La probabile formazione del Torino: Niang dal primo minuto, e Ljajic…

Verso il match / La posizione del serbo potrebbe essere una chiave tattica determinante, per variare tra 4-3-3 e 4-3-1-2

di Federico Bosio, @fedebosio19

Incontro di livello domani pomeriggio per il Torino di Sinisa Mihajlovic, che sarà impegnato sul campo del Milan per quello che sarà un crocevia di assoluta importanza per la stagione granata. Proprio per questo motivo, il tecnico serbo vuole schierare gli uomini più adatti tatticamente all’incontro e, naturalmente, quelli che in questo momento gli forniscono maggiori sicurezze dal punto di vista atletico.

Come spesso accade, il tecnico granata non ha lasciato trapelare particolari indicazioni relative all’undici titolare nella conferenza stampa di presentazione tenuta questo pomeriggio, ma la formazione provata negli ultimi allenamenti sembrerebbe assolutamente compatibile con quella che potrebbe scendere in campo dal primo minuto a San Siro. Uno schieramento che resterebbe per larga parte invariato rispetto a quello visto nelle ultime uscite di campionato. Discorsi però ampi già per quel che riguarda la linea difensiva di fronte a Sirigu: nel capitolo laterali, da segnalare la situazione di recupero di Barreca che tuttavia viene aggregato per questa settimana alla Primavera; ecco dunque favorita ancora una volta la coppia composta da De Silvestri ed Ansaldi.

Sul fronte centrali, invece, confermate le ipotesi anticipate su queste colonne: nonostante il recupero di Lyanco, le prestazioni fornite da Burdisso ed il bagaglio di esperienza che il veterano può offrire in partite di questo tipo sembrano spingere Mihajlovic a puntare ancora una volta su di lui come spalla di N’Koulou. Decisamente meno dubbi invece per quel che riguarda il trittico di centrocampo, con le conferme di Baselli ed Obi ai lati di Rincon: ancora una volta dunque favorite queste tre pedine rispetto ai diretti ‘concorrenti’ tra le fila granata. Lente d’ingrandimento, invece, puntata sul pacchetto offensivo: come anche in questo caso ventilato su queste colonne, il ritorno da titolare di Niang appare essere una possibilità più concreta di una semplice ipotesi. Proprio il senegalese è infatti stato schierato nell’ipotetico undici ideale negli ultimi allenamenti, a discapito di Iago Falque, e lo stesso tecnico ha confermato quest’oggi – senza però sbilanciarsi sull’eventuale titolarità – che scenderà in campo.

Di certo il ragazzo non vivrà la sfida contro il Milan con gli stessi sentimenti delle altre partite, e proprio in base a questo ulteriore stimolo potrebbe concretizzarsi la sua presenza dal primo minuto. In questo caso, sarà da osservare con grandissima attenzione la posizione – ed il ruolo – occupata da Ljajic: in un tridente offensivo infatti Niang potrebbe occupare il ruolo di esterno, non variando in questo modo il 4-3-3, ma potrebbe anche andare ad affiancarsi a Belotti “spostando” di fatto il serbo nella posizione da lui preferita, quella di trequartista alle spalle delle due punte. Un’ipotesi altamente probabile, se il senegalese dovesse essere titolare, sarebbe quella che vedrebbe Ljajic spostarsi a proprio piacimento, variando in sostanza dal 4-3-3 al 4-3-1-2 a seconda delle situazioni.

DI SEGUITO LE PROBABILI FORMAZIONI DI MILAN-TORINO:

Torino (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Ansaldi; Baselli, Rincon, Obi; Niang, Belotti, Ljajic. Allenatore: Mihajlovic

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luna - 3 anni fa

    Io vedrei Ansaldi a destra, De Silvestri lo vedrei eventualmente (con il suo fisico) a gara in corso e mi accontenterei di Molinaro a sinistra, in attesa del rientro di Barreca.
    Iago forse ha bisogno di staccare un attimo ma all’occorrenza c’è, quindi aspettiamo, vedremo oggi cosa accadrà in campo.
    FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. wToro - 3 anni fa

    Barreca sta facendo un partitone in primavera ma in prima squadra deve giocare DeSilvestri l’intoccabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luna - 3 anni fa

      Barreca e De Silvestri giocano su corsie diverse tra loro. Forse ha bisogno di giocare dei minuti prima di tornare in un campo di serie A dopo l’infortunio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. wToro - 3 anni fa

        Certo ma libera Ansaldi per la corsia di destra. Anche Niang non ha minutaggio ma lo ha fatto giocare lo stasso, perche non manda lui in primavera?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. luna - 3 anni fa

          Sono due casi diversi, Barreca è una certezza da recuperare da guai fisici, l’altro è una scommessa e non credo che il problema per lui siano i minuti che gli mancano, è più mentale solo buttandolo nella mischia si può sbloccare.
          Buon Toro a tutti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ribaldo - 3 anni fa

      e tu dove l’hai visto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. renato - 3 anni fa

    Provare? Siamo alla 14a giornata e siamo ancora qui a “provare”? Ma quand’è che cominciamo a fare sul serio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatadoc - 3 anni fa

    viste le doti di palleggio io proverei Ncoulu terzino dx ed inserirei Lyanco.
    Per il resto provare Niang al fianco del Gallo ci sta’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. brusbi - 3 anni fa

    Perfetto!
    Con Niang al posto di Falque, da esterno o da seconda punta, ci asfalterà anche il Carpi in coppa Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Wendok - 3 anni fa

    e lyanco? quando ha giocato era una spanna su tutti ….. sigh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone - 3 anni fa

    Posso accettare il senegalese solo x far rifiatare Iago del quale non mi priverei MAI.
    Mi auguro non si torni al 4-2–3-1 suicida

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 3 anni fa

      Concordo. L’idea di un 4-3-1-2 invece mi piace, con Iago o niang al fianco del Gallo

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy