Iago Falque, continua l’evoluzione da seconda punta: buona prova con il Cosenza

Iago Falque, continua l’evoluzione da seconda punta: buona prova con il Cosenza

Focus on / Dopo un paio di battute d’arresto in amichevole, è ripreso positivamente il percorso che porterà Iago Falque ad essere la spalla offensiva di Belotti

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Walter Mazzarri può trarre diverse indicazioni positive dal match di ieri sera e tra le note positive della serata non può che esserci la prova di Iago Falque. Non tanto per l’ottimo assist quanto per il crescente miglioramento nel ruolo di seconda punta e per l’adattamento al nuovo sistema di gioco. Nelle amichevoli con Nizza, Chapecoense e Liverpool le prestazioni dello spagnolo non erano state convincenti e ciò aveva fatto pensare che il 3-5-2 non gli fosse pienamente congeniale. Sicuramente Falque ha l’indole da esterno, e riesce ad esprimersi soprattutto quando converge da destra, ma la sua capacità di andare in rete e la sua grande mobilità gli hanno permesso (anche ieri sera) di interpretare bene il ruolo.

RACCORDO – Insieme a Baselli, è stato lui l’anello di congiunzione tra il centrocampo e Belotti. Posizionandosi quasi sulla linea dei centrocampisti sul giro palla da sinistra, è riuscito quasi sempre a ricevere il pallone per poi puntare sulla trequarti e lasciare spazio all’inserimento di Belotti e della mezz’ala (spesso Baselli) oppure degli esterni. Sembra essere questa la soluzione migliore per far convivere la necessità di partire dalla destra con l’esigenza di un supporto a Belotti. L’assist per Rincon, poi, è stato spettacolare e infatti le doti tecniche, il dribbling e il sinistro di Falque non si discutono.

Le pagelle di Torino-Cosenza 4-0: Baselli-Belotti-Iago, se il buongiorno si vede dal mattino…

PORTA – Se si dovesse trovare un aspetto meno positivo della prova di ieri, questo sarebbe la lontananza dalla porta. Ricevere la sfera in posizione arretrata, l’ha portato a toccare molti palloni ma anche a dover faticare (e tanti, forse troppi tocchi) per avvicinarsi all’area, specie con il muro di 8 uomini eretto dai calabresi. Infatti l’attaccante granata non ha quasi mai concluso con il classico tiro a giro di sinistro. Detto questo sono stati fatti diversi passi in avanti nel corso del ritiro e con il lavoro giornaliero i movimenti diventeranno quasi automatici, soprattutto quando arriverà anche la miglior forma fisica. Le doti sono grandissime e i 24 goal in due anni al Toro sono una certezza su cui scommettere: Iago Falque continua nella sua evoluzione.

 

 

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 anno fa

    Visto che i nostri dirigenti hanno sempre tanta voglia di prendere ex juventini prendiamo per una volta per buono un leitmotiv del loro mercato degli ultimi anni: non curarsi più di tanto delle pressioni dei procuratori vari. Esempio: ogni anno Cuadrado viene messo dalla stampa nella lista delle possibili cessioni e ogni anno non solo non viene ceduto ma alla fine dei giochi risulta regolarmente tra i migliori, in barba ad altri colleghi più profumatamente pagati più di lui. Ecco il nostro Iago Falque, considerato già ceduto dalla Stampa di Torino, alla fine sarà il migliore del gruppo e il suo vero trascinatore, insieme al Gallo Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 1 anno fa

    Da quanto ho letto (non avendo visto la partita) Iago Falque ha giocato arretrato ed esterno per lasciare spazio agli inserimenti di Baselli.
    Quindi la seconda punta non l’ha proprio fatta.
    Dopodiché concordo sugli elogi alla professionalità del giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Max63 - 1 anno fa

    Iago non si può nenache mettere in discussione nelle sue peggiori giornate. Questo giocatore è tutto corsa, tecnica sacrificio. Ieri sera Mazzarri gli ha dato via libera e lui è stato eccellente imprescindibile per Belotti. Zaza può stare dov’è nulla di più anzi direi di meno del nostro iago.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 anno fa

      Zaza e Falque possono giocare insieme perché molto diversi fra loro. Uno ha fantasia e tecnica, l’altro ha peso e potenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Max63 - 1 anno fa

        Se giochi il 433, diversamente gioca uno o l’altro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatissimo - 1 anno fa

    m.gandin_920 condivido in tutto la tua analisi. Bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. m.gandin_920 - 1 anno fa

    Iago Falque ieri sera nel ruolo a lui non congeniale:
    1)
    cross perfetto per il gol di Baselli.
    2)
    assist al bacio per Baselli che dal disco del rigore spara incredibilmente fuori e si mangia il cioccolatino racapitatogli.
    3)
    serpentina in area a seminare quattro avversari,che( per quelli che lo hanno visto giocare…) non si vedeva dai tempi di Claudio Sala.
    4)
    assist su punizione per Belotti che tira e manca di un niente il bersaglio.
    5)
    tanto Movimento e spirito di sacrificio,iniziative,anche errori per carità,ma secondo me il ruolo lo può coprire eccome in questo modulo.
    6)
    penso che sia più imprevedibile di quando gioca da esterno puro,dove il suo movimento diventa scontato e di facile lettura per le difese avversarie (conversione al centro da destra per il tiro o lo scambio stretto…)
    A me personalmente in quel ruolo piace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. tripppo - 1 anno fa

    Il miglioramento lo ha forse visto il commentatore, io proprio no e sono sempre più convinto che uno come Zaza al fianco di Belotti possa aprire tantissimi spazi per il Gallo ed in più avere un giocatore che può fare tanti gol.
    Sperando che riescano a vender Niang anche rimettendoci qualche cosa e se arrivasse una bella offerta per Liaic acquistando Perreira e Zaza avremmo fatto bingo
    F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Giankjc - 1 anno fa

    Non è il suo ruolo e non è nelle sue corde, tanto che a volte si sposta naturalmente sull’esterno dx dove rende meglio.
    Consolidata l’idea che è un buon giocatore con ottimi colpi (in alcune partite però è uno zero), vorrei vedere qualche partita sulla sinistra e schemi che gli consentano di scendere sino al fondo per crossare o scambiare nello stretto.
    L’impiego sulla fascia dx (“a piedi invertiti di sinisiana memoria), per rientrare e tirare, se studiato bene dall’avversario diventa poco proficuo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 anno fa

      Mi complimento con te perché hai scritto di calcio. Bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata - 1 anno fa

    La partita di ieri sera ha dato diverse indicazioni. La prima ,importante, è che il Toro, contrariamente a quanto affermano alcuni, sa come far male. Sa segnare a squadre che, loro si, hanno bus davanti alla porta. Poi con Falque il modulo è 3421 dove i 2 dietro Belotti sono Baselli e Iago. Qualcuno dice che Meitè è lento. Con la squadra molto corta,ieri sera, Meitè non aveva campo per dimostrare velocità che non ha da centometrista. Il ruolo di Iago ieri sera ,secondo me ,lo fa molto meglio Ljiajc. Izzo ha avuto cali di attenzione e NKoulou deve abituarsi al ruolo. Insisto e chiudo dicendo che personalmente preferirei sperimentare Parigini e non Berenguer.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. silviot64 - 1 anno fa

    Iago è un grande professionista. Io spero rimanga e faccio il tifo perché impari questa nuova mansione. In ogni caso in un 433 per partite più offensive potrebbe tornare molto utile. Io tra i due, ma il mio parere conta quel che conta, se proprio uno va sacrificato venderei Liajic, più forte, ma più discontinuo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Non so come andrà a finire Iago con questo ruolo non suo, ma sta dimostrando ancora una volta di essere un gran professionista serio. Che di questa parola si abusa spesso nel calcio ma raramente si vedono nei fatti.
    Iago lo è, e spero rimanga al Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Aletoro - 1 anno fa

    Fra l’altro mi preoccupa un po’ non aver notizie su liajic. Non è che c’è qualcosa sotto e ci troviamo con una cessione l’ultimo giorno di mercato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Aletoro - 1 anno fa

    A me Iago piace molto come giocatore però continuo a vederlo in po’ spaesato con il nuovo ruolo. Secondo me meglio liajc. Non so come la vedete voi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Giankjc - 1 anno fa

    Che fandonia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy