Ma l’Europa la volete o no?

Ma l’Europa la volete o no?

Editoriale / Al di là di ogni discorso tecnico-tattico, il Torino al Franchi ha giocato una delle peggiori partite per l’atteggiamento visto in campo

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto
GettyImages-1134009210-min

Il giorno dopo il pareggio di Firenze, che per il Toro in chiave Europa è una mezza sconfitta visti i risultati delle concorrenti, emergono diverse tematiche tecnico-tattiche che devono essere analizzate dal tecnico Mazzarri e dalla società per il presente e per il futuro. Ad esempio l’insostituibilità di Nicolas Nkoulou, le cui assenze sono insostenibili per il Torino. Nelle due partite in cui il camerunese è mancato (contro Udinese e Fiorentina) i granata hanno concesso tantissimo, portando a casa punti solo per grazia ricevuta e per le straordinarie doti di Salvatore Sirigu. Oppure l’enigma che purtroppo risponde al nome di Simone Zaza, che ad oggi è un evidente flop tecnico. Questi sono alcuni tra i temi più evidenti che andranno sviscerati, a prescindere da come finirà la stagione.

Detto questo, c’è una questione preliminare da cui non si può prescindere ed è l’atteggiamento dei giocatori. Quella di Firenze è stata una delle peggiori prestazioni dell’anno per mancanza di ambizione. Il Torino non ha giocato da squadra che vuole l’Europa, da squadra che sa di avere davanti a sè “dieci finali”, come era stato detto dopo il ko con il Bologna. Per due motivi: innanzitutto non ci sono scusanti per il modo in cui i granata sono scesi in campo nei primi dieci minuti, regalando un gol inaccettabile a questi livelli. Poi, per carità, c’è stata sicuramente una reazione che ha portato al gol del pari.

Fiorentina-Torino 1-1, la moviola: Pasqua e Var, c’era un rigore per parte

Ma nel secondo tempo di Firenze, da parte dei granata – contro una Fiorentina senza due perni come Pezzella e Chiesa e in evidente calo atletico, tanto che Pioli ha dovuto affidarsi ai giovani Montiel e Vlahovic – non si è vista la voglia feroce di prendersi tre punti fondamentali. E l’alibi del “primo caldo” regge fino a un certo punto. Tutti – o quasi – sul banco degli imputati. Ma il calcio dà spesso una seconda possibilità e in questo caso ce n’è una molto importante: lo scontro diretto in casa contro la Sampdoria. Per il Torino vincere significherebbe dare un altro valore al punto di Firenze. Viceversa, sarebbe molto difficile proseguire con la stessa positività. Insomma, se non è resa dei conti siamo lì. Starà a Belotti e compagni dimostrare davanti al proprio pubblico di volere davvero raggiungere l’Europa, con i fatti e non con le parole. Assistendo alla gara del “Franchi”, qualche dubbio in merito ci è venuto.

98 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TremendamenteGranata - 3 mesi fa

    lo SPIRITO TORO non lo noto nemmeno tra i tifosi…apparte tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

    Nel calcio, come nelle aziende, devi investire x crescere, se no fai come le aziende del nano che taglia e qualcosa certo guadagna.
    È certo che fare la Lig non ti porta nulla economicamente, se non vai in finale. Ma ti porta nome, inizi ad essere interessante x sponsor e comuni mortali con cui a medio termine puoi anche avere dei ritorni d’immagine ed economici. Così si sta perennemente nell’anonimato e sprechi un nome che ha storia. Il Toro all’estero è conosciuto x la disgrazia di Superga, non certo per le 10 Coppe dei Campioni, ma ha un nome. Ma a questo nano di ste cose importa una cippa. Lui vive alla giornata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 3 mesi fa

      ..e non hai idea di come vive bene alla giornata questo nano mandrogno vergognoso e traditore, caro Vanni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Immer - 3 mesi fa

      Purtroppo a noi è capitato il peggiore gli altri sono come lui ma almeno vendono questo non venderà mai solamente quando saremo finiti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco59 - 3 mesi fa

    Ho finito or ora di parlare con N.F…!!!

    Sia sui “progetti futuri” del mandrogno e sia su chi paga REALMENTE l’ingaggio dell’asino in panchina. Non credevo alle mie orecchie. Incredibile…!!!

    Ma poi gli “incastri” dell’affare Mazzari mi sono stati spiegati ed ogni tassello è andato al posto giusto…!!!!

    Ora capisco perchè il mandrogno se lo tiene stretto sino a scadenza contratto…!!!

    Non poteva fare miglior affare per le sue tasche e per il suo portafoglio…!!!

    E poi che risate quando ho sentito, in diretta, la telefonata di un certo Presidente di una certa Squadra di Calcio che conosce benissimo l’asino in panchina….!!!!

    Che definizione perfetta e “colirita” ha dato di lui e del suo “modus operandi”…!!!

    Per non parlare, poi, della Maratona e dei suoi “occupanti stipendiati”…ma questo già lo sapevo…!!!

    State sereni, accontentisti perdenti abbonati e/o paganti, nonchè cairoboys e compagnia bella…ci sono delle “sorprese” che nemmeno immaginate…!!!

    …muuahahahahahahahahahahahahahahahah…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 3 mesi fa

      …e io mi faccio l’ennesima risata di fronte alla tua nullità…!!!

      …muahahahahahahahahahahah…!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco59 - 3 mesi fa

        …muahahahahahahahahahah…!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco59 - 3 mesi fa

      …muahahahahahahahahah…!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. iard68 - 3 mesi fa

      Caro Marco, in rete c’è un fenomeno tifoso interista che si fa chiamare Amarturano e che da anni si spaccia per dirigente inventandosi di tutto di più… La sua caratteristica è che parla, dice, racconta… SENZA MAI dare uno straccio di prova o seguito ai fiumi di parole che scrive.
      Tu fai esattamente la stessa cosa. Se sai qualcosa che “non va”, o che ti va di raccontare… scrivi con chiarezza e poi assumiti la responsabilità di quello che hai scritto, anche legalmente, se nel farlo hai violato qualche vincolo. Alle “sorprese che nemmeno immaginate” crederò e commenterò (magari arrabbiandomi) quando verranno fuori, se mai sarà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco59 - 3 mesi fa

        Se nessuno ci crede sono contento doppiamente, pensa un po’…!!!

        In fondo è quello che ci meritiamo, con il nano mandrogno e i suoi accoliti sempre “sul pezzo”…da 14 anni…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tapiro granata - 3 mesi fa

    Credo la domanda sia per la societa’. Noi tifosi la vorremmo eccome.
    Ma la societa’ ha lasciato intendere chiaramente che in EL NON CI VUOLE ANDARE !!!! Cazzo ma è cosi’ difficile da capire come ormai in EL non ci andiamo più quest’anno. Basta con ste illusioni anche da parte vostra redazione di Toro News..basta non si Va da nessuna parte ..ma cazzo le vedete le partite del Toro..ogni 2/3 buone partite ne facciamo altrettante da schifo planetario…sicuramente non da squadra che VUOLE andare in EL.
    BASTA illusioni, mi spiace anche per molti tifosi che ci sperano ancora..aprite gli occhi raga.
    Ques’anno niente Europa, diciamo che con la squadra attuale e con OTTIMI dico OTTIMI ritocchi a Giugno allora forse il prox anno si puo’ lottare per l’europa.
    Con Cairo sto perdendole speranze ma voglio ancora vedere per il prox anno se facciamo il saltino di qualita’.
    Settimi/ottavi quest’anno…e cmq sempre forza TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Biubiu65 - 3 mesi fa

    Scrivo poco ma leggo spesso se non sempre i tanti forum.
    Oggi ho letto che alcuni di voi stanno sposando l idea che a Cairo non conviene andare in Europa. In tempi non sospetti scrissi che sapevo da fonte certa che era così, poi una serie di partite (atalanta, Inter, Chievo) mi avevano in parte fatto riflettere ma alla fine do credito alla mia fonte e non stiamo parlando di voci di spogliatoio…
    Cairo le aziende che ha comprato le ha sempre fatte fruttare investendo (crozza, Mentana,) solo nel toro ci ha prima rimesso, poi vivacchiato, poi stra guadagnato… Perché cambiare? Per noi tifosi?
    Sapete cosa costa andare in Europa league tra vendite in plus valenza mancate. Acquisti da fare, ritocchi agli ingaggi, spese di sicurezza, trasferte, ampliamento rosa, spese di gestione… Per poi rischiare di uscire magari nel girone….
    Ma a chi conviene?
    Solo a noi stupidi e innamorati tifosi che ci vogliamo credere…
    Scommettiamo che battiamo la Samp e poi perdiamo a Parma?
    Vedrete, ricordatevi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13967438 - 3 mesi fa

    Da tifoso? Certo che la vorrei…
    Da amante del calcio: ma di cosa cazzo stiamo parlando? Di andare a raccogliere figure di merda con la 10ª in classifica del campionato Bulgaro/Sloveno/Greco? Perché se ci capita la 6ª della Liga o della Premier il pallone lo vediamo una volta, solo quando l’arbitro ce lo consegna quando sta a noi battere la palla a due a centrocampo.
    In Europa serve fare un gol più dell’avversario in 180 minuti, tanto per saperlo.
    Tirare in porta forse una volta in due partite? Ma lasciamo perdere… non solo non è pane per i nostri denti, è pure una farina a cui siamo allergici.

    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. gianTORO - 3 mesi fa

    mi sono ufficialmente rotto di questa suqrda di senza palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi - 3 mesi fa

    Il problema è che ci hanno abituati a mangiare merda e così ci si attacca a qualche numero, che non è mai quello dei primi sei in classifica, per dire che in realtà è zucchero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. eurotoro - 3 mesi fa

    ..io quello che proprio non sopporto e’ questo modulo 3 5 2…3 centrali di difesa e poi simeone solo davanti a sirigu!…ormai certificato che siamo totalmente innocui in attacco..con una classifica da azzannare e questo allenatore si ostina a giocare col freno a mano tirato!…e basta no?…e passa ad un 4 3 3…. e facci vedere un po di scorribande di parigini berenguer…un gioco piu offensivo …dacci un motivo x perdere 90 minuti del nostro tempo noo?….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Ah beh, ora tocca sentire che con ljajic e izzo e sinisa saremmo secondi a pari merito col napoli.
    BUUUMMMM!!!!

    Dopo che con Mihajlovic abbiamo fatto figure di emme in tutto lo stivale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bischero - 3 mesi fa

    Izzo 10 milioni. Niang 18. A chiedere é capace chiunque. Farlo con intelligenza no. Mihajlovic ha cambiato il modulo da 1 anno all altro facendo ulteriori richieste. Evidentemente lo hai scordato. E visto che non abbiamo un presidente che butta i soldi avrebbe dovuto continuare con lo stesso modulo e implementare la rosa. Invece fra Berenguer e niang hanno speso 23 milioni per avere 2 esterni alti a sinistra. Dopo neanche 4 mesi é tornato al 4-3-3 ma senza centrocampisti visto che aveva fatto cedere Benassi e rincon giocava fuori ruolo come mezzala. E sappiamo i piedi che ha. Questi é storia e sono fatti incontestabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. dattero - 3 mesi fa

    concordo con alrom 4,l’europa a parole non nei fatti,economicamente non gli conviene.
    le ambizioni della proprieta’ son indirizzate al campo aziendale,in quello sportivo si mantiene lo status quo volutamente.
    solita annotazione,confrontate i risultati sportivi con quelli econo,ico aziendali,la bilancia è molto in pendenza.
    una volta si caricava l’ambiente,in vista dei match cruciali ed importanti,invece ora ora si tende al minimizzare.
    la squadra è specchio fedele dell’animus della proprieta’,non puo’ ricevere cio’ che non si trasmette,quindi non puo’ avere quella garra necessaria x buttare il cuore oltre l’ostacolo.
    conferma di cio’ anche le penose e imbarazzanti dichiarazioni post partita del piangina panchinaro,davvero imbarazzanti e,sinceramente,poco dignitose

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

    Il problema è il manico. Finché ci sarà il nano al comando non vedremo mai nulla. Mettiamoci il cuore in pace e armiamoci di pazienza. Mica durerà in eterno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Bischero - 3 mesi fa

    Vanni e perché sinisa non si é fatto comprare izzo lo scorso anno al posto di niang visto che eravamo apposto davanti secondo il tuo ragionamento. Sinisa non aveva le idee chiara su come far giocare la squadra e ha pagato. Come una condizione atletico della squadra carente. Poi sinisa é il passato. Ora cé un altro allenatore. Con idee diverse. Va accontentato e poi giudicato. Il prossimo anno vedremo il toro di Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

      Mazzarri è l’opposto di un allenatore da Toro. Io spero non vederlo più.
      Ma tu credi Sinisa non lo abbia chiesto un difensore vero? Gli hanno preso Ajeti e Carlao. Quello passava il convento; la coperta del nano è corta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. eurotoro - 3 mesi fa

      ..se permetti il toro di mazzarri l’avremmo dovuto vedere gia’ da quest’anno…non dico da settembre ma almeno oggi che siamo ad aprile ancora non abbiamo un gioco propositivo ben definito e soprattutto concreto…siamo al 10
      posto x gol fatti!…se 9 squadre segnano molto piu facilmente di te …ma dove vogliamo andare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. freddy - 3 mesi fa

        Il Toro di Mazzarri è quello che stiamo vedendo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. BogaBoga - 3 mesi fa

    Onestamente credo che il risultato di ieri non sia così drammatico, siamo ancora in piena corsa.
    Certo, serve una squadra più matura, ma anche una tifoseria meno piagnina (scusate, concedetemelo).
    Facciamo confronti con l’Atalanta, senza guardare che a Bergamo hanno tutte le domeniche 20mila persone che sostengono la squadra sempre e comunque.
    Sono tifoso del Toro da sempre, quando posso mi facio 300 km per andare a vederlo (vivo a Milano), sto male quando non vinciamo, e a volte mi girano così tanto le palle che anche io posto qualche commento polemico.
    Però su questo dobbiamo crescere prima di tutto noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bischero - 3 mesi fa

    Freddy io in campo ho sempre visto impegno. Se non arrivano risultati non vuol dire che fanno i lavativi. Magari non sono semplicemente all altezza. O magari giocano in un sistema di gioco che non gli si addice. Anche io non amo i ruba stipendio. Ma al toro io non ne vedo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. bigmac - 3 mesi fa

    Ci lamentiamo di un pareggio a Firenze che in realtà sarebbe un buon risultato se non avessimo sprecato tantissime occasioni prima di ieri. In e non sta nel pareggio di Ieri bensì nella sconfitta prima ed in tante altre partite buttate via. Certo il gioco d’attacco non c’è e questo è un altro grande problema che non potevamo certo risolvere ieri, andava risolto mesi fa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Bischero - 3 mesi fa

    Freddy ma che commento é il tuo??!!?? Sei un tifoso o uno che passava da qua per caso?perché guadagnano milioni non vanno sostenuti? Cosa c’entra?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. freddy - 3 mesi fa

      Io sostengo chi in campo si impegna, certo non sostengo chi per il campo ciondola e se ne frega. O vuoi che sotenga anche quelli che mettono i like al sito della giuve, perchè tanto sono del Toro?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Bischero - 3 mesi fa

    Vanni massacri Mazzarri da 13 mesi. E ora scopri che mancano certi tipi di giocatori? Si criticano le punte ma quanti palloni giocabili hanno?perché non li hanno? Perché non cé gioco o perché chi deve dare i palloni(mezzala ed esterni di centrocampo) non li assistono. Zapata all Atalanta perché fa gol… Andateveli a vedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

      Io l’ho detto da quando ha defenestrato Sinisa x prendere sto fenomeno: o mette mano al portafogli o ci sta prendendo x il culo. A questo i 2 milioni sono grasso che cola (chi cacchio lo pagherebbe così?) e si fa andar bene tutto. Non ha i giocatori fondamentali x il suo gioco (grossa parola). Cairo fa il gioco delle 3 carte. Con Sinisa bastava non dar via Libano e comprare un buon difensore (Izzo) è un paio di centrocampisti vero, non i Meite o Tschsidis di turno. Saremmo col Napoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

        Libano Ljajic.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

    Siamo in corsa ancora perché è il campionato più sega di sempre, non per meriti nostri. Se fosse un campionato di 2-3 anni fa saremmo nel lato dx comodamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Bischero - 3 mesi fa

    Invece di lamentarsi di un pareggio a Firenze come se fosse un abominio pensiamo a stare vicino ai ragazzi. Mercoledì andiamo allo stadio. Questa é il gruppo e questi dobbiamo sostenere. Non si può pretendere quello che non si può avere. La maggior parte dei commenti massacrano i giocatori, poi peró la colpa é Dell allenatore. Ma vi leggete?? Nel calcio vince chi ha i giocatori migliori e sbaglia meno. Noi purtroppo siamo carenti e facciamo il campionato che riusciamo a fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

      È ma qui c’era gente che i vari Meite, Gigi, Aina, Berlinguer e Lukic li considerava fenomeni. Lukic gioca perché a metà facciamo cacare e mancano numericamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Aletoro - 3 mesi fa

      Ed io che non credo che le colpe siano dell’allenatore? Leggendo qui ricordo che Colantuono era un incapace, Ventura non ci piaceva più, di novellino nemmeno parlo, mazzarri lo critichiamo dall’inizio…forza toro e basta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. freddy - 3 mesi fa

      Io nella vita lavoro e guadagno meno di loro. Se i ragazzi o tu voleste dare una mano ben volentieri. Perchè che chi prende 2 milioni l’anno bisogna pure dargli una mano non si può sentire

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Marco59 - 3 mesi fa

    Per rispondere alla domanda pregasi passare dal mandrogno il quale, da buon “imbonitore”, sparerà una delle sue solite balle a proposito dell’intenzione reale di qualificarsi per l’EL, della campagna acquisti faraonica, dell’allenatore (ovviamente per lui uno dei migliori mai ingaggiati) che ha dato una fisionomia e un senso compiuto alla squadra.

    Una sola considerazione: ieri la Fiorentina ha fatto esordire due giovani, i quali hanno ben figurato in campo. Lo stesso dicasi per l’Atalanta e per altre Squadre della massima serie.

    Mazzarri invece, i giovani li fa marcire in panchina oppure li cede in prestito alla concorrenza per farli “giocare e maturare” (dice lui).

    In realtà, adesso che Falque è fuori per infortunio (quasi sicuramente), in virtù delle scelte fatte a gennaio di accorciare il numero di uomini e la panchina, ci troviamo in braghe di tela e con un problema in più.

    …e i giovani continuano e continueranno a fare le comparse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. eurotoro - 3 mesi fa

    ma l’europa la volete o no?….che domanda! ma certo che si..ma senza sbatterci troppo,magari facendo 1 tiro in porta a partita..e magari i primi tempi non affannandoci troppo…Nauseato…e’ tornato l’incubo dell’ultimo anno di ventura e forse ancora peggio…una squadra statica,passiva noiosa..zero cross dal fondo..zero verticalizzazioni…nessuno che sa battere i calci d’angolo o segnare su punizione ( non ricordo piu l’ultimo gol su punizione quando e’ stato)…che tristezza…impossibile arrivare settimi se la realta’ e’ questa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. alexku65 - 3 mesi fa

    La solita domanda retorica ripetuta allo stesso momento delle innumerevoli autocommiserazioni fatte nei quasi 3 lustri precedenti. Beati voi che avete ancora voglia di scrivere e leggere di questi paradossi e mediocrità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 3 mesi fa

      Complimenti. In tre righe hai messo a fuoco quale sia la sostanza delle cose e la condizione di questo povero Torello che può piacere solo a chi ritiene sia gratificante galleggiare a centro classifica, senza grandi patemi per la permanenza in A.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. ACT1906 - 3 mesi fa

    L Europa non lo so, ma farci fare figure di merda, quello lo vogliono eccome
    FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Esempretoro - 3 mesi fa

    Ciao a tutti! Sono appena tornato da Firenze. 3 giorni che dovevano culminare con il match decisivo, grande atmosfera, cori antigobba,il ricordo del Mondo…peccato che il Toro non sia venuto,con una bella giornata sotto ogni aspetto mi sarei aspettato un’altra gara. Sirigu stellare, ancora!!!! Troppe partite dove il portiere è il migliore per distacco. La cosa parla da sé…se poi pensiamo che loro (senza Chiesa) pure si lamentavano della prestazione…ed ora occhio ai ciclisti,per ciò che ho visto non ho buone sensazioni. A Firenze mi sono sbagliato clamorosamente, spero succeda ancora.Ma che ci posso fare? Vi amo lo stesso,anche se mi fate inc…. are abbestia! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

      Una domanda : questo Toro si merita questi tifosi ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. alexku65 - 3 mesi fa

        Certamente no

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. BIOFA70 - 3 mesi fa

    La partita la riassume perfettamente quel colore osceno di maglia…inguardabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 mesi fa

      ..infatti..che assurdita’ cromatica far giocare una in viola e l’altra in verde!..come quando c’era la tv in bianco e nero…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Pimpa - 3 mesi fa

    Mi tocca ripetere quello che sostengo dall’inizio dell’era Ventura per rispondere alla domanda retorica del titolo: c’è del dolo patente in società.
    Per dolo intendo la pervicace ed efficacissima capacità di fare di tutto per non andare in Europa,non per andarci.
    Sono troppe le mediocrità presenti in società,dal presidente in giù,per pensare che tutto sia frutto del caso.
    Il presidente e il duca son lì da dieci anni e i risultati che abbiamo raccolto sono sotto gli occhi di tutti.
    Sono cambiati gli allenatori e i giocatori,ma in entrambi i casi la distanza che c’è (e ci sarà sempre) tra il valore delle due componenti offerte dalla nostra società e quello delle altre squadre che ogni anno arrivano davanti a noi è talmente siderale da lasciare stupefatti davanti alle sterili discussioni se sia meglio Mazzarri del mandriano o se la prossima domenica Baselli sboccerà o Falqui combinerà chissà cosa.
    Lo squallore delle nostre partite ormai è noto anche in Uzbekistan e Mazzarri è quello che è,ma in campo ci vanno i sunnominati insieme ai vari Meitè Berenguer Lukic Zaza e via cantando.
    Per andare in Europa la squadra andrebbe quasi completamente smantellata perché,ad eccezione di Sirigu Nkoulou Ansaldi e Belotti,con tutti gli altri andremo al massimo a Empoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

      Concordo al 1000 % .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. eurotoro - 3 mesi fa

      aggiungerei assolutamente izzo aina e rincon…be’ 7 buoni x andare in europa ci sono!…basta comprarne 4 buoni e l’anno prossimo magari ce la facciamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

        Izzo e Rincon si, Aina è un mezzo giocatore, come Meite, Lukic, Berlinguer, Gigi, Bremer e Baselli. Troppe pippe scambiate x giocatori promettenti. È lo stile imbonitore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Aletoro - 3 mesi fa

          Beh a me non sembrano tutti delle pippe…soprattutto guardando le nostre concorrenti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

            Giocatori veri, che giocherebbero in altre di media A ci sono: Sirigu, Izzo, N’Koulou, Rincon, Belotti e Iago dell’anno scorso. Gli altri ve li hanno venduti per buoni, tipo Carlao.

            Mi piace Non mi piace
          2. eurotoro - 3 mesi fa

            al momento tanti stanno dimostrando di essere emerite pippe…se prendi un gol cosi in fase difensiva qualcuno e’ una pippa…se chi gioca sulle fasce non arriva mai sul fondo a crossare…se un centrocampista non lancia mai le punte…se le punte non si smarcano e fanno movimenti…se…se…siamo ad aprile e troppi se…ho perso le speranze..non c’e’ un gioco consolidato che ti porta a sperare…

            Mi piace Non mi piace
  29. Filadelfia - 3 mesi fa

    Siamo senza attacco. Non per nulla segnano quasi sempre difensori, centrocampisti o esterni. Raramente gli attaccanti. Zaza nullo, Belotti tecnicamente inadeguato, Falque fuori ruolo. Prossima stagione epurazione in attacco doverosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

    Leggendo i commenti mi viene da pensare che parecchi dei ” sempre cuntent” abbiano aperto gli occhi. C’è anche da dire che il Toro targato Cairo non solo toppa le gare decisive con puntualità disarmante ma lo fa in modo vergognoso , praticamente senza giocare per cui trovare appigli per continuare a dire :” a me questo Toro stà bene” è difficile. Qualcuno ,giustamente , propone di rivolgere a Cairo la domanda se si vuole veramente l’Europa : non so cosa risponderebbe lui ma i fatti di questi ultimi anni dicono di no .E’ sufficiente fare due conti ( e lui li sa fare molto bene): andare in E.L. significa tenersi i migliori = niente plusvalenze , sbolognare i pesi morti strapagati =niente plusvalenze, acquistare qualcuno veramente buono = cacciare soldi. Conoscendo l’individuo vi pare realistico ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke90 - 3 mesi fa

      Non è che si dica questo Toro mi sta bene (tutti vogliono vincere) o ci si accontenti (di che cosa?) o quant’altro..
      Forse è che stare a lamentarsi continuamente non è nelle corde di tutti così come puntare il dito sempre e solo in un’unica direzione.
      Non voglio difendere Cairo ad ogni costo ma c’è qualcosa che non mi torna in molte cose che leggo e che vedo.
      Allora, io sarò anche ingenuo per carità, o forse non vedo il marcio ovunque, ma provo a seguire il ragionamento di molti:
      – mi chiedo, perchè “ordinare” la sconfitta col Bologna e non con l’Inter o l’Atalanta o perdere col Napoli, che sarebbe stato più facile da digerire. O tutte queste cose.
      – Si dice che occorre trattenere i più forti, che non si devono fare plusvalenze: mi si dicano le plusvalenze di questi due ultimi anni.
      – mi si spieghi l’aumento degli ingaggi.
      – mi si spieghi il perchè delle somme spese per gli acquisti di Niang e Zaza ecc. ecc. Fai due conti di quanto si è speso negli ultimi due/tre anni.
      – mi si spieghi perchè prendere questi due ultimi allenatori (di cui uno acclamato a furor di popolo; per inciso a me non piaceva) e non uno tipo quelli che,una volta, cambiavamo a giorni alterni tipo quelli pre-Ventura.
      – mi si speghi perchè non cedere Belotti, Sirigu, N’Koulou ecc. o forse non sono i migliori?
      – andare in EL non sarebbe per lui ancora più pubblicità, notorietà? Vuoi mettere…
      Belotti, personalmente, lo avrei ceduto dopo i 26gol, perchè si poteva fare un fior di mercato con quei soldi (e invece l’ha tenuto come avevo ipotizzato, mentre tanti lo davano per venduto… è del Milan.. contropartita per Niang…si diceva…).
      Perchè lo ha tenuto? Tanto plusvalenza più plusvalenza meno … perchè non farlo? Per i 100mil? ma chi ci credeva?
      Andare in EL non si traduce anche in più soldi (visto che da farsi i conti)?e poi non implica necessariamente fare una squadra competitiva (è nella testa di ql.no che questo debba essere fatto). Uno può andare in EL con gli stessi giocatori e tira a campare quanto più può e tirare su quanto più può. Dov’è il problema?
      Non capisco perchè allestire una squadra che quasi ogni anno sembra potersela giocare (anche secondo gli addetti ai lavori) anzichè allestire una squadra per una tranquilla salvezza.
      E’ Cairo che non vuole in EL, perchè non “caccia i soldi”? Ma quanti bisogna cacciarne per essere un bravo presidente?
      Perchè a quel punto anche spendendo più soldi se l’allenatore non da un gioco, se i Simeone segnano, se si alzano le braccia come a pallavolo, se si sbaglia(va)no i rigori o i gol praticamente fatti… con i soldi… sarebbe tutto diverso? Non sarebbe colpa di Cairo allora?
      Come dire che poichè uno si rifiuta di mettere 15/17mil.. di euro per un giocatore allora vuol dire che non vuol andare in EL… si, se poi lo fa … e il fatto di aver preteso, lui, uno come Niang, significa che, diabolicamente, non vuol andare in EL?
      Beh, anche questo non mi sembra realistico. Anzi, non ha senso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. user-13722867 - 3 mesi fa

    Non c entra niente con il tema però…..basta con queste maglie da gay prode..!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Aletoro - 3 mesi fa

      Davvero inguardabili

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. prawn - 3 mesi fa

    L’Europa la deve volere, prima di tutto, il presidente. Con zero acquisti e tante scuse non ha proprio entusiasmato la tifoseria e chiaramente manco i giocatori.
    Domenica ho deciso di farmi un bel pisolino al posto di vedere il toro preso a pallonate (ho spento la diretta dopo il primo goal), era chiaro che l’atteggiamento era scarso.
    Ora dicono che c’era un rigore, ma mi chiedo io, dopo una pausa, dopo una sconfitta, ma si puo’ andare al franchi cosi’?
    Zaza? Niang sta giocando meglio, detto tutto.
    Mi guardero’ quasi sicuramente la partita con la Samp e quella contro il Parma, ma senza i sei punti e’ utopico parlare di Europa a questo punto, anche perche’ cmq, gira e rigira il toro e’ di quest’anno e’ sempre lo stesso, a corrente alternata, con cmq sempre troppo poco gioco e troppi pochi tiri in porta.
    Sara’ per l’anno prossimo, non c’e’ fretta eh Cairetto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

      Zero acquisti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 mesi fa

        Intendevo a Gennaio, m’e’ rimasto nella tastiera

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    Purtroppo è la domanda che mi sto ponendo anche io da qualche mese : Quali sono i reali obiettivi di questa società???
    Dato che a livello mediatico nessuno dei dirigenti osa nominare E.L., come se non parlandone si risolvesse Così, almeno ai giocatori viene inculcato l’obiettivo???
    Mihailovic almeno non aveva paura a sventolare ai 4 venti che l’obiettivo era l’Europa …
    Se l’obiettivo è solamente chiudere il bilancio in positivo, cosa buona per carità, ma rimanendo nell’anonimato di un 8-9-10 posto allora la dirigenza deve avere il coraggio e l’onestà di ammetterlo pubblicamente.
    Lo deve per correttezza nei confronti dei tifosi che non sono degli stupidi e hanno occhi per vedere bene ciò che non va……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

      Se il nick ” alessandro 69 ” indica l’anno di nascita pure io sono Alessandro ma del ’41 e mi pongo da anni la stessa domanda : qual è il vero obiettivo di questa presidenza? Io una risposta me la sono data ed è la mediocrità + il bilancio in ordine : un po’ poco per scaldare gli animi . Attendo ora risposte evocative dei vari Cimmi,Borsano,Goveani , ecc

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

        Il Nik Alessandro 69 indica esattamente l’anno di nascita. Quanto elle evocazioni dei personaggi da te menzionati li ho fatti quando il contesto dell’argomento era differente. Qui si parla di obiettivi e quindi anche di futuro per cui si tranquillizzi che non ritengo opportuno riaprire l’album dei ricordi. Sulle sue conclusioni ho paura che lei abbia ragione. Basterebbe solo un minimo di chiarezza da parte della società…I bilanci in ordine sono fondamentali ma senza ambizione si rischia la morte cerebrale…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. secondome - 3 mesi fa

    Sicuramente l’atteggiamento della squadra, come riportato nell’articolo, fa giustamente innervosire per la mancanza di “rabbia agonistica” che avrebbe dovuto avere la squadra a Firenze, e che invece, per l’ennesima volta, rubrichiamo tra i non pervenuti, insieme a schemi di gioco e velocità.

    Però cosa dire allora della Società…

    Una Società che “vuole l’Europa”, a gennaio, almeno sostituisce Soriano con una pedina di valore, capace di farci fare un salto qualitativo.

    Il minimo sindacale: sostituisco un giocatore con un altro.

    Invece niente.

    E’ sempre uno sfidare la sorte, tentare il colpaccio, puntare su qualche défaillance altrui.

    Ad oggi, questa non strategia, non c’ha portato molto lontano.

    Sempre Forza Toro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

      E ma il metodo aziendale Cairo è questo. Abbassare i costi. Solo che nel calcio mica puoi vendere le porte dello stadio; allora lui spera sempre di azzeccare giocatori a poco (chi in 5/6 anni? Sirugu ) e gira col cornetto nella speranza che qualcuno faccia cacare. Mi sembra poco come piano calcistico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. michelebrillada@gmail.com - 3 mesi fa

    inaccettabile vedere zaza in campo sembra un fenicottero impazzito che non ha nulla del calciatore, non giocherebbe titolare neanche in promozione, per il resto tutto come da copione il mister porte chiuse al filadelfia è di una scarsità disarmante fa giocare (si fa per dire) tutti fuori posto, dopo un intero girone ha capito che l’unico centrocampista degno di questo nome è lukic spero vivamente che lo facciano fuori al piu presto almeno adesso che non abbiamo piu nulla per cui lottare (ridicoli) vorrei vedere i giovani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Renato - 3 mesi fa

      Francamente ricordavo Zaza come un altro giocatore, ma forse ricordavo male io oppure ricorda di essere juventino ogni volta che scende in campo. Fatto sta che è da vecchia serie C al massimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 3 mesi fa

        zaza e’ una punta centrale come belotti…tutti e due devono giocare al centro con due ali che li riforniscono di cross…e uno esclude l’altro poiche’ non e’ nelle loro corde dialogare nello stretto con un ‘altra punta!..questo e’ chiaro a tutti tranne che a mazzarri…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Stufodellamediocrita' - 3 mesi fa

    Il titolo dovrebbe diventare una domanda da fare a Cairo, Petrachi e Mazzarri, da loro dipende quello che sarà l’ennesimo 9^ posto finale, quest’anno con l’illusione di giocarcela fino alla fine, la certezza di averlo fatto fino ad inizio aprile e il perenne rimpianto per quello che poteva essere e non sarà visto il livello mediocre del campionato (ad eccezione dei soliti noti e del Napoli).
    Ma tanto va bene così almeno a leggere i tanti sempre contenti a prescindere…
    P.S. Per la cronaca ieri ero allo stadio, dal vivo si percepisce davvero la pochezza del gioco e dei fondamentali di alcuni dei nostri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Schachner - 3 mesi fa

    Ma se il portiere ci fa non perdere le partite, non pensate ,cari Cairo e petrachi, che con un centrocampista decente e un attaccante vero al posto di Zaza forse le vinceremmo pure ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 3 mesi fa

      L’Europa la vogliono anche loro i giocatori, altri non so ma il problema maggiore che non ia fanno. Non abbiamo un uomo che sappia saltare l’uomo tutti hanno poca tecnica ma dove vogliamo andare. Tanta voglia ma di più niente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. freddy - 3 mesi fa

        La squadra ha dei limiti e pure notevoli, però non posso pensare che siano così scarsi. Soriano (che detesto) al Bologna gioca meglio che qui, Belotti (che sta deludendo) non può giocare terzino. Sicuro che se va in un’altra squadra torna a segnare. Zaza (che detesto più di Soriano) sarà scarso, ma dai, è un giocatore professionista, possibile che sembri uno di scapoli contro ammogliati?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. leoj - 3 mesi fa

    conosco un sacco di mediocri che per qualche misterioso colpo di fortuna hanno molto più di quanto meriterebbero in rapporto ad altri più talentuosi e preparati.
    questo vale anche per tutti i calciatori e i parassiti intorno che vivono come principi anche quando sono solo delle insulse comparse di uno show spudoratamente ricco.
    di solito si lamentano ma poi ovviamente fanno di tutto perchè nulla cambi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Tifoso da Malta - 3 mesi fa

    Stop allo desiderio ‘Europa’.
    Arciviamo per il prossimo campionato.
    Il progetto ‘Europa’ e ancora lontanissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. dennislaw - 3 mesi fa

    Più che giudicare i singoli, la partita di ieri mi conferma nell’idea che il Toro ha un gioco da squada che deve fare punti salvezza. L’Europa è vicina solo per la mediocrità dgli altri: se avessimo vinto anche male con il Bologna saremmo a tre punti dalla zona Champions…è tutto dire. So di essere fuori dal coro dei tifosi standard , ma ieri si condanna Zaza, che pure è subentrato e le prime cose che ha fatto sono state buone ( compresa una mezza girata al volo in area) perchè bisogna trovare sempre un capro espiatorio. Ma nè Belotti nè Iago hanno giocato meglio. Il problema dell’attacco è che non ha palle giocabili , solo lanci lunghi , spalle alla porta , cross sballati. Ci ha salvati Sirigu e lo stellone…che cosa sarebbe successo con Chiesa in campo e noi senza Nkoulou? Sono dell’idea di Marocchi ( Sky.ieri ) che ha ribadito di fronte a Mazzarri: questo Toro per puntare all’Europa dovrebbe cercare di far giocare assieme le tre punte ( ma Iago sulla fascia).Ma firse è troppo tardi bisognava dar loro tempo di affiatarsi. E non si parli del povero Berenguer .Sono due campionati che lo aspettiamo , e conosciamo i suoi limiti.Sarebbe bene fargli fare esperineza in serie B, ma non vorrei che facesse la fine di Gustaffson o di Milincovic Savic. Penso che questa squadra con un allenatore come Gasperini ( aiuto, aiuto,parlo di un ex gobbo…!) e un camionato come questo sarebbe in zona Champions.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Da tanto lo dico: 3-4-3.
    Per mercoledì,
    SIRIGU
    IZZO N’KOULOU MORETTI
    RINCON LUKIC MEITE’ ANSALDI
    PARIGINI GALLO BERENGUER

    Cerchiamo di ricordarci come abbiamo schiantato i ciclisti a domicilio all’andata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. suoladicane - 3 mesi fa

    purtroppo il tecnico non utilizza i giocatori secondo le loro caratteristiche; da inizio anno ripeto che Falque è un ottimo esterno e basta, come seconda punta e/o trequartista sparisce, che Belotti non deve tornare fino alla nostra area deve fare il centravanti, che per fare giocare Zaza tanto vale fare giocare un giovane
    a tutto questo aggiungiamo un atteggiamento tattico, primo non prenderle, da dinosauri, non stupiamoci che la squadra fallisca tutte le partite decisive
    quindi per mercoledì non prevedo nulla di buono; spero che il Toro vinca, ma non ci credo più di tanto;
    una squadra che punta all’Europa quando gioca in casa ed è in vantaggio con la terz’ultima vince passeggiando…… noi abbiamo resuscitato il Bologna e mihaijlovic, purtroppo anche quest’anno va così.
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Oni - 3 mesi fa

    Titolo dovrebbe essere Cairo l’Europa la vuoi o no?
    Ogni anno e sempre la solita solfa trovano sempre degli alibi quindi poche storie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. granata - 3 mesi fa

    Il problema non sono i singoli, ma il gioco. L’ ho scritto ieri subito dopo la partita, prevedendo esattamente ciò che Mazzarri avrebbe detto. Era facile, troppo facile, perchè è dall’ inizio del campionato che nel 99% dei casi dice sempre la stessa cosa: e cioè che al di là del risultato, non gli è piaciuto il gioco della squadra. Siccome sono concetti ripetitivi, chiedo a Mazzarri (e alla società) di farsi un po’ di esame di coscienza. Ci si dovrebbe domandare perchè Belotti rende al 20-30%, Zaza (che per altro non dimentichiamolo ha fatto moltissima panchina) poco o niente, Soriano è stato addirittura allontanato perchè considerato del tutto inutile (faccio solo presente che nel Bologna, a quanto pare, è resuscitato ed è diventato titolare inamovibile), Iago Falque ha avuto un vistoso calo di rendimento, per non parlare di De Silvestri, che è irriconoscibile, e della modesta stagione di Baselli. Insomma, c’ è qualcosa che non quadra e non può essere solo un problema di singoli. Il problema è che se la palla non fluisce rapidamente, gli uomini sono lenti nel posizionarsi, si ritiene che innanzi tutto si debba far giocare male l’ avversario, si finisce per fornire prestazioni deludenti sul piano della manovra. E’ evidente che questo Torino non è il Napoli di Mazzarri, dove un certo Hamsik era uno stantuffo dai piedi raffinatissimi, in grado di dialogare al meglio con due campioni veri come Lavezzi e Cavani, imprendibili nelle ripartenze. Questo Toro ha altre e più modeste caratteristiche ed è da quelle che bisogna partire. Non è un complesso scarso, ha discrete individualità, che però andavano e vanno messe in condizione di dare il meglio. Se penso che l’ allenatore ha rinunciato senza colpo ferire alle qualità di un Ljajic (con il consenso di quella parte di tifosi che confonde l’ antipatia con il saper giocare al calcio) o vedo un Iago Faque girovagare a centrocampo, mi viene da piangere. O un Baselli che fa il mediano incontrista, un Belotti, isolato, che va dappertutto e pochissimo nell’area avversaria, un Rincon che si prende sulle spalle anche la responsabilità di illuminare il gioco (lui che ricorda il grande Rino Gattuso). Quando vedo la palla volare sempre alta e lunga, invece che bassa e in rapide triangolazioni o quando non c’ è nessuno a raccogliere i cross, spesso per altro troppo molli per essere sfruttati a dovere, ecco mi chiedo se ha senso parlare dei singoli e bocciare senza appello, come fanno molti su questo forum, tizio o caio (spesso giocatori dal buon curriculum e non scommesse). Troppi indizi dicono che questa squadra non ha trovato ancora un modulo adatto alle caratteristiche della “rosa” e che le scelte tattiche e di uomini messi in campo sono in parte errate. Poi fa anche un po’ di punti, perchè, ripeto, qualità ce ne sono (pensiamo solo a un portierone come Sirigu) e perchè il coriaceo gioco di Mazzarri sfrutta le carenze di un campionato che sono sotto gli occhi di tutti, in cui, ad esempio, Roma, Milan e Inter vanno molto a corrente alternata, Sassuolo e Udinese sono le pallide controfigure delle belle squadre viste negli anni scorsi. Ma Lazio e Atalanta, senza ombra di dubbio società e compagini alla nostra portata, mostrano un gioco di squadra di un altro pianeta. E’ da inizio stagione che scrivo (qualche decennio di vicinanza al mondo del calcio mi ha dato un pochino di competenza) che “questa” squadra deve giocare con due punte “VERE”, imbeccate dai cross un esterno di fascia dai piedi buoni (Iago Falque). Che a centrocampo ci vuole un regista/incontrista che abbia un po’ di tecnica (prima c’ era Ljajic ora almeno utilizziamo in quel ruolo Baselli), con a fianco due mediani incontristi. Iniziamo da lì, visto che tutto sommato la difesa titolare (cioè con ‘Nkoulou) regge abbastanza bene. E poi, per favore, la palla corra rasoterra, la squadra giochi corta e lo società pensi se il costo elevatissimo di Mazzarri vale ciò che è in grado di dare. Non “boccio” nessuno e non strillo alla luna, ma alla fine qualche ragionamento bisogna pur farlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 3 mesi fa

      Chiedo scusa per il refuso: non regista/incontrista, ma regista/trequartista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giaguaro 66 - 3 mesi fa

        Grande Granata, analisi non poteva essere più lucida! C’è qualcuno che può girarla a Cairo, Petrachi e Mazzarri per conoscenza? Potrebbe essere utile a tutti per riflettere sul futuro del Toro…Aggiungo solo, che a mio modesto avviso, Mazzarri sta depauperando un capitale economico della società. Quindi non è solo la delusione del costo del suo stipendio, 2 Milioni di Euro (guadagna come i top coach della seria A) che dovrebbe fare riflettere il Presidente. A medio termine, il costo della gestione Mazzarri sarà nettamente peggiore rispetto ai soldi buttati per il suo stipendio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. ANNO1976 - 3 mesi fa

    Io invece ci credo.
    Abbiamo un calendario abbordabile e non penso che le altre stiano meglio di noi.
    Il punto a Firenze me lo tengo stretto e fa da contraltare a quando giocando bene abbiamo ottenuto poco.
    Lottare per l’Europa non significa necessariamente andarci, ma fino a quando la matematica non me lo permette più, io ci provo.
    Così come quando lottavamo per la salvezza.
    Crederci fino alla fine, talvolta, fa la differenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. freddy - 3 mesi fa

      Purtroppo in campo non vanno i tifosi, quindi essere ottimisti o pessimisti non cambia di una virgola. Conta cosa pensa la società, l’allenatore e i giocatori. La società a gennaio non si è rinforzata, l’allenatore ha detto che eravamo in troppi e i calciatori oltre che fuori posto sono pure scarsi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ANNO1976 - 3 mesi fa

        Abbiamo vinto la Coppa del Mondo con Barone, possiamo andare in Europa con quelli che abbiamo.
        Insisto, gli altri non stanno messi meglio di noi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vanni (CAIROVATTENE) - 3 mesi fa

          Barone portava le borracce a quelli buoni.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Granatissimo1973 - 3 mesi fa

    Il goal della fiorentina di ieri è un autogol di Ansaldi che si fa una dormita inaccetabile, sei in serie A ciccio sveglia! All’andata sempre coi viola idem un minuto e goal di Benassi, anzi autogol di De silvestri, un altro che ne fa una bene e tre male.

    Col Bologna i loro goal soprattutto i primi due son sempre nostri regaloni con tanto di fiocco.

    L’allenatore non è esente da critiche ma qui non si capisce che questa è una squadra da ottavo posto con molti paracarri sopravvalutatissimi da noi tifosi in primis.

    Se per miracolo andiamo in Europa grosso dei meriti sarà del mister, vorrebbe dire che da questo gruppo ha veramente ottenuto il.massimo possibile e anche qualcosa di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Abbiamo il VII monte ingaggi.
      Se va oltre il vii avrà fatto bene altrimenti ha fallito

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. freddy - 3 mesi fa

    Ma non eravamo a posto così?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Simone - 3 mesi fa

    Il bello è che c’è gente che difende ancora l’operato dell’allenatore (e i giocatori) dopo la partita di ieri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

    Articoli simili fanno tenerezza. Le stesse cause producono sempre gli stessi effetti, nel calcio poi. Le condizioni societarie, tecnico/tattiche, di mentalità per andare (e rimanere) in Europa bisogna crearle. Il Torino FC non soddisfa NESSUNA di queste caratteristiche, per volontà e non per caso. Tranquilli, il bilancio è ok.
    Almeno smettiamola di prenderci in giro. Com’era l’ultima uscita dei piani alti? Giochiamo dieci finali? Ecco, ieri è l’esempio di finale che gioca il Torino FC: finale della decenza calcistica, finale della voglia, finale scontato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Renato - 3 mesi fa

    Sono d’accordissimo con Sartori. Purtroppo siamo scadenti tecnicamente negli ultimi 20 metri, l’unico giocatore con i piedi buoni in quella zona (Iago Falque) è al 50% per vari infortuni e quelli che sono stati presi ad agosto per fare il salto di qualità in quella zona (Zaza e Soriano) si sono dimostrati un flop clamoroso. Tuttavia possiamo ancora lottare se vinciamo con la Samp, ma se dovesse andare diversamente allora iniziamo a pensare al prossimo campionato, perché le altre corrono e vincono ovunque. E se non andiamo in Europa perderemo anche Petrachi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. user-14036712 - 3 mesi fa

    Mercoledi sera vinciamo:noi in porta abbiamo Sirigu, non Audero ipervalutato(vedasi plusvalenze fittizie…). Il pareggio di ieri è figlia della debacle col Bologna. Tutti allo stadio! SEMPRE FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Renato - 3 mesi fa

      E’ quello che tutti ci auguriamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

    L’ho già scritto e lo ripeto ( poi i soliti giudici improvvisati delle opinioni altrui mi definiscano pure come meglio credono ): nel Toro checchè se ne dica o scriva coabitano due fattori negativi più uno positivo . I due negativi sono una rosa giocatori scarsa sia come qualità che numericamente dopo il mercato di gennaio e la cronica incapacità di fare risultato nelle gare decisive : colpa solo dell’allenatore o anche della società che con la sua politica sparagnina non è che dimostri proprio una gran voglia di Europa , anzi ? E con ciò siamo all’unico lato positivo del nostro amatissimo Toro targato Cairo : i bilanci in ordine . A noim tifosi l’ardua decisione .Tifare per una squadra che 99 volte su 100 da anni a questa parte delude nei momenti cruciali oppure per i conti in regola e permanenza in A sicura ma anonima e foriera di continue inca..ature ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    L atteggiamento in campo è determinato dalla panchina, leggasi famosi equilibri. Se si gioca per non prenderle l atteggiamento è scontato. È inutile tirare in ballo i giocatori che hanno le loro colpe. Lo so che è difficile ammetterlo ma probabilmente Mazzarri è inappropriato, purtroppo e ahinoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. SiculoGranataSempre - 3 mesi fa

    La prossima… Ieri ero al Tardini. Volevo vedere di presenza la dea e tifare un po’ il Parma sperando ci facesse un piccolo favore, magari riuscendo a fare un punto. Ma nulla da fare. Poi la Lazio batte l’Inter. E allora la prossima. La prossima è dentro o fuori. Non c’è Aina e Lollo ormai fa fatica a controllare una palla o fare un passaggio degno di questo nome. Allora dentro o fuori: 4 3 3 ora o mai più. Con un pareggio siamo fuori lo stesso. Tridente vero senza Zaza. Utilizzando Parigini Falque Berenguer e il Gallo per farne giocare 3 e uno subentrante. Ma gli esterni liberi da compiti difensivi troppo rigidi. D’altra parte Lollo e Ansaldi nascono terzini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy