Sirigu: “La Nazionale sta crescendo, ma dobbiamo restare umili”

Sirigu: “La Nazionale sta crescendo, ma dobbiamo restare umili”

Il portiere: “In questi giorni ho un po’ staccato dal Torino, ma adesso inizio a prepararmi in vista della partita con l’Inter”

di Marco De Rito, @marcoderito

“Da domani (oggi, ndr) penserò all’Inter”, così Salvatore Sirigu si espresso in zona mista, dopo la gara contro l’Armenia che ha visto vincere la Nazionale italiana per 9-1. Il portiere azzurro poi continua: “In questi giorni era giusto pensare all’Italia, ho un po’ staccato. Da domani (oggi, ndr) inizio a preparare la gara insieme al Torino”.

ITALIA – Sulla Nazionale Sirigu si esprime così: “Stiamo crescendo e siamo convinti dei nostri mezzi. In vista dell’Europeo, la continuità e l’identità sono fattori importanti. Adesso dobbiamo essere bravi a mettere freno all’entusiasmo. Siamo riusciti a fare uno splendido girone, ma dobbiamo tenere tenere i piedi per terra. Ci sono nazionali che hanno cicli più lunghi del nostro, noi arriviamo in punta dei piedi ma vogliamo dire la nostra”.

PALERMO – Il match si è svolto al Barbera di Palermo, uno stadio dove è stato protagonista con la squadra rosanero: “Fa piacere tornare in questo impianto dove sono cresciuto, sono soddisfazioni che rimangono”. Ora le Aquile sono ripartiti dalla Serie D dopo il fallimento: “Dispiace a tutti nel mondo del calcio, sia per chi giocava ma anche chi veniva da avversario in questo stadio”.

 

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. GlennGould - 11 mesi fa

    Sirigu ha ovviamente ragione.

    Detto ciò, sarà divertente vedere l’Italia agli Europei; la “straripante”, “incontenibile” Italia (cit.) che ha dominato contro Armenia e company, giocare contro Germania Francia etc..

    Lì vedremo quanto vale.
    Ma sul serio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro Forever - 11 mesi fa

    Per inciso, il gol che ha preso Meret, Sirigu l’avrebbe parato. Vai Salvatore. Uno di noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy