Professione mediani

di Roberto Maccario– Per la cruciale partita di sabato pomeriggio allo stadio Olimpico contro il Cittadella il Torino non avrà a disposizione Daniele De Vezze, in quanto squalificato; il match sarà allora l’occasione per  vedere in campo al suo posto dal primo minuto il nuovo acquisto granata Alessandro Budel, dopo lo spezzone nella gara contro il Varese. Nel nostro duello odierno lo abbiamo contrapposto…

di Roberto Maccario

di Roberto Maccario– Per la cruciale partita di sabato pomeriggio allo stadio Olimpico contro il Cittadella il Torino non avrà a disposizione Daniele De Vezze, in quanto squalificato; il match sarà allora l’occasione per  vedere in campo al suo posto dal primo minuto il nuovo acquisto granata Alessandro Budel, dopo lo spezzone nella gara contro il Varese. Nel nostro duello odierno lo abbiamo contrapposto al mediano del Cittadella Daniele Dalla Bona, che sta facendo molto bene in questo campionato. I due si trovarono già l’uno contro l’altro nella semifinale play-off dello scorso anno tra Brescia e Cittadella.
ALESSANDRO BUDEL
Centrocampista cresciuto nel vivaio del Milan, nonostante abbia ancora soltanto 29 anni ha già militato in diverse squadre maturando molta esperienza: tra le maglie che ha vestito ricordiamo soprattutto quelle di Genoa, Lecce, Empoli, Parma e Brescia; con queste due ultime formazioni ha conquistato la serie A due volte di seguito guadagnandosi la fama di specialista in promozioni. Proprio con le rondinelle ha affrontato il Toro nella finale play-off dello scorso anno costringendo Morello ad un grande intervento e venendo espulso nella gara di andata;poi, dopo essere stato piu’ volte corteggiato negli anni dal presidente Cairo, è approdato sotto la Mole.
L’esordio in maglia granata non è stato dei piu’ felici: sabato scorso a Varese è entrato a partita ormai ampiamente compromessa, sul due a zero per i padroni di casa, e ha perso il pallone da cui è scaturito il contropiede per il terzo goal; ha però cercato di costruire l’azione palla a terra, come piace a Lerda, e ha fatto intravedere di essere capace di impostare oltre che di interdire, cosa fondamentale per questo Toro.
Ora i tifosi granata si aspettano di vederlo all’opera per una partita intera mentre lui si augura di riconquistare la serie A con il Torino mettendo a segno una bella”tripletta” personale: se è vero che non c’è due senza tre….
NOME: ALESSANDRO
COGNOME: BUDEL
NATO A:MILANO
DATA: 25 /2/1981
PRESENZE STAGIONALI:1
RETI STAGIONALI:0
DANIELE DALLA BONA
Giocatore sicuramente sconosciuto al grande pubblico, si è messo in luce nel Cittadella in queste due ultime stagioni sotto la sapiente guida di mister Foscarini, uno che la sa lunga in fatto di calcio.
Nella sua carriera tanta serie C con le maglie di Varese, Casale e Pro Patria, dove ha sfiorato la promozione in B agli ordini di Franco Lerda, poi l’arrivo nella cadetteria con il “Citta”.
Nello scorso campionato è stato uno dei protagonisti di quella squadra che ha sfiorato una promozione quasi miracolosa mentre quest’anno ha già siglato quattro reti, dimostrando di essere un mediano piuttosto prolifico.
La sua arma principale è il tiro da fuori ed è uno specialista sui calci piazzati; nel girone d’andata ha collezionato già due centri su punizione, di cui uno proprio contro i granata( complice un Morello non propriamente impeccabile in quell’occasione).
NOME: DANIELE
COGNOME: DALLA BONA
NATO A: VARESE
DATA:12/8/1983
PRESENZE STAGIONALI: 17
RETI STAGIONALI: 4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy