Toro: Meggiorini il miglior sostituto di Immobile

Toro: Meggiorini il miglior sostituto di Immobile

Le statistiche di TN / Tra gli attaccanti del Torino, i numeri dicono che Ventura a Firenze deve fidarsi del 69 granata

di Mario Gago

All’ultima di campionato il Toro ha ancora l’Europa a portata di mano. Serve una vittoria a Firenze e per ottenerla, manco a dirlo, è necessario segnare. Il tecnico granata non potrà però contare sul capocannoniere della serie A, Immobile, squalificato per l’espulsione rimediata contro il Parma e dovrà scegliere accuratamente chi schierare accanto a Cerci. I candidati possibili sono tre: Meggiori, Barreto e Larrondo.

MEGGIO, IL FAVORITO – Con 6 presenze da titolare e 868′ nelle gambe, Riccardo Meggiorini è il giocare più utilizzato da Ventura quando uno dei nuovi gemelli dei gol aveva bisogno di rifiatare. Vero è che l’ex Novara non è mai riuscito a trovare la via del gol, però ha fatto 4 assist per i compagni (2 solo nell’ultimo mese, contro Catania e Lazio) e in più ha la percentuale migliore di tiri in porta. Analizzando le sue prestazioni, poi, il numero 69 granata è uno dei giocatori più concentrati e determinati a dare il 100% per la squadra quando scende in campo e questo si può vedere anche dal numero di falli (74% subiti contro solo 26% fatti) e di tackle: con 17  interventi riusciti, Meggiorini è al primo posto tra gli attaccanti di Ventura alla voce “palle recuperate”.

BARRETO, ESPERTO DI PASSAGGI – Il  centravanti brasiliano ha giocato quasi la metà delle partite disputate da Meggiorini (5 volte da titolare), ma uno dei suoi vantaggi è che l’ex Bari ha già giocato da titolare contro la Fiorentina nello 0-0  dell’andata e conosce la squadra viola meglio dei suoi compagni di reparto. Il suo punto di forza, statistiche alla mano, consiste nel giro-palla offensivo: altissima è la sua percentuale di passaggi per liberare gli attaccanti. Per questo motivo Barreto può essere una buona soluzione in appoggio a una prima punta che deve segnare. Chissà che al Franchi i suoi suggerimenti, uniti agli assist di Cerci, non possano rivelarsi un’arma utile.

LARRONDO, CHE INCOGNITA – Per quanto riguarda il giocatore argentino, è molto difficile che Ventura decida di schierarlo titolare: a causa dell’infortunio alla caviglia rimediato contro il Milan ha giocato solo 131′ in tutta la stagione, scendendo in campo da titolare soltanto nella gara di andata contro l’Atalanta (1 settembre 2013). E’ comunque vero che quando era fisicamente in forma ha regalato buone prestazioni, soprattutto nella difesa del pallone che statisticamente è suo punto di forza: su 40 passaggi effettuati soltanto 4 erano sbagliati.

Non è un segreto che senza Immobile il Toro possa far fatica a fare gol, però il traguardo europeo è molto vicino e si deve soltanto vincere contro una Fiorentina che non ha più niente in gioco e, alla luce delle statistiche descritte, la migliore opzione di Ventura per sostituire Immobile è proprio Riccardo Meggiorini, sperando che l’attaccante veneto possa sbloccarsi proprio domenica trovando la sua prima, ma soprattutto più importante, rete in campionato.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy