Longo (calciomercato.com): “Per il Milan è la partita più importante degli ultimi 5 anni”

Longo (calciomercato.com): “Per il Milan è la partita più importante degli ultimi 5 anni”

Avversario / Il collega ha commentato la sfida tra granata e rossoneri che verrà disputata domenica sera al Grande Torino

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

In occasione dell’imminente sfida tra Torino e Milan, abbiamo contattato Daniele Longo, giornalista di calciomercato.com che segue da vicino la squadra rossonera. Ecco le sue parole:

Buongiorno, Torino-Milan è forse la partita più importante degli ultimi 20 anni per i granata, per i rossoneri cosa rappresenta?

È la partita più importante degli ultimi 5 anni per i rossoneri, il Milan si gioca qualcosa di più importante e si gioca il futuro anche del tecnico calabrese. Viene da un periodo carente di gioco, contro la Lazio è stata surclassata sotto praticamente ogni punto di vista. Questi limiti del Milan, che ha riportato i rossoneri nella zona calda dietro l’Atalanta, hanno portato situazioni critiche nella società, soprattutto tra Leonardo e Gattuso. Questa partita è temuta, si è visto anche dalle scelte di Gattuso in Coppa Italia. Il Torino sarà difficile da affrontare, in particolare per il ritmo che impongono i granata: il Toro si sta giocando qualcosa di importante, se dovesse vincere andrebbe iscritto senza dubbio alla corsa per la Champions League.

Un progetto ambizioso quello del Milan che è un po’ in caduta: dove può arrivare la squadra di Gattuso?

Credo che a livello di rosa abbia qualcosa in meno rispetto a Inter, Roma e Lazio. L’operato di Gattuso è in linea con i programmi del Milan. Le due romane hanno avuto molte difficoltà, e per questo forse che è anche emerso Gattuso ritrovandosi al quarto posto. Credo che il Milan stia pagando lo sforzo tra febbraio e marzo. Difficile affrontare il Torino in questo momento, perché il Milan è in crisi di gioco. Ma ci sono le possibilità di vedere una partita come di quella di Bergamo, in cui i rossoneri erano sfavoriti ma sono riusciti a spuntarla.

MILAN, ITALY - OCTOBER 21: Ivan Perisic of FC Internazionale in action during the Serie A match between FC Internazionale and AC Milan at Stadio Giuseppe Meazza on October 21, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani - Inter/Inter via Getty Images)
MILAN, ITALY – OCTOBER 21: Ivan Perisic of FC Internazionale in action during the Serie A match between FC Internazionale and AC Milan at Stadio Giuseppe Meazza on October 21, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani – Inter/Inter via Getty Images)

E proprio di Gattuso, qual è il giudizio della piazza su di lui? Gradirebbero un altro allenatore?

Diciamo che nelle ultime settimane c’è stata una spaccatura netta. La parte che va allo stadio è coesa con Gattuso, anche perché sostengono l’icona di Gattuso. In più è quasi una mosca banca in questo calcio, essendo una persona molto gentile, disponibile e schietta. Sui social c’è però chi lo ha insultato per come mette i giocatori in campo, non gode di grande fiducia al momento. Gattuso secondo me non è il tecnico adatto per portare il Milan in alto. La società vorrebbe un allenatore più strutturato. Il gruppo poi forse ha tradito anche lo stesso Gattuso, penso al primo tempo di Parma: non è una cosa consona ad una squadra che vuole tornare in Champions League.

L’eliminazione in Coppa Italia di mercoledì potrà essere una difficoltà fisica per il Milan? O magari psicologica?

Credo che si possano pareggiare le due cose. Il Milan ha una fragilità mentale nelle partite più delicate, lo ha dimostrato contro l’Inter ma anche contro l’Olympiakos. Ha pochi giocatori che possano dare quel quid in più dal punto di vista mentale. Nelle ultime settimane i giocatori che fanno della fisicità la loro qualità milgiore come Kessie e Bakayoko, sono in difficoltà. E contro un Torino così, molto fisico, sarà difficile. I granata hanno avuto una settimana per prepararsi, il Milan non arriva nelle condizioni migliori.

AC Milan v Torino FC - Serie A

Quali sono le mine vaganti del Torino da cui il Milan deve guardarsi bene?

Credo che i calci piazzati siano l’arma più pericolosa del Toro, Nkoulou e Izzo sono due abili nel gioco aereo e il Milan lo soffre molto soprattutto ultimamente. Se avesse giocato Baselli, sarebbe stato un rischio perché ha molta qualità, proprio quel giocatore che piaceva molto alla vecchia società. Se non lui che è squalificato, penso a Iago Falque a partita in corso, il Milan fa fatica con questi tipi di giocatori.

Un suo pronostico?

Credo che comunque sarà difficile, ma se devo dare una lettura secondo me sarà una bella gara, con pochi gol, ma sono convinto che il Milan possa portare a casa la vittoria.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14204460 - 6 mesi fa

    Ho solo una paura fottuta dell’arbitro. ….Per il resto ce la giochiamo alla pari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nero77 - 6 mesi fa

    Quindi domenica sera aspettiamoci di tutto..dall arbitro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 6 mesi fa

    Che esagerazione.
    Per il milan saranno importanti tutte le partite da qui alla fine. Perché in una partita si possono fare 3 punti, in cinque partite se ne possono fare 15, di punti. Ed alla fine mancano 5 partite, non una.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granata - 6 mesi fa

    Sul piano nervoso, in questo momento, il Toro è avvantaggiato. C’è la giusta carica. Senza interventi esterni, questa volta, si può vincere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 6 mesi fa

      Hai detto bene. Senza interventi esterni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy