Torino-Genoa: Belotti segna, Simeone no. Zappacosta fatica ma contiene Laxalt

Torino-Genoa: Belotti segna, Simeone no. Zappacosta fatica ma contiene Laxalt

Testa a testa / I granata ottengono i 3 punti e i due giocatori sconfiggono gli avversari nella loro personale sfida. Per il “Gallo” anche una rete

di Daniele Delbene

Il Torino ha ottenuto una vittoria molto importante ieri che mette fine alla crisi di risultati coincisa con 3 sconfitte consecutive. A farne le spese è stato il Genoa che pur non disputando una brutta gara è uscito sconfitto per 1-0 dalla gara dell’ “Olimpico – Grande Torino”. Zappacosta ma soprattutto Belotti escono vincitori dal testa a testa contro i rispettivi avversari, per il centravanti granata è arrivata anche la rete numero 13 in campionato che suggella quello che per lui è stato un 2016 pieno di soddisfazioni.

DUELLO BELOTTI-SIMEONE

DUELLO ZAPPACOSTA-LAXALT

zappacosta laxalt

TESTA A TESTA – Il centravanti granata sta attraversando un momento di grazia, grazie alle sue prestazioni e al suo senso del gol si sta rivelando il vero trascinatore del Torino. Nel primo tempo non gli arriva dai compagni nessun pallone che possa risultare pericoloso; poi nella ripresa sugli sviluppi di un calcio piazzato trova la zampata vincente dimostrando tutto il suo “killer instinct” da rapace d’area di rigore. Oltre ad essere un grande goleador il giocatore bergamasco da una mano alla squadra anche in fase difensiva dimostrandosi un vero e proprio tuttocampista e nel finale ha l’occasione per trovare la sua doppietta personale ma Lamanna con una strepitosa parata gli nega la gioia del quattordicesimo centro in questo campionato. Dall’altra parte la difesa granata ha dovuto badare a Giovanni Simeone, il “Cholito” è la sorpresa stagionale di questo Genoa, anche lui come Belotti si è dimostrato spesso decisivo per le sorti della propria squadra ma nella gara di ieri nonostante abbia avuto tre buoni occasioni da gol, si è dovuto arrendere a un roccioso Rossettini che in diverse occasioni è riuscito a sbrogliare dei pericoli. Il testa a testa tra Belotti e Simeone viene vinto dal giocatore del Torino che si dimostra più cattivo sottoporta, ma il figlio dell’allenatore dell’Atletico Madrid potrebbe presto diventare un giocatore molto importante. L’altro principale duello di giornata era sulla fascia e ha visto affrontarsi Zappacosta e Laxalt. Il difensore granata nel primo tempo ha un po’ sofferto la pressione e la velocità del giocatore uruguaiano concedendogli troppe libertà e mettendolo poche volte sotto pressione visto che ha spinto poco sulla fascia di sua competenza. Nella ripresa le cose sono cambiate, l’esterno campano ha preso le misure all’avversario e non gli ha più concesso spazio, riuscendo ad annullare uno dei giocatori più pericolosi all’interno della compagine di Juric.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dbGranata - 4 anni fa

    Io Laxalt lo adoro da due anni e Simeone mi pare un’ottima promessa. A gennaio farei un tentativo per entrambi, così trovi il vice Iago/Belotti e un titolare per la mezzala sinistra (che se la giochi con Baselli. Obi deve andare a zappare in siberia, con tutto il rispetto).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. carlitomarinell_600 - 4 anni fa

    ma Zappacosta fa cagare solo a me?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dbGranata - 4 anni fa

      No. Ma io lo sopporterei anche se non prendesse sempre l’unico uomo che gli si oppone in tutti i cross. Non fa un cross che è uno, centra sempre in pieno il difensore. Incredibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ToroLoco - 4 anni fa

      E ti pare poco…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. gantonaz64 - 4 anni fa

      Anche me.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy