De Biasi ‘Abbiamo toccato il cielo con un dito’

De Biasi ‘Abbiamo toccato il cielo con un dito’

Il più emozionato di tutti, così appare in sala stampa, è Gianni De Biasi, serio, compito, che porterà tante soddisfazioni perché ama soprattutto giocare a viso aperto senza tanti tatticismi ‘La partita era difficile per il poco tempo che abbiamo avuto a disposizione per fare la preparazione. Brava la squadra che ha combattuto fino alla fine, nonostante che qualcuno avesse qualche problema fisico…

di Redazione Toro News

Il più emozionato di tutti, così appare in sala stampa, è Gianni De Biasi, serio, compito, che porterà tante soddisfazioni perché ama soprattutto giocare a viso aperto senza tanti tatticismi ‘La partita era difficile per il poco tempo che abbiamo avuto a disposizione per fare la preparazione. Brava la squadra che ha combattuto fino alla fine, nonostante che qualcuno avesse qualche problema fisico sul finire della partita. Nel secondo tempo abbiamo avuto più opportunità che nel primo, mi spiace solo di non essere stati capaci di chiudere la gara per evitare qualche tensione di troppo nel finale. In alcuni frangenti abbiamo avuto poca lucidità‘.

Dopo l’analisi della partita De Biasi si sofferma sulla splendida atmosfera del Delle Alpi ‘Mi sento di dire che abbiamo toccato il cielo con un dito per il calore della gente. Ho provato un’emozione da brividi. Questo ci porta anche ad essere preoccupati di non essere all’altezza della situazione‘.

Si sente di fare delle pagelle tra i suoi giocatori? ‘Le ho tutte nella mia testa, ma non le dico, le tengo per me. Posso solo dire che ci sono tanti giocatori da Toro‘.

Il primo calciatore a presentarsi in sala stampa è l’autore del gol partita, Enrico Fantini. La rete era regolare o meno? ‘Per me lo era, ma se anche non fosse direi la stessa cosa‘ ironizza l’attaccante cuneese ‘Non segno molti gol, ma quando li faccio sono spesso determinanti‘ aggiunge Enrico che poi si sofferma sull’entusiasmo dei tifosi ‘Ho avuto un’ottima impressione, sembrava di essere ad una festa, un pubblico spettacolare‘.

Sulla partita dice ‘La considero una prestazione positiva e di carattere, osservando che sono arrivati giocatori solo venerdì sera. Nonostante tutto abbiamo subito trovato una buona intesa, ma avevo già notato segnali positivi in settimana. Cairo ci ha dato grande carica e ha fatto ottimi acquisti. Possiamo fare certamente bene‘.

Riguardo al saluto della squadra alla Maratona ‘Abbiamo creato emozione e per questo ci hanno chiamato sotto la curva per festeggiare. Comunque ci saremmo andati ugualmente. Credo che tutti assieme possiamo arrivare in alto‘.

C’è tempo anche per due battute con il mister dell’AlbinoLeffe Esposito, cresciuto nelle giovanili granata ‘Per il Toro è stata una giornata importante. Mi è rimasto il dubbio sul gol, non sono certo che fosse valido, difficile stabilire se la palla era del tutto entrata, purtroppo non abbiamo ancora i mezzi tecnologici che ci permettano una verifica immediata. La gara tutto sommato è stata equilibrata. Il Toro è ancora in via di formazione, ma c’è già un gruppo che possiamo chiamare storico, sono i giocatori che ha voluto De Biasi, che conosce bene. C’è comunque qualità nel Toro e il pubblico darà loro una mano. Da ex granata ho esordito al Comunale, giocando poi la mia ultima partita al Delle Alpi, mi fermo qui nei ricordi, non vorrei essere retorico perché poi c’è sempre qualcuno che ne abusa. Adesso alleno l’AlbinoLeffe e devo pensare solo alla mia squadra‘.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy