Per chi sbaglia c’è la panchina

Per chi sbaglia c’è la panchina

Editoriale / Bremer, Aina, Meitè: errori che pesano e il Toro lascia punti pesanti per strada

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Il Torino è partito quest’anno con l’idea di confermare le caratteristiche della scorsa annata, quella – molto positiva – dei 63 punti. Contando sull’esperienza accumulata per migliorare sul piano della mentalità (gestione dell’entusiasmo, riduzione dei cali di concentrazione) e sperando di colmare grazie al mercato la più grande lacuna emersa, la poca qualità negli ultimi 20-30 metri di campo. Sono passate solo sei giornate ed è tanto incauto quanto ingiusto stilare oggi giudizi delineati, ma l’avvio di campionato ha detto che c’è stato qualche intoppo. Dal punto di vista della mentalità i problemi per ora sono sempre lì (vedi Torino-Lecce, vedi i gol presi a Parma dopo 58 secondi, a un minuto dall’intervallo e a cinque dal fischio finale). Non solo: il punto forte della scorsa annata, la solidità difensiva, si è sgretolata all’improvviso, per tanti motivi. I dieci gol subiti in sei partite, corredati da tutte le parate salva-risultato di Sirigu (sin qui almeno due in tutte le partite giocate) non possono non preoccupare: nascondere i problemi vorrebbe dire fare il male del Torino.

Per iniziare a risolverli, ci pare buona cosa ripartire dai giocatori che più danno affidabilità. Perchè la partita del Tardini ha confermato che un potenziale c’è, ma che questo viene vanificato da alcuni elementi che, nel migliore dei casi, sono ancora immaturi. In primo luogo ovviamente c’è l’espulsione di Bremer: quando giochi in dieci per un’ora poi può succedere di buscare gol nel finale, mentre in parità numerica probabilmente avremmo commentato un’altra partita. Ma anche altri strafalcioni sono stati deleteri. Citiamo ad esempio l’occasione da rete sciupata da Meité subito dopo il rigore parato da Sirigu e il gol di Inglese nel finale. Sbagliano Nkoulou e Izzo, ma non è ammissibile il fatto che Aina cammini distrattamente invece di accorciare su Inglese.

La verità è che il Torino ha un potenziale, ma deve smetterla di farsi del male da solo. Sta a Mazzarri trovare le contromisure e ripartire da chi davvero si è dimostrato più affidabile ci pare la prima cosa da fare. Ora i giocatori – incrociando le dita – sono tutti a disposizione dal punto di vista medico, e con il tempo chi ne ha bisogno affinerà la sua condizione fisica. Le possibilità di scelta a disposizione dell’allenatore stanno diventando ampie: se possibile, come richiede la meritocrazia, chi sbaglia deve sedersi in panchina.

152 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ardi - 3 settimane fa

    Il bello è che l’allenatore dovrebbe essere quello che tiene unita la squadra anche nelle difficoltà, l’ultimo a mollare, invece è il più nervoso, in panchina l’ho visto mangiarsi le unghie come un adolescente e si fa espellere di continuo. Persino ansaldi gli e lo ha fatto notare nell’intervista. Infatti il problema più grande di mazzarri è che ha più paura di perdere che coraggio di vincere . Da qui le formazioni e l’atteggiamento della squadra. È da quando è arrivato che spero metta in campo i giocatori migliori nella, non è mai successo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 3 settimane fa

      I giocatori migliori nel loro ruolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pota - 3 settimane fa

    io salvo solo bremer, Meitè improponibile così come Ola Aina troppo lenti DjDj si perde. E poi la colpa più grossa è del tecnico una volta recuperato il risultato devi insistere sulla concentrazione fino all’asfissia non puoi prende un gol a 45 sec. con palla in possesso (2-2).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fefo - 3 settimane fa

    io zaza in campo non lo voglio mai più vedere

    grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 3 settimane fa

    Ma a gennaio non possiamo toglierci dalle palle Meite e prendere Borja Valero che tanto a Milano non ha spazio?!?!
    Mi urta vederlo in campo a trotterellare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 3 settimane fa

      Minchia…. Invece Borja Valero é un fulmine. Quanto ha? 38 anni? 39?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro71 - 3 settimane fa

    Mazzarri insiste a far giocare calciatori fuori forma mi riferisco ovviamente a Meite’, Aina, Bremer…col Napoli mi auguro di vedere una squadra che corra e si impegni fino all’ultimo secondo di gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fefo - 3 settimane fa

      non sono fuori forma…sono scarsi punto.

      aina non sa difendere
      bremer non sa giocare
      meite non ha cazzimme

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabrizio - 3 settimane fa

    bremer, aina, meite, de silvestri, baselli, zaza, tutti mediocri giocatori ma bassa serie A o serie B. Se poi sono anche a corto di benzina per la sciagurata programmazione societaria, ecco che i nodi vengono al pettine….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tric - 3 settimane fa

      Togli Baselli dall’elenco!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 3 settimane fa

        non fa mai la differenza…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GRANATORO - 3 settimane fa

    Calcio brutto e perdita di punti con le squadre più deboli nei momenti importanti. Stesse problematiche dell’anno scorso. Non credo di vedere qualcosa di diverso con Mazzarri…..dobbiamo continuare a vedere questo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nitrotoni - 3 settimane fa

      Assolutamente d’accordo … Anno nuovo , nuovi calciatori ma problemi vecchi qui a dovere cambiare marcia è l’allenatore

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Nuovi calciatori?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Immer - 3 settimane fa

      Cairo è 15 anni che è qui e non è mai finito in panca. Sarà il solito toro di urby

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 3 settimane fa

        ha comprato i seggiolini pero’….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. GRANATORO - 3 settimane fa

    …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. dattero - 3 settimane fa

    lecce,samp e parma,tre indizi,una prova,come sostiene Agatha Christie.
    stagione iniziata con la farsesca preparazione x l’europa,ricordiamoci di Gemello,ignaro d’esser in lista,ricordiamoci delle frasi nella cosiddetta campagna di rafforzamento,i suseguenti acquisti postumi.
    se poi mi si dice che si è aspettato tanto è xche’il cosidetto mister vuole solo prospetti gia integrati nel campionato italiano,teniamone conto come grave limitazione,almeno nel football attuale,è gravissimo non conoscere il calcio estero,grossa mancanza.
    allenatore inadeguato,superato e limitato,bremer e meite’scelte alquanto curiose.
    mi vien in mente la pagliacciata dei tanti no detti a delle fantomatiche richieste,da mondo virtuale.
    io non so,se verra’ esonerato,non mi pongo la questine,pero’,si sa,che al proprietario piace Pioli,e questo,x tutti gli ottusi ed i gne gne,non vuol dire che viene pioli al posto di sto qua,penso sia chiaro.
    visto pero’,che gia stamattina un gianduja diceva che,da fonte sicura,tra poco donasdoni al posto dell’attuale.
    Si è solo gelidamente replicato che donadoni è in oriente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ghiry7_11570699 - 3 settimane fa

    Oltre al capitano (immenso) abbiamo Falque, Verdi, Zaza (per me riserva del Gallo) e Millico (che merita più spazio). Ma chiunque gioca titolare non può andare a cercarsi sempre palla a centrocampo, perchè NESSUN centrocampista in rosa ha una minima visione di gioco o capacitá di ultimi passaggi per le punte. Sono tutti onesti mediani e/o intenditori che spezzano gioco ma non CREANO, col risultato che si affida il gioco a terzini o lanci di 20-30 metri.
    Le punte vanno servite (quando sanno crearsi gli spazi) ma in questo Toro chi è capace di farlo?! Ogni anno spero di vedere in rosa un Sensi, un Biglia, un Veretout qualsiasi con piedi e cervello un pochino superiori e ogni anno niente. Riempiamo il centrocampo di medianacci e basta.
    Scusate ma io la penso cosí.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Pero’ ad oggi almeno questa scelta di avere degli scarponi a centrocampo si puo’ imputare a Mazzarri oppure no ?

      E’ una bestemmia?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Immer - 3 settimane fa

        Hai ragione se penso a lialjc mi girano i coglioni dopo 15 anni non 1 o2 basta ce un solo colpevole e molti attori a questo teatrino

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Magari anche se è una testa di…, lo avessero fatto sentire più al centro del progetto sarebbe rimasto come Belotti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ghiry7_11570699 - 3 settimane fa

        Sí Davide ma è la sua concezione del calcio, a me e penso a te non piace per niente ma a lui sí, e il Toro ad oggi lo allena lui.
        Io penso che per vincere giocando a pallone servano fisico, ardore agonistico, applicazione nel lavoro, fantasia e soprattutto piedi buoni…le ultime 2 credo in societå ritengono non siano più necessarie.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Ah certo, anche perché per averle tutte bisogna spendere dei soldi veri, non fare girare soloquelli del player trading. In ogni caso i risultati parlano da soli, siamo incompiuti, sono anni che si arriva prima o poi alla stessa conclusione. Puoi arrivare settimo o decimo, magari anche sesto ma poi non ci si conferma perché non si fa davvero nulla di concreto per crescere veramente. E anche lo snobbare la coppa Italia o l Europa League perché portano pochi soldi mentre implicano rosa ampia e spese, è un modo orbo di vedere il calcio, anche se lo si vuole vedere in chiave esclusivamente imprenditoriale, i ritorni economici li vedi nel medio lungo termine se sei bravo ma prima devi metterci il grano. Non esiste impresa che non abbia mai bisogno di iniezioni di denaro. Sicuramente va fatto in maniera oculata ma come lo sta facendo Cairo purtroppo è troppo poco e soprattutto non serve a far risultati sportivi, ma di questo passo neppure quelli economici. Secondo me bisogna iniziare a partecipare con continuità alle coppe, si fa esperienza e si cresce, l Atalanta per esempio non c entra un accidente con la Champions, ma può crescere e magari andare avanti in Europa League che aumenta anche la sua visibilità e il ranking. Insomma bisogna fare qualcosa di tangibile, le parole stanno a zero.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ghiry7_11570699 - 3 settimane fa

            Sono d’accordo.

            Mi piace Non mi piace
  11. suoladicane - 3 settimane fa

    le mie tre sentenze (ho aspettato oggi per sbollire l’incazzatura per come abbiamo perso)
    1. difesa: lo scorso anno andava tutto bene, quest’anno tutto male, il mister ci mette tutto il suo perchè cambia gli interpreti tutte le partite, ieri dicevo che avrei fatto giocare ancora Lyanco, peggio di così non sarebbe comunque stata, ieri Izzo ha messo lo zampino in entrambi i goal, forse andrebbe fatto rifiatare, quanto a Nkoulu sinceramente non mi aspettavo di più
    2. centrocampo: Baselli per me deve giocare mezz’ala d’attacco non cacciatore di palloni è l’unico centrocampista con testa, piedi, e ritmo, gli manca un po’ il fisico purtroppo ma tant’è; Meitè: non so se dare le colpe a lui che gioca con questa indolenza incomprensibile o all’allenatore che insiste nel proporlo titolare, era da sostituire dopo l’errore clamoroso solo davanti alla porta (io non lo avrei fatto giocare)
    3. testa: come ho detto più volte l’allenatore non è più in grado di allenare le teste dei giocatori, serve un professionista in tal senso come hanno tante altre squadre; sono inconcepibili questi cali di attenzione per una squadra di A che si vuole classificare nelle prime 6; momenti come l’inizio della partita o i recuperi vanno gestiti in maniera più professionale anche dall’allenatore, facendo tener palla ecc…; trovo semplicemente ridicolo che wm si sia fatto nuovamente espellere…

    In buona sostanza perdere ci sta sempre, è la legge dello sport, come ripeto da tanti commenti dipende da come perdi ieri abbiamo vanificato una splendida rimonta che avrebbe ricaricato a mille le energie nervose di tutti, invece l’abbiamo buttata alle ortiche in malo modo; e basta accampare scuse che si è giocato in 10 per 60 minuti perchè siamo addirittura riusciti a passare in vantaggio grazie ad un Sirigu strepitoso ed ad un Belotti indomito……qualcuno in società deve meditare.
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mimmo75 - 3 settimane fa

    Troppa negatività. Mazzarri, il grande Mazzarri, ha spiegato dove nascono gran parte dei nostri problemi attuali. In tanti, troppi, han già dimenticato cosa questa squadra (e questo mister) han fatto fino a un paio di mesi fa. Prima tutti ad esaltare, ora in tantissimi a remare contro e criticare. Tutta gente che, sicuramente, in vita sua, non ha mai sbagliato nè dovuto affrontare difficoltà contingenti. Ma il tempo è galantuomo… Per intanto, forza Toro, forza ragazzi, forza Palledighisa. E intanto prenoto un carro bello grande che sennò tutti quanti non c’entreremo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 settimane fa

      Su un certo modo di pensare sono d’accordo con te, non è che su debba cambiare metri di giudizio ogni volta che qualche episodio cambia l esito di un risultato. Io facevo l esempio di come era stata bel valutara la prova di bremer contro il milan solo perché si era vinto eccome gli sia stata buttata la croce addosso in questa persa, a parità di prestazioni a mio avviso negative. Io sto dalla parte di mazzarri, perché è la parte del toro, fino a prova contraria. Dico solo che mazzarri non ha mai dati un gioco d attacco in un anno e mezzo, che i tifosi non su divertono, se non leggendo i risultati e classifica… perlomeno dello scorso anno, perché finora non va affatto bene. Ora l allenatore si deve caricare sto fardello e riuscire a dare equilibrio, ripartendo da una formazione base sempre uguale, che inizi a non prendere più goal, esattamente come faceva a gennaio 2018 subentrando a mhjailovic.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

      Quando verrà il tempo in cui non chiederemo più di concedere tempo? Il Sig. Mazzarri siede sulla panchina da gennaio 2018, non da dieci giorni.

      P.S. Per il tuo carro, conta pure un posto in meno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Il riferimento non era a te, conosco la tua onestà intellettuale e sul quel carro siedi da sempre a buon diritto. Su Mazzarri ti ho già risposto l’altro ieri: inutile continuare a parlarne io e te se non per il puro piacere di interloquire. Sappiamo entrambi come la pensiamo. Ci rivedremo a fine torneo. La mia stima su Mazzarri parte da molto lontano e non sarà certo un momento di difficoltà a farla venir meno. Per me resta un grande, uno da Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pota - 3 settimane fa

          Carissimo,normalmente non sono il tipo di tifoso che si scaglia contro l’allenatore al primo debacle ma sono stanco di vedere che ripropone sistematicamente l’abulico Meité completamente avulso dal gioco della squadra.Lui si che avrebbe bisogno di un periodo di riflessione in panchina altro che ‘Ncolou.Certi atteggiamenti di sufficienza riproposti ad ogni partita da lui e Ola non sono più accettabili.Posso perdonare ancora Bremer ma basta con quei due titolari quasi fissi.Basta basta!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. eurotoro - 3 settimane fa

    ebbe’..3 vittorie e 3 sconfitte…rispetto all’anno scorso dei mille pareggi e partite bloccate..meglio oggi ! finalmente giochiamo x i 3 punti…il gioco e’ molto piu offensivo…peccato non avere ancora Moretti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 3 settimane fa

      tenuto conto che potevano essere almeno 5 punti in più non c’è nulla di cui stare allegri. Siamo la squadra delle occasioni buttate, sempre e comunque

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 3 settimane fa

      Giochiamo anche per gli zero punti… a targhe alterne! Scherzi a parte… ti sembra che questa squadra abbia acquisito dal suo allenatore una mentalità vincente? Perché questo vuol dure giocare x i 3 punti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. GlennGould - 3 settimane fa

    L’anno scorso la difesa era un fortino. Quest’anno, o meglio in queste prime partite, un disastro.
    Gran parte dei problemi stan tutti qui.
    Per il resto, poca voglia di commentare. Un saluto a tutti e forza toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 3 settimane fa

      Si Glenn. È un punto di partenza su cui lavorare. La condizione sta tornando. Sistemati dietro si migliorerà decisamente. Peccato si ricambi dietro anche domenica con il Napoli. Giocherà djidji. Ma non é tutto nero. Ci sono anche sfumature di grigio. In alto con il morale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

      Pero’ eri sicuro di vincere, ieri sera. Ricordo un tuo post lapidario che diceva che oggi avremmo avuto 12 punti. Prima di ieri quindi non era cosi’ un disastro la difesa, o ieri sera ti ha indotto a cambiare di avviso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

        Non è che uno possa prevedere di rimanere in 10 per un’ ora….Secondo me in parità numerica si poteva portare a casa..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Hastasiempre - 3 settimane fa

    Chi sbaglia paga ?
    Sono professionisti , l’allenatore deve sempre considerare questo .
    Bremer era da togliere dopo il primo inutile giallo ….ma chi in panchina lo trova il coraggio , lo stesso dicasi anche per Galdiolo del Parma …veramente inguardabile
    Per il resto in 11 contro 11 sarebbe stata ben tutt’altra gara
    Resta il fatto che i 9 punti persi con lecce sampdoria e parma peseranno come un macigno sull’esito finale del campionato , il solito TORO incompiuto …e quest’anno bastava veramente poco !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      gli unici che pagano sono i tifosi che vanno allo stadio e fanno l’abbonamento alle tv. gli altri chi piu’ e chi meno PUPPANO e anche discretamente.

      Almeno si vedesse uno spettacolo degno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bikeblack - 3 settimane fa

      Meité e Aina tutto saranno fuorché professionisti. Io li definirei buffoni!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. prawda - 3 settimane fa

    Io credo che il ragionamento di Sartori parta da un errore di valutazione sulla passata stagione; lo scorso anno il Torino non ha fatto un campionato straordinario come ho piu’ volte letto, non ha giocato un calcio propositivo, innovativo e spettacolare, non ha mostrato di non avere lacune. Semmai ha fatto una stagione meno negativa di altre arrivando al settimo posto, fuori da tutto, che non mi sembra un risultato da festeggiare in piazza, ha giocato un calcio vecchio, noioso, sparagnino, speculativo ed ha mostrato piu’ di una lacuna in rosa, questo nonostante alcuni giocatori abbiano avuto prestazioni nettamente sopra la media che difficilmente si sarebbero ripetute.
    A questo si aggiunge una societa’ totalmente assente da un punto di vista di obiettivi sportivi, che ha gestito la separazione con Petrachi in modo quasi infantile, che ha vissuto una qualificazione all’EL arrivata all’improvviso piu’ come se fosse un fastidio che come se potesse rappresentare una grande occasione; per cui senza potenziare la squadra ma anzi arrivando al limite del risibile sostenendo che una rosa arrivata settima era difficilmente migliorabile.
    Inoltre si e’ aggiunta la grana Nkoulou che ha sicuramente portato anche crepe e malumori nello spogliatoio e che sarebbe stato molto meglio gestire senza che i panni sporchi finissero in bella mostra.
    In un campionato sempre piu’ mediocre, il Torino andando a guardare le occasioni avute e concesse in queste prime sei giornate, puo’ essere molto contento di avere 9 punti perche’ potevano essere decisamente meno pesando i meriti sul camp e questo non e’ certo un buon segnale.
    Non so di quale potenziale parli Sartori riferito alla squadra ma mi sembra che vi siano tre squadre che sono di un altro campionato, (gobbi, Napoli e Inter), decisamente dietro le romane con l’Atalanta, poi a mio parere c’e’ a giocarsi il settimo posto il Torino, con i resti del Milan e forse la Fiorentina oltre ad una eventuale sorpresa.
    Resta a mio parere possibile lottare anche in questa stagione per il settimo posto ma squadra ed allenatore devono girare pagina e remare tutti insieme perche’ se non siamo a braccetto con la Sampdoria e’ solo per le prodezze di Sirigu e la determinazione di Belotti, troppo poco per sperare in qualcosa di meglio di un centroclassifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 3 settimane fa

      Commento assolutamente completo, preciso ed obiettivo. Nulla da aggiungere se non i complimenti a chi l’ha scritto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. torracofabi_13706409 - 3 settimane fa

      Anche io ti faccio i miei complimenti. Il tuo commento vale più di qualsiasi articolo finora scritto. Bravo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Stufodellamediocrita' - 3 settimane fa

      Commento ineccepibile! Come sempre, del resto da parte tua…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. torracofabi_13706409 - 3 settimane fa

      Sarebbe interessante conoscere il pensiero dei pollici versi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        ehhh è dura … meglio non avventurarsi oltre i bastioni di orione….sono anni che combatto questa inclinazione

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. torracofabi_13706409 - 3 settimane fa

          Sei uno tosto allora!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Bischero - 3 settimane fa

      Penso che tu abbia in gran parte ragione. Il succo del tuo commento sta in gran parte sull elenco delle concorrenti per l Europa. Siamo da sesto posto a scendere. Bisogna esserne consapevoli. Il nostro scudetto é il sesto posto. La nostra stagione ottima il settimo. Siamo meglio dello scorso anno ma non siamo uno squadrone. Con tutti i problemi da inizio anno che sappiamo. Possiamo migliorare certamente ma non vincere su ogni campo sempre. E a Parma abbiamo giocato quasi tutta la gara 1 in meno e il toro può perderla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andr - 3 settimane fa

        Due in meno considerando Meité 🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Ardi - 3 settimane fa

      Esatto, e comunque anche arrivare settimi non è che sia un grande obiettivo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        anche perchè non serve a una mazza. anzi visto come è finita la campagna acquisti e la preparazione quest’anno meglio arrivare ottavi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Bischero - 3 settimane fa

    Izzo non ha sbagliato? Il gallo non ha sbagliato? Si vince e si perde come squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 3 settimane fa

      Bravo Bischero, la penso allo stesso modo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. fedeltoro49 - 3 settimane fa

    Come caxo si fa a perdere palla a 30″ dalla fine del primo tempo su di una punizione a nostro favore? Non si poteva buttarla in mezzo all’area di rigore avversaria oppure oltre la linea di fondo campo?NO! Rimessa laterale a favore del Parma e l’abbiamo preso nel c…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marco-coll_747 - 3 settimane fa

      mamma mia leggendo il tuo pensiero,mi e tornato in mente l incubo del goal di pirlo nel derby

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 3 settimane fa

      essere professionali e professionisti significa proprio questo, saper gestire le situazioni, i momenti; se la squadra non lo sa fare significa che complessivamente nella preparazione qualcosa non va, perchè in quasi due anni di testadighisa i problemi sono sempre queste ingenuità da squadra primavera…..
      accettare di tenere in campo un giocatore che offerto una prestazione come Meitè ieri sera significa non essere professionali, tutti si scagliano contro Bremer che è stato espulso (lo è stato per l’ennesima volta anche wm per altro), ma con maggior garra di Meitè ed Aina ad esempio si portava a casa la vittoria ed il fatto che il mister non abbia sostituito il primo ma Verdi, e Ansaldi la dice lunga; e non ditemi che Verdi era sulle gambe, perchè Meitè lo è stato dal primo minuto all’ultimo
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. blackpanther - 3 settimane fa

    Perchè prendersela sempre con i soliti, Aina, Meite, De Silvestri anche quando non gioca?
    Meite ha sbagliato un gol fatto, ma ha fatto una partita di sacrificio anche fuori ruolo.
    Ola Aina non ha fatto errori particolari, tranne essere lento sul terzo gol, ma stava curando un altro uomo e su quella palla, anche se può essere sembrato addormentato, non ci sarebbe mai arrivato.
    Chi ha sbagliato più di tutti ieri è stato Izzo, ma Izzo è intoccabile e non può essere criticato.
    Izzo è assolutamente titolarissimo e sempre tra i migliori, ma ieri ha sbagliato tutto, è andato incontro a Gervinho nel primo goal, conoscendo la sua velocità e si è fatto saltare (così come nel secondo tempo sempre su Gervinho, con il miracolo di Sirigu).
    Ha sbagliato completamente sul secondo gol andando verso la palla invece di seguire l’uomo.
    Ha sbagliato sul terzo goal, dove, forse perchè stanco ha sbagliato un rinvio piuttosto facile, in maniera goffa, lasciando lì la palla.
    Ha poi sbagliato in maniera grave Nkoulou sul primo gol, dove si è letteralmente addormentato e ha fatto passare l’uomo, quando lui era davanti.
    Ha sbagliato sul terzo a lasciare crossare Gervinho, ma questo è più comprensibile perchè poteva essere stanco.
    Nkoulou in generale ha fatto poi una buona partita, considerando che era al rientro.
    Quindi questa volta Aina, Meite, De Silvestri e Didji non hanno così tante colpe più degli altri, tanto da essere attaccati sempre solo loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 3 settimane fa

      Giusta considerazione, ma Ola Aina e Meitè – a mio modo di vedere – non fanno mai la differenza. Ieri hanno fatto un compitino-ino-ino. Il problema è che Mazarri dovrebbe rischiare e cambiare radicalmente modulo, giocare con quattro difensori: due centrali, direi Izzo e ‘Nkoulou, e due terzini, che fanno più i difensori che gli attaccanti di fascia e che quindi sono più attenti alla fase di contenimento. Due mediani (chiamiamoli alla vecchia maniera): Baselli e Rincon, affiancati da Iago Falque, esterno tornante. Tre attaccanti (come ieri il Parma): Verdi sulla sinisitra e in mezzo Zaza e Belotti. Un modulo da proporre con continuità, altrimenti saltano l’ intesa e gli automatismi. L’ alternativa è tornare a quello che Mazzarri ama di più: squadra arroccata a far giocare male l’ avversario e una sola punta. Poche soddisfazioni, molti pareggi (come l’ anno scorso) ma anche un po’ di fieno in cascina senza brillare. Ieri sera siamo stati a metà del guado -nè troppo difensivisti, nè troppo offesnivi – e questo (oltre all’ espulsione) ci ha puniti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Con baselli rincon a centrocampo , anche se a 4 dietro secondo te rusciremmo a sostenere falque verdi zaza e belotti ?

        Io ne dubito .

        Sarei piu’ per far giocare le persone nei ruoli naturali:

        Belotti
        Verdi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Belotti punta centrale , verdi a sx e falque a dx

          in mezzo laxalt a sx , rincon in mezzo con baselli e a dx ola aina

          dietro djiji a sx , nkoulou o lyanco al centro e Izzo a dx

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 settimane fa

            e baselli lo alternerei con Ansaldi che potrebbe giocare anche in copertura in certe partite , visto che non puo’ esaurirsi col rischio di infortunarsi

            Mi piace Non mi piace
    2. bikeblack - 3 settimane fa

      Perché sempre contro Meité e Aina? Semplice, non fanno nulla! Il primo perde contrasti contro chi è la metà di lui, il secondo crede di essere un fenomeno del dribbling. Quando li vedrò in panchina sarò tranquillo e quando verranno ceduti gioirò!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. michelebrillada@gmail.com - 3 settimane fa

    ma come mai lianko (lo voleva a tutti i costi il bologna )e bonifazi (avrebbero fatto carte false per tenerlo a ferrara dove ha fatto non bene ma benissimo)il fenomeno porte chiuse al filadelfia continua a non farli giocare? il pres.non vede questa situazione meite deve stare fuori non è capace e invece gioca sveglia via mazzarri subito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 settimane fa

      Lyanco lo abbiamo visto in campo appena giovedì, come centrale contro il Milan, partita allucinante… ma non ti hanno detto che si giocava giovedì? Abbiamo vinto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Luke69 - 3 settimane fa

    pensiamo a salvarci, e interveniamo subito con l’esonero del Tecnico, prima di finire male, il tempo per rimediare c’è ma non con questo allenatore che è ormai in totale confusione, sempre che sia mai stato lucido.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

      Chi prendiamo al posto di Mazzarri???
      Illuminami….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke69 - 3 settimane fa

        sarebbe sufficiente Nicola o Pioli , anche se il mio sogno sarebbe Ranieri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Filadelfia - 3 settimane fa

          Ranieri ha la stessa fisionomia di gioco di Mazzarri.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

    Sartori, cerchiamo di essere seri: i problemi nascono innanzitutto dal presiniente e dalla sua cerchia di yesmen.

    Questa estate abbiamo raggiunto il massimo del grottesco e del ridicolo, iniziando dalla questione Petrachi e dalle reciproche accuse (i bambini dell’asilo sono più intelligenti, anche quando litigano…!!!), passando per la nomina a DS di una Persona la quale, pur godendo della mia stima per ciò che ha fatto cono la Primavera, attualmente è solo una “immagine di facciata” per coprire le bugie e le nefandezze del giornalaio, continuando con la gestione del caso Nkoulou, veramente ignobile da entrambe le parti, per concludersi con una campagna acquisti anch’essa ridicola, fatta all’ultimo minuto e a prezzi “pari al nuovo”, senza contare la vergognosa gestione dei nostri migliori Giovani, costretti a stare a guardare sino a Gennaio per l’incapacità della Società di prestarli e di farli maturare altrove.

    E, in ultima analisi, l’allenatore, giurassico, vetusto, obsoleto, inutile e dannoso, sia come capacità di preparazione estiva, di gioco inesistente, di totale mancanza di comunicazione con i giocatori.

    Sino a che sussiteranno queste condizioni, il nostro destino sarà segnato dalla mediocrità e dall’anonimato, ormai costante comune e squallida da quasi 16 anni…!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 3 settimane fa

      Quindi quale soluzione nell’immediato proponi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 3 settimane fa

        Ma cosa vuoi che proponga?!!!?? Critica persino il magazziniere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

          Tu invece, visto che non sai fare alcun contraddittorio ma solo provocare e arrampicarti sugli specchi, puoi solo guardare le figure.

          Duqnue prima impara a leggere, ma soprattutto a capire e a ragionare, poi ne riparliamo.

          Ciao Tesotuccio, stammi bene…!!! 😛 😛 😛

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 3 settimane fa

            Con un disfattista globale che contraddittorio si può fare??? Per te il forum é terapia.

            Mi piace Non mi piace
          2. Bischero - 3 settimane fa

            “arrampicatori sociale sui vetri”… Facevi meno ridere quando parlavi di allunaggi.

            Mi piace Non mi piace
          3. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

            Certo…!!!

            Anche quello un argomento difficile per un “esperto di vuoto assoluto” come te. 😛 😛 😛

            Torna a guardere le figurine di Mazzarri, così almeno ti “gratifichi” da solo…!!!

            P.S. “Risus abundat in ore stultorum”…fattelo tradurre, analfabeta…!!!

            Mi piace Non mi piace
      2. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

        Filadelfia, voglio essere propositivo e serio: sostituzione di Comi con Zaccarelli (artefice della promozione in A prima del fallimento Cimminelli) o Claudio Sala, inserimento di Paolo Pulici nell’organigramma con pieni poteri per gestire giocatore e allenatori, libertà d’azione per Bava, al fine di poter crescere e progettare la futura campagna acquisti sulla base dei risultati ottenuti nel corso della stagione, nessun rinnovo a Mazzarri ed eventualmente un ultimatum a tempo(partita contro il Napoli, sosta e partita contro l’Udinese), quanidi tre settimane circa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Filadelfia - 3 settimane fa

          PULICI ha già detto più volte che NON è interessato ad entrare nel TORINO. Allena i bambini nel suo paese di residenza. Su Zaccarelli sono d’accordissimo che entri in società, anzi lo auspico vivamente. Sul rinnovo di Mazzarri sono anche io d’accordo, non vedo il motivo urgente come si vociferava da più parti per un rinnovo contrattuale. Non è MAI stato il mio allenatore ideale per il dopo Miha (preferivo Gasperini e Guidolin di gran lunga) ma ora come ora non vedo chi possa prenderne il posto a stagione in corso visto che Guidolin NON sembra intenzionato a tornare ad allenare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

            Allora Graziani, Filadelfia, o Pecci.

            Nomi buoni ce ne sono.

            Io preferirei provare con Longo, per le ragioni che ho elencato, ma sono convinto che se a Guidolin venisse offerta la panchina del Toro ci penserebbe due volte a rifiutarla.

            Mi piace Non mi piace
          2. suoladicane - 3 settimane fa

            Pulici lasciamolo dov’è, non scomodiamo le leggende per piccole beghe terrestri.
            Zaccarelli lasciamolo commentare le partite in Tv, ha fatto il suo tempo
            cerchiamo invece un DS giovane con voglia e progettualità e qualche idea innovativa
            cerchiamo un allenatore giovane con voglia, e sangue granata (Longo o Nicola così così per fare due nomi a caso, ma non necessariamente loro)
            inseriamo nello staff uno psicologo, affiancato da un team manager che grondi granatismo da tutti i pori
            ed inseriamo un Direttore Tecnico, che coordini le attività sportive della prima squadra con quelle delle scuole calcio, del settore giovanile, e supervisioni tutta l’attività delle prima squadra e del DS ecc… (in teoria dovrebbe farlo Comi in qualità di DG)
            in tre parole: strutturare la società
            questo manca, e si ripercuote sui risultati di tutte le squadre
            SFT

            Mi piace Non mi piace
          3. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

            Sull’allenatore sfondi una porta aperta, sul fatto che Zaccarelli o Sala o Graziani siano il “vecchiume”, beh ti sbagli di grosso: di Gente così, che abbia carta bianca e che inculchi nelle zucche di allenatore e giocatori che cos’è lo Spirito Toro e il Toro ne abbiamo bisogno come il pane.

            Su Longo e Nicola sono d’accordo e fors’anche su uno psicologo: per il ruolo di Team manager e Direttore Tecnico, non vedo nulla di meglio che i nomi che ho fatto sopra, a proposito di “Granatismo che sprizza da tutti i pori”.

            Bava, poi, nello stesso ruolo dell’anno scorso con il discorso di osservatore e coordinatore va benissimo.

            Mi piace Non mi piace
  23. portapila41 - 3 settimane fa

    I nostri interventi ,specialmente nei post-partita, sono spesso influenzati da arrabbiature +simpatie /antipatie . C’è però un elemento che può essere imparziale e mettere tutti d’accordo specialmente se valutato nel lungo periodo ed è il giudizio del campo .Esso ci dice chiaramente che : 1 ) abbiamo UN SOLO elemento di assoluto livello europeo ed è Sirigu . 2)abbiamo poi TRE elementi più che buoni che sono il Gallo , Ansaldi ed Izzo ( fino a prima dell’estate ci sarebbe stato pure N’Koulou ma ora non ci credo molto ). 3) tutti gli altri spaziano tra il mediocre e lo scarso a seconda dei periodi . 4) non conosciamo il reale valore dei ns giovani , buonissimi fino alla Primavera e poi vanno su ” Chi l’ha visto ? ” . 5)Il mister non è un’aquila della panchina, credo che ormai sia chiaro.In definitiva il Toro non è ciò che ci vogliono far credere la società ed i dirigenti nonostante i pomposi proclami estivi. Di fronte a questa situazione ,che ritengo suffragata dai fatti degli ultimi anni, prima ci rassegniamo al solito mediocre tran-tran da media classifica magari arricchito da un paio di partite da ricordare meglio sarà per tutti noi : meno arrabbiature , meno classificazioni tra cuntent e maicuntent ed una buona dose di sano realismo per digerire certe prestazioni e relative analisi dei responsabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      soprattutto meno gente che rompe i coglioni perchè non si fanno 200000000 di abbonati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Stufodellamediocrita' - 3 settimane fa

    Non cerchiamo alibi, la realtà è sotto gli occhi di tutti, anche di quelli che NON vogliono vedere.
    Elenco i fatti e gradirei che si parlasse di questi:
    1) eliminazione dall’EL contro una squadra che veleggia nei bassifondi della Premier ma che contro di noi sembrava il Barcellona;
    2) vittoria sofferta col Sassuolo, fortunosa con l’Atalanta e di puro culo col Milan (che abbiamo visto domenica sera quanto vale);
    3) sconfitta con il Lecce in casa giocando la peggior partita dell’era Mazzarri;
    4) sconfitta con la Samp (che ha appena 3 punti in 6 partite) facendo un tiro in porta (UNO) in 95′;
    6) sconfitta con il Parma con tanti errori individuali ma, soprattutto, errori concettuali del Mister (modulo iniziale 5-3-1-1, mancata sostituzione di Meite, sostituzione del Gallo a 3′ dalla fine, mentalità accontentista volta al pareggio, etc);
    7) gioco inesistente, figlio di moduli ormai superati;
    8) mancanza di coraggio anche con squadre sulla carta inferiori o in crisi di risultati;
    A questo aggiungo le stucchevoli dichiarazioni sia pre che post partita che dimostrano come WM sia in chiara confusione tecnico-tattica.
    Domenica abbiano il Napoli e chissà quante ne prenderemo.
    Quale dovrebbe essere il motivo per esser pazienti od ottimisti? L’anno scorso, giocando male ma con una diversa solidità siamo arrivati settimi, comunque fuori dall’Europa e rimpiangendo i punti persi con Parma, Bologna, Empoli ed Udinese, solo per citarne alcune. Quest’anno già 3 sconfitte con squadre presuntamente inferiori alla nostra: e mancano all’appello Juve, Inter, Napoli, Lazio, Roma, etc…
    Secondo me sarà una stagione priva di soddisfazioni e con molte amarezze…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke69 - 3 settimane fa

      fino a che ci sarà la sventura Ventarri in panchina, tutte le squadre sembreranno il Barcellona, il suo calcio anti calcio degli anni ottanta, mai propositivo difensivista la massimo, vedi la formazione con il Lecce e quella di ieri, ma portato sola a distruggere , non andremo da nessuna parte, coadiuvato da un Presiniente Banfone Cuntabale che fa delle sue metafore delle autentiche perle mediatiche” impossibile migliorare questa squadra, perchè messi non è in vendita, oppure abbiamo la difesa migliore della Juventus, oppure farò tre innesti,”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. abatta68 - 3 settimane fa

    Io penso che siano veramente poche le squadra che finora hanno trovato la quadra, noi siamo messi male perché non riusciamo a dare continuità alla preparazione di ogni singolo giocatore, ma anche continuità di formazione, che cambiamo tutte le domeniche, per poi cambiarle anche a gara in corso. La difesa è il reparto che ha sofferto più di tutti di questo, oltretutto tenendo fuori uno dei giocatori fondamentali dell 11 titolare, che dobbiamo recuperare appieno al più presto, perché senza nkoulou siamo davvero nei guai. Mazzarri deve tornare suo suoi passi, individuando i 14/16 giocatori su cui crede e utilizzare quelli nel corso della partita. Non è più tempo di esperimenti, chi non è adeguato o non è in grado di caricarsi di certe responsabilità stia jn panchina. Torniamo a mettere in campo giocatori di esperienza e carisma, a prescindere dallo schema tattico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. toroxsempre67 - 3 settimane fa

    Per chi sbaglia c’è la panchina ?
    Allora ci vuole una panchina lunga 50 metri .
    Conosco buon falegname , prezzi modici , massima serietà , raccomandatissimo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Criss73 - 3 settimane fa

    Il primo a non RI scendere in campo è mazzarri….infatti è squalificato…tenere i giovani per cosa? Li vede bene e no non li fa giocare…faranno la fine di edera e parigini….se non ti servivano li davi in prestito, non farli giocare in primavera tutti scoglionati…dalla serie….come bruciare i MILLENNIAL..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. user-13734369 - 3 settimane fa

    CG
    meno male che questa mattina leggo almeno
    Delle parole sensate senza insulti beceri
    come mi è capitato di leggere altre volte
    inutile stare a piangere sul latte versato
    gli uomini che abbiamo sono quelli se poi
    qualcuno di questi non fa a pieno il suo dovere
    non dev’essere per forza colpa di Mazzarri
    lui vede i giocatori in allenamento tutti i giorni
    e non credo voglia far giocare il primo che le capita
    comunque il campionato è ancora lungo mai dire mai
    staremo a vedere
    72 anni di pane e TORO mi anno insegnato
    a non dare x scontato mai nulla la prima partita del TORO
    la vidi a 5 anni al fila con mio padre è da allora ne ho
    viste di tutti i colori
    ma un giorno il TORO ritornerà grande
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fedeltoro49 - 3 settimane fa

      Aspetta e spera…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. user-13734369 - 3 settimane fa

    CG
    meno male che questa mattina leggo almeno
    Delle parole sensate senza insulti beceri
    come mi è capitato di leggere altre volte
    inutile stare a piangere sul latte versato
    gli uomini che abbiamo sono quelli se poi
    qualcuno di questi non fa a pieno il suo dovere
    non dev’essere per forza colpa di Mazzarri
    lui vede i giocatori in allenamento tutti i giorni
    e non credo voglia far giocare il primo che le capita
    comunque il campionato è ancora lungo mai dire mai
    staremo a vedere
    72 anni di pane e TORO mi anno insegnato
    a non dare x scontato mai nulla la prima partita del TORO
    la vidi a 5 anni al fila con mio padre è da allora ne ho
    viste di tutti i colori
    ma un giorno il TORO ritornerà grande
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. miele - 3 settimane fa

    Applicando questo criterio, si faticherebbe a trovare 11 titolari. L’elenco dei giocatori inadeguati del Toro è piuttosto lungo: Meite, Bremer, l’attuale Nkoulu, Aina, Berenguer, Lukich, De Silvestri, Zaza, per motivi diversi che vanno dell’immaturità alla mancanza di carattere, alle deficienze tecniche, gicherebbero raramente in squadre ambiziose. I nuovi arrivi, poi, non sembrano così determinanti e non giustificano i soldi spesi per acquistarli, precludendo la possibilità di poter optare per altre scelte più valide ed in ruoli fondamentali come a centrocampo. L’allenatore, poi, sta dando preoccupanti segni di confusione. Anche lui dovrebbe essere messo a riposo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 3 settimane fa

      finalmente qualcuno con gli occhi aperti. Il problema e’ che abbiamo giocatori di bassa lega. Se poi ci si aggiunge la mancanza di ambizioni della sociata’…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. bergen - 3 settimane fa

    Voglio dire solo cose positive.
    Penso che Mancini non possa avere più dubbi su chi meriti i pali della Nazionale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. granata - 3 settimane fa

    Consideraziomi giuste, che sono ovviamente indirizzate a Mazzarri. Ma si parte da un premessa secondo un po’ forzata e cioè che la scorsa stagione sia stata “molto buona”. E’ stata una discreta stagione con alcuni clamorosi scivoloni e un settimo posto che ci ha esclusi dall’ Europa (siamo stati ripescati per la rinuncia del Milan, è bene sempre ricordarlo) nonostante il campionato deludente di molte altre squadre: Milan, Roma, Lazio, Fiorentina, Sampdoria, Sassuolo, Udinese. Etasno già emersi alcuni difetti (a centrocampo e in attacco) che ad oggi non sono stati rimediati. Giustamente Sartori chiede decisioni chiare sulla base delle prestazioni offerte dai singoli, ma non sembra essere questa l’ attitudine di Mazzarri, il quale ondeggia sul modulo tattico e insiste su giocatori insufficienti (appunto i tre citati nell’ articolo: Brehmer, Ola Aina, Meitè). La partita di ieri ne è stata lo specchio. Il Toro è stato a metà del guado, nè troppo difensivo, nè troppo offensivo, proprio l’ atteggiamento che il grande giornalista Gianni Brera (che ho avuto la fortuna di conoscere) condannava di più, perchè espone le squadre a prendere molti goal. Mazzari sa fare una cosa bene: far giocare male l’ avversario, ma i tifosi arricciano (giustamente) il naso, perchè il gioco ne risente e i tiri in porta arrivano col contagocce. Sotto la pressione mediatica e del popolo granata ieri ha cambiato registro, ma senza osare troppo, con un attacco spuntato come era prevedibile, perchè Verdi non è quell’ ira di Dio che molti esageratamente pensavano e perchè è stato piazzato esterno largo (“alla Bedrenguer”) lontano da Belotti, col quale non ha mai dialogato. Risultato: Belotti si è messo a svariare per tutto il campo e il potenziale offensivo ne ha risentito. Siamo onesti: il primo gol di Ansaldi è stato favorito da un incredibile svarione del Parma (lo hanno sottolnireasto bene i commentatori di Sky) e il secondo da un rigore abbastanza un po’ generosamente concesso dall’ arbitro (il quale, fra l’ altro, non ha nemmeno ammonito il giocatore del Parma autore del presunto fallo). Avevo scritto che il Torino doveva puntare, senza se e senza ma, su Zaza-Belotti come coppia d’ attacco e che se si voleva utilizzare Verdi (ma i 25 milioni si potevano forse spendere per un centrocamposta di personalità, classe e tecnica) si doveva pensare a un Torino a trazione veramente anteriore con in campo insieme Iago Falque, Belotti, Zaza e Verdi, togliendo uno dei tre centrali e abbassando i due terzini. Altrimenti Verdi è un panchinaro di lusso che deve lasciare il passo a Zaza e a Iago Falque. Tentennando e facendo e disfacendo le formazioni oggi come oggi il bilancio è già di tre partite perse in sei giornate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 3 settimane fa

      il modulo che suggerisci 442 in fase difensiva e che si trasforma in 424 in fase di attacco, piacerebbe molto anche a me;purtroppo il mister, pur avendo i giocatori per farlo non lo farà mai, perchè presuppone lavorare molto di più sul gioco offensivo di quanto non si faccia ora con 5-3-2 o 5-3-1-1 che dir si voglia;
      volendo si potrebbe fare anche il 4-3-3 un po’ meno spregiudicato del primo e forse maggiormente adatto alle caratteristiche dei nostri giocatori (Verdi e Falque soprattutto); questo secondo me sarebbe lo schema maggiormente equilibrato per entrambe le fasi, e che garantirebbe anche un supporto maggiormente produttivo a Belotti che ha dimostrato di segnare a raffica se supportato da due esterni d’attacco veri; la mia formazione ideale
      Sirigu
      Ansaldi, Izzo, Lyanco, Laxalt
      El general, Lukic, Baselli,
      Jago Gallo Verdi

      purtroppo il mister non farà nemmeno questo, perchè è un fissato ad oltranza (e non si capisce come si possano prendere tutti questi goal giocando con ben 5 difensori ed un centrocampo fatto di incontristi….mah)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 settimane fa

      Il rigore sul gallo era SACROSANTO come lo era quello di Bremer (della stessa opinione i commentato sky) e Laurini è stato anche lui ammonito (basta leggere il tabellino x scoprirlo)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. toro - 3 settimane fa

    Quindi mazzarri dobbiamo dedurre che tu non sarai mai in campo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Toro Forever - 3 settimane fa

    Non capisco il sussiego con il quale vengono giudicate le altre squadre. Molte, anzi moltissime, sono più veloci di noi. Quando siamo aggrediti andiamo in difficoltà e non abbiamo la qualità di palleggio per “uscire” da dietro. Perdiamo la palla con facilità disarmante e siamo molli e lenti nel recupero. Troppe squadre ci sono superiori, al di là degli episodi, in queste caratteristiche, comprese quelle che i tifosi considerano erroneamente “inferiori” per nome, censo e Storia. La Storia si fa sul campo e noi stiamo facendo, a malapena, Geografia. Prima accetteremo tutto questo, e prima troveremo le soluzioni. Illudersi non serve a nulla. Capire la realtà dei fatti sì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. moulinsk_937 - 3 settimane fa

    E’ rientrato N’Koulou che per quanto arrugginito (e si vedeva) non ha fatto male, Ansaldi sinchè ha potuto stare alto li ha fatti impazzire… Adesso che ci sono tutti mi aspetto di veder partire titolare i più affidabili (Lukic, ad esempio, ci è mancato) e di vedere quelli che devono migliorare (i mezzi li hanno) subentrare dalla panchina. Forse se entrassero quando serve non staremmo sempre a commentare gli errori di Aina, Meitè, etc.. Non sono scarsi ma inesperienza e svagatezze costano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 settimane fa

      Nkoulou Tuttosport 4

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 settimane fa

        Il terzo gol è figlio suo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Il terzo gol è figlio del fatto che mazzarri a 3 minuti dalla fine toglie belotti per zaza

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 settimane fa

            No qui stai toppando mi spiace! Riguardati quel gol e poi ne riparliamo.

            Mi piace Non mi piace
      2. abatta68 - 3 settimane fa

        Può anche prendere zero, ma se non ripartiamo da questi giocatori possiamo pure chiudere baracca! Se vogliamo puntare a una squadra da EL devi avere questi giocatori, non meite, bremer o berenguer.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. michelebrillada@gmail.com - 3 settimane fa

    invece di propinarci per l’ennesima volta quel non giocatore di zaza se avesse fatto entrare lukic al posto dell’inguardabile meite forse e dico forse non avremmo preso il terzo gol ma il mister porte chiuse al filadelfia dove era?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 3 settimane fa

      Sarebbe bastato che il suo predecessore invece di impuntarsi con Niang ci lasciava pendere un certo Duvan Zapata finito all’ultimo giorno di mercato alla Samp e l’anno successivo all’Atalanta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

    Prendiamocela pure con Mazzarri, da 10 anni il tiro al tecnico è diventato lo sport più praticato, ansi spero che il presidente accontenti quanti chiedono la testa del tecnico e ci presenti un muovo mago dotato di moduli fantastici in grado di farci fare il salto di qualità tanto sperato. I giocatori siano tutti confermati e protetti, tanto se si prende rete al primo minuto, si rimane in 10 dopo 30 minuti e si prende il gol del 3-2 nella maniera in cui abbiamo visto la colpa è solo di chi siede in panchina…Chiedo scusa per lo sfogo ma a me ciò che fa più male della sconfitta è la pioggia di critiche, spesso insulti, che puntualmente piovono sulla testa di un uomo che, piaccia o no, non è da ieri che allena in serie A , che fa del lavoro e della coesione il suo credo e che, come giusto che sia, è sempre il primo a metterci la faccia sia quando va bene sia quando va male. Le critiche le accetto ma devono rigurdare tutti..Gli insulti e la mancanza di rispetto proprio no…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola - 3 settimane fa

      Non mi ha mai convinto, mai mi convincerà e non lo sopporto ma sinceramente di insulti non mi sembra di averne letti. Dargli dell’inadeguato, come ho scritto in un post sotto, ad esempio non lo ritengo tale
      Piuttosto non comprendo come si faccia a metterlo su un piedistallo…..dobbiamo continuare a ritenerlo un grande allenatore per il Napoli di 7 dico 7 anni fa??!!?? Esonerato all’Inter nel 2014 dopo 2 mesi di campionato e ripescato dopo una parentesi in Inghilterra con una squadra di bassa classifica???
      Non mi sembra questo nume della panchina a cui non possiamo rinunciare….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 settimane fa

        Nicola, non li hai letti perché i post con gli insulti sono stati poi eliminati e per me quello che ieri sera si è dovuto leggere è stata una vergogna.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Nicola - 3 settimane fa

          ok, grazie ne prendo atto e ovviamente condanno gli insulti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 settimane fa

            Tranquillo, fa piacere parlare con gente civile quale sei tu.

            Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 3 settimane fa

      Ti superquoto Alessandro, qua si sta sbroccando. Io lo ripeto gli insulti sono fuori luogo e se non ha giocato tizio o caio un motivo ci sarà o a Mazzarri piace perdere e farsi cacciare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 3 settimane fa

        Non fosse altro che lui con i giocatori ci trascorre l’intera settimana quindi se fa delle scelte evidentemente ha le sue ragioni. Purtroppo paghiamo una preparazione forzatamente accelerata e incompleta per i motivi che sappiamo e in un calcio ormai sempre più atletico sono situazioni che in campo si pagano. Quando dice che non ha praticamente mai avuto la difesa titolare al completo non possiamo negare che abbia ragione. Occorre solo avere pazienza secondo me e tenere la barra diritta…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 settimane fa

          Bravo di nuovo!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. palmiro - 3 settimane fa

        Potete solo insultare voi e nessuno vi cancella. Vero sbruffone vergognoso?
        E con la diffamazione come la mettiamo? Sono ancora in attesa della copia della prescrizione medica di Chiellini che qualche calunniatore mi ha attribuito…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 settimane fa

          Tu è meglio che parli dell’aeroplanino di Montella, non ho ancora letto le tue scuse per il tuo vergognoso post sul tifoso della Samp. E per aver parlato in quei termini del GRANDE TORINO!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. palmiro - 3 settimane fa

            Ma io il GRANDE TORINO lo rispetto più di voi che usate strumentalmente una tragedia e un povero idiota incensurato per nascondere 14 anni di fallimenti sportivi.
            Mi aspetto le scuse da te che ridevi mentre mi insultavano nascondendosi dietro al nickname falso palmirò. Vergognati! E tira fuori questa copia della prescrizione medica di Chiellini.

            Mi piace Non mi piace
          2. maxx72 - 3 settimane fa

            Fatti furbo una buona volta!!! Che caspita ne so io della prescrizione a Chiellini!!!! Ma che vuoi??? Ma pensa a Montella che lo sai fare bene!!!
            Rileggiti prima di postare i commenti!!!!!

            Mi piace Non mi piace
          3. palmiro - 3 settimane fa

            Cancella i commenti vergognosi sul mio conto, ignorante e maleducato che non sei altro!

            [[https://www.toronews.net/rassegna-stampa/corriere-torino-lautore-del-gesto-dellaereo-chiedo-scusa-sono-un-co/]]

            E rileggi tu i tuoi messaggi. Vuoi fare il giornalista moderatore e non sei nemmeno capace a scrivere due righe in italiano. Braccia rubate all’agricoltura.

            Mi piace Non mi piace
          4. maxx72 - 3 settimane fa

            Si si bravo, vai a zappare la terra! E tu cancella i tuoi di commenti vergognosi e le prese per i fondelli te le sei cercate tu con il tuo aeroplanino…raccogli quello che semini ricorda! Adesso passo e chiudo che me le stai facendo a fette.

            Mi piace Non mi piace
          5. maxx72 - 3 settimane fa

            Comunque ho capito come ti chiamavi ti sei tradito, obiettivamente parlando. Adesso me le hai fatte a fette ciao ciao. Ps ho una vita bellissima al contrario di te.

            Mi piace Non mi piace
    3. suoladicane - 3 settimane fa

      non si tratta di prendersela con mazzarri, il tecnico è proprio indifendibile perchè le sue scelte ed alcune sue ostinazioni (l’ultima Meitè ieri) sono assolutamente incomprensibili; pensate che i tifosi siano tutti degli asini e che nessuno qui abbia mai giocato o allenato anche se in serie amatoriali?
      il calcio non è una scienza esatta, ma non è una scienza complicata, il giocatore che non ha l’approccio giusto alla gara si cambia anche al 20′ del primo tempo perchè è vero che ti giochi una sostituzione, ma se in 20-30 minuti non ne ha combinata una, VA CAMBIATO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. suoladicane - 3 settimane fa

        CONTINUO:
        non puoi basare una squadra su unico schema di gioco sulle corsie esterne (come ho già detto dopo il Milan in tempi non sospetti perchè abbiamo vinto)
        osservate bene il ns. non gioco: il centrale di difesa (Nkoulu) passa al compagno (Izzo) che passa al centrocampista (Baselli) che se riesce passa all’esterno (Desilvestri o chi per lui ) o se la linea di passaggio è chiusa (come si dice oggi) ripassa al centrale (Izzo ) che intanto è salito un po’ -nel frattempo il centrocampo e la difesa avversari si sono abbassati (una volta si diceva sono rientrati) e se non hai un esterno che salta l’uomo e ti da la superiorità numerica continui con questo tic toc fino a che l’esterno dalla trequarti non fa partire un cross che normalmente è preda della difesa avversaria;
        questo tipo di gioco se non ha alternative negli interpreti che ti possano appunto dare qualità saltando gli avversari ed andando a crossare dal fondo, deve avere alternative al centro, altrimenti hai un gioco di palla sterile che non porta occasioni da goal;
        Ieri abbiamo visto che con esterni di qualità, Ansaldi e Verdi, i cross arrivano un po’ meglio ed un po’ più pericolosi, ma il gioco al centro continua a non esserci quindi le occasioni sono comunque poche

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

    Cominciano a mancare le parole per commentare la pochezza di gioco e di risultati di questa squadra. Le iperboli di alcuni commentatori e le levati di scudi di alcuni articolisti poi non fanno nemmeno più ridere. Per citare Ennio Flaiano, la situazione è grave ma non è seria. Il fatto è che chi dovrebbe rimediare è parte del male in causa. E domenica saremo colpiti e affondati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. prawn - 3 settimane fa

    Chi sbaglia a farli giocare è in panchina.
    Mi accodo ad altri commenti, il gioco di Mazzarri ha fatto sempre pena ma se mancano pure i risultati siamo proprio messi male.
    Iago ha fatto una partita con la primavera una o due settimane fa e non ha ancora i novanta minuti?
    Ma poi ste convinzioni e storielle che racconta, ma io uno così non l’ho mai sentito.
    Conferenze stampa unica cosa peggio del gioco e delle scelte di formazione.
    Meite Bremer e Aina manco convocati! Basta.

    Come ho scritto ieri sarebbe troppo facile far giocare i più forti in un 433 compatto ed equilibrato.

    Sirigu
    Ansaldi Izzo N’Kolou Laxalt
    Lukic Baselli Rincon
    Iago Gallo Verdi

    È uno squadrone, non ditemi che non sono da champions questi. Se giocano e con qualche schema questi undici sono forti.
    Il testone in panchina deve fare un passo indietro sulle sue fissazioni tattiche e filosofiche.

    Magari ogni tanto pure giocare sempre con gli stessi unici

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 3 settimane fa

      TI sei accanito con Ventura prima, con Mihajlovic poi, ora con Mazzarri. Sarà cosi anche con il prossimo allenatore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 settimane fa

        Mazzarri dei tre è il meno peggio.
        Come risultati rispetto alla rosa mi sono ricreduto su ventura.
        È chiaro che a quei tempi avevamo gente meno forte, dietro e in mezzo.
        Miha non mostrava segni di razionalità o schemi, solo cuore.
        Mazzarri ha fatto bene il ritorno l’anno scorso ma quest’anno è partito proprio male.
        Non è accanimento ma quegli undici di cui sopra secondo me sono forti… Magari ho qualche dubbio su Baselli ma gli altri sono proprio buoni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 3 settimane fa

      Prawn, scusa, però io ti leggo dai tempi di Ventura e qualsiasi persona che si è seduta sulla panchina del TORO NON ti è mai andata bene! Pensi davvero che Mazzarri giochi a farsi cacciare o magari abbia avuto dei motivi per schierare la formazione di ieri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 settimane fa

        Penso che abbia il suo pensiero di calcio che cozza con la realtà e con lo spettacolo.
        Penso che magari ci porterà in EL cmq, perché ci capisce più di Ventura o Miha e tanti altri.
        Ma penso cmq che se il calcio è uno spettacolo a me sta passando la voglia di vederlo, non mi diverte vedere il toro preso a schiaffi da queste squadrette.
        Si sta perdendo la dignità.
        Il problema alla base e la società, ed è per questo che alla fine si ripiegano le critiche sull’allenatore.
        Se WM avesse 22 campioni sono sicuro che farebbe meglio.
        Dubito però sullo spettacolo, mi pare sempre che cerchi di capire la partita per la prima ora, salvando magari la baracca alla fine.
        Non è un’idea di calcio che mi garba.
        Se proprio devo investire 90 minuti alla settimana del mio tempo mi piacerebbe farlo guardando qualcosa di bello, se non spettacolare.
        Insomma palle piene…
        Come ho scritto un tot di tempo fa, ci si divertiva di più a vincere i tornei di serie B, c’era una vaga impressione di successo, così è proprio solo tirare la carretta, plusvalenze e via

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Filadelfia - 3 settimane fa

      Prendi il patentino da allenatore e mettiti in gioco. Non alla playstation ma su un campo da calcio con un gruppo di 20/25 giocatori. Allora (forse) capirai che ci sono dei giocatori che dopo un infortunio necessitano di periodo per entrare in forma. Altri che passano dei periodi di appannamento, altri che hanno alti e bassi, altri che necessitano di periodo di ambientamento. E cosi via. Scrivere tanto per scrivere siamo capaci tutti. Fare formazioni sulla carta idem. Poi ci sono molte variabili. Ci sono staff medici, preparatori atletici, etc che danno indicazioni dello stato di forma di un giocatore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 settimane fa

        Certo tutti bravi i leoni da tastiera o le formazioni col senno di poi, ma certe performance viste quest’anno…
        Non credo di averle viste solo io, leggo un paio di siti, pagelle, la difesa a 4 che ha funzionato meglio…
        Certo che non bisogna rischiare i giocatori (come faceva Miha) ma Mazzarri è l’opposto, lesagerata prudenza.
        Non credo che sia il caso di licenziarlo, quelli sono commenti a caldo, quando odio vedere il toro a pezzi…
        Ho cmq fiducia, visti i risultati dell’anno scorso che WM troverà il bandolo della matassa.
        Ma vedere certa gente giocare così male e poi leggere di altri che non giocano 90minuti perché non pronti è un insulto a chi merita di giocare di più

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. suoladicane - 3 settimane fa

      LA PENSO ESATTAMENTE COME TE,
      e chi sostiene che un giocatore dopo mesi che si allena non ha nemmeno 30 minuti nelle gambe, non solo non sa nulla del calcio, ma nemmeno della playstation…..
      in più aggiungo che il mister deve trovare il coraggio di cambiare anche nei primi tempi perchè un giocatore che on è in partita dopo 30 minuti si cambia subito o al massimo nell’intervallo, SMETTIAMOLA DI REGALARE GIOCATORI AGLI AVVERSARI!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 3 settimane fa

        La cosa che non capisco di Mazzarri è che non prova le carte migliori all’inizio, ma sempre e solo alla fine.
        Metti pure i difensori a fare le barricate alla mondonico alla fine…
        Ma partire ogni tanto con le teste di serie?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Ardi - 3 settimane fa

      Amen prawn

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Carlin - 3 settimane fa

    Per chi sbaglia continuamente basta panchina!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Mario66 - 3 settimane fa

    Non so proprio come commentare la sconfitta di ieri. In realtà non so come commentare questo avvio di stagione. In ogni caso mi sembra che il più disorientato sia l’allenatore. In questo momento non mi sembra in grado di gestire la squadra e trasmette insicurezza anche alla squadra. Quanto detto è confermato dalle parole di Ansaldi. Per l’immediato non sono molto ottimista. Domenica c’è il Napoli notoriamente forte proprio sulle verticalizzazioni guarda caso quelle che la squadra soffre di più. Spero che almeno Mazzarri non ci riproponga Meite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 settimane fa

      Io credo sia giunto il momento x mazzarri di pensare alla difesa a 4 fin dall inizio, come contro il Milan nel secondo tempo, magari proprio contro il Napoli, cercando di prenderne il meno possibile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. iugen - 3 settimane fa

    E per chi sbaglia ma è già in panchina cosa c’è?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. uiltucs.pesar_12159015 - 3 settimane fa

    Condizione fisica approssimativa e qualche infortunio di troppo hanno condizionato questo avvio di stagione. Secondo me il vero Toro, se non si romperà qualcosa a livello di spogliatoio nel frattempo, lo vedremo alla ripresa del campionato. È tutto troppo approssimativo x essere vero! Prendete i 3 gol di ieri sera (dove N’koulou è stato colpevole maximo): certi errori sono incomprensibili!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Nicola - 3 settimane fa

    E per chi sbaglia ripetutamente in panchina dovrebbe esserci il ritorno nell’oblio, esattamente da dove lo avevamo preso….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 settimane fa

      Altro che oblio, era al Real Watford. Ah già che lo avevano cacciato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Dopo ieri sera sono proprio scoglionato “.
    Ennesima partita persa contro una squadra inferiore subendo gol a inizio partita e a fine tempo. Mancanza di concentrazione da parte dei soliti e incapacità di Mazzarri di superare questo critico punto debole della squadra. Ovvio che con le grandi squadre i giocatori siano più attenti. Un buon allenatore e una squadra esperta però è contro le squadre più deboli che deve dimostrarsi concentrata e affamata di vittoria.
    Da quando c’è Mazzarri abbiamo perso punti contro :
    Empoli, Parma (2 volte ) Lecce, Spal, Sampdoria, Chievo, Fiorentina (lo scorso anno quando perdeva con tutti ) Bologna.
    E contro le grandi solo con la Roma (rubata) Napoli e Gobbi (per un errore )
    Insomma, qui non solo i giocatori devono svegliarsi ma anche il mister. Se non avessimo buttato quei punti contro le piccole saremmo arrivati terzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 3 settimane fa

      AGGIUNGO CHE SE NON LI AVESSIMO BUTTATI QUEST’ANNO MAGARI NON SAREMMO PRIMI, MA TERZI SICURO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. PrivilegioGranata - 3 settimane fa

    I couloured del Toro sono dotati di grandi mezzi fisici, ma stanno dimostrando scarsa volontà, scarso impegno e nessuna sagacia calcistica.
    Ola Aina, Meité disastrosi, molli, pasticcioni, arruffoni, spreconi.
    Bremer, ieri, scemo a centrocampo e incommentabile in area.
    N’Koulou tiene in gioco, svagato pure lui, Cornelius per il secondo gol.
    A me sembra evidente che costoro abbiano trovato che le vie della notte sono molto più interessanti dell’erba di un campo da calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Può essere. Allora che si accomodino in tribuna, invece sono in mezzo ai piedi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Pau - 3 settimane fa

      Che Ainà e Meitè siano svogliati e pasticcioni non ci piove, sembra che non gliene freghi niente di giocare a calcio proprio. Loro due pagano secondo me una scarsissima integrazione con il gruppo, un po’ come Berenguer. Insomma nelle foto che postavano gli altri giocatori qualche tempo fa loro non c’erano quasi mai, e guarda caso sono quelli che rendono peggio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bikeblack - 3 settimane fa

        Il campo te lo devi guadagnare. E’ così già nelle giovanili. Questi due inetti manco hanno la maglietta sudata a fine partita! Non sono calciatori, punto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. maxx72 - 3 settimane fa

      Perfetto fratello Privilegio, anche io penso che sia così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. leoj - 3 settimane fa

    Ahahahahhaah, mai titolo fu più azzeccato!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Karmagranata - 3 settimane fa

    Sono d’accordo con lei. Per chi sbaglia c’è in GIOCO la panchina. Allenatore incluso. SSFT.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy