Foscarini: ”Con noi giocavano a torello”

Claudio Foscarini, allenatore del Cittadella, é contento del risultato ma di poco altro. “Nella prima parte, il Torino poteva giocare quanto e come voleva, faceva il torello, poteva dilagare. Poi, siamo stati bravi e fortunati nella ripresa, ma al di là del gol siamo comunque stati bravi a crescere. Meglio atleticamente? Un’impressione che nella ripresa ho avuto anch’io, ma devo capire se invece non é stato l’entusiasmo,…

di Edoardo Blandino

Claudio Foscarini, allenatore del Cittadella, é contento del risultato ma di poco altro. “Nella prima parte, il Torino poteva giocare quanto e come voleva, faceva il torello, poteva dilagare. Poi, siamo stati bravi e fortunati nella ripresa, ma al di là del gol siamo comunque stati bravi a crescere. Meglio atleticamente? Un’impressione che nella ripresa ho avuto anch’io, ma devo capire se invece non é stato l’entusiasmo, perché quando una squadra é galvanizzata corre anche il doppio. Mentre il Torino ha patito molto il nostro pareggio”.

A Cittadella cambia tutto, il giocattolo viene smontato, “ed é difficile”, ammette il mister. “Ma si pensa sempre ad allestire una squadra sperando di soffrire il meno possibile, sappiamo che la Serie B se non hai temperamento e corsa é dura”. Sul Torino: “Prima di Varese, hanno ottenuto dieci risultati utili consecutivi, e non é cosa si ottenga per caso. E’ una squadra che sarà importante per le prime posizioni, ne sono sicuro”.

 

Guarda la VIDEOintervista completa! TN WebTV

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy