Dalle critiche ad un periodo da leader: Torino, per Baselli è una sosta a testa alta

Dalle critiche ad un periodo da leader: Torino, per Baselli è una sosta a testa alta

Focus On / Quarto gol stagionale per il bresciano, che può permettersi di bacchettare il gruppo

di Redazione Toro News

L’unico a salvarsi e a non commettere errori, l’unico ad avere dimostrato con i fatti la voglia di vincere. A provare a scuotere il Torino dal suo torpore contro il Parma è stato Daniele Baselli. Il migliore dei suoi in una giornata del tutto negativa, e non solo per il gol realizzato. Un gran destro, insaccato con decisione e prepotenza, emblema della voglia del centrocampista bresciano di trascinare i compagni. Il terzo centro in dodici partite di campionato, il quarto stagionale aggiungendoci la perla in Coppa Italia, ad agosto contro il Cosenza: Baselli è sulla strada giusta per raggiungere e superare il record personale di sei gol in una stagione granata, realizzato nel 2016/2017. Ma contro il Parma, di buono non c’è stato solo il gol: Baselli è stato il granata più combattivo ma allo stesso tempo quello che ha sbagliato meno (84% di passaggi azzeccati).

CONTINUITA‘ – Alquanto singolare è il fatto che, nel contesto di un Torino davvero scialbo, sia stato proprio Baselli l’unico a salvarsi in quanto a tono agonistico ed atteggiamento. Sono lontani i tempi in cui Sinisa Mihajlovic lo accusava pubblicamente di non avere gli attributi e sembrano distanti anni luce anche gli ingenerosi fischi di un mese fa, che lo spinsero ad esultare polemicamente dopo il gol al Frosinone. Dopo quell’accaduto, la reazione di Baselli è stata molto positiva. Basti dire che, appunto, i tre gol sono tutti arrivati nelle ultime cinque partite. Un ruolino di marcia importante: Baselli sta trovando continuità, quello che gli si chiedeva da tempo. E si comporta da leader, tanto da poter permettersi di presentarsi davanti alle telecamere e bacchettare tutto il Toro: “Quando è il momento di fare il salto di qualità lo manchiamo sempre”, ha detto a Torino Channel.

NAZIONALE NEGATA – Nel 3-4-2-1 ha ricoperto la posizione di interno di centrocampo dopo essersi cimentato da trequartista per diverse partite, Baselli: perchè finalmente sta mettendo a frutto le doti organiche e tecniche che ha nelle corde. Dopo la sosta, sarà uno dei punti fermi da cui ripartire. E pazienza se quella Nazionale che ha assaggiato lo scorso giugno gli è stata negata, forse ingiustamente, anche in questa finestra internazionale. Una convocazione non sarebbe certo stata uno scandalo già oggi, questo è certo. Baselli ne approfitterà per staccare la spina e ricaricare le pile, lavorando al Filadelfia con i compagni per superare la batosta di sabato scorso.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Max63 - 8 mesi fa

    Penso che Badelli sia uno dei problemi del Torino. Manca di fisico, se si alzano i ritmi viaggia con due azioni di ritardo e commette errori importanti durante la partita.
    Cosa ha Lukic in meno per cui non gli si concede qualche partita?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marcohelg_385 - 8 mesi fa

    incredinile baselli a testa alta!! sti cazzi………….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pimpa - 8 mesi fa

    Cosa ci vogliamo aspettare dalla squadra quando chi dovrebbe dare giudizi obbiettivi parla, a proposito di Baselli, di leader, di continuità o di testa alta?
    C’è più malafede o più incompetenza?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy