Figc, Gravina ricorda il Grande Torino: “Aiutò a portare pace e rilanciare l’Italia”

Figc, Gravina ricorda il Grande Torino: “Aiutò a portare pace e rilanciare l’Italia”

Le parole / Il numero uno della federazione calcistica italiana ha voluto omaggiare gli Invincibili

di Redazione Toro News

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha voluto omaggiare il Grande Torino nel settantunesimo anniversario della sua scomparsa. Un piccolo pensiero per ricordare quanto gli Invincibili siano stati importanti per il Paese nel secondo dopoguerra: “Il Grande Torino sarà per sempre uno straordinario simbolo di unità nazionale. La tragedia del 4 maggio ha reso immortali uomini che, attraverso il calcio, aiutarono a portare pace ed a rilanciare un’Italia divisa e messa duramente alla prova dalla guerra”.

 

DI SEGUITO IL RIASSUNTO DEL 4 MAGGIO:

Il ricordo del Grande Torino sui social – Dybala, Carrarese, Pro Vercelli, Procopio e Campobasso

Grande Torino, l’abbraccio virtuale dal Sudamerica: il River Plate omaggia gli Invincibili

Grande Torino, giocatori e staff granata: “Gli eroi sono sempre immortali”

Il ricordo del Grande Torino sui social – Fiorentina, Darmian, Milan, Hart e Zaccagno

Belotti celebra il Grande Torino: “Al mondo non c’era più nessuno da battere”

Il ricordo del Grande Torino sui social – Maxi Lopez, Barreca, Aramu, Valdifiori e Serie A

Il ricordo del Grande Torino sui social – I messaggi di Ghione, Buongiorno, Gazzi, Segre e Kone

Longo celebra la Leggenda del Grande Torino: “E’ il giorno dei grandi valori”

Grande Torino, i giocatori granata: “Onore, rispetto, gloria eterna”

Il ricordo del Grande Torino sui social – I messaggi di Gomis, Zappacosta, Juve, Willie Peyote e Marchisio

Grande Torino, il ricordo dei giocatori granata: “Orgoglio d’Italia”

Il ricordo del Grande Torino sui social – I messaggi di Bianchi, Genoa, Uefa, Vives e Annoni

Il ricordo del Grande Torino sui social – I post di Glik, Appendino, Sorrentino, Boosta e Pescara

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy