Torino-Cagliari 2-1: le statistiche parlano di un dominio granata

I dati del match / Conclusioni, possesso palla, parate: tutto dimostra la superiorità dei padroni di casa. Eccessive le occasioni sciupate

di Federico Bosio, @fedebosio19

La cosa più importante era tornare a vincere, ed il Torino l’ha fatto: domenica sera contro il Cagliari sono nuovamente arrivati i tanto attesi tre punti. La nota estremamente positiva è però il modo in cui è stato ottenuto questo successo, poichè nonostante il risultato (2-1 finale) non sia roboante e porti ad immaginare una sfida abbastanza combattuta, le statistiche parlano al contrario di un vero e proprio dominio dei padroni di casa, in ogni ambito. Andiamo ad analizzarle nel dettaglio.

Cominciamo dal possesso palla, che ha visto i granata tenere in mano il pallino del gioco ed in particolare, come mostrato nella tabella, farlo molto spesso nella metà campo avversaria: 15’24” il tempo di fatto trascorso in attacco dal Toro, più del doppio rispetto alla compagine sarda (7’30”) che ha dimostrato di aver impostato la partita solamente sull’attesa ed il contropiede (dato confermato tra le altre cose anche dal saldo tra i falli effettuati e quelli subiti). Le reti siglate dai ragazzi di Mihajlovic sono “solamente” due mentre si conferma particolarmente elevata la media di marcature avversarie incassate in relazione alle occasioni concesse: sono infatti addirittura 20 i tiri effettuati dai granata dei quali nove nello specchio della porta, per un totale di 13 occasioni da gol.

Dall’altra parte, la formazione di Lopez ha calciato verso lo specchio del Torino solamente cinque volte, inquadrandolo tre ed andando in questo modo a creare cinque occasioni da gol. Ed infatti, sono solamente due le parate effettuate da Sirigu, mentre Rafael è stato chiamato in causa sei volte. Torino in vantaggio anche per quanto riguarda le azioni manovrate, ma soprattutto i palloni recuperati: è vero che i granata ne hanno persi 30, ma ne hanno successivamente recuperati ben 22, al contrario degli ospiti che alle rispettive voci vedono un 35 ed un deludente 15. Unica statistica equilibrata, quella relativa ai calci d’angolo: sette per i padroni di casa, sei per i sardi. Statistiche che insomma certificano una consistente supremazia granata, per un risultato che avrebbe potuto essere decisamente più largo in favore del Torino.

Torino Cagliari
Goal 2 1
Tiri totali 20 5
Tiri in porta 9 3
Poss. palla (offensivo) 26’15” (15’24”) 19’01” (7’30”)
Occasioni da gol 13 5
Corner 7 6
Falli subiti 20 10
Palle perse 30 35
Palle recuperate 22 15
Azioni manovrate 19 16
Parate 2 6
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy