Torino, è uno Zaza ritrovato. E Mazzarri: “Per noi è come un nuovo acquisto”

Torino, è uno Zaza ritrovato. E Mazzarri: “Per noi è come un nuovo acquisto”

Focus on / L’attaccante lucano ricomincia con il piede giusto: il gol al Debrecen è il primo segnale di un’annata incominciata con un piglio del tutto nuovo

di Nicolò Muggianu

Eccolo finalmente. È un Simone Zaza completamente ritrovato quello visto nell’ultimo quarto d’ora di Torino-Debrecen. All’attaccante lucano, subentrato a Berenguer all’82’, sono bastati 10′ per mettere a segno il gol del definitivo 3-0. Un gol fondamentale per gli equilibri del doppio confronto europeo e che permetterà al Torino di andare in Ungheria senza particolari paure. Ma ancora più del gol, a stupire è la qualità del gioco offerto da Zaza: parso per la prima volta un tutt’uno con la squadra e non un elemento eterogeneo.

FIDUCIA – Abbracci dai compagni e applausi dal pubblico sugli spalti. Che questa sarebbe stata la stagione del “nuovo inizio” di Zaza lo si era intuito già dal clima che si respirava in ritiro. L’ex Valencia è stato tra i più positivi nelle prime uscite stagionali del Torino, ma era atteso da un impegno più probante. Risposta servita: in meno di un quarto d’ora Zaza ha svariato su tutto il fronte offensivo, creando almeno tre occasioni da gol e trovando la rete del 3-0. Segnali importanti, captati anche da Mazzarri; che nel post partita ha commentato così la sua prestazione: “E’ più inserito da un punto di vista tattico. Lui ha capito il nostro gioco, la nostra filosofia di squadra e di lavoro. Se può essere come un nuovo acquisto? Sì“.

Le pagelle di Torino-Debrecen 3-0: Ansaldi domina a sinistra. E’ un altro Simone Zaza

I COMPLIMENTI – Dopo un’annata deludente, il suo cammino di riconquista al Torino comincia dunque da Alessandria. Ma non sarà facile convincere gli scettici, soprattutto quando si porta sulle spalle il cartellino di “giocatore più pagato della storia del Torino”. Un titolo pesante, per un giocatore dal quale tutti si aspettavano e si aspettano ancora molto di più. Concetto riassunto perfettamente da Ansaldi, che nel post partita ha parlato così del compagno di squadra ai microfoni di Sky: “Lui è un bravissimo ragazzo e un attaccante forte. Per le qualità che ha, tutti si aspettano da lui 20 gol a stagione; ma non è facile“. Non è dato sapere se Zaza farà o meno 20 gol questa stagione, l’unica cosa certa è che l’ex attaccante di Valencia e Sassuolo ha ricominciato con il piede giusto. Il prossimo obiettivo è riconquistare la fiducia dei tifosi e riprendersi il Torino. Un gol alla volta.

59 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata - 3 mesi fa

    Zaza non era un brocco la scorsa stagione e non è un fenomeno ora. L’ ho sempre difeso perchè ha doti fisiche e di rapidità molto buone. Per il Toro è grasso che cola e, se la scorsa stagione non hsìa entiusismato, è anche perchè è stato subito messo ai margini da Mazzarri, che ha insistito e insiste sulla formula ad una sola punt. Per Zaza parla, nel bene come nel male, la carriera: è giocatore talentuoso, ma dal carattere non facile e tende a volte a strafare. Ma non dimentichiamoci che sia lui che Belotti sono del giro della Nazionale. Quindi Mazzarri farebbe bene (e il bene del Toro) se puntasse su loro due, una coppia potente che andrebbe riproposta per farle trovare le giuste intese. Prima dell’ ingresso di Zaza anche ieri (come ha detto a fine partita lo stesso Mazzarri) la squadra ha faticato a trasformare in gol le azioni offensive. Poi in 10′ si è vista tutta un’ altra musica. Non si può preferire il frillino Berenguer a uno come Zaza. La formula giusta sarebbe quella con Zaza, Belotti e Iago Falque da esterno destro, il ruolo in cui si esprime meglio. E poi la camapagna acquisti dovrebbe portare almeno un centrocmapista di personalità e di peso. Baselli e Meitè anche ieri sera hanno fatto il loro compitino diligente contro un avversario modestissimo, ma mai un acuto. Se in attacco giocasse con continuità la coppia Zaza-Belotti e a fianco di Rincon avessimo un Nainggolan, credo che quest’ anno ne vedremmo delle belle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. charles - 3 mesi fa

      Aspettiamo a giudicarlo……sono ancora fresche le valanghe di improperi che ci ha strappato per tutto il campionato….tutti ce lo auguriamo che si sia finalmente svegliato….ma non credi che sia troppo presto per dar fiato alle trombe ? Aspettiamo a tracciare un giudizio a meta’ del prossimo campionato, mi sembra piu’ logico…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Peterpann - 3 mesi fa

    Personalmente non mi è mai piaciuto, ha il classico atteggiamento da gobbodimmm in tutto quello che fa, ma l’importante è che il Toro vada bene, quindi mi tappo tutti gli orifizi e vabbenecosi’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SubComandante - 3 mesi fa

    Generale Mimmo sono tornato in trincea per darti supporto, per la vittoria!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LeoJunior - 3 mesi fa

    quello che spesso riscontro nei commenti sulla squadra è una visione molto statica del calcio. Le discussioni si focalizzano sugli 11 titolari, tenendo conto di un solo schema e presupponendo che la forma e rendimento dei giocatori sia immutabile nel tempo. Ma sappiamo tutti che non è così. Una squadra che si rispetti è quella che può cambiare le pedine, sia per ragioni tattiche che di forma/infortunio, potendo contare su giocatori di qualità che quando entrano sono parte un progetto. Si parla di Zaza con Belotti. Ma sarà anche Zaza al posto di Belotti quando rifiaterà, per piccoli (speriamo mai) infortuni, squalifiche, cali. Idem per Verdi, Iago e tutti quanti. Avere un livello medio alto e mentalmente coeso è un ottima cosa. Forse più che avere dei giocatori di punta. E guardate che non è così scontato che le “riserve” siano sempre così coinvolte nel progetto e nel gruppo. Quindi bene le conferme e aspettiamo le ciliegine ma con l’ottica che chiunque arriverà non farà fare alcun salto di qualità da solo ma nel gruppo a completamento di questo e integrato nel progetto. Solo così si cresce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 mesi fa

      …concordo..la penso uguale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Condivido totalmente, aggiungo : quando Mazzarri a più riprese afferma che le partite ormai si vincono o si perdono in 14 più il resto della rosa evidentemente non è una frase buttata a caso….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tafazzi - 3 mesi fa

    @PrivilegioGranata mi sa che ti è sfuggito un piccolo particolare. A Iago è stata data la maglia numero 10, quella che viene assegnata al giocatore con più qualità. Delofeu è uno buono ma non garantisce la costanza e il lavoro sporco di Iago. Magari se ne parla il prossimo anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Costanza e lavoro sporco appartengono a Rincon e a Baselli.
      Falque tante volte latita e basta.
      Quanto alla n. 10, averla sulle spalle non ti fa diventare un campionissimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 3 mesi fa

        Jago..farebbe bene a specializzarsi da rifinitore dietro le 2 punte!..vedo il mister sempre piu propenso al modulo base 3 4 1 2

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. tafazzi - 3 mesi fa

        Campionissimo no, ma al momento non lo è nemmeno Delofeu. La 10 non la dai ad uno qualsiasi ma ad uno che è al centro del gioco, ad uno da cui ti aspetti che faccia la differenza. Se non vedi il lavoro che fa Iago in fase difensiva concepiamo il calcio in maniera diversa. Ne riparleremo tra qualche mese. Due estati fa era l’unico giocatore con offerte da squadre di prima fascia europea. La stagione passata non fa testo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Carlin - 3 mesi fa

    Certo che entrare a fine partita quando sono tutti scoppiati é facile ,riesce anche a far bella figura.Pero’ entra,viene subito ammonito,fà relegare Belotti all’ala,trovate che sia cosi producente,puo’ andar bene con queste squadre,ma poi? Quanto a Falque se continua a farlo giocare in mezzo ,farà sempre partite mediocri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

    Su Zaza avete praticamente detto tutto e tutto condivisibile, io aggiungo solo una considerazione : l’anno scorso è arrivato all’ultimo giorno di mercato con una condizione atletica approssimativa, la stessa cosa accadde a Rincon l’anno prima ; giocatori che fanno della prestazione atletica il loro punto di forza perciò entrambi hanno faticato non poco il primo anno. Rincon quando ha potuto svolgere la completa preparazione è diventato un ‘altra cosa e ha disputato un campionato pazzesco per corsa ,intensità e spirito di abnegazione, una vera diga a centrocampo. E’ probabile che la stessa cosa stia capitando a Zaza e comunque bisogna dire che il campionato scorso è sì stato deludente ma in campo ha sempre dato tutto mai tirando indietro la gamba. Questo se siamo onesti dobbiamo riconoscerlo. Inoltre ,faccio fatica a dirlo, se ha giocato nella Juve evidentemente così brocco non è….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 3 mesi fa

    Su Zaza è d’obbligo essere cauti: ai suoi esordi mi piaceva moltissimo per le sue capacità acrobatiche fisiche ed anche tecniche. Poi, col suo caratterino, ha un po’ pregiudicato la carriera. In Spagna mi pare che abbia ben figurato, ma lo scorso campionato, da noi, ha deluso. Ora, ad inizio stagione, mi pare sulla giusta strada e con Belotti potrebbe costituire un’ottima coppia, a scapito, forse, di Falque. Non mi sento di prendere una posizione decisa dopo la prima partita, ma le premesse sembrano incoraggianti. Piuttosto mi piacerebbe che arrivassero un forte laterale ed un rifinitore. I pur lodevoli De Silvestri ed Ansaldi non sono molto precisi nei cross. Ieri, l’unico fatto bene è stato quello per l’inzuccata di Zaza a fine partita e per mettere a frutto le capacità dei due attaccanti serve come il pane l’uomo dell’ ultimo passaggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ardi - 3 mesi fa

    A parte che dire che da zaza ci si aspettano 20 gol a stagione quando non li ha mai fatti mi sembra eccessivo. Devo dire altresì che può comunque essere un ottimo attaccante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. abatta68 - 3 mesi fa

    Zaza è un attaccante della nazionale tanto quanto belotti, chi rende meglio si prende il posto. Dopodiché i toni entusiastici di mazzarri, l intento di Cairo di tenerlo e il fatto che WM abbia dichiarato che il modulo che preferisce sia il 3412 la dice lunga sul fatto che zaza e belotti possono essere la coppia di attaccanti titolare, quando supportati dal trequartista, oppure uno dei due nel 343 con le due ali iago e berenguer

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 mesi fa

      …ma lo ha già dichiarato wm: “con 3412 abbiamo più controllo e circolazione della palla”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Mimmo75 - 3 mesi fa

    Verissimo, Zaza ritrovato. Nel senso che ha ripreso da dove aveva interrotto: 3 minuti e già ammonito. Per il resto, non cambio opinione su di lui: è una signora riserva di Belotti, la giusta riserva di Belotti. Perchè la qualità non si discute però accanto al Gallo ci può giocare giusto contro avversari come i debrescemi o quando si ha la necessità disperata di sbloccare/recuperare gare impantanate: a quel punto lo butti nella mischia a far densità in area. Detto questo, se Mazzarri è contento dell’approccio di Simone alla nuova stagione c’è solo da fargli i complimenti ed esserne felici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bucci-ole-ole - 3 mesi fa

      Concordo sull’ammonizione. Sei in campo da un minuto e te ne esci con Stupida inutile spinta, e non e’ affatto la prima volta. Tolto questo difetto tutt’altro che trascurabile, non gli mancano grinta e qualita’ per fare il suo dovere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

    Un’ottima riserva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Ti sbagli, ha dei movimenti e una qualità da titolare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 3 mesi fa

        …straconcordo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ciccio Graziani - 3 mesi fa

    Un esterno sinistro e uno di qualità in trequarti,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Tifoso Obiettivo - 3 mesi fa

    Allora
    Rivalutare Zaza così dopo una partita giocata contro dei beduini (nella quale si è pure fatto ammonire) è affrettato.
    Certo è che le potenzialità le ha ed inoltre sembra molto legato al gruppo.
    Lo terrei e chiederei al mister di trovare il modo di farlo giocare con belotti e Falque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Non sono dei beduini. Come giustamente ha detto Mazzarri, sono stati bravi i nostri a far sembrare tutto più facile di quello che è stato in realtà. Hanno soffocato quasi ogni ripartenza avversaria, hanno spezzato il gioco in mezzo al campo recuperando subito la palla.
      Zaza è un buon giocatore, che ha garra e qualità.
      Del terzetto da te caldeggiato, è Falque viceversa l’anello debole, perché rallenta enormemente l’azione e gioca con un solo piede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granata70 - 3 mesi fa

        Condivido, soprattutto su Falque, non me ne vogliano i suoi estimatori ma anch’io lo ritengo l’anello debole.Serve un rifinitore e qualcuno che fornisca dei cross all’altezza (Lollo è un grande per spirito di applicazione e sacrificio ma purtroppo ne indovina 1 su 10).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 3 mesi fa

          Pero’ i numeri dicono che jago ti garantisce un buon numero di assist e gol…nn dimentico i periodi che ci ha trascinati

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. granata70 - 3 mesi fa

            Certamente, hai ragione ma credo che a questo punto il Toro necessiti di maggior qualità e soprattutto continuità. Se la qualità non manca (resta comunque, a parer mio, un buon giocatore ma non un’eccellente giocatore) per la continuità non ci siamo e molte partite onestamente le giochiamo in 10. Gli riconosco i meriti, ma se dovessimo sacrificarlo per un profilo superiore onestamente avvallerei la scelta ….. parere personale chiaramente.

            Mi piace Non mi piace
        2. tafazzi - 3 mesi fa

          Se jago è l’anello debole possiamo stare allegri. I numeri non mentono mai.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

            Purtroppo nei numeri non vengono conteggiati i secondi con cui tarda a dare la palla o il numero di contropiedi sprecati perché non serve il compagno.
            Molta riconoscenza verso di lui, ma se arrivasse un Deulofeu, tanto per rimanere in tema spagnolo, sarei contento.

            Mi piace Non mi piace
          2. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

            Aggiungo che se poi vogliamo la coppia di attaccanti Gallo-Zaza col trequartista dietro, allo Iago è tagliato fuori dal discorso perché non è in grado di giocare lì, come si è già visto l’anno scorso.
            Ecco che allora si ripropone la necessità di cederlo per arrivare a un De Paul.

            Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 3 mesi fa

      D’accordo nel non avere fretta su Zaza, benché l’affiatamento col gruppo e le parole del mister non posso passare inosservate; un po’ meno quando definisci una squadra che è venuta qui a fare la sua onesta partita dei beduini.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gothi_25 - 3 mesi fa

      Ogni partita nasconde le sue insidie; non era facile vincere 3-0, non rischiare nulla in difesa,non subire infortuni, non strafare. La testa ha sopperito alle mancanze fisiche. Atteggiamento mentale positivo. Buon inizio, forza ragazzi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. da sempre Toro - 3 mesi fa

    Lo Zaza visto ieri contro il Debrecen é un giocatore ritrovato. Con Belotti e Zaza abbiamo un attacco eccezionale. Ora manca solo da prendere un esterno di centrocampo da affiancare a Ansaldi, Lollo e Ola Aina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cerutti_Gino - 3 mesi fa

      Penso proprio che esterno sx e trequartista arriveranno in ogni caso.. un centrocampista arriverà all’ultimo in caso di qualificazione in EL.
      Abbiamo una bella squadra, W TORO!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. granata70 - 3 mesi fa

    L’ho visto a Bormio impegnarsi molto negli allenamenti ed ho notato un legame profondo con il Gallo, erano sempre insieme sul campo e fuori, arrivavano insieme in bici agli allenamenti e ridevano e scherzavano. Era uno dei più acclamati ed alcuni teatrini con Sirigu ed altri sono stati esilaranti. Credo che sarà una piacevole sorpresa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. fabio.tesei6_13657766 - 3 mesi fa

    Riuscire a confermare tutti e’una bella cosa. Poter aggiungere qualcosa sarebbe meraviglioso, dai presidente credici e sarai ripagato a vita con l’onore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. roberto.patrun_14165930 - 3 mesi fa

      Probabilmente il confermare tutti o quasi rappresenta una forma di investimento e spesa, meno sicura dal punto di vista finanziario (leggi plusvalenze) ma molto più sicura e foriera di crescita dal punto di vista tecnico e tattico, oltre che per noi Tifosi.
      Quindi speriamo in qualche inserimento senza rivoluzioni, per continuare e migliorare (il percorso di crescita era troppo una citazione del Vate GPV).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 mesi fa

        Il confermare tutti in che senso rappresenterebbe una spesa ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

          Prolungando i contratti e ADEGUANDO lo stipendio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 3 mesi fa

            Se adegui gli stipendi è perché sono cresciuti gli INTROITI , se invece vuoi tenere i soldi in società prendi gente per non retrocedere che costa meno e ‘guadagna meno’ e torni a lottare per non retrocedere.

            Quando li hai presi , li hai presi perché giocassero e quindi lo stipendio già lo consideri nella spesa : quella per gli stipendi dei giocatori ,gli attuali o a altri a cifre diverse ,c’è sempre e ce l’hanno tutte le società

            Se invece non vuoi spendere nulla mandi via tutti e non esiste piu’ la squadra di calcio.

            Quello che è certo ma si tende a non sottolineare è che questa spesa è quasi del tutto coperta dai diritti Tv……

            Mi piace Non mi piace
          2. roberto.patrun_14165930 - 3 mesi fa

            Esatto, privandosi anche di plusvalenze probabili. Cosa con cui Cairo ha fin qui sempre lavorato (Cerci, Darmian, Glik…).
            Con Belotti qualcosa è iniziato a cambiare, probabilmente lo stesso Mazzarri gli ha chiesto di non fare rivoluzioni. Perlomeno ora, poi col mercato di Gennaio si valutano eventuali sfoltimenti.

            Mi piace Non mi piace
          3. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

            Ddavide, se tu aumenti lo stipendio a un giocatore per invogliarlo a rimanere ed evitare che qualche società si inserisca con offerte allettanti stai incrementando le spese. Quello stesso giocatore che prima per ipotesi pagavi 1 mln all’anno ora ti costa 1,5 mln. Se lo fai è perché ritieni che quel giocatore sia valido e soprattutto per mantenere intatta la struttura di una squadra che finalmente con Mazzarri sta trovando un buon rendimento.

            Mi piace Non mi piace
          4. ddavide69 - 3 mesi fa

            Quello che intendo è che non è detto che mandando via i giocatori che si aspettano magari uno stipendio maggiore , si vada a risparmiare prendendone altri e non è neppure detto che quelli a scadenza di contratto rinnovino alle cifre attuali , magari a quelli piu’ anziani o con minori prospettive si prospetta un rinnovo a emolumenti inferiori.

            Se questo è un discorso in senso generale è valido sicuramente , ma vale per tutto il mercato del lavoro , non solo per i calciatori.

            Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 3 mesi fa

        Le plusvalenze solo nel 2018 non ci sono state , nei 5 anni precedenti invece qualcuno ha lasciato i soldi in società in una voce a bilancio…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Ardi - 3 mesi fa

          Sono rimasti 47 milioni infatti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. LeoJunior - 3 mesi fa

    Confermarlo si rivelerà la mossa migliore del mercato. Io pronostico 15 goal e li avremmo visti fare in altra squadra mangiandoci le mani. Scelta ponderata e coraggiosa. Sarebbe stato più facile scaricarlo dopo la scorsa stagione. Crederci è un altro bel segnale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. eurotoro - 3 mesi fa

    Io non avevo dubbi..l’ho sempre ammirato nelle altre squadre..non vedo perche non doveva iniziare anche qui a metterci quella rabbia e cattiveria sotto porta…adoro gli attaccanti grintosi czzuti …e noi ne abbiamo 2!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. jimmy - 3 mesi fa

    Zaza è stato uno dei migliori in ritiro, certo non è facile segnare entrando sempre negli ultimi 10 minuti… Bisognerebbe dargli fiducia e farlo partire titolare con Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 3 mesi fa

      Se si vuole andare piu avanti possibile in europa coppa italia e campionato bisogna avere 14/15 titolarissimi…nel ruolo di centravanti siamo invidiabili…finalmente non rivedremo un gallo acciaccato dover scendere in campo col rischio di ricadute…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iard68 - 3 mesi fa

      Titolare non lo so, magari qualche volta… ieri sera poteva anche starci. Quello che è sicuro è che non deve entrare sempre per gli ultimi 10…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 3 mesi fa

        Nel modulo preferito da wm, il 3421, belotti e zaza giocherebbero insieme con verdi?de Paul? alle spalle, fuori berenguer e iago e sovrapposizione dei terzini in fase di possesso. Cosi sta lavorando da Bormio in avanti. Aspettiamo sto benedetto trequartista.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. iard68 - 3 mesi fa

          Mi sta bene, ma se hai un centravanti forte in panchina, non puoi fargli far la muffa sempre. O, giustamente, si demoralizza o si innervosisce e finisce col rendere nulla. Col Gallo titolare fisso, Zaza deve poter fare delle mezz’ore, non dei 5/10 minuti…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Rimbaud - 3 mesi fa

    Direi che il suo impatto sulla partita si è sentito. Ha portato molta pericolosità in area di rigore. Vedremo con avversari più probanti. Se si riprende i 14 milioni spesi, con le cifre che girano per mezzi giocatori, potrebbero tramutarsi in un vero affare. Quest’anno merita sicuramente un’altra chance.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Bravo Zaza,
    ti auguro un cammino come quello di Rincon. Deludente il primo anno in granata, notevole dopo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. granata63 - 3 mesi fa

    Questo sta a dimostrare che avevo ragione nel mio post di giorni fa. Dieci minuti non fanno testo, ma la voglia di fare di un giocatore, soprattutto quando entra a nove dalla fine, la dice tutta. P.s.: per quel gobbo depresso che mi ha messo 132 non mi piace in dieci minuti, fai come ti pare, ma così stanno le cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. eurotoro - 3 mesi fa

    Per poco non ne faceva 3…molto bello lo stacco di testa la prima occasione ..e la girata al volo la seconda…daje Simo’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. roberto.patrun_14165930 - 3 mesi fa

    Zaza può essere un valore aggiunto importante in questo Toro, credo molto al fatto che pochi acquisti debbano essere fatti.
    Il trequartista per dare fantasia ed imprevedibilità, magari bravo anche nei calci da fermo (leggi Verdi ma anche De Paul al giusto prezzo). Un secondo portiere affidabile, un laterale. Forse un centrocampista e non di più.
    Il buono è che la squadra si conosce bene e lavora in modo armonico con il Mister. Che è bravo peraltro.
    Guai però ad addormentarsi sugli allori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 3 mesi fa

      D’accordo al 100%

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy