Torino-Cagliari, arrestati due tifosi ospiti: per entrambi si va verso il Daspo

I due supporter della compagine sarda coinvolti nei disordini che hanno preceduto l’incontro fuori dallo stadio: possesso di oggetti atti ad offendere, ma non solo

di Redazione Toro News

Non è stato un pre-partita sereno quello di domenica sera, all’esterno dello Stadio Olimpico “Grande Torino”: vi avevamo raccontato su queste colonne di come la tifoseria granata fosse venuta a contatto con quella giunta nel capoluogo piemontese per sostenere il Cagliari, in prossimità degli ingressi della Curva Maratona, forse per via di un errore di disposizione logistica relativo al punto di rilascio dei sardi. Ad ogni modo, nei disordini generali che hanno avuto luogo, due supporter ospiti sono stati arrestati principalmente per possesso di oggetti atti ad offendere, ma non soltanto. Per entrambi, già gravati da precedenti a questo punto è in arrivo il Daspo.

Ecco di seguito il comunicato ufficiale della Questura sui fatti accaduti:

“Torino Cagliari posticipo 11° giornata del campionato di Serie A di domenica sera. DUE TIFOSI DELLA SQUADRA OSPITE ARRESTATI DALLA POLIZIA DI STATO 

Due tifosi del Cagliari sono stati arrestati domenica sera all’esterno dello stadio prima dell’inizio dell’incontro di calcio.
Poco dopo le 19, un gruppo di 50 supporter circa della squadra ospite si è diretto nell’area di Piazza Grande Torino in prossimità degli accessi alla curva Maratona. Personale del Reparto Mobile della Polizia di Stato per evitare il contatto si è frapposto tra le due tifoserie. Nel corso dei fatti, un tifoso cagliaritano, nel tentativo di dileguarsi, ha colpito con una cintura un agente ferendolo sul dorso della mano. Il tifoso, T.A. di 27 anni, è stato poi fermato da altro personale nell’immediatezza dei fatti. Al poliziotto è stata riconosciuta una prognosi di 5 giorni.
Nello stesso contesto, altro personale ha intercettato un altro tifoso del Cagliari che armato di cintura aveva cercato il contatto con la tifoseria opposta. L’uomo, C.C. di 44 anni, si è divincolato e si è allontanato in corso Agnelli dove ha raggiunto il gruppo di supporter della sua squadra. Il tentativo di nascondersi tra i tifosi è risultato vano perché prima dell’ingresso allo stadio l’uomo è stato riconosciuto e fermato.
Alla luce dei fatti, entrambi i tifosi sono stati arrestati dagli agenti della D.I.G.O.S. per il possesso di oggetti atti ad offendere, T.A. anche per lesioni e violenza a pubblico ufficiale e C.C. per resistenza.
Per tutti e due i supporter, entrambi gravati da precedenti, scatterà anche la procedura per l’emissione del DASPO.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy