Sampdoria e Fiorentina, progetti ambiziosi: due concorrenti in più per il Toro?

Sampdoria e Fiorentina, progetti ambiziosi: due concorrenti in più per il Toro?

Serie A / Commisso vuole una Fiorentina europea, Di Francesco alla Samp con Pradè e Pecini suona come una dichiarazione d’intenti

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Il calcio non è una scienza esatta e le uniche verità, alla fine, le dice sempre il campo. L’estate, però, è il periodo dei sogni, sono i mesi in cui i club operano sul mercato per provare a modificare le gerarchie del campionato. Evidentemente, Fiorentina e Sampdoria stanno facendo proprio questo: con le ultime mosse, la volontà è quella di riscattare un campionato al di sotto delle aspettative per programmare un futuro più roseo. Un vero incubo quello della Fiorentina, costretta a fare risultato nell’ultima giornata per rimanere in Serie A; una mezza delusione quella della Samp che già a fine marzo ha dovuto rinunciare alle velleità europee.

AMBIZIONI – Il Torino, pur non centrando l’Europa League (a meno di sorprese estive), ha chiuso la stagione a +10 sui blucerchiati e addirittura a +22 dai viola, due squadre che ai nastri di partenza avevano le stesse ambizioni dei ragazzi di Mazzarri. Per colmare questo gap e rientrare nella – già folta – rosa delle contendenti per un posto in Europa, la Fiorentina ha cambiato proprietà e la Sampdoria sta per ingaggiare un allenatore di altissimo profilo. Due mosse che, nonostante tutte le valutazioni siano premature, dimostrano comunque ambizioni importanti da parte dei due club.

Calciomercato: Pecini-Samp, ritorno possibile. Lecce e Udinese su Saponara

CRESCITA – Rocco Commisso sembra intenzionato a fare le cose in grande: “In Italia c’è una squadra che vince tutto, io vorrei provare a offrire un’alternativa”. Questa una delle prime dichiarazioni del patron italo-americano che come prima mossa ha confermato Montella e ora vuole provare a blindare Federico Chiesa. Sul fronte doriano, invece, sembra fatta per la firma di Eusebio Di Francesco sul contratto triennale propostogli da Ferrero. L’allenatore abruzzese non ha bisogno di presentazioni, è un tecnico di prima fascia ed è riuscito a portare la Roma in semifinale di Champions League solamente due stagioni fa. Il Torino, quindi, dovrà alzare ulteriormente il livello: la corsa per l’Europa League rischia di essere ancora più affollata.

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 4 settimane fa

    La Sampdoria con Di Francesco ha ingaggiato un allenatore di prima fascia che fa giocare bene le sue squadre (Sassuolo e Roma); La Fiorentina mi sembra ancora avvolta nelle nebbie dell’incertezza e la vedo ancora più indietro. Ma siamo ancora alle prime battute del calciomercato … la fiera dei sogni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Siamo specialisti a prendere per il culo gli altri, e a restare tutti gli anni con il proverbiale pugno di mosche in mano.
    Questo il presidente si è lasciato andare nuovamente a dichiarazioni impegnative, almeno per chi lo stava ad ascoltare. Tre innesti importanti, rosa confermate negli elementi migliori, agire “presto e bene”. Sarà pure presto per parlarne, ma il tempo trascorso dalle dichiarazioni ad oggi non lascia presagire granché. Vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CUORE GRANATA 44 - 1 mese fa

    L’ipotetico roster della prossima stagione lo potremo fare, a mio parere, solo a “bocce ferme”Il vantaggio fondamentale al quale,secondo logica, fa riferimento robertozanabon821,è,sempre a mio parere ,teorico in quanto presupporrebbe una ns. concretezza e rapidità sul mercato che a tuttoggi pare latitare.Se,come viene riportato da varie fonti,siamo ancora alle riflessioni preliminari e ci “stiamo guardando attorno..”allora! Allora chissà, ed attenzione a non imitare “l’Asino di Buridano”Sul fatto che poi il Pres. confermi lo “zoccolo duro”..Mah!! Il mio non intende essere disfattismo bensì semplice realismo.Vedremo!!!!FVCG!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tafazzi - 1 mese fa

    Aspetto la fine del mercato ma la Samp con Difra, Prade e Pecini ha messo delle buone basi. Potrebbe entrare tra le prime sette. Mentre Roma e Milan le vedo proprio male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROHM - 1 mese fa

      Alla samp non basterà il solo Di Francesco
      Ci vogliono i calciatori buoni e Quagliarella avrà un anno in più.Dubito che sia meglio del Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tafazzi - 1 mese fa

        Ovvio che no, però hanno giocatori con cui fare cassa e sicuramente acquisteranno giovani promettenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Roland78 - 1 mese fa

    Su Di Francesco tecnico di prima fascia avrei da ridire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robertozanabon_821 - 1 mese fa

    Abbiamo un vantaggio fondamentale. Squadra e allenatore “collaudati”. Gli altri dovranno creare gli equilibrii e i meccanismi per competere contro squadre più rodate. Dobbiamo approfittare di una solidità acquisita sul campo e migliorare con i pochi ritocchi necessari. Siamo in vantaggio e dobbiamo approfittarne. Su la guardia!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. RFgranata - 1 mese fa

    Probabilmente a parole sono anche 2 progetti ambiziosi ma credo e spero che Cairo dia seguito alle sue promesse allora il nostro progetto sarà sicuramente più ambizioso ancora. Dai presidente che manca poco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Nero77 - 1 mese fa

    Uno ha comprato la societa senza un euro,l altro era alla ricerca del businnes che era disposto a comprarsi la prima società disponibile,non tralasciando che i suoi Cosmos sono ultimi nelle serie c Americana,non dimenticando ch è un zebrato..E poi qualcuno si lamenta del Nostro presidente..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      A me Ferrero fa cagare, comunque anche il nostro ha comprato il Toro senza spendere un euro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13963758 - 1 mese fa

    per il solo fatto che è gobbo, commisso sia italoamericano o italiano, mrd è e mrd rimane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Torello_621 - 1 mese fa

    Veramente Commisso non è italoamericano, ma italiano emigrato che ha fatto fortuna negli USA. Come Cairo è un italiano che da zero ha fatto fortuna in Italia. Bisognerebbe prenderli ad esempio non denigrarli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. pupi - 1 mese fa

    Mihajlovic: “Saputo vuole lottare per l’Europa, è ambizioso”. E la famiglia Saputo scalza di molto il patrimonio di Commisso. Ma ne la Samp, ne la viola e ne il Bologna sono il Milan o Manchester city e non possono permettersi 2 acquisti sbagliati o di aumentare il monte ingaggi oltremodo, saresti fuori dai parametri ed a loro come a noi gliela fanno pagare. Corvino se n’è andato riducendo il monte ingaggi a 35 milioni circa, quando arrivò trovò 38 mln di rosso e ingaggi a 72 mln. Ora Commisso potrà aumentare il monte ingaggi, ma grazie al risanamento del tanto vituperato Corvino. Tutti devono centellinare a parte gli eletti, quelle 15 squadre europee che fanno il c__o che vogliono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ospunda - 1 mese fa

    Il Toro ha il vantaggio di partire da un progetto già strutturato; e la responsabilità di continuare sulla strada segnata nel girone di ritorno. Spero in qualche innesto (basterebbero un centrocampista e un laterale, e un attaccante di peso nel caso di cessione di Zaza) e nessuna cessione sanguinosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Mimmo75 - 1 mese fa

    Ambiziosissimi…Ferrero ambisce a evitare il carcere e quel gobbo dichiarato di Commisso a rinforzare gli striscianti con Chiesa. Tanto basta mettere un Antognoni qua e un Batistuta la per far godere i poveri tifosi viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Madama_granata - 1 mese fa

    Già l’anno scorso erano date come “concorrenti” del Toro, e poi abbiamo visto come sono finite!
    Speriamo che si ripeta la stessa situazione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13963758 - 1 mese fa

    una ha come presidente un cazzaro di dubbie origini, chiacchierati capitali e di un’antipatia sconfinata. l’altra si ritrova un italoamericano che nn sa neanche parlare e pure gobbo. mrd, solo mrd sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. user-13973712 - 1 mese fa

    l’unica certezza nel calcio italiano è l’appoggio incondizionato della classe arbitrale nei confronti dei gobbi ladri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granatadellabassa - 1 mese fa

    Certamente fanno sul serio. Però noi abbiamo alcune certezze in più: vediamo se si riesce a partire forte fin dalle prime giornate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. generazionenuova - 1 mese fa

    Per fortuna non sono questi i problemi del toro…

    Anzi mi spiace per la situazione della viola visto il gemellaggio e l’affetto che ho sempre ricevuto dai tifosi viola anche nelle nostre situazioni più difficili…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Glik hard core - 1 mese fa

    una a 10 una a 20 che cambiano allenatore mo mi cago

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy