Ecco il Crotone

Quello di Crotone, per tradizione, è uno dei campi più caldi della serie B. E sabato per il match tra i calabresi ed il Toro lo sarà ancora di più. Il caso Gabionetta ha, infatti, infiammato società e tifoseria e per i granata si prevede un’accoglienza tutt’altro che amichevole. Per sapere le ultime da Crotone abbiamo interpellato il gentilissimo collega Vincenzo Vellone, giornalista…

di Redazione Toro News

Quello di Crotone, per tradizione, è uno dei campi più caldi della serie B. E sabato per il match tra i calabresi ed il Toro lo sarà ancora di più. Il caso Gabionetta ha, infatti, infiammato società e tifoseria e per i granata si prevede un’accoglienza tutt’altro che amichevole. Per sapere le ultime da Crotone abbiamo interpellato il gentilissimo collega Vincenzo Vellone, giornalista del settimanale “Il Rossoblù”. Inevitabile cominciare dall’argomento più spinoso, quello relativo a Gabionetta. “Il giocatore si è sicuramente comportato male, non ha rispettato il Crotone e la società è molto arrabbiata con lui. Ora c’è in atto una denuncia alla Procura Federale e siamo in attesa di capire quale sarà la risposta. Quello che penso io è che sia Torino che Crotone hanno ragione, ma anche torto. Comunque, entro il 31 gennaio, giorno della chiusura del mercato, credo ne sapremo qualcosa in più”.

Nella giornata di ieri sono arrivate anche le dichiarazioni pesanti del patron calabrese Vrenna che ha definito scorretto il modus operandi del Torino e rincarato poi la dose: “Ci aspettavamo di essere almeno chiamati in causa da una società del calibro del Torino, invece non è avvenuto nulla di tutto ciò. Ora aspettiamo fiduciosi il verdetto della Procura Federale”. Il discorso si è poi spostato sul piano del calcio giocato: “Sarà una partita molto, molto difficile per il Crotone. Troveremo, infatti, di fronte Franco Lerda che conosce l’ambiente e molti giocatori ancora presenti nella nostra rosa. Qui ha lasciato un ricordo fantastico. La stagione scorsa è stata una delle migliori della storia del Crotone”.

Sulla panchina calabrese siede, invece, Eugenio Corini, che a Torino ha disputato le sue ultime partite prima di appendere le scarpette al chiodo. Un tecnico che ha trovato il giusto feeling con la tifoseria. “Fin dalla conferenza di presentazione è stato accolto in maniera positiva ed è piaciuta la sua idea di praticare un modulo più offensivo rispetto a quello attuato da Menichini”. Infine, si parla dell’obiettivo del Crotone da qui al termine della stagione. “La salvezza, è quello il nostro unico obiettivo. Poi se arriverà qualcosa in più, tanto meglio”.

Questa la probabile formazione del Crotone (4-3-1-2)

                                     BELEC

CRESCENZI          ABRUZZESE     MAZZOTTA     VINETOT

                      PARFAIT   ERAMO  GALARDO 
  
                                  RUSSOTTO

                        GINESTRA       CUTOLO

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy