Europa League, Girone B: la grande notte di Refaelov

Europa League, Girone B: la grande notte di Refaelov

Europa League / Grazie ad una tripletta nel primo dell’israeliano il Club Brugge si porta in testa al girone. Per il Toro non tutto è perduto dopo la sconfitta di Helsinki

di Matteo Gabiano

Dopo quattro giornate di questa fase a gironi dell’Europa League si cominciano a delineare le classifiche ed i rapporti di forza all’interno dei vari raggruppamenti.

Nel girone B, quello del Toro, la situazione è ancora aperta con tutte le squadre in grado, ancora, di qualificarsi per i sedicesimi di finale. Dopo la vittoria di ieri sera anche l’Helsinki può ancora coltivare la speranza di una clamorosa e difficile conquista della fase successiva. Anche se il Toro è ancora in vantaggio negli scontri diretti con i finlandesi, cosa da non sottovalutare, vista la situazione intrecciata in cui i granata sono finiti dopo la sconfitta di ieri. Spostando l’ottica sul Toro il calendario non è amico dei granata perchè la prossima sfida in programma è quella dell’Olimpico contro il Club Brugge primo in classifica ed in un bel momento di forma vista anche la terza posizione nella classifica del campionato belga. Il Toro non deve abbattersi eccessivamente dopo la sconfitta di ieri sera, perchè non tutto è perduto, il bel lavoro fatto nelle prime tre giornate non è stato vanificato da questa sconfitta, il tempo per rimediare c’è, ma raggiungere i sedicesimi di finale sarebbe davvero importante per dare fiducia all’ambiente, far vivere un sogno ai tifosi e dare una mano alle casse del club. Non tutto è perduto insomma, questo girone, probabilmente, si risolverà all’ultima giornata quando il Toro farà visita al Copenaghen ed il Brugge ospiterà l’Helsinki. La sfida dell’Olimpico del 27 novembre comincia, però, ad essere decisiva. Una di quelle partite da non sbagliare, da giocare da Toro con il cuore in mano e la grinta che si conviene a chi indossa la maglia granata.

Sempre nella serata di ieri c’è stata l’altra partita tra Copenaghen e Club Brugge nella capitale danese vinta dai nerazzurri begli grazie alla serata perfetta di Refaelov autore di una tripletta nei primi 36 minuti di gioco. I belgi hanno sfruttato alla perfezione la serataccia della difesa del Copenaghen facendo tanto male ad Andersen, non esente da colpe sui gol, grazie a delle micidiali ripartenze. Per l’israeliano Lior Refaelov è la prima tripletta in competizioni UEFA e non poteva scegliere una serata migliore per regalare questi gol ai suoi tifosi. Il Club Brugge adesso guida il girone ed, in caso di vittoria a Torino, passerebbe il turno come prima del girone evitandosi gli ostacoli peggiori ai sedicesimi di finale. Refaelov non è mai stato un grande goleador, ma la sua capacità in attacco non era una sorpresa, alle sue doti è bastato abbinare una serata orribile della difesa danese per completare la sua notte perfetta con vista sui sedicisimi di finale. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy