FIGC, confermate le seconde squadre: ecco i criteri per la partecipazione

FIGC, confermate le seconde squadre: ecco i criteri per la partecipazione

Il comunicato / Anche quest’anno ci sarà la possibilità di iscrivere una squadra B: sostanzialmente non cambia nulla rispetto ad un anno fa

di Redazione Toro News

Con un comunicato sul proprio sito ufficiale, la FIGC ha fatto chiarezza sulle seconde squadre, decidendo di confermare il progetto avviato la scorsa stagione. E nello stesso comunicato sono state rese note le condizioni per prendere parte al campionato di Serie C, che rimangono sostanzialmente invariate rispetto ad un anno fa

CRITERI PER L’ISCRIZIONE – In caso di carenze nell’organico dei tre gironi, i criteri per il ripescaggio saranno i seguenti: una Seconda squadra di Serie A, una
società che abbia disputato il Campionato di Interregionale, una società retrocessa dalla Serie C. La Seconda squadra potrà al termine del Campionato Serie C essere promossa al Campionato di Serie B, ma non potrà mai partecipare al medesimo Campionato della prima squadra, né ad un Campionato superiore. In caso di retrocessione della Seconda squadra al Campionato Nazionale di Serie D, la società di riferimento non potrà iscriversi al Campionato dilettantistico e potrà accedere con la Seconda squadra al Campionato Serie C successivo, soltanto se residui ancora disponibilità dopo che siano state soddisfatte le richieste delle nuove Seconde squadre.

Europa League 2019/2020: Roma (o Torino) contro la vincente di Debrecen-Kukesi

COMPOSIZIONE DELLA ROSA – Stabiliti i criteri per l’iscrizione di una squadra, la FIGC si è poi soffermata sulla composizione della rosa: Le Seconde squadre potranno inserire nella distinta di gara fino a 23 calciatori. Nella distinta di gara potranno essere inseriti soltanto 4 calciatori nati prima del 1° gennaio 1997 ed a condizione che questi non siano ricompresi nell’elenco dei 25 calciatori per il Campionato di Serie A e non abbiano disputato più di 50 gare nel Campionato di Serie A. Tutti gli altri calciatori della distinta di gara dovranno essere nati dopo il 31 dicembre 1996 e dovranno essere stati tesserati in una società di calcio affiliata alla FIGC per almeno sette stagioni sportive.
Nel rispetto dei limiti numerici e di età sopra individuati, saranno sempre consentiti i passaggi fra la prima e la Seconda squadra, con la precisazione che nell’ipotesi in cui un calciatore raggiungesse le 5 presenze, con almeno 30 minuti giocati per ciascuna presenza, nel campionato disputato dalla prima squadra, non potrà essere utilizzato nel campionato disputato dalla Seconda squadra.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gianTORO - 3 mesi fa

    quella

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gianTORO - 3 mesi fa

    quindi solo un’altra squadra oltre a quelle delle merde?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy