Napoli-Torino, attenti a quei tre: Hamsik, Zielinski e Insigne

Napoli-Torino, attenti a quei tre: Hamsik, Zielinski e Insigne

Verso il match / La retroguardia granata dovrà limitare la forza di questi tre giocatori che stanno attraversando un ottimo periodo di forma

di Raffaele Lima, @RLima_21

Il Torino, domenica prossima affronterà il Napoli allo stadio San Paolo. Questo match domenicale sarà di vitale importanza per la squadra guidata da Mihajlovic, la quale, con un’ipotetica vittoria sui partenopei, potrebbe risollevarsi dall’amara sconfitta nel Derby della Mole contro la Juventus, le cui ferite fanno ancora male all’intero ambiente granata, in cerca di riscatto proprio contro una squadra del calibro del Napoli, che sta attraversando al momento un periodo positivo. La sfida del San Paolo non sarà dunque una passeggiata per i ragazzi del Toro, i quali però dovranno sfruttare al massimo la loro rabbia al fine di riagguantare dei tre punti che mancano ormai da troppo tempo.

Tra i giocatori di mister Maurizio Sarri, quelli attualmente più in forma e individuabili come gli elementi maggiormente da tenere d’occhio sono il capitano degli azzurri Marek Hamsik, Piotr Zielinski e Lorenzo Insigne. Il primo – capitano della nazionale slovacca e al Napoli dal lontano 2007 – è diventato ormai una bandiera della formazione partenopea, nella quale è cresciuto sia come uomo e soprattutto come calciatore. Il calciatore ex Brescia, grazie alla cura Sarri, è diventato un giocatore completo, capace di realizzare molte reti importanti e confezionare fantastici assist ai propri compagni di squadra. Qualità e forza fisica: queste le qualità che mette ogni domenica a disposizione della squadra di cui è capitano, fascia che è al suo braccio non per puro caso, bensì grazie alle sue ottime doti carismatiche che da sempre lo contraddistinguono, anche nella propria nazionale. Due delle sue cinque reti stagionali sono state siglate in queste ultime due giornate di campionato: contro l’Inter e contro il Cagliari, squadre contro le quali sono arrivate ben due vittorie importantissime, soprattutto dal punto di vista della classifica, visto che l’esito finale del campionato italiano è ancora tutt’altro che definito. L’altro protagonista del momento di questo Napoli è il polacco Piotr Zielinski, che, come il suo collega di reparto Hamsik, è reduce da due reti consecutive in Serie A. L’ex Udinese, sin qui, ha collezionato un ottimo minutaggio: dalla prima giornata di campionato ad oggi infatti, è stato schierato da Sarri in ben 15 occasioni, delle quali 8 sin dal 1′. Dei numeri niente male considerando la sua verde età (si tratta di un classe 1994). In queste ultime giornate Zielinski ha dimostrato una grande voglia di migliorare e di mettersi in mostra, fame alimentata anche dal fatto di giocare in un club prestigioso come quello partenopeo, ricco di storia e di tradizioni. Terzo e ultimo pericolo della formazione azzurra è il talento Lorenzo Insigne, ormai perno dell’undici titolare di Sarri. L’ala campana non ha avuto affatto un ottimo inizio di stagione, tutt’altro: nelle prime giornate di campionato il classe ’91 ha sofferto molto l’exploit del compagno belga Mertens, autore di un ottimo avvio stagionale. La prima rete in questo campionato di Insigne è arrivata infatti molto tardi – il 19 novembre in occasione del match contro l’Udinese -, ma  ha dato inizio ad un filotto  di acuti molto importanti: nelle ultime 5 giornate infatti, Insigne ha siglato ben 4 reti. La difesa granata dunque, in vista della prossima sfida di campionato, dovrà limitare la furia di questi tre giocatori: missione sicuramente non semplice, ma in questi giorni Mihajlovic e lo staff tecnico stanno lavorando con attenzione al centro Sisport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy