, lo vuoi capire mazzarri che i nostri esterni non sono così forti da fare venti cross a partita x far segnare i due la davanti? devi cambiare un po gioco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. user-14103079 - 7 mesi fa

    Nessuno darebbe il Barcellona nelle mani di Mazzarri. Ha il Toro tra le mani e per lui dovrebbe essere motivo d’orgoglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 7 mesi fa

      Nella foga dei commenti questo aspetto mi era sfuggito. Hai perfettamente ragione. Se ci tiene tanto ad allenare il Barcellona che si dimetta e vada a proporsi. Dubito prenderebbero in considerazione chi considera difficilissima una partita con una qualsiasi squadra che lotta per non retrocedere nel campionato spagnolo. Ma soprattutto chi allena il Toro dovrebbe ritenersi gratificato e non aspirare a chissà che cosa. Anzi per ciò che sta facendo dovrebbe ringraziare la società che gli ha permesso di avere ancora un incarico e un ingaggio di tutto rispetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy