Da esempio virtuoso a monito per il Torino: il declino del modello-Udinese

Da esempio virtuoso a monito per il Torino: il declino del modello-Udinese

Il confronto / Un modello per il Toro: da fucina di talenti sempre in competizioni europee alla lotta per la salvezza, quando il business supera l’aspetto sportivo

di Redazione ToroNews

Fino al 2014 l’Udinese dei Pozzo era stato da modello per il Toro di Cairo. Una squadra in grado di sfornare nuovi talenti praticamente ogni stagione e sempre presente nelle competizioni europee, in mezzo anche una fase a gironi della Champions League e due Play-off della massima competizione europea. Tanti i volti che i friulani hanno regalato al “calcio che conta” tra cui Sanchez, Handanovic, Inler, Benatia, Asamoah e tra i più recenti Muriel, Cuadrado e Zapata. Il metodo-Udinese è sempre stato visto come un modello a cui guardare per quelle squadre di media classifica che vogliono dire la propria anche in ambito europeo, ma ora qualcosa sembra non girare in Friuli.

BUSINESS – La capacità di scovare talenti in giro per il mondo per poi rivenderli a cifre esorbitanti è stato il marchio di fabbrica dei Pozzo per anni, ma, come dice il detto, “il troppo stroppia”. Ai friulani sono bastate delle scommesse non azzeccate per passare dall’Europa alla lotta per la salvezza, il tutto per amore delle tanto famose plusvalenze. Giusto, anzi giustissimo, per una qualsiasi società cercare di finanziare il proprio progetto scovando giovani talentuosi (con lo scopo di valorizzarli, venderli e ricapitalizzare), ma servono pilastri su cui poggiarsi stabilmente. Non a caso dal ritiro di Di Natale i bianconeri hanno iniziato un declino verso i bassifondi della classifica. I leader carismatici negli spogliatoi servono sempre, a maggior ragione se vuoi lavorare sulla crescita dei giovani e la mancanza di figure di spessore stato uno degli ingredienti del decadimento della “scuola Udinese”.

LA MORALE Come ogni favola, anche quella dell’Udinese ha un insegnamento e il Toro deve stare attento a non ripetere gli stessi errori dei bianconeri. Basare la propria politica aziendale sulle plusvalenze può portare frutti nell’immediato, ma sul lungo periodo può essere pericoloso a livello sportivo se non si prendono le giuste precauzioni. Sono fondamentali, quindi, delle basi su cui i giovani talenti possano affidarsi nelle difficoltà e la capacità di scovare sempre – o quasi – i giocatori giusti, perché non sempre l’ambientamento può risultare facile. Il Toro parte, però, da un vantaggio rispetto all’Udinese ed è lo storico Settore Giovanile granata, che ha sempre prestato giocatori al professionismo. Il passo successivo sarà riuscire a valorizzare al massimo i giocatori e il talento che si ha a disposizione: elemento che passa anche dalla scelta e dall’operato dell’allenatore.

Roberto Ugliono

59 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio70 - 8 mesi fa

    Mah, Giaguaro, non possiamo dire che Soriano è un campione perché ha vinto il migliore in campo Sky con il’Inter.

    Non ha fatto bene a Torino, questo è un dato di fatto, perché da trequartista gli si chiedevano dribbling, cambi di passo e giocate di qualità, che non ha dato.
    Con l’Inter ha fatto benino, così come Lyanco, ma niente di eccezionale, se hai visto la gara.

    Un po’ di equilibrio nei giudizi non guasterebbe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marcohelg_385 - 8 mesi fa

    detto che udine è una cittadina detto che la storia del toro a udine se la sognano..si puo’ disquisire poi sul fatto che solamente negli ultimi anni ad udine hanno una squadra che balbetta ma nell’ultimo ventennio grazie alla fam.pozzo si sono divertiti alla grande qualificazioni in champions league e europa league giocatori fortissimi mai retrocessioni poi in ultimo periodo hanno una squadra in spagna ed il watford!! senza dimenticare che hanno un meraviglioso stadio di proprieta’….. non penso che nemmeno lontanamente e ripeto lontanamente cairo puo raggiungere quello che pozzo ha fatto e continua a fare…nemmeno i seggiolini al fila!! per non parlare di risultati sportivi aberranti tra serie a serie b e campionati anonimi a iosa… solo una fugace apparizzione in europa league per il fallimento del parma…pozzo investe cairo no!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giaguaro 66 - 8 mesi fa

    Riprendo da quanto risposto da Accontentista, parlando di squadra e giocatori oggi a disposizione, ad un altro tifoso di fede con le idee confuse: “Ma se invece fosse solo che è Mazzarri a non fa rendere i giocatori come dovrebbe? Vedi per esempio Soriano era uomo partita sky domenica. Da noi una schifezza. Non dico che sia tutto come dico io ma ho paura che ci sia molto di Mazzarri nei nostri fallimenti di quest’anno”. Aggiungo al commento che io invece non ho paura a dire che sono certo e lo scrivo da tempi non sospetti che nel fallimento di quest’anno ci sia quasi totalmente la responsabilità di Walter Mazzarri. Non è in grado di comunicare, in primis alla squadra e di conseguenza agli organi di stampa (purtroppo è un suo grande limite, è ignorante e poco colto e anche se percepisce 2M€ l’anno i soldi non sono sufficienti ad aumentare lo spessore delle persone), e se mai fosse stato bravo è in una parabola discendente da troppi anni. Non riesce a valorizzare i giocatori ch ha a disposizione e anzi a mio avviso sta dilapidando un capitale della società, pensando ai danni fatti a Belotti, Jago e via discorrendo e ai giovani che toglie alla Primavera per farli marcire in panchina…sarà un bel problema se continueremo ad averlo tra le palle anche il prossimo anno. Medita caro Urbanetto che questo ti manda a gambe all’aria il tuo giochetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 8 mesi fa

      guarda anche io credo che il grosso della debolezza sportiva attuale lo fa MAZZARRI non ce dubbio ha fatto tto il contrario della campagna acquisti fatta dalla societa’! credo che cairo non sia capace nello scegliere i tecnici ..in poche parole non ci capisce un c—o poi xro a gennaio come al solito ci ritroviamo una squadra un po cosi.. allora devi metterci una pezza cavolo..CAIRO è invece colpevole per quanto riguarda la gestione del fila(porte chiuse) robaldo? stadio olimpico? potenziamento societario con figure granata che possano anche sostituirlo ed avere deleghe…è PERTANTO DOVEROSO CHE LA SOCIETA’ SI METTA IN MOTO PER CERCARE UN VALIDO TECNICO PER LA STAGIONE 19-20 gasperini non credo voglia confondersi con una situazione simile..ma gianpaolo potrbbe essere tentato di venire al toro mi pare un’allenatore via di mezzo tra mazzarri e mihailovic

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LeoJunior - 8 mesi fa

    tutto vero ma è un’analisi incompleta. Giuste le considerazioni di Marcocalzolari qui sotto e aggiungo che la famiglia possiede anche il Granada e soprattutto nel frattempo si è ristrutturato uno stadio di proprietà. Appunto in una realtà da 100.000 abitanti e un numero di tifosi molto limitato.
    Quindi stanno perdendo terreno rispetto agli anni d’oro ma qualche cosa hanno fatto.
    PS Io abito a 70 km da Udine e comunque Pozzo è stato spesso criticato, anche quando andava in CL !! vizio italico …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 8 mesi fa

      Granada dimesso nel 2016

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rza78 - 8 mesi fa

    20 anni di gestione, tanti anni di B e una sola volta in europa (non guadagnata sul campo). Il paragone corretto non è con l’udinese ma al limite con il sassuolo che se non altro diverte i propri tifosi con un bel calcio cosa che da noi non si vede dai tempi di pulici e graziani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 8 mesi fa

      Con qualche intermezzo ai tempi di Borsano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawda - 8 mesi fa

    Credo che il paragone con l’Udinese sia sbagliato sotto molti punti di vista ed il piu’ macroscopico e’ quello dei risultati sportivi, visto che i friulani si sono piazzati in classifica dove il Torino di Cairo non e’ arrivato nemmeno nei sogni. Detto questo che limita qualsiasi paragone si voglia fare, se si intende per modello Udinese quello di fare plusvalenze anche qui a mio parere si prende un grosso abbaglio: i friulani sono costretti a fare plusvalenze per riuscire a fare pari, significa che se si prende solo la gestione ordinaria senza il player trading questa e’ in rosso; diversa e’ invece la situazione del Torino che ha una gestione ordinaria sostanzialmente in equilibrio, grazie ad entrate decisamente superiori. Fa poi sorridere paragonare una realta’ come Udine, che non arriva a 100k abitanti, con Torino che ne fa quasi dieci volte tanti; sono due bacini di utenza chiaramente diversi. Infine una considerazione esclusivamente da tifoso: e’ veramente stucchevole leggere di acquisti come scommesse, io ritengo che una societa’ dovrebbe acquistare i giocatori che le sono necessari, quelli che dovrebbero coprire eventuali carenze od essere dei miglioramenti della rosa. Perche’ presentati come avviene spesso, da piu’ l’impressione di operazioni speculative, che guardano solo la possibile rivalutazione per una futura vendita; e’ chiaro che una gestione di questo tipo puo’ portare anche degli ottimi risultati economici ma molto difficilmente portera’ risultati sportivi ed il campo in tutti questi anni lo ha detto in modo estremamente chiaro. Poi ovviamente sarebbe essenziale sapere quali sono gli obiettivi che la societa’ si prefigge di raggiungere anche se la gestione di questi 14 anni e’ indicativa di quelle che sono le priorita’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gigì - 8 mesi fa

      L’obiettivo è l’8’/9′ posto. C’è stato un problema, un anno, con Sinisa, che non parla neanche bene l’italiano, ma è quello l’obiettivo. E’ un obiettivo raffinato e quasi erotico. Mi meraviglio che uno uomo fine come te non abbia colto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. marcocalzolari - 8 mesi fa

    Articolo inutile e riassumibile in due frasi.

    L’Udinese non è più il core business dei Pozzo, adesso è il Watford, che ogni anno riceve 120 milioni di diritti televisivi, più di quanto percepisce in Italia la Rubentus.

    E l’Udinese prima arrivava in anticipo usando lo scouting video e conoscenze locali, ma ora con internet, tutti possono vedere le partite della seconda divisione cilena.

    Le plusvalenze sono ancora importanti, come dimostra l’Atalanta, che però reinveste nel centro sportivo, pieno di campi e dove si allenano tutte le squadre atalantine e nello stadio.

    Invece, al Toro, la Primavera e la prima squadra condividono due campi al Filadelfia, e il settore giovanile è dimenticato e sparso qua e là.
    Questa è la vera vergogna del nostro Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 8 mesi fa

      Ottimo post. Aggiungo che l’Atalanta è in anticipo su tutto, dall’organizzazione, al settore medico, a quello di rieducazione fisio. Di fare qualcosa di simile è stato proposto anche al Torino (perdon, alla società di Cairo) indovinate quale è stata la risposta?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dattero - 8 mesi fa

    leggere cairo tifoso mette tanta tenerezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Fabry - 8 mesi fa

    Sono di Bologna ma tifo Toro da una vita,mi tengo stretto Cairo che è un vero tifoso piuttosto che Cinesi,a bologna pareva arrivato il riccone americano Saputo ma guarda dove è il Bologna e chi hanno chiamato a salvarlo,Udinese chi troppo stroppia sono d’accordo,l’Atalanta ha Gasperini che insegna a giocare a calcio ma se lo prendeva il Toro era un gobbo e quindi non avrebbe avuto vita facile col tifo,pare che Cairo ci era andato molto vicino.Ora il Toro ha raggiunto una certa stabilità e da quando Cairo ha allungato il braccino comprando giocatori da 10 milioni e alzando tetto ingaggi si pensava di fare il salto vedi Europa ma non è sempre così,ultimamente si sono prese diverse cantonate Niang 15 Lyanco 7 sempre rotto dopo un tempo a Bologna pare si sia già rotto per un mese,Bremer 7 oggetto sconosciuto.
    Non è facile azzeccare quelli giusti ma all’Atalanta ultimamente ci riescono ma sarà merito di Gasperini forse se lo avesse preso Cairo che sarebbe successo.Avanti con Cairo e grazie di esserci,quei tifosi a qui non va bene niente si meriterebbero dei cinesi qualunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 8 mesi fa

      Voi invece vi meritate questo braccino e di fare figure di merda su ogni campo d’Italia. E intanto per il 14 esimo anno anche stavolta ve lo prendete dove ve lo meritate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tor zone - 8 mesi fa

        Voi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. rza78 - 8 mesi fa

      ma ti prego….cairo è tifoso solo di sé stesso e dei soldi. Gasperini ha misurato le ambizioni di cairo e se ne è andato a bergamo (a bergamo, non a roma o napoli). idem immobile ecc ecc . la società non ha ambizioni sportive e questo viene trasmesso a squadra e allenatore. neanche Mandrake in panchina cambierebbe le cose

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dattero - 8 mesi fa

    Granata,tengo conto di quanto hai detto,sai bene che mai ho ritenuto di avere la sapienza incorporata,difatti ho scritto che mi han fatto presente,.non che so chiedero’ lumi,un caro saluto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 8 mesi fa

      @dattero, nulla di personale eh, nessuna difesa a nessuno, solo una precisazione su una fandonia che darebbe sponda a chi vuole vedere solo rosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. tripppo - 8 mesi fa

    Mi dispiace dover ammettere che molti tifosi hanno ragione, il nostro Presidente da buon imprenditore e non da Presidente da squadra di calcio ha il solo interesse delle plusvalenze e dei guadagni immediati sul cercare di creare una squadra competitiva.
    Doverla creare impone tenere determinati giocatori, cercare gli elementi che vadano ad integrare quelle mancanze tecniche che si possono creare nell’andamento di un campionato ma tutto ciò vuol dire meno guadagni e più spese e questo non è nelle sue corde
    Mi dispiace, credevo avessimo trovato un presidente tifoso ( Pianelli) invece l’unica persona che voleva un Toro vincente forse era la mamma.
    Purtroppo siamo destinati a soffrire, è la nostra scelta, amando il Toro, sempre con la speranza che arrivino Presidenti e momenti migliori.
    In ogni caso sempre FORZA VECCHIO CUORE GRANATA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. dattero - 8 mesi fa

    non so se il dr cairo sia piu o meno mafioso,so che è meravigliosamente inserito nel sistema e che collabora attivamente al prosperare della real casa strisciata.
    anni fa mi han fatto presente che gestiva,e gestisce attualmente,tutta la pubblicita del loro latrinorum,ehm loro stadio,poi LA7,ma,classico,è RCS l’eclatanza,ove boiardi di stato con i loro uomini e mezzi non son riusciti nell’impresa,vedono uno in 6 mesi che fa bingo,chissa spinto da chissa chi che ha sbaragliato la concorrenza nel campo editoriale..dicono sia una societa di torino con sede fiscale in olanda..dicono
    Riguardo l’udinese,giusti parecchi ragionamenti,sia positivi che negativi,hanno molta logica.
    Aggiungo solo che,anni fa,eran solo loro che lavoravano con un certo metodo in un contesto,poi son stati copiati e superati da societa piu facoltose,quindi han trovato margini piu ristretti e li si son arenati parecchio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 8 mesi fa

      Buongiorno @dattero, scusa ma che Cairo non sia affezionato al Toro va bene, che sia un affarista, ok, che conti balle, che pensi solo a se va bene, va tutto bene. Tutti gli insulti del mondo, ok ma scrivere una cazzata come la tua e che tanti riportano,no, quando basta una semplice ricerca su internet. La pubblicità a Venaria è in mano a Lagardère Sports and Entertainment S.A.S.U. I tappetini, cioè i banner a bordo campo , sono gestiti, per convenzione , dalla Lega calcio. Motivo questo di dissidio da parte di monociglio e de Laurentiis in primis. Cairo sarà un lestofante ma non ha a che fare con quel business.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. tric - 8 mesi fa

    Il mondo del calcio (e non solo) funziona così: un po’ si sale ed un po’ si scende. Adesso abbiamo la legione straniera dell’Atalanta. Contro il Cagliari non un italiano in campo. Quante lingue conosce Gasperini?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Gigì - 8 mesi fa

    Poi volevo raccontarvi una cosa un po’ privata, ma chi vuole leggere può andare avanti lo stesso, che non è niente di che. Mi è capitata una cosa molto inquietante qualche hanno fa. Ho messo in affitto la mia casa (perché dovevo trasferirmi in un’altra città.). Non è una gran casa, ma tant’è. E’ stato inquietante, perché ho notato una cosa: dal giorno che ho parlato con l’agenzia immobiliare e dal giorno che, quindi, lei ha messo il cartello “AFFITTASI”, ho notato che, da quel giorno, c’è stata un’impennata di persone che voleva venire in affitto a casa mia. Voglio dire, mi spiego: un’impennata rispetto a prima del cartello/decisine di affittare. La cosa mi ha un po’ turbato, ma non ci ho fatto caso: tanto più che mi faceva comodo, in effetti, un affittuario: magari uno squattrinato, che non ho una gran casa, ma tutto sommato mi è passato quel senso di stranezza e stupore e inquietudine che mi era saltato addosso dopo quello strano curioso fatto del cartello/volontà.

    Scusate se ho intrattenuto il tifoso granata, affaccendato in altro, con cose private. Che dire del modello Udinese: magari è gente che vuole fallire. Oppure pensano che li compriamo noi. La compri tu l’Udinese? non so. Non è una grande città, ma magari ci si può sempre provare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

    Il declino dei friulani è iniziato da quando la proprietà ha acquistato il Watford e ha spostato in Inghilterra i suoi investimenti.
    Ignorare questo è travisare la realtà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      Infatti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 8 mesi fa

      Fino al 2016 avevano anche il Granada in Spagna

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Willbull75 - 8 mesi fa

    L’udinese dal 96 a oggi ha partecipato a 3 champions e 11 coppa uefa, così che il toro non potrà avere un declino simile in quanto non ha avuto neanche un picco tale. Quindi nessuna preoccupazione rimaniamo a questi livelli che non cambi niente ancora vinciamo qualcosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

    il fondo Blackstone chiede a Cairo 100 milioni altro che comprare giocatori, accontentatevi!

    leggete qui: toro.it/toro/primo-piano/blackstone-contro-cairo-e-rcs-a-new-york-il-fondo-chiede-i-danni/1106335/

    e qui:
    dagospia.com/rubrica-4/business/pietra-nera-cairo-blackstone-urbanetto-39-39-rischia-189807.htm

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      Cairo non sta mettendo soldi da anni, non serviva certo il fondo blackstone per dargli un alibi. E comunque si tratta di società diverse

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 8 mesi fa

      E cosa centra tutto questo col toro? Assolutamente niente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Torello_621 - 8 mesi fa

      Mistifichi la realtà. Cairo ha denunciato il fondo blackstone per l’acquisto della sede storica di RCS a un prezzo sottovalutato approfittando della situazione finanziaria della società ante governance di Cairo. Per tali motivi Cairo ha richiesto di bloccare la successiva cessione dell’immobile ad Allianz (Sì, proprio quella delle merde) a oltre il doppio del prezzo di acquisto (ti risulta che il valore degli immobili sia raddoppiato negli ultimi due anni?).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

    @GRIDO qui trovi proprio quello che hai detto
    non e’ un virus non ti preoccupare:
    copia e in colla sul browser e dai enter, ciao:

    scontent.fyvr4-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/51381365_995657517300110_6320288776883011584_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_ht=scontent.fyvr4-1.fna&oh=0a8f6f43e560e49ae0f8485491bac52b&oe=5CF4DEAF

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Gigì - 8 mesi fa

    Qui si parla di modello Udinese. Ma non è paragonabile al modello Toro, perché c’è il ricatto del fallimento, per cui ogni chiacchera viene spenta sul nascere dal ricatto che paventa il fallimento. E’ come un bambino che è nato, però deve smettere di chiedere ogni cosa, dal cibo, ai vestiti eleganti per la “fidanzatina” delle elementari. Non c’è modello Udinese senza che si passi da qualcosa che è il ricatto: “tu non vorrai mica Cimminelli, vero?” Il peccato originale del possibile fallimento blocca ogni iniziativa che possa portare il nostro presidente ad alzare il tetto dell’asticella del suo “capannone di lavorazione” Toro. E’ per questo che le due figure non sono accostabili mai.

    Ancora ieri leggevo che molti dicono ancora così. “Vi ricordate Cimminelli?” eccetera. O “il calcio è cambiato”. Cimminelli non è stato all’Atalanta, per nostra sfortuna. E qui sta la differenza. e anche il “calcio nuovo/cambiato”, pare, che sono fortunati, non è passato da Bergamo. A volta la sfortuna del Toro prosegue all’infinito per una specie di carambola che ci perseguita e non smette mai. Come se fosse stato un anno in B il problema. O il rischio di ritrovare il senso del calcio ripartendo da una serie ancora minore. Questi conti che non quadrano, questi fallimenti che riportano giù in C la squadra. Come se noi, che abbiamo 50, 60anni ci potessimo accorgere veramente della differenza; come se il prodotto Serie A ci entusiasmasse, coi suoi Caressa e Bergomi, coi suoi spot sulla Champions. Come se fossimo ancora lì con quell’eterno spot, ad essere schiavi di non si sa chi.

    Allora, modello Udinese, come si dice oggi: spostati, arriviamo noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

      ciao gigi’ grazie della chiacchierata oggi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gigì - 8 mesi fa

        😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

      biogna accontantarsi caro Gigi’ che tra un po il nostro padrone avra’ da sborsare 100 milioni che una ditta che inizia per Black…. gli chiede..
      ecco perche’ non si fanno acquisti e ci cerca di non andare in Europa League perche’ poi bisogna spendere…non capisci 🙂
      Ecco perche’ la rosa corta. C’e’ da vedere se la cosa travolgera’ il padrone o no…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gigì - 8 mesi fa

        ma allora sarà un buco nero, se comincia per “black”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. apuano - 8 mesi fa

    L italia non e’ l inghilterra e nemmeno gli stati uniti d america dove possono permettersi di avere societa’ sportive che possono avere introiti da capogiro.in italia ci deve essere una sola societa’ dove attrare tutti i guadagni …la spagna ne ha due per problemi storici e politici ma se si va a vedere francia da da poco ne ha una sola e germania anche.una societa’ come la nostra in un concetto di buisness moderno va a cozzare con gli interessi e le spartizioni degli introiti sopratutto nella stessa citta’ dichiaratamente di colore granata.meglio un Milan o Inter una a tantum od un Napoli sempre secondo che comunque con un bacino di utenza mondiale invidiabile.Una rinascita del Toro porterebbe via molti profitti ed eventuali nuovi tifosi in tutta Italia e non solo per la simpatia la storia e il blasone…Operazione da evitare con ogni mezzo.Un Toro ai vertici per cinque anni sono soldi perduti per l elite calcistica italiana odierna.che non guarda ai risultati in campo mondiale del nostro movimento in decadenza.ma guarda a mantenere lo status quo….poi magari una champions si vincera’ prima o poi.il caso di Ventura in Nazionale e l ostracismo che ha avuto da i soliti (giocatori e non solo) noti e’ la dimostrazione di quanto detto.Una cigliegina sulla torta.Non credo tutte le colpe siano di Ventura.il suo successore e’ famoso per non convocare giocatori graditi.riporto il caso di Marco Rossi del genoa che dopo aver messo in mora la fiorentina di cecchi gori nella gestione mancini nonostante a parer mio sia stato uno dei migliori esterni dei primi anni 2000 dopo essere stato sino al 2002 u pilastro dell under 21 vincente a livello mondiale e’ stato ostracizzato e dovette ripartire dalla C con il genoa che poi fu la sua piccola fortuna di vita.risali’ la china e ne divenne il capitano oramai storico.ma questo giocatore avrebbe meritato non dico di piu’ del glorioso genoa ma di piu’ a livello nazionale….mai piu’ chiamato.ha avuto coraggio a denunciare strani equlibri ed ha pagato pegno.Un altro e’ il nostro per me rimpianto Luca Bucci….fervente antijuventino….portiere ottimo e persona onesta.dopo i fasti del parma gli hanni travagliati con noi ma sempre presente e la fine cariera si trova a fare il preparatore a bologna.non che sia un brutto lavoro ma visto le coppe vinte essendo un vice campione mondiale meriterebbe piu’ visibilita’ad esempio di quel nonsense di tacconi.ma forse a lui con la sua umilta’ e serietezza sta bene cosi’.uno che lo schifo del calcio non lo ha mai mandato a dire uno dei pochi ad averci messo la faccia a parma.Per risorgere non abbiamo solo bisogno di giocatori ma di una rivoluzione societaria non mandando via chi gia’ fa un buon lavoro ma inserendo elementi come Bucci,Marco Rossi(anche se genoano),e altri uomini che non hanno avuto paura di parlare costi cio’ che costi.gente tosta….gente da toro con ideali da toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      In spagna c è anche l atletico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. apuano - 8 mesi fa

    Il toro dovrebbe puntare a livello economico anche sul blasone….Non voglio stare qui’ a rivangare le gesta del passato o a ribadire il record d’incassi nei vecchi stadi torinesi ma se abbiamo un presidente maestro di marketing non riesco a capire come non possa sfruttare il materiale UMANO che ha.ci riesce il cazzone di lotito ad avere buoni risultati non capisco come non possa farlo Cairo.La risposta che ho nella testa e’ che per ora non e’ abbastanza mafioso e non ha abbastanza soldi per combattere il sistema altre ragioni non ne trovo.Un saluto e ai prossimi record di cartellini,record di sfighe e record di episodi negativi.Ripeto se lassu’ qualcuno ci ama….quaggiu’ qualcuno ci odia e conta molto.una nostra vera rinascita toglierebbe appeal soldi e prestigio ad una nostra controparte storica.un toro come negli anni settanta decimerebbe il mercato dei quotati in borsa.toglierebbe una valanga di soldi alla cupola bianconera.pensate nelle scuole elementari mezza classe ha zaino diario e quaderni JJ.come possiamo fare a ribaltare questa situazione?.Difficile insegnare ai nostri figli determinate cose e ritrovarsi in una societa’ di JJ.Ben venga l atalanta la lazio la samp o la fiorentina ma il Toro non deve rialzare la testa…..questi sono i nostri tempi…..senza torti si potrebbe avere almeno 4 punti in piu’ percio lottare per la champions e magari a questo punto sia Cairo che qualche ottimo giocatore poteva decidere di venire a gennaio.senza sicurezze ne introiti ne l uno ne l altro non hanno avuto convenienza nell accettare il progetto.si puo’ contestare a cairo il fatto di non aver preso un giocatore (costoso) per fare la differenza ma poi si sarebbero ottenuti i risultati sperati?????La mia vera incazzatura del 2018-19 e’ ancora con un altro derby rubato e arbitraggi quanto meno discutibili.a questo punto rimpiango le mazzate di Policano Bruno e Glick.Farei di ogni derby una corrida dove ogni giocatore bianconero possa rischiare fisicamente la carriera contro di noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. apuano - 8 mesi fa

      Le rivoluzioni si possono anche combattere a calci…se uno si rompe pazienza sarebbe il male minore.ingustizia c’e stata palese. farla noi sarebbe terrorimo o holligans.ma se il toro prendesse fisicamente a calci la juve non sarebbe una partita di calcio ma una rivolta e chissa’ che dalla domrnica seguente in ogni stadio accada la medesima cosa.stile SPAL toro basterebbe anche se li di calci non e’ ho visti ho visto nuove regole che ad ogni contatto e’ giallo stile calcetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Il mio Toro - 8 mesi fa

    il problema è proprio li……il sito si dovrebbe chiamare Cairese News e non Toronews…..e tu rappresenti benissimo il tuo presiniente. Fate Furb

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Tor zone - 8 mesi fa

    Paragone assolutamente inconsistente.
    Il Toro non è affatto in declino, semplicemente sono due anni che riesce a crescere se non per il monte ingaggi, che se non sbaglio è il settimo in Italia.
    Se facesse classifica questo saremmo in Europa, ma bisognerà dare il 200% per raggiungere l’obiettivo.
    Il declino dell’udinese si chiama Watford che ben si comporta in premier

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 8 mesi fa

      200% di cosa, di impegno?
      Di investimenti?
      Di che?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROHM - 8 mesi fa

      Giusto .
      Spendere si è speso e pure bene.È l’anno scorso che abbiamo speso e pure male e ciò è andato di riflesso sul mercato successivo.Oggi non puoi sbagliare troppi acquisti o rischi.Niang ne è l’esempio lampante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MOLTO POCO ACCONTENTISTA - 8 mesi fa

        ti ho letto anche da altre parti che sostieni una cosa simile. Ma se invece fosse solo che Mazzarri non fa rendere i giocatori come dovrebbe? Vedi per esempio Soriano era uomo partita sky domenica. Da noi una schifezza. Non dico che sia tutto come dico io ma ho paura che ci sia molto di Mazzarri nei nostri fallimenti di quest’anno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

          devi accontentarti invece! Accontentati!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. MOLTO POCO ACCONTENTISTA - 8 mesi fa

      il nostro problema piu’ immanente e’ l’allenatore… lo vediamo tutti che non c’e’ uno straccio di gioco. Poi dopo un paio di mesi con un’altro vedrei se i vari giocatori facevano poi cosi’ schifo oppure no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. ellelibo_669 - 8 mesi fa

    magari… l’udinese nel 2005/2006 ha partecipato ai gironi di Champions col Barcellona.. altre due volte sono stati eliminati solo all’ultimo turno preliminare… ora faticano.. ma come gia’ evidenziato hanno dato priorità allo stadio di proprieta’… magari li avessimo presi amodello…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. fabrizio - 8 mesi fa

    almeno loro la champions l’hanno giocata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. alexku65 - 8 mesi fa

    I Pozzo gestiscono due squadre e hanno uno stadio di proprietà bellissimo. Diciamo che nel declino hanno dimostrato e dimostrano più brillantezza dell’opacissimo Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. grido - 8 mesi fa

    andate a cagare se la chiami Cairese perche tifi e scrivi sul blog de Toro potresti fare il tifo per la Juve ad esempio o comprare te ilToro e fare meglio dei dirigenti attuali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MOLTO POCO ACCONTENTISTA - 8 mesi fa

      siete in grado di trovare altre risposte oltre alle solite due: 1)Compralo tu il Toro o 2)sei un gobbo?
      ragazzi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MOLTO POCO ACCONTENTISTA - 8 mesi fa

      tu devi essere Pepe solo lui scrive cosi’ ahhaah infatti anche lui e’ dalla vostra parte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

      @GRIDO qui trovi proprio quello che hai detto
      non e’ un virus non ti preoccupare:
      copia e in colla sul browser e dai enter, ciao:

      scontent.fyvr4-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/51381365_995657517300110_6320288776883011584_n.jpg?_nc_cat=100&_nc_ht=scontent.fyvr4-1.fna&oh=0a8f6f43e560e49ae0f8485491bac52b&oe=5CF4DEAF

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. prawn - 8 mesi fa

    Ottimo paragone, piu’ di una volta ho detto che il Toro di Cairo (la Cairese) e’ sempre piu’ simile all’Udinese

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. ddavide69 - 8 mesi fa

    Loro sono in declino. Noi nin siamo mai partiti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ACCONTENTISTA BUONISTA & PERDONISTA - 8 mesi fa

      dovresti accontentarti invece, accontentati!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy