Non solo Laxalt: Aguilera, Recoba, Francescoli e tutti gli uruguaiani del Toro

Non solo Laxalt: Aguilera, Recoba, Francescoli e tutti gli uruguaiani del Toro

Focus on / Sono 19 gli uruguaiani che hanno vestito la maglia del Toro

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Tra meteore, promesse mancate e grandi giocatori sono 19 gli uruguaiani che hanno vestito la maglia del Torino. Dai più recenti Salvador Ichazo e Gaston Silva passando per Guillermo Rodriguez per arrivare ad Alvaro Recoba e Enzo Francescoli. Laxalt dovrà invertire un trend per nulla positivo, non sono molti i giocatori uruguaiani che hanno lasciato un segno nella storia del Torino.

METEORE – Il primo in assoluto a vestire la maglia granata fu Raul Mezzadra, che collezionò una sola presenza nella stagione 1940/41. Poi una lunga assenza fino ai primi anni ‘90: tra il 1992 e il 1994 il Torino ebbe tre uruguaiani in rosa. Si tratta di Aguilera, Francescoli e Saralegui: quest’ultimo (semisconosciuto) venne pagato 7,5 miliardi di lire per disputare 2 partite e poi fu rimandato a costo zero in patria. Giungendo a tempi più recenti, il Toro non ha più avuto fortuna con gli uruguagi: Josè Franco ad esempio, fu una grandissima delusione. Prelevato per 14 miliardi di lire, deluse subito le aspettative e riuscì ad incidere solo in Serie B. Senza dimenticare Alvaro Recoba, grande colpo dell’estate 2007, mai ai livelli dell’Inter. Ultimamente, invece, in granata hanno militato “El Pelado” Rodriguez, Gaston Silva, Salvador Ichazo, Pablo Caceres e Alvaro Gonzalez.

CAMPIONI – È stato Aguilera, senz’ombra di dubbio, a lasciare un segno indelebile nella storia granata: ha partecipato attivamente alla vittoria dell’ultimo trofeo del Toro, la Coppa Italia del 1993 totalizzando 54 presenze e 17 reti in due stagioni. Laxalt dovrà provare a seguire le sue tracce se non vorrà essere una delle tante meteore uruguaiane passate dalla Mole.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rimbaud - 2 mesi fa

    El pelado era un buonissimo difensore per una neopromossa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GRISCHIANO - 2 mesi fa

    Se ci fosse oggi, Francescoli sarebbe un crack.
    Aguilera era anche lui molto forte e il meglio lo ha dato come seconda punta con Skuravy e Casagrande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 2 mesi fa

    francescoli persona splendida,un piacere conoscerlo,veramente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 2 mesi fa

    E di Pablo gaglianone non ne parliamo? Speriamo faccia meglio dei suoi compaesani…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granata70 - 2 mesi fa

    Rodriguez è stato un ottimo difensore. Aguilera e francescoli un livello superiore. Gli altri acquisti sbagliati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabio.tesei6_13657766 - 2 mesi fa

    Aguilera segnò un bel gol sotto la maratona in coppa uefa e poi venne ad esultare sotto la curva. Io ero lì!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Roland78 - 2 mesi fa

    Francescoli con noi era a fine carriera, ma era fortissimo. Un giocatore che non sfigurava tra i fenomeni di quegli anni. Di pato Aguilera che dire? Con noi non ripeté le gesta genoane, ma era un grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hctor Belascoarn - 2 mesi fa

      Francescoli ha poi ancora vinto una Libertadores con il River.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy