Le tre sentenze di Juventus-Torino 2-1: la squadra granata è incapace a palleggiare

Sentenze / Una delle poche note positive è la prestazione di Singo: ogni partita cresce sempre di più

di Luca Sardo

TRE SENTENZE

TURIN, ITALY – DECEMBER 05: Nkoulou Nicolas of Torino FC celebrates with teammate Lyanco Vojnovic after scoring his team’s first goal after scoring his team’s first goal during the Serie A match between Juventus and Torino FC at Allianz Stadium on December 05, 2020 in Turin, Italy. Football Stadiums around Italy remain empty due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in fixtures being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il Torino esce sconfitto ancora una volta dal derby della Mole. I granata – dopo esser passati in vantaggio con il gol di Nkoulou – sono stati nuovamente rimontati: 2-1 per la Juventus il risultato finale. Decisivi sono stati i gol di McKennie e Bonucci arrivati nell’ultimo quarto d’ora. Entrambi i gol sono stati subiti dai granata con dinamiche molto simili: evidenti sono stati gli errori in fase difensiva dei Toro. Ecco le tre verità che il match contro i bianconeri ci ha lasciato.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Il Giaguaro - 2 mesi fa

    Non so voi… Ma io non ho ricordi di qualità in mediana nel toro dai tempi di Scifo e Martin Vasquez!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

      è così Giaguaro, purtroppo è la triste realtà, da più di 25 anni non abbiamo un centrocampista che ci fa stropicciare gli occhi…

      d’altronde, da allora, i presidenti sono stati, nell’ordine: Goveani, Calleri, Vidulich, Aghemo, Cimminelli e Cairo, cioé il fior fiore della presidenza mondiale, l’ultimo il più colpevole di tutti se non altro per il molto maggior tempo avuto a disposizione per provarci

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leggendagranata - 2 mesi fa

    Poco qualità in mediana. Finalmente da due giorni anche Toro News riconosce che col terzetto Lynetti-Rincon-Meitè non si va molto lontano. Abbiamo uno zappatore (che può anche venire utile) e due mediocri che dopo un’ora scarsa di gioco sono in bambola. Il centrocampo d3el Toro non protegge la difesa, non sa fare il lancio smarcante per le punte (ieri il passaggio sbagliato di Lynetti per Zaza gridava vendetta) e non va al tiro dal limite con efficacia. E non diciamo fesserie, le alternative ci sono, una grande come una casa è Segre, che Giampaolo recalcitra a mandare in campo, come del resto aveva già fatto con Singo tenuto 7 giornate in disparte (suscitando lo stupore di gente di calcio come Rampanti e Gigi Garanzini sulla Stampa). Il problema è che Giampaolo ha il suo bel fantasma nell’ armadio e si chiamano indicazioni sbagliate per la campagna acquisti. E così cerca in tutti i modi di difendere i quattro della sua scuderia. Quando deve arrendersi all’evidenza e cioè che con il 5-3-2 Ansaldi doveva essere il titolare di fascia sinistra, sposta Rodriguez a fare il terzo di difesa, ma in questo modo porta via il posto alternativamente a Bremer o a ‘Nkoulou, giocatore ingiustamente preso di mira da una parte dei tifosi del Toro perchè resosi responsabile di “lesa maestà”, avendo tentato di lasciare una società mediocre per accasarsi meglio (come dargli torto?). Questo atteggiamento di Giampaolo spiega anche i cambi tardivi, e così la frittata è servita: Conte, Ranieri e pirlo gli hanno dato una bella lazione di strategia. Non è mai troppo tardi, speriamo che la lezione gli sia servita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bischero - 2 mesi fa

    Ammazza redazione. Ci avete messo solo 2 anni a capirlo. Perspicaci oggi dopo l articolo sulla mancanza di cambi. Mangiato pane e furbizia a colazione?avanti l ultimo sforzo con… Abbiamo un presidente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granataLondinese - 2 mesi fa

    strano ho letto il titolo male, credevo aveste scritto semplicamente ‘non e’ in grado di
    giocare’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 2 mesi fa

    Se vuoi fare una squadra professionistica devi investire, che non vuol dire buttare i soldi, ma devi avere le capacità economiche e le conoscenze imprenditoriali nel settore, se no sei uno scappato di casa come il nano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. NEss - 2 mesi fa

    La stanchezza fisica ha ben poco a che fare con le sconfitte di Sassuolo e Lazio.
    Evidente ieri ed in parte con la Sampdoria, dove pero’ sono riusciti a rimontare e andare vicini alla vittoria e non sembrava mancassero particolari energie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 2 mesi fa

    Cairo incolpevole. Non ha speso 1 euro x allestire la squadra.
    Non gliene frega una cippa del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. tric - 2 mesi fa

    La scoperta dell’acqua calda!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. GlennGould - 2 mesi fa

    PREFERIRESTE:

    A) RETROCEDERE ED INIZIARE IL
    PROSSIMO CAMPIONATO DI
    SERIE B CON UNA PROPRIETÀ
    NUOVA.

    B) SALVARSI E DISPUTARE LA
    PROSSIMA STAGIONE IN SERIE
    A CON CAIRO PRESIDENTE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bordeauxgranata - 2 mesi fa

      A..anche se odio la serie B,É sporca e complicata, se nn hai una corazzata rischi di rimanerci a lungo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 2 mesi fa

      Deve cedere prima di fine anno. La nuova proprietà si disfi dei Meite, Zaza, Verdi e pippe simili e compri 3 o 4 giocatori veri e ci si salva. Basi da rifare per il futuro. Peggio di sto rottamaio nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Bischero - 2 mesi fa

      Ma che domande…. Preferirei la lega pro a Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabrizio - 2 mesi fa

    1. Presidente Incapace
    2. Presidente presuntuoso
    3. Societa’ inesistente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. guerriero - 2 mesi fa

      già

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. suoladicane - 2 mesi fa

    bah sinceramente arrivare alla conclusione che la squadra non sa palleggiare è semplicemente ridicolo, lo sappiamo da 3 anni almeno; altre sono le sentenze:
    1. sirigu non esce mai, invece le palle alte nell’area piccola dovrebbero essere quasi tutte del portiere a maggior ragione se gioca in nazionale
    2. la squadra prende gol quasi sempre allo stesso modo, cross sul secondo palo, forse servono esercitazioni specifiche migliori e più intense
    3. non regge i 90 minuti, stesso problema di preparazione dello scorso anno ma oggi non c’è la scusa dei preliminari, in più il mister non effettua i cambi
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    strano… con un superplay come Rincon, AbedìPeléMeité e Brillantina Linetti pensavo che questo sarebbe stato l’ultimo dei nostri problemi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Gianluca - 2 mesi fa

    Ma no, non ci credo! Siamo arrivati ora a questa sentenza? Una delle ultime volte che visto palleggiare il Toro benino risale a Parma-Toro 3-2 dello scorso campionato. I primi 10′ dopo il loro vantaggio ij parità numerica. Prima ancora era accaduto in Toro.Roma 0-1 e soprattutto Inter-Toro 2-2 nel campionato precendente. Poi anche Mazzarri aveva capito che una squadra con Belotti centravanti, Rincon in regia e Meitè mezzala non potrà mai palleggaire “pulito”

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy