Napoli-Torino : in difesa i granata ripartono da Rossettini

Napoli-Torino : in difesa i granata ripartono da Rossettini

Focus on / Il centrale del Toro, nonostante sia stato penalizzato dalle distrazioni del compagno di reparto Castan, ha giocato un buon derby. E’ lui la certezza della difesa granata

di Nicolò Muggianu

La sconfitta contro la Juve va lasciata alle spalle, nonostante il rammarico. Ora il Toro deve pensare soltanto al Napoli. Domani pomeriggio alle 15.00, i ragazzi di Mihajlovic affronteranno gli azzurri al San Paolo. La partita non è delle più semplici. Il Napoli, che insegue le prime posizioni, dovrà approfittare dello scontro diretto Juve-Roma di stasera. Il Torino, al contrario, dopo la sconfitta al derby, vuole riscattarsi e per farlo dovrà ripartire dalle note liete lasciate dalla stracittadina. Tra queste c’è proprio Rossettini che si è riscoperto leader carismatico di una difesa un po’ troppo distratta.

RITROVARE L’INTESA – Dopo il derby, il reparto che è finito sotto accusa è stato indubbiamente quello difensivo. Tutti e tre i gol bianconeri, infatti, sono viziati da leggerezze o distrazioni. La cosa fondamentale ora sarà ritrovare la giusta tranquillità e una buona intesa. La coppia centrale che giocherà al San Paolo potrebbe essere formata da Rossettini e Castan. Il brasiliano ha l’occasione di riscattarsi e per farlo, potrebbe affidarsi al suo compagno di ruolo che ha dimostrato, nelle ultime uscite, una maggiore attenzione e leadership.

CENTIMETRI –   Il vero punto di forza di Rossettini è lo strapotere fisico sulle palle alte. Il centrale ha mostrato, infatti, di essere uno dei migliori giocatori di Serie A sui colpi di testa difensivi. Contro il Napoli, però, i suoi centimetri potrebbero essere vanificati dall’ ”attacco in miniatura” dei partenopei. Gli azzurri possono infatti contare su un tridente formato da Insigne-Mertens-Callejon dotato di grande tecnica ma caratterizzato da un’altezza media  piuttosto bassa. I  tre si sono dimostrati molto veloci e abili nel fraseggio palla a terra ma anche intelligenti tatticamente nei movimenti senza palla e freddi sotto porta. La “stazza” del centrale granata potrebbe dunque non essere così utile alla causa viste le caratteristiche degli avversari.

Contro il Napoli sarà dunque fondamentale ritrovare  una buona coordinazione dei movimenti difensivi e la giusta attenzione. Offensivamente il Toro ha già dimostrato di poter fare male a chiunque perciò, per espugnare il San Paolo, sarà fondamentale soprattutto la prestazione del reparto arretrato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy