Il ds Vagnati rescinde con la Spal: la nuova destinazione può essere il Torino

La possibilità / Il direttore sportivo ha concluso il rapporto con gli Estensi, che lo ringraziano con un lungo comunicato stampa

di Redazione Toro News

Davide Vagnati ha risolto il contratto con la SPAL. L’annuncio arriva a sorpresa sul sito ufficiale della società di Ferrara e adesso nel futuro dell’ormai ex direttore sportivo degli estensi potrebbe esserci il Torino. Il dirigente sarebbe da giorni nel mirino di Urbano Cairo, che vorrebbe prenderlo come nuovo direttore sportivo. Sul punto concordano diversi media. Vagnati è accostato in modo più o meno insistente al Torino e di sicuro non è un mistero che il presidente granata apprezzi il direttore che ha portato la Spal in Serie A. Già l’anno scorso se ne parlava, quando Petrachi lasciò il Torino per dirigersi verso Roma e il patron granata ripiegò sulla soluzione interna promuovendo Massimo Bava direttore sportivo. Se si concretizzasse l’arrivo di Vagnati a Torino, da verificare sarebbe proprio la possibilità di coesistenza con l’ex responsabile del settore giovanile granata.

Di seguito il lungo comunicato con cui la SPAL saluta il suo ormai ex direttore sportivo e ricorda il percorso che Vagnati ha avuto con gli Estensi:

“S.P.A.L. srl comunica che in data odierna il responsabile dell’area tecnica Davide Vagnati ha risolto il contratto col club biancazzurro. Fin dall’avvio dell’esperienza con la nuova dirigenza spallina della famiglia Colombarini e del presidente Walter Mattioli nel luglio 2013, Vagnati è stato il riferimento dell’area sportiva, ruolo in precedenza ricoperto anche nella Giacomense, dove aveva iniziato il percorso prima da calciatore per tre stagioni e poi come direttore sportivo.

Nel suo cammino in biancazzurro, svolto in coordinamento coi vertici societari, la SPAL ha ottenuto innumerevoli successi: promozione dalla Lega Pro alla Serie B e vittoria della Supercoppa di Lega Pro (stagione 2015-2016), promozione dalla Serie B alla Serie A (stagione 2016-2017), due salvezze consecutive in Serie A (stagioni 2017-2018 e 2018-2019).

La società S.P.A.L. srl è orgogliosa di aver conosciuto e lavorato con Davide Vagnati, che attraverso i rapporti umani costruiti, la passione, le motivazioni e l’armonia ha saputo creare all’interno di tutte le componenti societarie e sportive un gruppo unito e innamorato dei colori biancazzurri. Vagnati avrà un posto speciale nella storia spallina, che ha contribuito a far rinascere, ricevendo da parte della società un attestato delle proprie qualità e doti dirigenziali. La famiglia Colombarini, il presidente Walter Mattioli, i dirigenti e tutte le componenti del Club augurano a Davide un futuro ricco di altri straordinari successi.

Grazie Davide”. 

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 6 mesi fa

    granata,scusami,le tue considerazioni su Bava,posso condividerle,come posso condividere tutto il tuo intervento,ma io ponevo l’accento sull’inquietantissima situazione finanziaria,punto focale di qualsiasi discussione.
    puoi parlare di vagnati, o chi x lui,ma qui la situazione si dice sia peggiore della pma retrocessione,qua si rischia grosso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxxvigg1968 - 6 mesi fa

    bene – speriamo

    nel deserto societario attuale, sarebbe ottimo primo mattone – un ds di mestiere, pure bravo
    speriamo si porti dietro anche il mister spallino, semplici

    bava tornerà fare (bene) il suo mestiere – occuparsi dei ragazzetti

    mancherebbe poi ancora un dt che faccia x davvero il dt …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 6 mesi fa

      Senza il condizionale: MANCA IL PRESIDENTE.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Nicola - 6 mesi fa

      “speriamo si porti dietro anche il mister spallino, semplici”…..non scherziamo, anche no!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 6 mesi fa

    Arguire..sorry. be,buonanotte a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dattero - 6 mesi fa

    Granata dovresti allora seguire che c’è ben poco da stare allegri..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 mesi fa

      @dattero, se si vuole crescere non si può cambiare ds ogni anno. Se arriva Vagnati, Bava che fa ? Ha lavorato come un matto per creare delle basi e si distrugge tutto ? Vagnati viene a fare cosa ? Bava non è solo, non dimentichiamolo. Mi sa che manca sempre un soldo per fare il milione….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 6 mesi fa

    Granata seriamente, ma conosci davvero la realtà societaria?detto senza polemiche, visto che,ahimè ben altra situazione ci interessa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 mesi fa

      Ciao @dattero, si conosco quella realtà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paul67 - 6 mesi fa

    La cairesefc nn ha bisogno di DS, fa tutto Cairetto, un uomo solo al comando.
    CAIRO GAME OVER.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dattero - 6 mesi fa

    Realtà ben diversa,problemi a iosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata - 6 mesi fa

    Suggestioni fantasiose giornalistiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 6 mesi fa

      Ciao fratello, il centrocampista del Frosinone è anche lui una suggestione o c’è del vero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 6 mesi fa

        Ciao @Bacigalupo, i giornalisti devono pur scrivere qualcosa. Di sicuro non è una prima scelta. I veri obiettivi sono altri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 6 mesi fa

          I veri obiettivi sono i tronisti con i cappellaci e le bermuda bianche.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 6 mesi fa

            🙂

            Mi piace Non mi piace
          2. Bacigalupo1967 - 6 mesi fa

            Andrei sui tronisti over. Esperienza al servizio del canterano in panca caro cofratello

            Mi piace Non mi piace
  9. Dr Bobetti - 6 mesi fa

    Una linea verde che può anche essere rischiosa ma che a me personalmente piace e sa di Toro. Peraltro in ottica di recessione causa Covid saper lavorare su giovani ed acquisti al giusto prezzo può rivelarsi un’arma molto potente per allestire rose competitive e portare avanti progetti di buon respiro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SIMOLINCE - 6 mesi fa

      Se il piano fosse questo, Bava con i giovani è il migliore.

      Mi sa più di una mossa per tentare di recuperare consenso mediatico in quello che è un momento in cui urbano ha toccato il fondo, non solo col toro, ma un po con tutto ciò che gli riguarda. Forse è finito, e anche il toro sta rischiando la stessa fine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy