Rampanti: “Mazzarri, allenatore e persona da stimare”

Parola al Mister / Serino analizza così i temi in casa Toro dopo il cambio in panchina

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Nessuno si aspettava che l’era Mazzarri potesse finire così ingloriosamente. E’ stata la settimana della svolta netta in casa Toro: per il tecnico toscano è stato fatale l’imbarazzante crollo di Lecce. Al suo posto si siede in panchina Moreno Longo, cuore granata che ha il delicato compito di risollevare la squadra da un vortice di negatività per certi versi difficile da spiegare. E’ il momento di analizzare quanto sta accadendo con l’appuntamento tradizionale di “Parola al Mister” con Serino Rampanti.

Serino, che dire: abbiamo salutato Mazzarri. 

“Come è normale che sia, quando nel calcio le cose non vanno nel verso giusto paga sempre l’allenatore. Un allenatore che, in questo caso, ha centrato il record di punti nell’era Cairo con un girone di ritorno da Champions League. Questi i fatti concreti. Sono altresì convinto che un allenatore col curriculum di Mazzarri non diventa un signor nessuno da un momento all’altro. In ogni caso ho sempre pensato che nella vita il tempo è galantuomo”. 

Come ti spieghi il crollo verticale dell’ultima settimana? E’ stato qualcosa di assurdo e inaccettabile. 

“Spesso nel giudicare e nel sentenziare non ci si ferma un attimo a pensare. Noi conosciamo solo una parte di quello che succede all’interno della squadra. Anzi, forse non conosciamo proprio niente. Vediamo solo quel che succede in campo, e di questo ci occupiamo settimanalmente cercando di analizzare le cose senza pregiudizi. Io credo che le ultime gare abbiano certificato che troppi di questi giocatori non hanno il carattere (le palle) di saper reagire alle difficoltà. Voglio sottolineare che nelle ultime tre gare (Atalanta, Milan, Lecce), salvo solo Sirigu”. 

Credi sia stato questo il limite della squadra?

“Credo di sì. Vedi, prima di prendere un giocatore bisogna analizzarlo anche al di là delle doti tecniche. Va studiato il suo percorso, chi sono stati i suoi maestri, chi lo gestisce (cosa molto importante), da che tipo di famiglia arriva. Vanno fatte valutazioni di questo tipo a partire da sei mesi/un anno prima dell’acquisto. Insomma, i giocatori bisogna conoscerli personalmente in modo accurato, prima di acquistarli, approfondendo l’aspetto caratteriale, sondando aspetti che non si evincono semplicemente guardando una partita. Tornando al punto, diciamolo chiaro: le difficoltà affrontate da Mazzarri sono state tante, le abbiamo analizzate più volte ma è stato palese che non si è potuto superarle ed ecco il risultato. Presidente contestato, allenatore pure, di conseguenza i giocatori sono diventati timorosi (specie nelle partite in casa) e incapaci di reagire alle prime difficoltà. Un allenatore da solo non può reggere una simile situazione”. 

Il divorzio da Mazzarri è apparso inevitabile, dopo Lecce. 

“La storia del calcio è piena di grandi allenatori che per varie ragioni a volte sono stati esonerati, anche perchè non si possono sostituire tutti i giocatori. Ricordo ad esempio il grande Trapattoni esonerato a Cagliari, Giagnoni nel Torino, Ancelotti nel Napoli, tanti altri che godono di amplissima considerazione. Mazzarri da oggi fa parte di questa lista”. 

Ora al timone di comando c’è Moreno Longo, uno che tu conosci bene. 

“Sì, è stato un mio allievo e mi fa piacere che sia stato chiamato lui. Soprattutto è molto bravo, quindi mi fa doppiamente piacere. Ai tifosi innamorati del Torino dico che nel recente passato si è messo più in risalto il disamore verso le varie componenti societarie. Spero che a questo punto, per evitare di andare incontro a una deriva pericolosa, si capisca che quel “buonsenso che c’era ma se ne stava nascosto per paura del senso comune” (citando Manzoni) venga fuori e si sostengano i nostri colori. Ci tengo comunque a salutare Mazzarri, lo ritengo una persona e un professionista da stimare. A dimostrazione c’è il fatto che, come ho letto, abbia accettato una transazione; quindi immagino abbia rinunciato a una parte delle sue spettanze, cosa che altri difficilmente hanno fatto nella sua posizione. A Walter Mazzarri dico grazie e gli mando un forte abbraccio”. 

78 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Leo - 9 mesi fa

    Concordo con Serino e dissento dalla quasi totalità degli amici che mi hanno preceduto nel postare i commenti. D’altra parte il record di punti dello scorso anno basterebbe a suffragare la mia convinzione. Sono convinto che il gioco di Walter Mazzarri , basato sul pressing e su di un esasperato tatticismo, sia quanto di meglio pensabile per il Toro. Tuttavia è un tipo di gioco che richiede sacrificio ai giocatori e può generare (come effettivamente è successo) frustrazione poiché richiede dosi di concentrazione mentale ed un impegno fisico fuori dal comune: il dettato del gioco contemporaneo, che prevede fasi di possesso e di non possesso invece che di attacco di difesa, è portato alle estreme conseguenze da Mazzarri. Il giocatore più tecnico può sentirsi eccessivamente sacrificato, l’attaccante può sentirsi snaturato, il centrocampista sottoutilizzato. Non è un gioco che fa per grandi squadre. Credo che nella scorsa stagione alcuni giocatori abbiano tuttavia “sopportato” il pesante fardello (con ottimi risultati) poiché adeguatamente motivati da Petrachi (“avrai un aumento” “andrai alla Roma” “il prossimo anno sarai titolare”).Finita la stagione però le motivazioni sono venute meno e nessuno ha creduto più alle promesse: sono iniziati gli ammutinamenti, i malumori, la fiducia. E siamo arrivati dove siamo arrivati. L’origine però è stata in un vuoto dirigenzial-societario e nel tentativo (fallito) di Mazzarri di supplire all’assenza di un vero direttore sportivo facendone le veci assieme a Comi (Bava non pervenuto). Nel momento della crisi più nero ecco la soluzione più facile : l’appello alla Storia, al Vecchio Cuore Toro, al DNA, al Tremendismo. Devo essere davvero smemorato perché gli stessi che adesso invocano questi valori per una ventina di anni li ho visti completamente indifferenti al granata: ma deve essere l’età, sto invecchiando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. AndreaSilenzi - 9 mesi fa

    Ma per cortesia… Non si faceva meglio a tacere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pinco pallino - 9 mesi fa

    la redazione non lascia scrivere liberamente??? non riesco a postare il mi o messaggio, magari non questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pinco pallino - 9 mesi fa

    Si però che palle sta storia del girone di ritorno ed il record di punti.
    Ha fatto il record di punti con la squadra più forte dell’era Cairo, ed ha raggiunto gli stessi risultati del TORO di Ventura, che giocava con una padella in porta che riusciva a farsi autogol calciando d solo la palla in rete (empoli), poi con i Molinaro Maxi Lopez,Vives Gazzi ed il marocchino che non ricordo il nome.
    Dicevo appunto, che il TORO di Mazzarri ha ottenuto gli stessi risultati con Sirigu, Ansaldi, Rincon, Belotti,Baselli,ed uno come Zaza in panchina.
    Chissà cosa avebbe combinato il miglior DS della storia del TORO,Giampiero Ventura con una rosa del genere a disposizione.
    Del girone di ritorno, il record è stata la illusione, fino all’ultimo eravamo in gara per tutti gli obbiettivi e di più. Invece siamo rimasti fuori da tutto.
    Si rumoreggia, che i problemi di quest’anno, sono dovuti a che i ragazzi volevano il premio della classificazione dell’europa league che non hanno raggiunto in campo. Incredibile.
    Ma cmq, molti mercenari il prossimo anno non saranno in granata basti vedere chi hascelto come procuratore l’armandoizzoreal.
    Odio Jean Marc Bosman con tutta me stesso , il legato che ha laciato al calcio sono questi parassiti, i magnacci/procuratori che gestiscono gli atleti sportivi,come fossero mignotte senza anima
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granat....iere di Sardegna - 9 mesi fa

    Questo commento chiude il cerchio di due anni in cui, coerentemente con le sue personali convinzioni, Rampanti difende a spada tratta Mazzarri, concedendogli attenuanti che ad altri non furono mai concesse, rifacendosi addirittura a record di una stagione conclusa e attribuendo solo ai giocatori le recenti vergognose esibizioni. Ognuno è libero di pensarla come vuole ovviamente ma ormai il discorso è chiuso. Se guardiamo a ciò che sta facendo il Bologna ed al travaglio umano che sta vivendo il suo allenatore forse sarebbe anche il caso di rivedere anche altre posizioni “senza pregiudizi” di allora ma ormai è tardi. Speriamo che Longo ci faccia dimenticare sia l’uno che l’altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gio - 9 mesi fa

    Tendenzialmente ho stima per chi, anche controcorrente, difende le persone in difficoltà. Ora accanirsi su Mazzarri, il cui gioco non era certo esaltante, ma che ci ha comunque garantito un ottimo girone di ritorno lo scorso anno, non ha alcun senso. I valori umani vanno sempre e comunque tutelati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. granatadellabassa - 9 mesi fa

    Lascio da parte le questioni tattiche, per soffermarmi sui danni “comunicativi” fatti dal mister.
    Mazzarri non ha capito che se lui può fare quel lavoro ed essere super pagato, è perché ci sono tanti tifosi che nel calcio mettono una passione infinita. E lui non può mortificare questa passione chiudendo il Fila appena ricostruito dopo infinite peripezie. Così incattivisce l’ambiente per niente.
    In secondo luogo non può accampare scuse patetiche dopo una sconfitta. Tutti possiamo vedere e rivedere le partite o le sintesi. E’ così difficile dire oggi abbiamo fatto male?
    Infine non può prendere un gobbo come esempio.
    E mi fermo qua. Così crei un ambiente negativo per la squadra.
    Sul discorso tattico possiamo discutere. Ma dal punto di vista delle relazioni, il mister ha fallito miseramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Andr - 9 mesi fa

    Mazzarri ? Quello del 6 4 0(perché non poteva usare il 5 5 5)?Quello che mette Belotti a centrocampo dietro Verdi e Berenguer? Il tipo che si fa rimontare di tre gol o due gol o per cambiare se ne piglia sette? Quello che sull’onda dell’entusiasmo generale per un quinto posto, prende quattro pere dall’Empoli praticamente retrocesso? Quello che usa come esempio uno scarpone gobbo? Quello che ha mezza stagione per programmare un “ciclo”, il sostegno di tutti, ed ancora trova scuse,non riuscendo a trasmettere uno schifo di voglia di vincere contro l’ultima, per essere primi almeno una sera? Ah…io non sono un addetto ai lavori. Ma poi che lavori? Non é un gioco? “Fatti, non prugnette”. Occhio al virus di quelli d’oggi e la demagogia non é da Toro. Avrà fatto pure il record di punti, ma salvo qualche partita é stato il Toro meno Toro che ho visto..
    Una cosa ha di sicuro: un gran culo. Il capitano di una nave affonda con essa e la colpa non é mai dei marinai se ciò avviene. Bon scusate lo sfogo, ma son mesi che bestemmio e non sopporto la riabilitazione storica giocando sulla memoria corta.
    Forza Toro sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rossogranata - 9 mesi fa

    Avevo letto commenti interessanti di Serino nelle partite precedenti di qualche mese fa, ma questa volta lo trovo in difficoltà…forse per certe provocazioni subite. Comunque avrebbe fatto bene a stare zitto piuttosto che rimarcare certi valori tecnici di Mazzarri che realmente non ci sono mai stati. Forse in ultimo ha avuto qualche pentimento, ed allora ha “smorzato” il suo contratto e la sua giusta uscita dal Toro. Comunque bisogna ammettere e li capisco ci sono molti della squadra che hanno creato un autentico ammutinamento, nei confronti di un allenatore che era in confusione totale. MI dispiace ma i risultati alla fine sono quelli che contano sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FEBBREA90 - 9 mesi fa

    Sono d’accordo.
    W Mazzarri.
    Grazie e buona fortuna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Simone - 9 mesi fa

    L’alcol fa brutti scherzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Torosempre - 9 mesi fa

    ‘ho sempre pensato che nella vita il tempo è galantuomo’

    Speriamo non troppo, per le tante persone che nei confronti dell’allenatore del TORO (Mazzarri) si sono comportati, consapevolmente, come autentici “farabutti”.

    Il primo allenatore contestato con 27p.ti nel girone d’andata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Patatrack - 9 mesi fa

      …certo, certo, e con l’onta, l’umiliazione e l’affronto di aver stabilito un record negativo e vergognoso dopo 113 anni di storia granata.

      Senza parlare del recordi di squadra più fallosa del campionato, del record di sconfitte in campionato, del Filadelfia ridotto ad una prigione per paura di confrontarsi con i tifosi, delle “uscite” pubbliche prima e dopo la partita, dello snaturamento dei ruoli dei giocatori e del non gioco, del clima di totale sfiducia e paura psicologica creato in campo e fuori.

      Che “palmares”….!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 9 mesi fa

        Ed eliminazione da EL e Coppa Italia.
        Un successone

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 9 mesi fa

      Veramente mihaijlovic per molto meno e per gli stessi punti è stato mandato via nel 2017

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. crocian_786 - 9 mesi fa

    Serino: Verona-Torino 0-3 …..finale 3-3 : di chredi sia la colpa???? se anche lui ha ammesso di aver smesso di pungolarli sullo0-3 ….GASPERINI li HA PUNGOLATI anche sullo 0-6 ma ti rendi conto delle cose che dici???? Ringrazialo tu per quel 3-3 e soprattutto Cairo-e-Mazzarri per quel prevedibile 0-7 (Gasperini quando vede granata ci va giu duro, lo capisco solo io???? ci mando pure in B….)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Come un pugno chiuso - 9 mesi fa

    ‘ho sempre pensato che nella vita il tempo è galantuomo’

    anch’io Serino, per questo voglio sperare che oltre a questo allenatore cagasotto, confusionario e sempre lamentoso, se ne vada prima o poi anche chi lo ha inseguito per tanto tempo (per non farci mancare, aggiungo io, alcune delle sconfitte più ignomignose della nostra storia)

    e spero anche che TN si decida prima o poi ad ingaggiare un commentatore dotato di un tantino di senso critico e di oggettività in più rispetto ai tuoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. giancasortor - 9 mesi fa

    Come persona non posso esprimermi non conoscendolo,ma come allenatore,per favore,sono i fatti che parlano da soli!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Giustoro - 9 mesi fa

    Come persona non mi permetto di giudicare Mazzarri e se veramente ha rinunciato a tutto o parte delel sue spettanze, tanto di cappello.
    Invece come allenatore, mi sembra che sia stato un disastro, al di la dei risultati super negativi dell’ultima settimana. Come ho già scritto altre volte, mi è scaduto già alal terza giornata quando in casa contro il Lecce ha messo una formazione essenzialmente difensiva, trasmettendo, secondo me, la sua paura ai giocatori.
    Vediamo cosa farà Longo, ma penso che Mazzarri sia inarrivabile in senso negativo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Rimbaud - 9 mesi fa

    Secondo me ha anche ragione, ma implicitamente sta dicendo senza forse rendersene conto che la società ha operato non male, ma di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ardi2 - 9 mesi fa

    Mah, questa difesa ad oltranza verso mazzarri e l’attacco verso tutti i giocatori, tranne Sirigu, non vengono risparmiatI nemmeno Belotti o Millico, mi sa tanto di scusa per dar via i giocatori in estate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. SubComandante - 9 mesi fa

    Bravo mimmo serino, ora andate tutti e 3 lontani dal Toro che i gobbi vi amano. O a 7 mimmetto e serino, 0 a 7.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 9 mesi fa

    riscrivo anche io il mio commento cancellato:
    in sostanza, dopo la valanga di commenti negativi la scorsa settimana, non capisco come Rampanti abbia ancora accettato di essere intervistato. Io avrei lasciato perdere. Questa rubrica sta diventando solo piu’ motivo di negativita’, astio e odio. Sarebbe bene chiuderla e intervistare qualche altro personaggio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 9 mesi fa

      aggiungo, che tristezza vedere una vecchia gloria ridotta così…………

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 9 mesi fa

    onesta’ intellettuale…questa sconosciuta….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. suoladicane - 9 mesi fa

    ripropongo, le parole non saranno le stesse, ma i concetti si.
    caro Serino, forse è ora che lei vada in pensione come commentatore, perchè certe prese di posizione la rendono semplicemente ridicolo, ancora cita il record di cartone dei punti del girone di ritorno dello scorso anno, peccato che negli almanacchi resterenno i record negativi (questi purtroppo veri)
    1. la peggiore sconfitta in casa di sempre, che nemmeno dopo Superga, 0-7
    2. tre gare consecutive perse con ben 15 goal al passivo, MAI SUCCESSO a nessuna formazione granata
    3. 11 gare perse in campionato su 20 disputate
    direi che la difesa del testadighisa come allenatore oltre che inutile sia anche profondamente sbagliata
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. prawn - 9 mesi fa

    Rampanti, non è mai troppo tardi per sposarsi, consiglio un bel matrimonio gay con Mazzarri, vivrete felici e contenti in quel di San Vincenzo.
    Magari potreste allenare la squadra locale assieme.

    Ma non ti sei mai chiesto come mai le palle in campo non ci fossero?

    Non che che forse il primo a cui mancassero completamente era proprio lui?

    Il primo risultato dell’era Longo è che almeno non dovrò leggere più le incomprensibili lodi a Mazzarri su questa rubrica.

    Cordiali saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. suoladicane - 9 mesi fa

    complimenti radazione, di nuovo un mio commento (senza insulti per nessuno, ma con un invito garbato a Rampanti ad andare in pensione come commentatore) prima pubblicato e poi cancellato, non lamentatevi se venite definiti dei leccaculo……….. il giornalismo è un’altra cosa, la gestione di un forum di opinioni pure…….
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 9 mesi fa

      e il solito cacciatore di commenti acefalo mette i meno invece di argomentare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Pesce - 9 mesi fa

    Ma possibile che siamo solo noi tifosi (che notoriamente per definizione non capiamo nulla di calcio) abbiamo visto diverse partite vinte per puro culo (atalanta, bologna, genoa…), che abbiamo visto un’intero campionato dove senza San Sirigu saremmo in zona retrocessione, mentre invece gli “addetti ai lavori” (i Rampanti, i Mazzarri, i Cairo) non hanno visto in maniera obiettiva la pochezza di questa squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 9 mesi fa

      Appunto non è possible

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Patatrack - 9 mesi fa

    “Io credo che le ultime gare abbiano certificato che troppi di questi giocatori non hanno il carattere (le palle) di saper reagire alle difficoltà”.

    Non solo loro, caro Serino, non solo loro: bisognerebbe avere il carattere (le palle) anche per dire la verità, oltrechè su Mazzarri, e dunque non limitandosi al record di punti nell’era Cairo, ma anche all’onta, alla vergogna e al disonore di 113 anni di storia subìto in una settimana (anche questo è un fatto concreto), anche su questa società allo sbando sportivo, ma soprattutto su colui che è il principale responsabile di questo sfacelo.

    Un po’ di sana imparzialità e trasparenza da parte Sua sarebbe molto gradita, caro Serino.

    Saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 9 mesi fa

      e vai, beccati tre non mi piace

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. FEBBREA90 - 9 mesi fa

    Ha ragione Rampanti.
    Ringraziamo Mazzarri galantuomo e andiamo avanti.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. alextattoli@libero.it - 9 mesi fa

    Sempre più volpone e imbonitore come chi lo paga. Il record di punti del girone di ritorno avrebbe dovuto proteggere Mazzarri da qualsiasi critica? Ma non è dato anche al Toro ogni 15 anni di azzeccare una stagione? Palermo, Chievo, ora Atalanta, non hanno fatto i preliminari o disputato la Champions? Ventura aveva di gran lunga meno e ha prodotto molto di più. Non va guardato il risultato ma in rapporto a quelli mezzi viene maturato. 0-7 : ecco cosa il tempo sedimenterà di Mazzarri, nient’altro. Se lo immagina Mihaijlovic prendere SETTE gol in casa? Il solo pensiero della sua reazione avrebbe terrorizzato i giocatori.
    UN GRANDE ALLENATORE NON SI FA METTERE SOTTO DALLO SPOGLIATOIO, tanto più se i giocatori che lo formano sono scarsi o psicolabili. La fragilità della rosa ha riflesso quella di Mazzarri. Sono bravi tutti a vincere con fuoriclasse che in più hanno le palle. Il grande allenatore ricava il massimo dal minimo. E BASTA CONCEDERGLI LA LODE DI AVER RINUNCIATO A 4 MESI DI STIPENDIO! Se fossero rimasti 4 ANNI di contratto COL *piffero* che lo avrebbe rescisso. Rampanti ormai difendi l’indifendibile, rescindi col tuo cervello, davvero le hai sparate troppo grosse

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. leggendagranata - 9 mesi fa

    “Cane non mangia cane”. Rampanti vive nell’ ambiente calcistico, ha fatto l’ allenatore e dà giudizi condizionati. Nessuno ha mai messo in discussione la “persona” Mazzarri, non risulta abbia fatto cose poco commendevoli. Ma qui si parla del Mazzarri allenatore e mi stupisco che Rampanti non ne dia un giudizio almeno articolato. Lo salva in toto, per lui è un “grande” allenatore e allora gli chiedo quali successi mirabolanti nella sua carriera Mazzarri ha mai raggiunto. Dopo Napoli, dove aveva a disposizione uno Squadrone (con la S maiuscola), la sua parabola è stata discendente, segno probabilmente del mancato aggiornamento dei suoi schemi tattici. La scorsa stagione? in molti mi hanno preceduto per sottolineare quello che tutti ricordiamo: gioco carente, risultati acchiappati anche in modo fortunoso, avversarie in crisi (Roma, Milan, Lazio, Fiorentina, Sampdoria, Udinese, Sassuolo). Mazzarri ha poi la colpa grave per un tecnico (per meno è stato cacciato Mihajlovic) di avere fatto sprecare soldi alla società per acquisti da lui non graditi o inutili, di avere avallato cessioni perniciose e impoverito la rosa. Perchè Rampanti non cita l’ atteggiamento incredibilmente ostruzionistico quando arrivarono Zaza e Soriano? Una mancanza di sintonia con il club che avrebbe dovuto spingerlo a dare le dimissioni o la società a esonerarlo. E la cessione di Ljajic, un giocatore che più volte gli aveva tolto le castagne dal fuoco? E lo snaturamento (prima dell’ infortunio) di Iago Falque, pedina preziosissima sula fascia dove le sue sovrapposizioni con De Silvestri erano una delle cose migliori del Toro? Snaturamento attuato anche con Verdi, trasformato da esterno alto di fascia in trequartista? E i sacrifici assurdi chiesti a un Belotti, sempre troppo solo, che domenica con il Lecce si è trovato a fare i cross per Berenguer? Per non parlare della assurda critica mossa a Zaza e Belotti dopo la bella prestazione di entrambi col Milan: “Si sono cercati troppo…”. La frittata finale l’ ha poi fatta col modulo col doppio trequartista che non ha aiutato Belotti in attacco e reso il centrocampo di cartavelina (15 gol in tre partite non arrivano solo per colpa della difesa). Basta, ho amici interisti che non lo rimpiangono per nulla e che mi avevano predetto questo amaro epilogo. Chiudiamo questo capitolo, auguro a Mazzarri di ritrovare lucidità, di avere la capacità di togliersi il paraocchi, di aggiornarsi e di rilanciarsi. Non ho niente contro di lui, ma certo non lo rimpiango.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sergiovatta70 - 9 mesi fa

      Cosa si può aggiungere ad un commento pienamente condivisibile?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ardi2 - 9 mesi fa

      Io invece, limitatamente alla sua esperienza col Toro, metto in discussione anche la sua persona, per tutto quello che ha detto contro i tifosi, per le pietose scuse, per come ha bistrattato certi giocatori e soprattutto per essere stato accondiscendente alla società nel vendere senza sostituire e nel non chiede rinforzi a centrocampo, persino dopo lo 0-7

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. faina76 - 9 mesi fa

    Che gran politico che è diventato signor Rampanti. E quel granatismo,che si è cucito addosso da solo può andare bene per i giovani. Noi con i capelli bianchi ricordiamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. eurotoro - 9 mesi fa

    Serino..in 2 anni (compreso la cavalcata girone di ritorno) hai mai intravisto una fase offensiva sufficente x ambire ai primi 6 posti?…schemi triangolazioni di prima sovrapposizioni dei terzini con le ali ?..hai visto il gallo utilizzato al meglio? approvi la scelta della rosa corta ? (striminzita direi)…ti arriva zaza lo utilizzi come riserva? (15milioni)..jago berenguer verdi li hai mai visti andare sul fondo?..quanti cross hanno fatto in 3 ?…voleva fare un girone di ritorno con soli 3 terzini avallando il rientro di laxalt al milan..mi fermo qui x ragioni di tempo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Maver - 9 mesi fa

    Mi domando se la mia nipotina di sei anni un giorno sentirà ancora parlare del girone di ritorno 2018/2019..
    B A S T A !!! A tutti gli adoratori di AGONIA vorrei ricordare che un campionato dura 38 giornate…
    B A S T A !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. marione - 9 mesi fa

    Una squadra che festeggia da mesi il record di punti (conseguito con uno che non ha mai vinto nulla) e un 7 posto, non ha futuro, nè ambizioni, nè nulla. Festeggiate voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

      Come sintetizzare in poche parole la sacrosanta verità. Amen!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Prawda - 9 mesi fa

    Rampanti e’ coerente con quello che ha sempre sostenuto, solo che mi pare che in questo caso sia al limite della testardaggine nel voler mettere la testa nella sabbia e nel difendere anche l’indifendibile.
    Parto dal fondo, Mazzarri non si puo’ definire un grande allenatore; non discuto la persona che non conosco, ma non si puo’ definire grande chi ha vinto una sola coppa italia in tutta la sua carriera ma soprattutto il giudizio va contestualizzato. Mazzarri ha fatto bene a Napoli ma questo non puo’ influenzare il giudizio su quanto fatto a Torino, come continuare con questa storia del record di punti e’ francamente stucchevole; i punti sono spesso una conseguenza del livello del campionato, del numero di squadre che per una ragione o per un’altra tirano prima il freno a mano, quello che conta ed e’ l’unico parametro oggettivo, e’ la posizione finale. Questa e’ stata un settimo posto che non mi pare un risultato da osannare, considerando che le milanesi hanno avuto un rendimento modesto, la Lazio ha smesso di giocare a meta’ del girone di ritorno, Sampdoria e Fiorentina sono crollate, insomma in un campionato dove hanno fatto a gara a chi faceva piu’ pena, ne ha approfittato l’Atalanta per arrivare al terzo posto, il Torino arrivando settimo ha fatto semplicemente il suo compitino, soprattutto considerando che aveva il settimo monte ingaggi della serie a.
    Come non si possono dare, come fa ed ha sempre fatto Rampanti, i meriti a Mazzarri quando le cose vanno decentemente e dare le colpe ai giocatori quando invece mancano i risultati. Restano poi dei dati oggettivi che non possono non portare ad un giudizio complessivamente negativo sulle prestazioni da allenatore di Mazzarri a Torino, non certo sulla persona:
    – 11 sconfitte in 11 gare di campionato,
    – fuori da tutti gli obiettivi gia’ a gennaio in piena tradizione cairesca,
    – peggiore sconfitta di tutta la storia granata in casa,
    – sconfitta per tre volte da quella che era in quel momento all’ultimo posto in classifica,
    – assenza di gioco da due anni, squadra oggettivamente inguardabile, tattica sempre sparagnina anche quando si affrontano squadre decisamente piu’ deboli.
    Francamente da Rampanti mi sarei aspettato piu’ una analisi degli equivoci tattici che hanno contrassegnato tutto il campionato che non citazioni manzoniane; mi pare invece che il piu’ grosso errore sia stato, sopravvalutare il girone di ritorno dello scorso anno, dove molto probabilmente il Torino per diverse ragioni, ha raccolto di piu’ di quanto avrebbe meritato sul campo. Il risultato e’ stato pensare che quel ritmo fosse sostenibile e non invece una eccezione; i limiti di squadra, allenatori e societa’ si sono manifestati tutti quest’anno, soprattutto i difetti a centrocampo che prestazioni sopra le righe avevano in parte nascosto, sono emersi in modo palese. A questo va aggiunto uno stato confusionale in cui e’ caduto Mazzarri che se non ricordo male ha cambiato sempre formazione nelle prime dieci/undici giornate e non solo a causa di infortuni, oltre a scelte tattiche spesso incomprensibili. Se a questo si aggiunge un rapporto con i tifosi che e’ sempre stato mediocre, uscite decisamente infelici come quella su Chiellini o sui tifosi veri, conferenze stampe piene di scuse dietro cui nascondersi che non hanno certo contribuito a migliorare il personaggio, il quadro e’ completo.
    A Rampanti Mazzarri e’ indubbiamente simpatico, magari lo e’ anche, ma va giudicato non per questo o per le idee politiche ma per i risultati raggiunti sul campo; ecco perche’ mi pare questa arrampicata sugli specchi con relativo stridore di unghie molto stucchevole e poco sensata. Forse sarebbe stato meglio sottolineare che non tutte le colpe sono probabilmente di Mazzarri, che maggiori responsabilita’ sono da mettere in capo a Cairo, soprattutto considerando il nulla di questi 15 anni, invece niente da fare anche questa volta per Rampanti la colpa e’ dei tifosi che contestano e dei giocatori che non sopportano le contestazioni diventando timorosi: opinione che si commenta da se’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leoj - 9 mesi fa

      Commento assolutamente eccellente, lucido e articolato. Un disamina esauriente del personaggio Mazzarri perfetta per archiviare una volta per tutte questo inconsistente quanto spocchioso personaggio.
      Pensi quello che vuole Rampanti, ma resta il fatto che i danni causati da Mazzarri al Toro, lo mettono nella classifica dei nostri benefattori ampiamente dopo anche a Sadiq.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. torracofabi_13706409 - 9 mesi fa

      Bhe, hai detto tutto quello che c’era da dire, bravo, complimenti e forza TORO ole’.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Patatrack - 9 mesi fa

    Esatto.

    Scuola Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. valex - 9 mesi fa

    Dopo che ho letto che Rampanti ci dice: “ha centrato il record di punti nell’era Cairo con un girone di ritorno da Champions League”, dimenticando (guarda un po’) di dire che ha anche il record negativo dello 0 a 7 in casa, ho pensato che non valesse la pena continuare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 9 mesi fa

      Nel girone d’andata (presumo non da Champions) chi c’era in panchina?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

    Serino dai ascolto a me entra in politica ormai sei pronto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Patatrack - 9 mesi fa

      Già fatto: è stato assessore allo sport di Moncalieri, 5 o 6 anni fa, in una giunta del PD.

      Adesso capisci perchè scrive come scrive.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. maxx72 - 9 mesi fa

    Ma si, ma cosa volevate dicesse il Rampanti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. dattero - 9 mesi fa

    OPINIONISTA NETTAMENTE SCHIERATO,IMPOSSIBILE COMMENTARE,CONSIGLIO VIVAMENTE DI BYPASSARLO.
    NON HO LETTO TUTTO,MI è BASTATO POCO,NON VAL LA PENA PROSEGUIRE. SCUSATE IL MAIUSCOLO,è INVOLONTARIO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Andyyytoro - 9 mesi fa

    Portiamo un po’ di aria fresca facciamo fare la rubrica ad un Puja o fate voi
    Con stima Sig. Serino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Mario66 - 9 mesi fa

    Ma i giocatori sarebbero senza palle. Forse ma non tutti. Cito oltre a Sirigu anche Belotti Rincon Ansaldi De Silvestri e lo stesso Zaza che non mi sembra uno senza palle. E poi Millico anche se giovane ha dimostrato di avercene le palle.Gli altri forse hanno meno carattere e forse qualcuno è veramente senza nerbo ma ritengo che la cosa sia nella media della serie A.
    Quindi caro Serino non sono proprio d’accordo. Prima che ai giocatori (comunque colpevolo) darei la colpa maggiore alla Società per la sua totale assenza e all’allenatore che penso pecchi di presunzione.
    IN OGNI CASO BASTA CON QUESTI DISCORSI. È L’ORA DI SOSTENERE INCONDIZIONATAMENTE MORENO. SE LO MERITA SE NON ALTRO PERCHÉ È UNO DI NOI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Haris Skoro - 9 mesi fa

    Speriamo di rivedere il Toro giocare a calcio, sudare la maglia (tutti non solo un paio), non mollare fino al 98′. E di poter ricominciare a chiamarlo Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. pasastabala - 9 mesi fa

    Condivido con Serino la positiva valutazione dell’uomo Mazzarri, che è un signore e il fatto stesso di aver acconsentito allo scioglimento del suo contratto lo dimostra. Sicuramente come allenatore ha dimostrato rigidità e commesso errori. Ma non credo che la colpa dello sfascio attuale sia tutta sua. Forse è addirittura il meno colpevole. Il tempo è galantuomo. Scopriremo, si spera, quello che è veramente successo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Andrea63 - 9 mesi fa

    Mi dispiace caro Serino ma non sono d’accordo con te, il tempo è galantuomo come dice lei ma vedrà che il signor Mazzarri non allenerà più una squadra blasonata, propone un gioco inguardabile e il fatto tanto decantato dei 63punti dello scorso anno secondo il mio modesto parere sono anche dovuti ad una buona dose di fortuna che ha inciso notevolmente oltre al percorso deficitario di diverse squadre che oggi ci sovrastano!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. luna - 9 mesi fa

    Io credo invece Sig. Rampanti, che Mazzarri sia stato molto bravo inizialmente a dare alla squadra un impianto tattico che ha permesso loro di prendere meno gol di quanti ne prendevano con Miha.
    Questo ha permesso di recuperare energie mentali ed autostima, spingendo sull’onda emotiva del momento ha permesso una seconda parte di campionato eccellente.
    Tutto lo sforzo è stato vanificato dal suo immobilismo tattico che pian piano ha generato malumori sfiducia e rassegnazione.
    Aggiungerei per quanto ha mostrato, che è un allenatore testardo (non lo scopro io) che a mio avviso non si è assunto le proprie responsabilità quando era il momento ma le ha scaricate sulla squadra, una delle tipiche frasi ” se fanno quello che dico io si vince altrimenti….” come dire è colpa loro.
    Un buon Comandante mette sempre la sua faccia a difesa dei suoi uomini, devo dire che Miha non fu da meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. rb27 - 9 mesi fa

    Sta di fatto che gli aziendalisti a lungo andare non vengono stimati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Toro Nel Cuore - 9 mesi fa

    Scusate ma questa intervista caro Serino non si puo’ commentare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Karmagranata - 9 mesi fa

    Caro Serino, di Mazzarri resterà nel tempo scolpita la definizione che di lui fece Luciano Moggi.. “se gli dai una squadra per salvarsi arriva a metà classifica. Se gli dai una per vincere lo scudetto arriva a metà classifica”..! Questo è Walter Mazzarri. SSFT!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 9 mesi fa

      grande… proprio così

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. r.ponzon_13686323 - 9 mesi fa

      Per quanto io stimi Mazzarri come persona e professionista per l’impegno ed il lavoro profusi, devo riconoscere che questa definizione è d’effetto !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. sergiovatta70 - 9 mesi fa

    Ci mancava il commento di Serino. Che avrebbe difeso Mazzarri ce lo potevamo aspettare, dato che nei commenti settimanali alle, ahinoi numerose, prestazioni negative mai ha citato l’allenatore tra i possibili colpevoli. Ed io che pensavo che Mimmo75 potesse essere Mazzarri stesso, magari è proprio Rampanti!
    Quante stupidaggini ho letto qui sopra…. Mazzarri paga per tutti ma non ha colpe; quindi a questo punto il prossimo allenatore potremmo sorteggiarlo tra noi tifosi: chi vuole guadagnarsi 2 mln? Ma col rischio di dover fare il capro espiatorio!
    Ed io che lo avrei esonerato dopo la vergognosa sconfitta in casa dei ciclisti, seguita a quella col Lecce cui abbiamo donato ben 6 punti. Chissa cosa sarebbe successo!! Questo sarebbe dovuto accadere se si avessero dei reali obiettivi sportivi; ad esempio il Milan ha esonerato Giampaolo dopo poche giornate.
    Ora è bastato che qualcuno abbia scritto che avrebbe raggiunto una transazione, senza che si conoscano i termini, per definirlo un signore se non dì più. Avesse avuto un minimo di decenza si sarebbe DIMESSO. Soprattutto se esente da colpe, tipo se i giocatori non lo seguivano più cosa ci stava a fare? Poi quests linea che il settimo posto sia stato merito suo e questa stagione sciagurata sia a causa di giocatori scarsi che sono i medesimi…
    Intendiamoci tutti conosciamo le colpe della società ma Mazzarri allora aveva il dovere di denunciare a rischio di perdere il ricco contratto e non leccargli il culo facendo si di rimanere in panchina fino ad pltrepassare il limite. Prima di lui l’esonero avvenne per un derby di coppa perso malamente ma con grosse attenuanti e comunque con prestazioni sempre positive e propositive, 6/7 occasioni da gol a partita, mentre quest anno (ed anche l’anno scorso comunque) prestazioni pessime, non gioco sempre e 1/2 occasioni da rete in media a partita (ad essere generosi).
    Ora speriamo che Longo si faccia valere ma è una scelta che personalmente non ho condiviso data la situazione in cui ci lascia il Grande Mazzarri, con la complicità del presiniente. Sarebbe stato più appropriata la scelta di un allenatore esperto dato che ormai la stagione può solo portare guai peggiori…..
    Speruma bin! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. ddavide69 - 9 mesi fa

    Quello che ho visto è un gioco sempre uguale che non si è adattato agli avversari. Ho visto solo i risultati sul campo ma non è detto che siccome vediamo solo quelli abbia ragione Serino e mazzarri sia esente da colpe. In quanto ai giocatori da conoscere prima di prenderli, anche li, vedi i risultati al massimo puoi forse sapere se sono diligenti, ma non mangi a casa loro. Con tutti i giocatori che cambiano le squadre vorrei proprio vedere quanti dirigenti o allevatori conoscano a fondo i giocatori che assumono. Vedo comunque che Serino non ascrive alcuna responsabilità a mazzarri, né per il gioco, né per i risultati, né per non aver saputo tenere lo spogliatoio, né per la campagna acquisti…insomma una negazione dell evidenza…bah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

    Ho sempre pensato anch’io che nella vita il tempo è galantuomo.
    E’ da quando ha silurato Ljaijc, quello che metteva sempre in panchina e poi, chissà come mai, gli toglieva le castagne dal fuoco quando era obbligato a farlo entrare, che mi aspettavo un tracollo come quello che abbiamo visto. Perché con lui alla guida abbiamo sempre giocato come una squadra di UISP, palla lunga e pedalare, al limite a mordere le caviglie agli altri. Fantasia, idee, gioco: NIENTE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 9 mesi fa

    non abbocco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 9 mesi fa

      e meno male…ne hai postati due in un minuto eh eh eh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 9 mesi fa

        e’ perché non lascia postare la frase intera, la devo spezzAre in due. Ormai ci sono così tante parole che non si possono scrivere che mi fanno perdere un sacco di tempo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 9 mesi fa

    articolo per attirare commenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Conta7 - 9 mesi fa

    Visto che trattasi di risoluzione consensuale, sarà interessante un giorno ascoltare la verità di Mazzarri su tante vicende, come ad esempio il mercato.
    Perché le parole di ieri di Cairo sono state di una disonestà totale.
    Siamo così sicuri che Mazzarri non abbia proprio voluto rinforzi, oppure magari non siamo riusciti a prendere nessuno di quelli che potevano darci una mano??
    Chiaro che in questo momento ha pagato lui per tutti, ma sappiamo benissimo dov’è il male di questa società che non sa programmare e gestire.

    E anche qui, concordo che il tempo sia galantuomo… Grazie Mister!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Che i giocatori non abbiano dimostrato carattere (le palle ) è in parte evidente e hanno le loro colpe, così come ci sono da parte di Cairo che a mio parere ci ha dato un centrocampo fra i più scarsi della serie A.
    Ma non si può negare che Mazzarri aveva perso di mano la situazione sia dal punto di vista psicologico nello spogliatoio che in campo dove ormai da mesi praticavamo un gioco orrendo.
    Come si dice sempre, alla fine paga l’allenatore tutte le colpe, anche quelle non sue, ma ormai era l’unica cosa che si poteva fare, visto che il presidente non si esonera e i giocatori sono sempre gli stessi (anzi, con un paio in meno )
    Vero invece che adesso è il momento di star vicini alla squadra e non delle contestazioni. Quelle devono essere fatte in sede e soprattutto a fine campionato, se non si vedranno cambiamenti positivi.
    Longo ora ha bisogno del nostro aiuto non di una polveriera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. LeoJunior - 9 mesi fa

    Tutti amici nel calcio, guai a pestarsi i piedi.
    Ma del fatto che le nostre azioni iniziano sempre con palla al centrale che piazza una palla alta e lenta all’esterno di turno che può solo perderla, non ne parla? E che i giocatori possono anche non avere le palle ma è altrettanto vero che sono GIOCATORI di pallone ai quali piace giocare a calcio, no? E mortificarli con un gioco alla lunga può stancare, creare malcontenti e quindi a remare contro? Deprecabile, ma realistico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. Mimmo75 - 9 mesi fa

    Bravo Serino, Walter Mazzarri merita rispetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Policano - 9 mesi fa

      Ngheroppaaa, anche chiellini merita rispetto?…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Filadelfia - 9 mesi fa

      Assolutamente SI. Anche se non è il mio allenatore ideale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. Stufodellamediocrita' - 9 mesi fa

    Niente di nuovo, la colpa è dei tifosi che mugugnano.
    Di Mazzarri si cita sempre e solo il girone di ritorno dello scorso anno ma che questa stagione si siano falliti tutti gli obiettivi, delle clamorose batoste rimediate che ci stanno rendendo ridicoli agli occhi di tutta Italia e non solo e dell’assenza di una qualsiasi parvenza di gioco non si parla minimamente.
    Comunque non mi aspettavo niente di diverso da Rampanti, è rimasto coerente con quanto detto fini ad oggi.
    Vediamo che succede e poi ne riparliamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy