Libidine? Ora conta solo fare punti

Libidine? Ora conta solo fare punti

Alcuni tifosi qua e là ieri si lamentavano per un Torino reo, ai loro occhi, di aver lasciato il pallino del gioco quasi esclusivamente alla Reggina nei secondi 45 minuti di partita. Certo, ogni prestazione può essere migliorabile ma la gara di ieri ha, comunque, lasciato la netta impressione che questo Toro può portare a casa risultati importanti senza neanche sforzarsi eccessivamente.

Ovviamente il compito era facilitato…

di Redazione Toro News

Alcuni tifosi qua e là ieri si lamentavano per un Torino reo, ai loro occhi, di aver lasciato il pallino del gioco quasi esclusivamente alla Reggina nei secondi 45 minuti di partita. Certo, ogni prestazione può essere migliorabile ma la gara di ieri ha, comunque, lasciato la netta impressione che questo Toro può portare a casa risultati importanti senza neanche sforzarsi eccessivamente.

Ovviamente il compito era facilitato dal fatto che il risultato fosse solo da gestire, dopo la rete segnata da Glik nel primo tempo disputato tre settimane fa, ma Benussi non ha rischiato praticamente nulla, dovendosi sporcare i guanti solo in uscite alte o nella presa bassa al novantesimo. Una dimostrazione di forza importante a sette giornate dal termine del campionato e un concetto altrettanto chiaro per chi assisterà ai prossimi impegni dei granata: sarà ben difficile vedere partite spettacolari da qui in avanti, probabilmente solo quella di Pescara sarà un po’ diversa, vuoi per i primi caldi, vuoi per la fatica di un campionato di B sempre disputato dall’alto della prima posizione della classifica o ancora per la posta in palio che in queste ultime giornate è ovviamente elevatissima.

Non è più tempo del bel gioco, ora l’unica cosa che conta è conquistare quei punti necessari alla promozione in una serie A che manca da tre anni, nella quale magari si potranno deliziare i palati più fini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy