Torino-Genoa, duello sulla fascia: Laxalt e Zappacosta a confronto

Torino-Genoa, duello sulla fascia: Laxalt e Zappacosta a confronto

Il confronto / Questa sera si troveranno di fonte du esterni molto veloci e tecnici. Sarà un’avvicinete sfida nella sfida in campo

di Marco De Rito, @marcoderito

Oggi alle 20.45 scenderanno in campo Torino e Genoa per sfidarsi nell’ultimo match del 2016, nonché partita valida per la diciottesima giornata di Serie A. I due club arrivano entrambi da una sconfitta ed hanno voglia di riscatto. Riscatto che passerà da un risultato positivo sul campo: l’esito del match può passare anche e soprattutto dai duelli sulle fasce. A destra, il terzino granata Zappacosta sfida il dirimpettaio genoano Diego Laxalt, esterno sinistro di grande corsa e dinamismo, che ha già fatto male al Toro in passato. Una sfida nella sfida che può condizionare il risultato finale.

IL ROSSOBLU’ – Nell’arco della scorsa stagione, Diego Laxalt è stato il giocatore più utilizzato in maglia rossoblù, a testimonianza di quanto sia un giocatore importante per il sodalizio rossoblù. E c’è da sottolineare che, dei tre gol totali che ha messo a segno, due sono stati inflitti al Toro nella partita che poi è terminata 3-3. L’uruguaiano si adatta meglio in una squadra che gioca con la difesa a tre, schierato come esterno di centrocampo. E’ un giocatore molto tecnico che sa saltare facilmente l’avversario per la sua ottima abilità nei dribbling. Grazie a queste caratteristiche il genoano è considerato un giocatore molto offensivo, ma in generale fa della duttilità un suo punto forte: se in più di qualche occasione ha giocato come terzino in una difesa a quattro, è stato anche messo in campo come attaccante in un tridente offensivo.

IL GRANATA – Anche Davide Zappacosta ha giocato come esterno offensivo nell’ultima partita contro il Napoli ma non ha reso a dovere. Spesso è cascato nella trappola del fuorigioco degli avversari ed ha sbagliato i tempi delle ripartenze, dimostrando di non essere adatto al ruolo. Una scelta, quella di Mihajlovic, apparsa fuori luogo e sicuramente non funzionante. Ma ora tecnico e giocatore devono voltare pagina. Perchè Zappacosta è un giocatore dal valore indiscutibile: impiegato nella posizione di terzino, ha reso molto bene disputando un’ottima stagione sin qui e conquistando anche un posto da titolare nella Nazionale italiana nelle ultime due gare degli azzurri.

Il terzino granata sarà molto motivato in quanto vorrà riscattarsi e dimostrare al suo ex allenatore Ventura che la Nazionale se la merita eccome; d’altro canto Laxalt con la tecnica e la sua velocità è un avversario ostico da contenere e Zappacosta, questa sera, avrà un compito arduo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy