De Zerbi presenta Torino-Sassuolo: “Granata una squadra costruita per le coppe internazionali”

Conferenza stampa / Il tecnico dei neroverdi presenta il lunch match di domenica

di Redazione Toro News
De Zerbi, tecnico del Sassuolo

Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, presenta il lunch match di domenica contro il Torino in conferenza stampa.

Sulla partita di domani: “Sarà una bella partita, contro una squadra forte. Noi cercheremo di fare bene sia come prestazione che come risultato, ci teniamo molto. E’ una partita che può dare risposte importanti, come le altre che abbiamo fatto, ci teniamo a chiudere in una posizione prestigiosa. Il Torino sarà affamato, perché vede un traguardo importante, è una squadra costruita per giocare le coppe internazionali, conosciamo il suo valore. Andare in uno stadio importante, contro una squadra forte che si sta giocando un obiettivo dà motivazioni anche a noi. Fermo restando che anche noi abbiamo un obiettivo: il decimo posto.  Da qui si vedranno i giocatori con mentalità importanti, quelli che tengono sempre acceso l’interruttore“.

Sulla stagione e sulla possibile piazzamento finale: “Il piazzamento a fine anno dipende anche dal calendario, da che squadre si incontrano alla fine: affrontare ora la Juventus o l’Atalanta è diverso. Noi siamo arrivati per primi al nostro traguardo  rispetto alle squadre che ci seguono“.

Sulla formazione anti-Torino: “Saranno tutti disponibili tranne Marlo, che non lo abbiamo recuperato. Locatelli non giocherà perché avuto un inizio di settimana complicato, mentre Adjapong non è pronto per partire dal primo minuto. Giocherà, comunque, la squadra che riterrò migliore. Da noi possono giocare tutti tiolari e lo hanno fatto quasi tutti, a parte alcuni purtroppo. Tutti hanno avuto le loro opportunità, alcuni le hanno sfruttate meglio di altri per diverse ragioni. Domani giocherà la squadra migliore possibile, una squadra che sulla carta può fare bene a Torino, poi non è detto che faremo risultato“.

Su Izzo, in estate accostato anche al Sassuolo: “E’ un giocatore importante. Chiaro che se lo chiama il Torino, che è una piazza importante e con determinati obiettivi, ci sta che scelga loro. E’ un giocatore forte, ma io sono contento dei giocatori che ho allenato quest’anno“.

Sul sesto anno in A del Sassuolo: “Il Sassuolo è fortunato ad avere la proprietà che ha. La famiglia Squinzi ha costruito una cosa importante in una piazza piccola, questo spiega la loro forza. Stiamo crescendo come squadra e  come impianti. Adesso diventa tutto più difficile, perché dopo sei anni di salvezza bisogna fare uno step in più. Secondo me possiamo farlo. Noi stiamo cercando di bruciare le tappe, di crescere in modo serio

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 2 anni fa

    A Roma sanno di avere l’acqua alla gola fra un po…e devono mettere a tacere i tifosi con notizie immaginarie. Dove li prendono i soldi x avere Sirigu e N’Koulou.?.Cairo mica uno sprovveduto . Sono il nostro tesoretto. Anzi speriamo veramente che stiano con noi e ritocchi pure il loro stipendio come a tanti altri. Purtroppo da ora e x tutto l’estate ne sentiremo da mangiarci il fegato. Lo so già….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alrom4_8385196 - 2 anni fa

    Forse nei prossimi giorni o settimane le cose cambieranno ma ora credo più a ciò che ha detto Cairo (che vuole trattenere tutti i migliori ) che non ciò che scrive un giornale di Roma . Nella capitale stanno raccogliendo le briciole rispetto a ciò che si attendevano quest’anno e bisogna tenere buoni i tifosi i quali , col solo Petrachi , non è che si entusiasmino molto. Un po’ come succede sotto la Mole dove la squadra di Venaria dopo la scoppola Aiax , stando al quotidiano sportivo di Torino , compra un fenomeno al giorno .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ProfondoGranata - 2 anni fa

    ULTIME CALCIOMERCATO ROMA – Petrachi non viene ancora liberato da Cairo e la Roma sarà costretta a trattare con i granata per riuscire ad assicurarsi il direttore sportivo.
    Un modo per sbloccare l’affare, scrive l’edizione odierna de “Il Tempo”, sarebbe quella di intavolare una trattativa per un giocatore del Toro come “indennizzo” per la partenza di Petrachi.
    I due calciatori che interessano alla Roma sono il difensore Nkoulou e il portiere Sirigu, due giocatori che farebbero molto comodo alla squadra giallorossa e che Petrachi gradirebbe portare con sé a Trigoria.
    Fonte: Il Tempo

    Ma chi le inventa ‘ste bufale?!
    Cairo ha detto chiaramente che vuole tenere tutti i big.
    E poi forse quest’anno la Roma manco va in EL e noi si…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ProfondoGranata - 2 anni fa

    Ma cos’è sta bufala che gira nei forum romani che per far uscire Petrachi la Roma deve comprare Sirigu e Nkoulu?!
    Sono diventati tutti scemi?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy